Opel Zafira Life: prova su strada e in fuoristrada | Video

21 Giugno 2019 3

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

A vent'anni dal debutto della prima generazione, Opel Zafira si rinnova, ma forse non è la Zafira che vi aspettereste. O meglio, dopo 2,7 milioni di esemplari venduti e tre generazioni, è naturale che Opel non voglia rinunciare ad un'erede per la propria monovolume di segmento C.

Ma è anche vero che in questi ultimi anni il mercato dell'auto è cambiato parecchio, con un costante calo delle monovolume compatte (il segmento di Opel Zafira, Volkswagen Touran e Renault Scenic, tanto per citare le più celebri, ha visto scendere la propria quota di mercato del 60% nel 2018) a tutto vantaggio delle multispazio di segmento D (+54%, pari a 100.000 vetture vendute in più ogni anno).

Opel Zafira Life appartiene proprio a questo segmento, ma non perde il proprio DNA di auto "furba" e flessibile. A livello dimensionale, la versione più corta di Zafira Life è 10 cm più corta dell'attuale Zafira (le altre, invece, sfiorano e superano i 5 metri): chi volesse un veicolo Opel a 7 posti più compatto può comunque optare per Opel Combo Life XL (QUI la nostra prova in anteprima di Opel Combo Life, il multispazio tecnologico).

ZAFIRA LIFE: OPEL AL PRIMO SGUARDO

Ma torniamo a Zafira Life: il progetto è chiaramente derivato da quello dei multispazio di segmento D di Citroen (SpaceTourer), Peugeot (Traveller) e Toyota (Proace Verso). Cambia il frontale, con un aspetto più robusto grazie alla calandra a sviluppo orizzontale, impreziosita dal listello cromato che sostiene il logo Opel e si fonde nei gruppi ottici. Due proiettori Bi-Xenon si accompagnano a due inserti cromati ad ala, la firma dei fari di Opel. In questo caso, però, le luci diurne a LED sono spostate in basso, integrate nell'inserto in plastica nera del fascione paraurti. Lateralmente si notano gli sbalzi ridotti e il passo lungo, mentre al posteriore protagonista è il grande portellone incernierato in alto.

A chi si rivolge Zafira Life? Opel individua 4 categorie di clienti, che punterà a conquistar attraverso la praticità, lo spazio, i motori e la sicurezza:

  • Famiglie con grandi esigenze di spazio
  • Privati "combispace premium": clienti che cercano un veicolo che dia loro molto spazio e funzionalità ma anche potenza e dotazioni di sicurezza e comfort superiori
  • Clienti business: gestori di shuttle che cercano navette ben equipaggiate, ma anche tassisti
  • "Vip": che cercano una navetta di massimo livello con dotazoni (anche stilistiche) superiori.
OPEL ZAFIRA LIFE: DIMENSIONI E BAGAGLIAIO

A livello pratico, Zafira Life propone elementi come le porte laterali scorrevoli elettricamente (azionabili tramite la maniglia, il telecomando o un gesto del piede sotto il pianale), il lunotto posteriore apribile separatamente dal portellone, l'abitacolo spazioso in grado di accogliere da 5 a 9 passeggeri, i sedili in pelle (quelli anteriori con funzione massaggio e riscaldamento). E ancora: i vani portaoggetti (nei pannelli porta, sulla plancia, davanti al conducente e nel bagagliaio), il tetto panoramico in vetro con illuminazione a LED, le prese per ricaricare i device dei passeggeri, il climatizzatore bizona con possibilità di gestione dei flussi anche dalla seconda e dalla terza fila, i tavolini dietro ai sedili anteriori, il tavolino centrale (in configurazione salotto), i 6 attacchi Isofix per i 6 sedili posteriori...


La vettura è disponibile in tre lunghezze:

  • Small: lunghezza 4,60 m, passo 2,93 m, bagagliaio massimo 3.600 litri (minimo, con due file di sedili, 1.500 litri)
  • Medium: lunghezza 4,95 m, passo 3,28 m, bagagliaio massimo 4.200 litri,
  • Large: lunghezza 5,30 m, passo 3,28 m, bagagliaio massimo 4.900 litri. Per tutte, l'altezza non supera gli 1,90 m: una scelta fatta per agevolare chi utilizzerà Zafira Life nei parcheggi sotterranei ad altezza ridotta.

