Limiti CO2 Unione Europea: emissioni massime di 59 g/km entro il 2030

01 Aprile 2019 187

I nuovi limiti di CO2 sono stati confermati come anticipato a fine 2018. L'Unione Europea ha fissato ad una media di 59 grammi di CO2 al chilometro il tetto massimo per le auto di nuova immatricolazione. Il risultato va raggiunto entro il 2030 e inasprisce il limite dei 95 grammi entro il 2021, con una progressione che ci porterà ad 80 grammi entro il 2025.

I produttori avranno quindi vita dura, costretti ad attingere all'elettrificazione in maniera massiccia per evitare le multe da parte dell'UE; nel 2018 la media per le auto di nuova immatricolazione era di 118 grammi al chilometro.

Chi non riuscirà a raggiungere gli obiettivi imposti incapperà in sanzioni ma la decisione sull'impiego del ricavato non è stata ancora presa: l'UE si è presa tempo fino al 2023 per capire dove indirizzare l'eventuale fondo.

Con i nuovi limiti di CO2, il Parlamento Europeo diffonde anche i dati sul contributo all'effetto serra del mondo dei trasporti: sommando auto, treni e aerei, si arriva a circa il 20% delle emissioni totali da parte dell'Europa, ennesima conferma che il lavoro della politica dovrà necessariamente abbracciare anche l'industria e il riscaldamento domestico per incidere in maniera più massiccia sulla salvaguarda dell'equilibrio del globo, senza contare la necessità di una politica estera volta ad allineare anche i Paesi al di fuori del Vecchio Continente.

Resta poi il conflitto tra climalteranti ed inquinanti (parliamo della differenza in questo articolo): con questa mossa l'Europa conferma di voler puntare ad una strategia che limita l'anidride carbonica, un climalterante, mentre gli USA ad esempio puntano sul limite dei NOx che, in quanto inquinanti, incidono sulla salute delle persone. Allo stesso tempo, però, le amministrazioni locali e regionali impongono blocchi ai diesel che emettono sì meno CO2 ma che - se privi di filtri come gli Euro più vecchi - rilasciano NOx, creando di fatto un'asimmetria dove si possono omologare ed immatricolare diesel a livello "globale" ma resta il rischio di per gli acquirenti di vederli bloccati a livello locale.

Oggi uno dei migliori acquisti nella fascia media? Huawei Mate 10 Pro, in offerta oggi da Cellularishop a 425 euro oppure da ePrice a 759 euro.

187

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Giulk since 71'

A me sta bene che chiudano il centro delle città alle auto a pistoni, ma lo devono chiudere a tutte le auto a pistoni, ibride comprese, devono circolare solo le elettriche, inoltre se lo fanno, devono scontare bollo auto e assicurazione in proporzione ai limiti imposti, altrimenti paga sempre e solo il cittadino.

E inutili che continui a pubblicare i tuoi link, non avvalorano le tue tesi anzi, citi Oslo, ti sembra che Roma sia Olso? Ti sembra che la Norvegia sia l'Italia?

Quando lo capirai che non esistono soluzioni che vanno bene per tutti? Se ti piace tanto Oslo perchè non vai a viverci?

Tony Musone

"perchè tu possa andare a lavorare in bici respirando meglio?"

Robe da mattì. Questo conferma il mondo tutto tuo in cui vivi. Tutti respiriamo la stessa aria, chi pedala, chi cammina e chi guida. Ricchi e poveri. Bambini e anziani.
https://www.lifegate.it/persone/news/rapporto-malaria-2019

Ma per tutti quelli come te, a cui sfugge l'ovvio, non resta che aspettare sereni il giorno in cui vieteranno, per il bene comune, l'ingresso e la circolazione in città delle auto a pistoni, così come anni fa vietarono di fumare nei locali pubblici, ospedali compresi. Spero solo che avvenga il prima possibile, un po' come stanno facendo già oggi quelli che una volta erano i barbari.
https://cleantechnica.com/2019/03/05/oslo-is-almost-car-free-and-likes-it-that-way/

Passo e chiudo.

