Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Tesla, nuovi ritardi per la Gigafactory tedesca?

22 Ottobre 2021 89

Sembra che l'entrata in funzione della Gigafactory di Berlino di Tesla subirà un ulteriore ritardo. Il CEO di Tesla, Elon Musk, nel corso di un evento che ha tenuto lo scorso 9 ottobre proprio all'interno della fabbrica, si era detto fiducioso di poter ricevere le autorizzazioni in breve tempo per poter avviare la produzione delle Model Y nel corso del mese di novembre. Effettivamente, erano arrivate indiscrezioni su di un via libera, anche se condizionato da una serie di precise richieste, soprattutto sul fronte della sicurezza.

A quanto pare, ben difficilmente la costruzione delle auto potrà partire a novembre. Secondo quanto riporta Reuters, il ministero dell'ambiente regionale ha annunciato che verrà ripetuta una consultazione online per permettere ai cittadini di esprimere le loro eventuali obiezioni al progetto della Gigafactory. Una scelta che è stata fatta per alcune implicazioni legali non molto chiare. In ogni caso, il dato oggettivo è che la consultazione online si terrà dal 2 novembre al 22 novembre e sarà aperta solo a coloro che hanno espresso un'obiezione nelle precedenti consultazioni pubbliche ma non sono stati soddisfatti della risposta di Tesla o del ministero dell'ambiente.

Una volta chiusa la consultazione, le obiezioni saranno esaminate. Solo successivamente potrà arrivare il via libera da parte delle autorità che consentirà a Tesla di mettere in funzione la sua fabbrica. La casa automobilistica non ha voluto entrare nel merito della questione ma spera di poter avviare le attività entro la fine dell'anno. In ogni caso, se si arriverà ad iniziare la produzione prima del termine del 2021, comunque le Model Y costruite non arriveranno nelle mani dei clienti prima dell'inizio del 2022.

Nell'attesa di ricevere le autorizzazioni, Tesla comunque continuerà a lavorare al completamente della Gigafactory in maniera tale che sia davvero tutto pronto quando arriverà il semaforo verde da parte delle autorità. Durante la costruzione della Gigafactory, Tesla ha dovuto affrontare contrattempi tra cui forti resistenze da parte di comitati locali preoccupati per l'impatto della fabbrica sull'ambiente e lungaggini burocratiche. E proprio sulla burocrazia tedesca, Elon Musk si era molto lamentato in passato.


89

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Aktion

Perchè la Merkel da grande statista ha capito che avere il concorrente piu' bravo in casa ti permette di accedere rapidamente alla sua catena di fornitura, con conseguenze immediate anche per l'industria tedesca, che ha necessità di rinnovarsi e guardare al futuro. Stiamo parlando di Merkel non dei 4 scemi che si sono succeduti nel parlamento italiano negli ultimi 20 anni, i cui governi sono l'espressione di un paese in perenne declino.

accakappa

Tu puoi avere tutti i piani che vuoi ma devi venderle prima. Poi poi parli di numeri...
I numeri annuali mondiali li trovi ovunque.

accakappa

Ovvio lavorano sul venduto, ma non perchè mancano la batterie.

Daniele Colombo

Elon nel 2014 ha detto agli azionisti che nel 2020 avrebbe prodotto 500000 Tesla cosa che è avvenuta .
Adesso si è dato target di prendere 1 % anno del mercato mondiale auto che equivale a 20 milioni di auto nel 2030

Daniele Colombo

Se hai seguito i risultati del terzo trimestre , con profitti stratosferici

Vae Victis

Per costruire una scatoletta quadrata piena di pile stilo dubito che serva molta manodopera.

giovanni

A Berlino e dintorni manodopera specializzata disoccupata non ce ne deve essere molta, forse dovevano farla in Polonia o Ungheria.

Daniele Colombo

Scusa ma chi ha il debito spaventoso ?

teo

La lobby attraverso uno stato compiacente ... Assolutamente si

Daniele Colombo

Veramente il problema è legato al sindacato , che normalmente è presente nell azionariato ed ELON non vuole !! Per questo si è fermata la Giga Germany , perche IG Metall , il sindacato non sarà presente , vedremo chi la vincerà

Daniele Colombo

Sei andato a chiedere i tempi di consegna per una Enyac , ID 4 o Tesla ? Non sono disponibili subito , la mia la ho aspettata sei mesi !!!

