Vendite Tesla 2018: consegnate oltre 245.000 auto elettriche

02 Gennaio 2019 211

Tesla, il 2018 è stato il migliore anno di sempre. Nonostante un quarto trimestre con tasso di crescita inferiore rispetto a quello registrato nel terzo trimestre record, ma comunque caratterizzato da una produzione di 86.555 veicoli (+8% rispetto al Q3), il costruttore di Palo Alto è riuscito a terminare l'anno consegnando 245.240 veicoli. Questo significa che nel solo 2018 Tesla è riuscita a consegnare quasi tante vetture quante ne ha consegnate in tutti gli anni precedenti messi insieme.

Il contributo dominante, inutile dirlo, è stato quello offerto da Model 3, l'elettrica "entry-level" venduta in 145.846 esemplari. La piccola di casa ha registrato una produzione di 61.394 unità nel Q4, in linea con le previsioni della Casa e soprattutto con una crescita del 15% rispetto al Q3. Seguono Model S e Model X, consegnate nel 2018 in 99.394 esemplari (perfettamente in linea con gli obiettivi). Le ammiraglie sono state prodotte nel Q4 in 25.161 unità.


Le consegne nel Q4 parlano di 90.700 veicoli (sempre +8% rispetto al Q3), suddivise tra 63.150 Model 3 (+13%), 13.500 Model S e 14.050 Model X. Va da sé che vi è ancora un ampio margine di crescita per quanto riguarda le future consegne di Model 3, venduta nel 2018 solo in Nord America e solo nelle varianti top e medio gamma (la versione short range con prezzo base di 35.000 dollari esentasse arriverà nel 2019). A febbraio 2019, infatti, Model 3 sarà commercializzata anche in Europa (Italia compresa) e Cina.

L'unica variabile al momento non prevedibile per i prossimi mesi è quella relativa alla riduzione del federal EV tax credit, l'incentivo proposto negli USA per l'acquisto di auto a basso impatto ambientale, che dal 1° gennaio è stato dimezzato, passando da 7.500 dollari a 3.750 dollari. Per ridurre i suoi effetti sulle vendite, Tesla ha annunciato un taglio di 2.000 dollari ai prezzi di listino USA di Model S, Model X e Model 3. Questo significa che il sovrapprezzo per il cliente finale, al netto degli incentivi ridotti, sarà di 1.750 dollari.

Fotocamera Wide al miglior prezzo? LG G7 ThinQ è in offerta oggi su a 437 euro.

211

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Fabrizio

La vendita di MM potrebbe essere un bene per Marelli stessa, più libera di lavorare con gli altri OEM, ed FCA aveva bisogno di fare cassa per investire sull'elettrico.
Non dimentichiamoci che da lavoro a migliaia di persone (forse milioni con l'indotto) in Italia, non pensare che VW produca tutto in Germania ad esempio..

John117

Con tutto quello che stanno creando

maxifrancesco

Vero, le "economiche non le hanno" non so le più costose Audi, Mercedes, jaguJa.... Ma diciamo che anche sulle economiche abbiamo da 5 a 8 anni di garanzia, 100-180k km. Quindi al kilometraggio a cui l'utente medio cambia l'auto.

maxifrancesco

La gigafactory ad oggi e completa al 30%. Tutte le Tesla prodotte nel passato, e quelle con un buon numero di km sulle spalle non hanno batterie prodotte nella gigafactory.

Capitano Ungino
Igi

Ci si mette poco a studiare la storia di FCA, sono appena 4 anni e 3 mesi ...

Capitano Ungino
Igi

Caro Ungenio, ben tornato e buon 2019.
Fatti un giro in rete e studiati la storia del Biscione ... dopodichè forse potrai capire cosa intendo dire...
P.S. Alfa=Brand è un'offesa al settore automobilistico e ho detto tutto.