Giulk since 71'

E se io non voglio pedalare? no perchè a me sta benissimo che tu vuoi andare a lavorare in bicicletta ci mancherebbe, ma se io non voglio? perchè dovrei farlo? perchè dovrei rinunciare a muovermi con la mia auto lautamente pagata sulla quale pago parecchie tasse, perchè tu possa andare a lavorare in bici respirando meglio?

Giulk since 71'

Guarda che l'elettricità non è cosi economica come la vuoi far passare tu, già a casa non te la regalano, se vai su una colonnina ad alta capacità ( passami il termine ) spendi bei soldini.

I prezzi delle batterie calano e anche delle rinnovabili? ok ne riparliamo quando come detto, le batterie costeranno la metà e posso comprarmi un segmento B a 15mila euro con almeno 400km di autonomia reali.

Le alternative alla mobilità nelle grandi città scarseggiano, poi chiaro dipende dalla città, a Roma stiamo messi malissimo sopratutto per chi viene da fuori, i ritardi e i problemi con i treni regionali sono all'ordine del giorno e fidati ho la mia compagna che tutti i giorni prende questi treni quindi so di che parlo.

Vogliamo parlare delle scale mobili della metro a Roma e delle stazioni chiuse?

Vogliamo parlare del fatto che a Terracina ( sud di Roma ) da 6 e sottolineo 6 anni per una frana la linea del treno è interrotta e chi vuole prendere il treno deve andare con l'auto nella stazione più vicina? cerca "terracina treno frana" e leggi da te, lo so perchè un collega viene da li.

Questi sono problemi reali, fino a che non ci sarà una vera e propria alternativa, la gente continuerà ad utilizzare l'auto di proprietà

Tony Musone

Evidentemente non è così semplice se per te, tutti coloro che vivono in città, vivono in un "bel appartamento in centro" quando ci sono centinaia di migliaia/milioni di persone che affollano le periferie.

Io per esempio a Roma ho, più o meno, sempre vissuto in periferia (ma in zone servite dai mezzi pubblici dato che non avevo una macchina di proprietà). Invece a Milano vivo in una zona semicentrale ma per andare al lavoro attraverso mezza città in bici. E ho dei colleghi (come in altre occasioni ti ho già scritto) che pur vivendo anche più vicino di me ci vanno in auto.

E perdonami ma, da quanto leggo, se tra i due c'è qualcuno che vive in un mondo tutto suo, quello non sono io. Salùt

Giulk since 71'

No, ad oggi la mobilità elettrica non è una vera alternativa tutto qui, non è una alternativa perchè costano troppo ( almeno le versioni NON premium ) rispetto un auto con motore a combustione, sono limitate come autonomia e come tempi di rifornimento, sopratutto se non hai un garage o un ricovero notturno, cosa che purtroppo manca a molti.

Poi se domani raddoppieranno l'autonomia e dimezzeranno il prezzo, ben venga, io mica sono contro a prescindere, come detto quello che mi preoccupa e il mentre, perchè domani secondo me è tra un bel pò di anni.

Nel mentre il mercato va a picco, questo mese quasi un meno dieci per cento di vendite, e le auto che hanno venduto di più indovina un pò? quelle più economiche, Panda, Y, Dacia, Skoda e via dicendo, il che dovrebbe far riflettere

Tony Musone

Quindi fammi capire, ad oggi, la mobilità elettrica abbinato allo sviluppo delle rinnovabili sono un fallimento e i diesel il progresso?

Tony Musone

"L'eco-tassa esiste da anni nella maggior parte dei Paesi europei" non è futuro, è passato e presente, da marzo anche in Italia.

I prezzi delle batterie e delle rinnovabili calano di anno in anno e produrre energia con le FER è, da un paio d'anni, più economico che farlo con le fonti tradizionali e anche in questo caso è passato e presente non futuro.