Gianluigi

Ma non è solo questo. C'è un tema di burocrazia, di troppi permessi, di tasse alte e anche di processi interminabili. È proprio tutto il sistema italiano ad essere farraginoso. Abbiamo un'occasione unica con il Pnrr ed i fondi europei per svecchiare le procedure statali, forzati dalla Ue. Spero che Draghi riesca, perché non essendo legato ai partiti può permetterselo. Se andremo a votare temo che i politici eletti guarderanno solo ai propri interessi (di oggi), senza alcuna visione sul lungo periodo. Indipendentemente dalla fazione politica

Daniele Colombo

90 milioni mi sembrano tanti , dove hai trovato questo numero?
Freemont più Shangai già oggi sono in grado di produrre un milione e mezzo di auto .
Stanno arrivando Gigatexas , Berlino e new Shangai .
Con cinque fabbriche nel 2022 hanno un piano fra i 3 e 5 milioni ,un po' in anticipo rispetto al 2030

Ginomoscerino

tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare...
quelle di Elon sono dichiarazioni per gli azionisti

Daniele Colombo

Se senti i quarterly earnings , se guardi la potenza di fuoco che Tesla sta mettendo in atto deduci che ci può arrivare .
Elon ha detto di voler prendere uno percento ogni anno del mercato totale .
Uno percento sono 20 milioni di auto .
Ad oggi Tesla ha sempre raddoppiato ogni anno

Daniele Colombo

Preferisco dipendere dagli americani che dai cinesi

Daniele Colombo

Quando si stava valutando possibili candidature i politici italiani non c' erano , forse a posteriori Elon avrebbe preferito UK

Vae Victis

htt ps: //www .youtube .com/watch?v=5fu2Ia3zqcs

Vae Victis

La cattedrale nel deserto
Anzi no, il capannone nella foresta...

Daniele Colombo

I Tedeschi non hanno capito ancora che le Tesla arrivano , dalla Cina o se decidono dalla Germania
VW e altri si devono svegliare a proporre prodotti con rese km accettabili ,

Gianluigi

Magari la facessero in Italia direi. Con tutte le industrie che ci stanno lasciando, c'è un gran bisogno di investimenti da noi.
Gli italiani giovani considerano comunque la possibilità di emigrare, specie se in possesso di qualifiche. Per tenerci i nostri talenti dovremmo proprio cambiare rotta

Gianluigi

No, non sono stati fatti danni ancora. Il bosco per uso industriale è stato ripiantato altrove. Riguardo all'uso di acqua, avranno rigidi controlli, possiamo scommetterci (e giustamente) . Magari anche gli altri li avessero.
Comunque è ovvio che ormai la fabbrica è costruita e inizierà la produzione in breve

Petaloso

Certo, ma sono problemi che andavano valutati quando hanno dato i permessi per costruire in quella zona, orami i danni sono stati fatti, non ha senso bloccare tutto ora.

tulipanonero1990

Nessuna tassa è stata decisa ne tantomeno verrà applicata nei prossimi anni. Ho seguito l’apertura di uno stabilimento di una nota bevanda dolce gasata statunitense qui nel centro Italia. Regione e legambiente si opposero per l’esagerato consumo di acqua potabile, i rapporti di studi tecnici di parte confermarono le perplessità. Da Roma chiamarono, lo stabilimento si fece. Il fatto che non veda il guinzaglio non vuol dire che non esista.

mattbra

I robot erano posizionati solo in posizione demo.
La catena di montaggio è tutta un'altra cosa.
E infatti anche Tesla mostra sempre il rendering della fabbrica piuttosto che fare vedere i lavori live.

antonio della corte

Veramente la fabbrica non doveva nascere in Germania, è stata solo la pressione della Merkel a spingere Tesla a costruire la fabbrica la. Ambiente e alberi, ma voi credete a ste stronzate?? Gli alberi si possono piantumare altrove, ma ben gli sta a Elon, chi si fida dei tedeschi ci rimette sempre, la storia dovrebbe insegnarci qualcosa.......

antonio della corte

Mettici poi che hanno un debito spaventoso di oltre 200 miliardi di euro, e capirai come mai ritardano l'apertura della fabbrica.

giovanni

Di un'azienda che ha creato il Diesel Gate mi fido veramente poco.
E se poi pensiamo che anche alcuni componenti del governo lo sapevano andiamo pure peggio.

giovanni

Esatto!!!!

accakappa

Probabilmente ha messo uno 0 in più...

Quanti altri argomenti a caso vuoi aggiungere al discorso?
Le vendite presenti o future non c'entrano letteralmente nulla con ciò di cui si sta parlando.
Così come dazi o altre presunte azioni di politica estera.

accakappa

Anche se sei fuori tema di rispondo lo stesso. Peccato che Biden si è accordata con Bruxelles trovando un accordo per tassarle. Ma questo non c'entra una pippa con la stronzata di costruire una fabbrica Tesla in Germania.

accakappa

A me risulta che non sia il governo a bloccare la fabbrica. Evidentemente ai tedeschi della regione il lavoro conta di meno delle paturnie ecologiste.

Gianluigi

Non so tu cosa hai visto. Io ho visto i video dell'inaugurazione e i robot ci sono e si sono visti in funzione. Presse incluse. Poi, se l'esterno non è finito, beh, cosa cambia??
Senza essere di parte, credo che manchi poco ad avere questo famoso permesso, mentre prima di vedere una produzione industriale degna ci vorranno mesi.