Le due file di sedili posteriori sono asportabili (con uno sforzo non troppo pesante), suddivisibili nei rapporti 1/3-2/3, abbattibili negli schienali (con possibilità di caricare colli lunghi fino a 3,5 metri) e scorrevoli mediante binari di alluminio. Buona la capacità di contenimento laterale e morbida (ma non cedevole) l'imbottitura, e anche la seduta è sufficientemente lunga anche per chi, come chi scrive, è molto alto. La vita a bordo è piacevole, grazie all'illuminazione data dalle superfici vetrate e dal tetto panoramico, mentre l'insonorizzazione è curata, grazie all'utilizzo materiali fonoassorbenti nei tappetini e nei vetri.

4 i motori, tutti omologati Euro 6D TEMP con catalizzatore SCR per la riduzione delle emissioni di NOx | Guida Euro 6D vs TEMP, differenze RDE, WLTP, emissioni NOx e CO2: cosa cambia.

  • 1.5 turbo diesel 4 cilindri da 102 o 120 CV
  • 2.0 turbo diesel 4 cilindri da 120, 150 o 177 CV (quest'ultimo anche con cambio automatico EAT8).

Interessante il fatto che dal 2021 Opel Zafira Life sarà disponibile anche in versione 100% elettrica. Del resto, entro il 2024 ogni modello della gamma avrà una versione ibrida plug in o elettrica.

Numerosi i sistemi di assistenza alla guida.

  • Una telecamera e un radar monitorano l’area davanti al veicolo, agendo se serve con la frenata automatica di emergenza a velocità fino a 30 km/h.
  • Cruise control adattivo, regola la velocità in base a quella del veicolo che precede, rallenta automaticamente e può ridurre la velocità fino a 20 km/h se necessario.
  • Allerta per la prevenzione dei colpi di sonno, avvisa il guidatore se ha trascorso troppo tempo al volante e ha bisogno di una pausa.
  • Assistenza abbaglianti, gestisce il passaggio automatico da abbaglianti ad anabbaglianti e viceversa e si attiva sopra i 25 km/h.
  • Head up display a colori che mostra velocità, distanza rispetto al veicolo che precede e indicazioni di navigazione.
  • Lane Departure Warning: avvisa quando la vettura sta per oltrepassare la linea di corsia (emettendo un segnale acustico ma senza correggere la traiettoria).
  • Controllo dell'angolo cieco.


Zafira Life propone anche i servizi telematici di Opel Connect, con funzioni come la navigazione con informazioni sul traffico in tempo reale, il collegamento diretto con l’assistenza stradale e la chiamata di emergenza. L’immagine della telecamera posteriore viene trasmessa sullo schermo da 7 pollici, in quest’ultimo caso con vista dall’alto a 180 gradi.

Proprio il sistema di infotainment è il centro di controllo del veicolo: il display capacitivo permette di gestire i sistemi di infotelematica Multimedia Audio e Multimedia Navi. Oltre al navigatore connesso con mappa 3D e punti di interesse in alta definizione, il sistema propone la radio DAB e il mirroring degli smartphone attraverso i protocolli MirrorLink, Apple CarPlay e Android Auto. Buona la fluidità con questi ultimi, ma avremmo preferito un display più grande e un maggiore spazio per riporre lo smartphone davanti alla leva del cambio.

OPEL ZAFIRA LIFE 2.0 150 CV: COME VA SU STRADA

Per la nostra prova in anteprima internazionale di Opel Zafira Life abbiamo scelto la motorizzazione che - secondo le previsioni - sarà la più gettonata tra i clienti italiani: la 2 litri turbo diesel da 150 CV con trazione anteriore e cambio manuale. Il duemila BlueHDi, condiviso con le vetture di alta gamma di Groupe PSA (lo troviamo, con 160 CV, sulla nuova Peugeot 508, giusto per fare un esempio), eroga una coppia massima di 370 Nm a partire da 2.000 giri.