Capitano Ungino
Alessandro Bocchi

Avrai già scritto in commenti il triplo del contenuto dell' articolo, altro che puntualizzato 2 cose. Parlando di altro, unendo numeri ad opinioni, così, a fini puramente retorici.
Perché il tuo commento non era una cruda esposizione di fatti, non prendiamoci in giro.
Non si capisce poi questa missione giornalistica di ristabilire la verità quando per la maggior parte della stampa italiana e estera TESLA in tutto 2018 quando non è stata ignorata,è stata sbeffeggiata, denigrata, alludendo a scenari nefasti puntualmente smentiti dai fatti.
Ad ogni modo ogni è libero di perorare le proprie cause.
Circa il rapporto con la tastiera raccolgo il tuo saggio invito e te ne faccio uno io : RIPOSATI che è meglio.

acitre

XD

derapage

Non è questione puramente di fatturato, ma del fatto che aziende col Porsche non lavorano a caso... Hanno una pianificazione di anni, la taycan è in sviluppo da oltre 6 anni e pensi che questi "sempliciotti" non si siano assicurati di poter comprare/produrre batterie?
L'unico car maker che ha avuto problemi seri a costruire le proprie vettura è Tesla...

piero
piero
piero

che se premi F12 ti si apre il debugger

Massimo

parlo della qualita degli assemblaggi / interni
poi ci sono pure condivisione di tasti e plastiche con fiat e jeep in generale

Tony Musone

Che ci voglia "un piano di sviluppo" nazionale a lungo termine è sicuro, infatti sono curioso di leggere quello che sarà il "Piano nazionale energia e clima" che doveva essere già presentato dal Governo presso la Commissione europea entro la fine del 2018 ma di cui non c'è traccia.

Ad oggi ci sono solo le parole di Di Maio secondo le quali si sarebbe seguita la linea tracciata dalla Commissione Europea: il 32% di fabbisogno soddisfatto dalle rinnovabili entro il 2030, anche se poi di recente un sottosegretario aveva abbassato quella percentuale al 30.

La tabella che hai allegato cita il termoelettrico, la cui gran parte è composta da centrali a gas.
Questi sono i dati diffusi dal GSE e da Eurostat riguardo al Mix Energetico.

https://uploads.disquscdn.c... https://uploads.disquscdn.c...

Simone

Di qualità in cosa?
Tesla ha problemi di costruzione, porte non allineate a 100K € sono bruttine eh...
Maserati (prendo la Ghibli 2018) in termini qualitativi è lì oramai, finestre doppie, aria condizionata a quattro zone e tendine su tutte e tre le finestre a movimento elettronico, presa 12v, e due USB retroilluminate sul posteriore.
Mercedes ha qualcosina in più in termini di sedili secondo me...

Il design degli interni sembra un po' retrò ma è a suo modo stupendo.

Una cosa che osservano in pochi, se prendi una Mercedes classe E full Optional di 10 anni fa subito osservi che è Una macchina datata, "obsoleta", perde il suo fascino, una gran turismo anche in allestimenti basilari nonostante si capisca che è vecchia è comunque stupenda

Simone

Si per carità è ben messa...
È un 2000 diesel 4x4, qualche accessorio dentro ma neanche tanto eh...
Cerchi allestimenti sono base o quasi..
Io l'ho configurata la sua macchina ma appena metti il suo motore è l trazione integrale già raggiungi cifre sui 38...
Sinceramente a 40K mi ci compro una Giulia base, che nel suo essere base ha una motorizzazione superiore, un allestimento alla pari ma una meccanica ed una sensazione tutta diversa

Davide

questo è quello che dicono loro. Anch'io posso dirti che la ho ma non riesco a venderla a causa delle leggi.

simone

assolutamente.... Panasonic ha affermato che assolutamente fornirà le batterie anche ad altri player internazionali ma fa notare che attualmente è impegnata nella produzione per Tesla che assorbe buona parte della sua capacità e che considera Tesla di primario rilievi visto anche che paga un prezzo superiore agli altri le sue batterie ... in piu aggiungi che tesla ha firmato un contratto di fornitura di batterie anche con un altro grande produttore perche si prevede che Panasonic già dal 2019 non sarà in grado di coprire l'intera domanda di Tesla ... bhe fai 1 + 1 e capirai qualè sia la situazione... situazione che evidenzia quanto saranno in difficoltà a breve (2/3/4 anni) gli altri produttori che stanno solo ora cercando di mettere una toppa a questo problema. La germania che ha fiutato la puzza di bruciato sta correndo ai ripari fornendo un co-finanziamento a chi vorra implementare in terra tedesca la realizzazione di fabbriche atte a produrre grandi volumi di batterie

Marcomanni

Ma... Prima era entro un mese, ora 5/8 anni?..

Marcomanni

In realtà la terra è piatta (lho letto altrove) e Tesla ha fallito ( lho letto centinaia di volte su questo stesso blog)

Alessio Ferri

Aridaje con sta storia dei miliardi e del fatturato. L'azione di fatturare non costruisce fabbriche di batterie e i miliardi in banca non si mettono in fila con le ceste di litio (per dire) come le scope dell'apprendista stregone.