Gianluigi

I problemi che vedono sono nell'uso dell'acqua della falda e nell'aver tagliato un bosco di piante per uso carta e affini. Una monocultura industriale per intenderci.
In ogni caso, meglio una fabbrica locale che aspettare che arrivino i cinesi con macchine a prezzi molto più bassi. I tedeschi peraltro hanno già prenotato parecchie tesla, quindi sono più certe lobby a remare contro. Ma non è che alla fine potranno dire a tesla "no, scusate, dovete smantellare questa fabbrica" o "eh non potete produrre". Sono solo tattiche per rallentare l'inevitabile.

Ginomoscerino

in 10 anni Tesla non solo raggiunge Toyota o VAG ma addirittura vende quanto i 2 più grossi gruppi messi insieme?

Ginomoscerino

non è detto che l'interno sia indietro solo perchè esternamente c'è fango, camion e trattori...
poi vedendo i problemi di materiali che ci sono può essere che siano in ritardo

Signor Rossi
tulipanonero1990

Nascondersi? Cespugli? Ti ho scritto né più né meno come funziona il mondo. Pensavo Trump lo avesse esplicitato anche ai meno attenti, cavoli è stato li 4 anni, facendo in pubblica piazza quello che chi lo ha preceduto, e succeduto, preferiscono fare riservatamente in ben altre stanze. Secondo te l'Europa non tassa le big tech perché non vuole? o perché non può?

accakappa

Dai su è inutile nascondersi dietro i cespugli. Il Divino è corso sempre dietro a chi gli da di più. Ha accettato prendendosi i rischi del caso e ora li paga, stop.

accakappa

Forse ti è sfuggito che nel MONDO si vendono 90 milioni/anno di veicoli privati e sono in flessione. In Europa si vendono si e no circa 15 milioni di auto/anno e nel 2030 le elettriche pure/anno considerando il tasso di penetrazione attuale anche se influenzato dagli incentivi saranno circa 6 milioni. Solo Norhtvolt ne coprirà da 2 ai 2,2 milioni, Stellanti quasi 4. considerando che non tutte le auto prodotte saranno vendute nella sola Europa l'industria Europea coprirà almeno il 40% del fabbisogno.

Daniele Colombo

La foresta è un area di allevamento pioppi da carta e viene tagliata ogni due anni . Ma la di fuori di questo tu germania dai un permesso a costruire per poi bloccare tutto , perchè ti sei accorto che puo dare fastidio alle tue aziende ?

Daniele Colombo

Meno di un milione di auto nel 2030 quando tesla sarà a 20 Milioni , sei d accordo che bisogna cambiare marcia ?

accakappa

L'espansione che stanno effettuando ora la porterà 60 GWh (di cui 40 andranno alla Vw, 15 alla Volvo che gli ha commissionato una gigafactory da altri 50 GWh) Mentre entro il 2030 con altri 6,5 miliardi di euro raccolti porteranno la capacità totale a 150 GWh. Ovvero circa il 25% della vendite in Europa nel 2030.

tulipanonero1990

Mah rischio, ripeto, dovrò passare tramite il segretario di Stato americano che non appena la Germania avrà scelto il proprio cancelliere lo chiamerà col fischietto. L'unica spiegazione per questa situazione è che è a ridosso di un passaggio di poteri e non c'è un chiaro interlocutore dall'altra parte.

Daniele Colombo

Per quanti MWh ? Peanuts in confronto a Tesla e Cina , bisogna cambiare marcia

accakappa

Scusami ma se uno ti dice buttati dal mio dirupo tu ti butti ? Se lo fai è perchè ti ha PAGATO bene. Quindi ? Sempre il Divino Teslaro ha scelto di rischiare.

tulipanonero1990

Letteralmente tutte le Tesla disponibili per il mercato europeo sono state vendute e sono prenotate quelle future da qui a sei mesi circa. Chi deve ricalibrare il tiro? Se a una delle aziende più quotate in USA rompono troppo le scatole, soprattutto in Germania, sai quanti nanosecondi ci mettono a chiamare i Ceo di Volkswagen BMW w Mercedes in USA e notificargli qualcosa? Ce lo ricordiamo come abbassò la cresta la Merkel alle minacce di Trump di dazi allaGermania?

accakappa

Infatti ti risulta che oggi mancano le batterie per le elettriche ? NO

tulipanonero1990

Ma è il land stesso che si è candidato! Ma la conosci la storia di quello stabilimento? Banalmente, la burocrazia che non funziona è esattamente quella che non puoi prevedere. Chiunque in Italia abbia una attività produttiva ne può sapere qualcosa. Vatti a vedere, nella ridente Germania, la burocrazia per i rifugiati politici, fatti due risate.

Auto

Xiaomi SU7 Max, la supercar elettrica in mostra al MWC di Barcellona | Video

Auto

Renault 5 E-TECH Electric: elettrica a meno di 25.000€... con l'asterisco | Video

Auto

Dacia Spring 2024: l'anteprima del restyling, esterni e interni | Video

Motorsport

Formula 1: ufficiale, Lewis Hamilton in Ferrari dal 2025