Nel percorso che dall'aeroporto di Francoforte ci ha portato nei pressi di Russelsheim - dove ha sede il quartier generale di Opel - abbiamo apprezzato la generosa coppia del 2 litri, disponibile in gran parte fin dai 1.500 giri. Sicuramente è questo il propulsore ideale per muovere la massa importante di Zafira Life: un motore abbastanza silenzioso, regolare e fluido nell'erogazione, brillante se si rimane nel range della coppia massima e caratterizzato da consumi di gasolio contenuti, in rapporto alla potenza e al peso: la Casa dichiara un consumo nel ciclo misto WLTP di 5,8-5,4 litri/100 km, mentre il nostro computer di bordo riportava una media di circa 7 litri/100 km.


Si chiama Zafira Life, ma su strada il feeling di guida non è quello di una monovolume tradizionale: non tanto per il rollio (che è contenuto per la categoria) e nemmeno per l'insonorizzazione (piuttosto curata), quanto per la posizione di guida: molto alta da terra, con uno scalino generoso per accedere all'abitacolo e un volante fortemente inclinato.

L'impostazione è quella di un multispazio, con tutti i pregi e i difetti che questa scelta comporta: ampia visibilità, ottima sensazione di "controllo" della strada (grazie anche alla grande superficie del parabrezza), raggio di sterzata importante (sebbene gli 11,3 metri siano un ottimo valore per la categoria) e sterzo demoltiplicato. Sempre sicura la tenuta di strada, ma è chiaro che Zafira Life non è pensato per andature al limite. Mettetelo in autostrada con il cruise control adattivo attivato e godetevi il buon assorbimento delle sospensioni.


Il cambio manuale a 6 rapporti è un'unità senza infamia e senza lode: la leva è in una comoda posizione rialzata, ma gli innesti sono poco precisi e la corsa è troppo lunga. Inoltre, la frizione non è tra le più morbide. Insomma, se potete spendere, è consigliatissimo il cambio automatico a 8 rapporti con convertitore di coppia dotato di funzione che riduce i tempi di cambiata, rendendo i passaggi di marcia impercettibili. Un cambio già provato e apprezzato su altre vetture del gruppo PSA e disponibile su Zafira Life solo in abbinamento al diesel più potente.

Chi cerca maggiori prestazioni - o prevede di utilizzare spesso Zafira Life a pieno carico - può infatti contare sul 2 litri da 177 CV e 400 Nm, in grado di spingere la vettura da 0 a 100 km/h in 10,4 secondi, per una velocità massima di 185 km/h. Il 1.5 diesel da 102 o 120 CV? Consigliato solo se utilizzerete l'auto in città o per tutte quelle condizioni in cui non viene richiesto il massimo della coppia e della potenza.

OPEL ZAFIRA LIFE 4X4: COME VA IN FUORISTRADA

Non è certo il modello con cui pensereste di affrontare del fuoristrada, eppure Opel Zafira Life - se allestita con la trazione integrale - è in grado di completare senza alcun problema un percorso offroad piuttosto impegnativo nei pressi di Russelsheim. A rendere possibile tutto questo sono gli specialisti di Dangel che, seguendo una partnership già avviata con Peugeot Traveller, hanno trasformato Opel Zafira Life in un multispazio/fuoristrada a trazione integrale.

Si tratta di un sistema on-demand con giunto viscoso, inseribile attraverso la manopola posizionata sulla sinistra del volante: in questo modo è possibile scegliere se viaggiare a trazione anteriore (2WD), trazione integrale (4WD) oppure trazione integrale con bloccaggio del differenziale posteriore a controllo elettronico, utile per le situazioni impegnative. Nel nostro caso, l'abbiamo attivato quando ci siamo trovati di fronte ad un tratto con forte pendenza laterale e con aderenza ridotta a causa del fango. Non è presente l'Hill Descent Control: bisogna farsi bastare il freno motore.