Finchè non appare il verbo "investire" i miliardi non costruiscono nulla.

Manuele

Io rimango più terra terrà.
Ci sono tanti produttori già attivi grossi quanto Panasonic se non di più (parlo di LG Chem, NEC, Samsung ecc ecc) ed il vantaggio che vedo è che Tesla a differenza di altri ha già dei volumi discreti mentre gli altri devono fare questo primo step.
Tuttavia, non mi pare che Panasonic abbia parlato di concedere in esclusiva le proprie tecnologie ad uno piuttosto che all'altro car maker (ma potrei sbagliarmi).
Insomma, sarebbe anche stupido farlo con un piccolo come Tesla per poi essere vincolati quando potrebbe arrivare un super big come VW o Toyota.
Per essere chiaro, non ne ho idea di come arriveremo a fine 2019, soprattutto non ho tutte queste certezze che in molti espongono, forse sulla via dell'entusiasmo per una bella novità come Tesla :)
Il passato è pieno di prodotti mediocri di grande successo e prodotti eccellenti falliti, quindi chi vivrà vedrà!

derapage

Fai un fischio quando Tesla diventerà una azienda con i conti in positivo... entro 5/8 anni gli altri gli mangeranno mercato e Tesla verrà acquisita o fallirà miseramente.

derapage

perchè ovviamente Porsche e Audi che fanno parte del primo gruppo automobilistico per fatturato (secondo per vendite) non hanno pianificato la fornitura adeguata delle batterie e sono meno organizzati o hanno meno potere contrattuale di Telsa.
Che ingenui questi tedeschi....

derapage

si presentano i risultati come ottimi, in altri articoli emerge che le vendite soprattutto dell'ultimo trimestre sono molto più basse del previsto e infatti il titolo ieri ha perso oltre l'8%!

Slartibartfast

Una differenza ci può essere: le batterie Tesla hanno un controllo attivo della temperatura (a liquido, credo), mentre quelle più economiche spesso no. Ma credo (spero) che qualunque auto decente in uscita nei prossimi anni si adeguerà.

daniele

Si vede meglio
https://uploads.disquscdn.c...

Manuele

Giusto, nessuno qui dice il contrario.

daniele

Purtroppo non è così chiaro , stando ai dati del ministro sviluppo economico le fonti fossili sono aumentate e le rinnovabili diminuite. Sono convinto che l'elettrico sia la strada giusta ma ci vuole un piano di sviluppo a suo supporto.

https://uploads.disquscdn.c...

simone

si assolutamente. Il problema è che il grosso delle materie prime per produrre batterie è in poche mani, i produttori di grandi volumi di batterie come Panasonic, hanno gia il controllo di una buona fetta di questa produzione. Tesla si è gia assicurata una fetta immensa di cio che produce Panasonic e siccome hanno previsto che già dal 2019 potrebbero esserci problemi di fornitura tesla si è gia assicurata la fornitura di un'altro grosso produttore di batterie. A questo somma che sono corsi ... o stanno correndo al riparo per garantirsi forniture apprezzabili di batterie grandi produttori come VW, mercedes, general Motors, ecc... il problema è che molto probabilmente ferrari riuscira quasi tranquillamente a sistemarsi anche per il futuro perche parliamo di produzioni che non supereranno mai le 20K unita anno ... e sono stato largo ... ma ti domando ... ad esempio FCA come farà a mettersi in pari quando comincia già ad essere difficile ora, anche pagando a peso d'oro, avere grandi forniture di batterie??? ... indovina cosa succederà ... per forza di cose qualcuno sarà di troppo... tesla addirittura è ancora piu avanti addirittura produce le batterie in sinergia con Panasonic garantendosi cosi un partener fondamentale avendolo legato a se e pagandolo molto bene per cio che non riesce a produrre direttamente tesla nella sua gigafactory in comune con Panasonic. Fai 1+1 e la prospettiva è piu che chiara capisci

Tony Musone

Se ti rispondono così non hanno nemmeno tutti i torti. Le batterie Nissan dei precedenti modelli Leaf, compreso tutto l'impianto elettrico hanno avuto non pochi problemi.