Le alternative alla mobilità ci sono già ora per la maggior parte delle persone, sopratutto nelle aree urbane. Invece in extraurbano anche, magari non ci sono proprio per tutti ma per molti. Questo è un fatto.

Giulk since 71'

Il concetto è molto semplice, generalmente chi ha una casa in centro in città, città come Roma e Milano per dire, non se la passa male, chi abita nei paesi e fa il pendolare, magari sorbendosi ore di traffico per arrivare al lavoro semplicemente perchè non ha alternative, non se la passa altrettanto bene

Quindi scusa se a me poco tange se il tipo nel suo condominio con il suo bel appartamento in centro si lamenta che respira male eh

Non si tratta di qualunquismo, si tratta di vivere nel mondo reale, cosa che tu probabilmente non fai

Giulk since 71'

Ti sfugge il fatto che tu parli sempre al futuro, mentre le tasse sono oggi, il problema di fatto non sussisterebbe se ci fosse una alternativa valida al momento ai motori a combustione, ma di fatto non c'e, o se vogliamo non c'e ne è una che va bene per tutti.

Che i motori a combustione siano destinati all'oblio e quasi certo, che siano sostituiti dai motori elettrici è probabile, tutto sta a vedere quando, a me preoccupa il tempo che passa da oggi al quando ;)

Giulk since 71'

Se queste solo le soluzioni, abbiamo già praticamente fallito

Tony Musone

A parte che sei tu ad aver esordito con "abito al paesello e respiro bene, il problema è tuo che vivi in città" ma se una buona parte dell'inquinamento arriva dai pendolari, capisci bene che il mio problema sei anche tu.

E poi ti do una notizia, la città non è fatta di solo "centro". E se fai i conti, tra tutte le spese legate all'automobile e il tempo, costa di più vivere fuori dalla città che dentro la città ;)

Anch'io sono abbastanza vecchio, forse anche più di te, da saper riconoscere il qualunquismo.

Tony Musone

L'eco-tassa esiste da anni nella maggior parte dei Paesi europei, tranne che in Italia e in pochi altri. E noi siamo uno tra i Paesi più inquinati e tra quelli col maggior numero di auto in rapporto alla popolazione.

I milioni di piccoli motori termici per produrre energia direttamente sulle auto sono destinati all'estinzione, così come l'auto di proprietà. Sostituire una vecchia auto con una nuova non può essere una soluzione.

Invece gli incentivi servono a calmierare i prezzi (alti) delle motorizzazioni elettriche, contribuendo a creare una economia di scala tale da abbassare i prezzi.

- Battery Power’s Latest Plunge in Costs Threatens Coal, Gas

https://about.bnef.com/blog/battery-powers-latest-plunge-costs-threatens-coal-gas/?fbclid=IwAR3l__D2es-t1KX1zcDoO28M0WtEcV6DvAHR1PrqPL6PUkKvjIu5X5uunYc

Tony Musone

E dove avrei scritto che non sarebbe da "tenere in considerazione" ma di certo non si deve spiegare ai politici che il diesel è una soluzione in quanto "sono più "parchi" in fatto di emissioni di co2" dato che si portano dietro altri problemi.

Il fatto è che ad oggi, se vogliamo risolvere più questioni contemporaneamente, l'unica soluzione è l'elettrico e le rinnovabili.

Adriano

Vero, anche se non lo annullano è già un qualcosa

Desmond Hume

i sistemi per il recupero dell'energia in frenata possono essere una soluzione.

Davide Moriello

Beh, in alto adige il 60% dell'energia elettrica è da fonti rinnovabili. In altre regioni d'italia dovrebbe essere simile.

Giulk since 71'

Beh veramente è una cosa da tenere in considerazione visto che la CO2 rientra comunque nei problemi anche se chiaramente non è l'unico problema, rientra nei problemi visto che l'Europa come da notizia ha messo paletti molto stringenti.