L'altezza da terra, incrementata di 20 mm rispetto a Zafira Life con trazione anteriore, non è sufficiente per evitare di toccare il terreno con il pianale in presenza di dossi particolarmente pronunciati, ma è anche vero che chi guiderà Zafira Life difficilmente affronterà situazioni limite. La trazione integrale, piuttosto, sarà utile a chi utilizzerà il veicolo come shuttle nelle località turistiche invernali, in presenza di neve o ghiaccio.

In tutte le altre situazioni di aderenza critica, sarà più che sufficiente il sistema IntelliGrip (Advanced Grip Control in casa Peugeot, QUI la nostra prova), il controllo di trazione elettronico con cinque modalità: Normal - On Road, Snow (regola lo slittamento delle ruote anteriori), Mud (fa slittare la ruota con minor trazione per ripulirla dal fango e ristabilire la trazione degli pneumatici), Sand (sincronizza lo slittamento delle ruote motrici) ed ESP Off (disattiva l'ESP quando l'intervento di quest'ultimo potrebbe risultare controproducente). Con l'IntelliGrip è presente l'Hill Descent Control.

OPEL ZAFIRA LIFE: PREZZI E DATA USCITA

Il prezzo base di Opel Zafira Life - ordinabile dallo scorso marzo e in consegna dopo l'estate - è di 31.130 euro, riferito alla versione Medium di Zafira Life Business: un allestimento pensato specialmente per gli operatori professionali, equipaggiato con sedile comfort per guidatore e passeggero anteriore, assistenza alla partenza in salita Hill Start Assist, Cruise Control con Limitatore di velocità, vetri oscurati e prese 12 V in tutte e tre le file di sedili. Più ricca, a cominciare dal motore 2 litri da 150 CV, la versione Zafira Life Business Innovation, che a 41.980 euro per la carrozzeria Medium include Heady Up Display, sistema di infotainment “Multimedia Radio” compatibile con Apple CarPlay e Android Auto, clima bizona e sedili anteriori in pelle con funzione massaggio e riscaldamento.

La gamma pensata per le famiglie e i clienti privati parte invece da Zafira Life Advance, che a 34.830 euro è equipaggiata con sedili anteriori comfort, Cruise Control con Limitatore di Velocità, Assistenza alla partenza in salita Hill Start Assist, luci diurne a LED, clima bizona. Zafira Life Innovation (a partire da 42.230 euro) offre fari bi-xenon, cerchi in lega da 17 pollici, specchi esterni regolabili elettricamente e riscaldabili, infotainment "Multimedia Radio” con audio a 10 altoparlanti, tetto panoramico e sedili in pelle (con anteriori massaggianti e riscaldabili).

VIDEO

L'unico vero Note? Samsung Galaxy Note 9 è in offerta oggi su a 525 euro oppure da Unieuro a 699 euro.

3

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
MatitaNera

Ma che è sto furgoncino?

RavishedBoy

Peccato per il cambio automatico solo sulla 177cv.

ice.man

peccato che non abbiano approfittato del lancio di questo nuova variante Opel per dare una svecchiata al progetto:
non si puo vedere su un auto presentata come nuova nel 2019 che monti ancora i fari xenon (che costano di piu dei led tra l'altro)
che monti delle luci diurne che sembrano la fila di led che compri dal cinese
anche il cruscotto è vecchio, ancora analogico

con un display lcd in plancia piccolo, e che non integra i comandi della climatizzazione
insomma semra un ritorno al passato
tra l'altro parliamo di un auto con prezzi fino oltre i 40.000E
e le auto non si pagano al metro....
.
certo costa molto meno di un Caravelle, che pero ha una tenuta del mercato usato strepitosa e una affidabilità proverbiale
.

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti

Jeep

Jeep Renegade: recensione e prova su strada del restyling 2019

Euro 6D vs TEMP, differenze RDE, WLTP, emissioni NOx e CO2: cosa cambia | Guida

HDBlog.it

Kia e-Soul: prova su strada e prezzi in Italia, la nuova sarà solo elettrica | Video