Giulk since 71'

Come già detto, i diesel euro6d-temp come emissioni sono abbastanza parchi, semmai andrebbe svecchiato il parco circolante delle auto, visto che ci sono in giro nmila auto vecchie, per non parlare di furgoni e mezzi pesanti.

Il governo invece di metter su quel baraccone di eco tassa e eco incentivi ( che ancora non ci sono ) faceva prima a sovvenzionare il cambio auto in maniera che chi aveva degli euro <3 era incentivato a migrare verso uno dei nuovi euro6d-temp

Giulk since 71'

Il discorso vale anche al contrario, a te non frega della macchina perchè tanto non fai il pendolare e scusa ma alla fine chi fa il pendolare di solito è perchè non si può permettere un appartamento al centro ;)

La politica in Italia? sono abbastanza vecchio per averne viste di tutti i colori e nessuno mi sembra sia fino ad ora a dare una sterzata netta per cambiare direzione, alla fine giù o meno tutta la classe politica trova soluzioni banali che vanno a pesare in un modo o nell'altro sulle tasche dei cittadini

Giulk since 71'

A me non sembra tanto ovvio, come non sembra cosi ovvio anche a chi studia e lavora nel settore, ci sono molti pareri contrastanti in merito, infatti non sono un negazionista, sono uno che non crede a una cosa solo perché sembra ovvia

Giulk since 71'

Gli Euro6d-temp hanno emissioni di Nox e Benzeni vari ridicole, ammettere il contrario è semplicemente essere di parte, il problema è il parco circolante che andava svecchiato con incentivi ad hoc

Stefano

"
le centrali a fusione nucleare"... ok, bene.

Stefano

No, il diesel va elilminato, ma non per la CO2 ma per altri motivi. Questo lo dice pure "la politica", probabilmente sei tu a non capirlo.
Il diesel è allontanato DAI CENTRI ABITATI e con la CO2 non ha nulla a che vedere

Adriano

Io penserei prima a quello dei freni onestamente

Tutto molto bello, peccato che i magnati del petrolio non permetterebbero mai che il loro prodotto rimanga invenduto

MatitaNera

Fermarci di?

Jawdj Dijadj

Le auto a benzina/diesel spariranno ben prima che il petrolio sia esaurito.
Nei prossimi anni le colonnine e l'autonomia aumenteranno, mentre i prezzi e i tempi di ricarica raggiungeranno quelle delle auto tradizionali. In virtù, dunque, dei loro vantaggi, verranno sempre più preferite rispetto alle auto tradizionali.
Ricordiamo alcuni di questi vantaggi:
- il motore elettrico non emette NOx e CO2 (aria più pulita nelle città)
- minore inquinamento acustico
- minore manutenzione (grazie al minor impiego di componenti meccanici e alla minor usura dei freni) che permette, sostituendo la batteria se necessario, di allungare la vita dell'automobile
- esenzione bollo auto per i primi 5 anni (per ora)
- sconti sull'assicurazione auto (per ora)
- accesso a ZTL e parcheggio gratuito nelle strisce blu (per ora)
- migliori prestazioni del motore (coppia massima sempre disponibile)
- guida più facile essendo l'auto priva di frizione (in alcuni casi si può guidare col solo pedale dell'accelerazione perché sollevandolo l'auto frena per recuperare energia)
- minor costo del "carburante" a parità di chilometri percorsi (per ora)
- maggiore sicurezza grazie al baricentro più basso (minor probabilità di ribaltamento) e alla minor probabilità di incendi o esplosioni in seguito ad incidente.
Per quanto riguarda il riciclo o riutilizzo delle batterie, anche in tal caso il futuro riserva grandi miglioramenti. Attualmente le batterie sono riciclabili al 50%, ma a breve ci saranno impianti, come quello di Salzgitter, che permetteranno di superare il 70%. E più avanti ancora si supererà il 90%.
Le batterie esauste, comunque, non vanno per forza riciclate subito dopo la rottamazione dell'auto: esse, infatti, possono essere utilizzate per lo storage energetico. A tal proposito la renault ultimerà, entro il 2020, il più grande impianto europeo per lo stoccaggio dell'energia prodotta da fonti energetiche alternative, e negli anni a venire il settore si espanderà ulteriormente.

Maurizio Mugelli

mi pare abbastanza ovvio che se sottrai uno dei fattori scatenanti il risultato sia attenuato.

il tuo e' il discorso di un negazionista ergo sei un negazionista, inutile nasconderti.

Aristarco

no, ma riduce notevolmente l'impatto ambientale

Godzilla

non risolve il problema

Aristarco

michelin ha proposto delle alternative, ma la più plausibile e probabile è arrivare al 100% di utilizzo di gomma riciclata

Tony Musone

La politica dipende anche dalle nostre scelte in cabina elettorale, dalle nostre abitudini e dalle priorità. Per dire, per te l'auto non è necessaria se non per risparmiare 1h al giorno ma tanto a te che frega "tu abiti in paese e respiri bene, siamo noi che abitiamo in un palazzo condominio al centro forse il problema è il nostro"

Tony Musone

La libertà che continui a tirare in ballo non prevede quella di inquinare e intossicare il prossimo. Perchè te lo ripeto per l'ennesima volta, la parte della popolazione più povera, quella che nemmeno ieri si poteva comprare un auto, già oggi paga per le scelte altrui.

Tony Musone

Non emettono poca CO2 ma ne emettono meno e nemmeno questa considerazione cambia il fatto che l'eccesso di CO2 non sia l'unico problema da affrontare, questo è il motivo per cui le motorizzazioni diesel non sono LA soluzione ma nemmeno UNA delle soluzioni.

Godzilla

Simpatici!
lol
ponevo semplicemente il problema dell'inquinamento dato dalle gomme

Giulk since 71'

Nessuno a parte buona parte della politica

Stefano

Infatti nessuno dice niente contro i diesel per quanto riguarda la CO2...

sgarbateLLo

è difficile che diventi peggio facendoci qualcosa, mettiamola così

Giulk since 71'

E se non ci fosse il cambiamento di tendenza?

sgarbateLLo

per dimostrarti che sostituendo nei prossimi 20 anni le auto con motore a combustione moderne con le elettriche non ci saranno cambiamenti climatici o che questi saranno diversi da quelli attuali,
bisogna aspettare che l'effetto di questi cambiamenti sia in controtendenza in misura o per un tempo sufficiente a risultare evidente e quindi forse si vedrà in modo chiaro dieci anni dopo ancora, buon motivo per cui è meglio iniziare ieri!

sgarbateLLo

anche io ho sempre sognato un hovercraft

Giulk since 71'

ovvero?

sgarbateLLo

non consideri la latenza degli effetti

Odio_Everyeye!

Si per carità, ma basta dare un orizzonte temporale tipo di 20 anni, non che da oggi al domani bloccano tutto come stanno facendo nelle grandi città, penalizzando così i meno abbienti.

Aristarco

lambo e ferrari se non sbaglio finché mantengono bassa la produzione sono esentate

Aristarco

di fatto l'auto non produce emissioni allo scarico se viaggia in elettrico

Giulk since 71'

Non sono un negazionista, ti sto chiedendo di dimostrarmi che sostituendo nei prossimi 20 anni le auto con motore a combustione moderne ( da euro 6 in su ) con le elettriche non ci saranno cambiamenti climatici o saranno diversi da quelli attuali.

sgarbateLLo

DOP non so ma bio potrebbe anche essere ;)

Aristarco

vai di cingoli...

Jeep

Jeep Renegade: recensione e prova su strada del restyling 2019

Euro 6D vs TEMP, differenze RDE, WLTP, emissioni NOx e CO2: cosa cambia | Guida

HDBlog.it

Kia e-Soul: prova su strada e prezzi in Italia, la nuova sarà solo elettrica | Video

Ford

Ford Mondeo Hybrid Vignale: wagon ibrida per risparmiare con la gamification | Video