E le batterie Tesla non sono fatte da Panasonic ma sono ingegnerizzate e progettate insieme a Tesla e prodotte nelle Gigafactory
https://evannex.com/blogs/news/tesla-s-battery-pack-is-both-mysterious-and-alluring-work-in-progress

Tony Musone

Nel 2017 in Italia il carbone ha rappresentato il 13,75% del Mix Energetico ma nel 2016 era il 15,47% (fonte GSE). In Europa era il 20,6% nel 2017 e il 21,5 nel 2016 (fonte Eurostat)

La tendenza è la decarbonizzazione, compensando con le rinnovabili e il gas (ma anche con l'efficienza energetica).

Trixter

Se hanno know-how possono usare altre fabbriche per la produzione... Mica per forza devono produrre in casa... Come cellulari vengono assemblati a foxconn ci sarà qualche azienda che produce batterie no ?

Tony Musone

Vero ma fino ad un certo punto. Le batterie al Litio sono state il vero punto di svolta. Però i meriti di Musk, al netto di tutti i suoi limiti, sono innegabili.

maxifrancesco

Quando espongo questo dato mi sento sempre rispondere "eeeh ma sono batterie Tesla!! Prova con le nissan o bmw" Come se le batterie usate da Tesla fossero fatte dalla nasa invece che dalla Panasonic

maxifrancesco

Mi spiace ma ciò che hai scritto è una cavolata paro paro a quello scritto sopra. Il processo di "produzione" delle batterie non potrà mai essere inquinante come quello di estrazione, raffinazione e tutta la filiera che sta dietro le decine di migliaia di litri di carburante che una macchina usa nella sua vita. Secondo , lo smaltimento ad oggi è un problema che non sussiste visto il numero di auro elettriche circolanti molto basso. Stanno studiando attivamente il modo per recuperarne efficacemente gli elementi utili. Terza cosa il degrado dopo 2-3 anni che obbliga alla sostituzione è una cagata pazzesca! Da ridere quasi. Hai mai sentito di una sostituzione di batterie? Se ti fai un giro sui forum di possessori di Tesla model S (che ormai hanno qualche annetto sulle spalle) puoi vedere come dopo anni o 200mila miglia hanno un degrado di appena il 2%. Ergo ti durano come la macchina.

simone

... hanno portato anche la ferrari fuori dall'italia :-((((((((( ... certo la produzione è per fortuna ancora in italia .. come la ducati ... ma definirla propriamente italiana non rispecchia esattamente la realtà

lucusta

Ci sarà lo stesso stravolgimento di assetto del 2010.

simone

... puo anche darsi ... ma chi gli fornira le batterie per una produzione a grandi volumi????

simone

e anche mettendo più oro sul tavolo al momento si dovrà accontentare dei rimasugli che ha lasciato Tesla in giro :-) ... che non sono pochissimi ... ma se si considera in quanti se li dovranno spartire ... facilmente si puo capire che in pochi anni vedremo qualche morto galleggiare

simone

hai certo ragione ma chi produce le batterie per tesla si è gia piuttosto sbilanciato, UNO perchè tesla ha siglato molto prima degli altri accordi commerciali per quantità esorbitanti di batterie ... e in più per assicurarsi la giusta "fedeltà" le paga ad un prezzo più alto rispetto quello che fanno gli altri. DUE perchè ha detto che certo fornirà batterie anche per altri "PER QUANTO GLI SARA POSSIBILE" ... se abbini a questa affermazione il fatto che anche un altro grosso produttore di batterie prossimamente le fornirà a tesla perchè l'attuale fornitura già dal 2019 potrebbe non essere più sufficiente perchè l'attuale fornitore potrebbe non essere in grado di soddisfare la richiesta di Tesla.... bhe fate 1 + 1 ed avrete un quadro più chiaro di quello che accadra nei prossimi anni :))

lucusta

Si, ma l'ha fatta quando nessuno ci credeva...

lucusta

L'auto elettrica é sempre stata una questione puramente politica e mai tecnologica, e Musk ha avuto il merito di evidenziarlo.

simone

... aspetta che apre la gigafactory2 in cina (2 anni) poi si che i produttori storici si dovranno c4c4re addosso :-)) ... tutti quanti, chi piu chi meno, hanno accumulato un ritardo pazzesco e nessuno lo dice.... anche per questo il titolo Tesla in borsa è cosi valutato nonostante sia cosi piccola rispetto i grandi colossi. Guardate la germania che ha fiutato il pericolo e sta cercando di spronare i suoi produttori sia con incentivi sia con il co-finanziamento per la costruzione di impianti atti a produrre batterie. Personalmente sono contento della mazzata che stanno prendendo e che prenderanno perchè hanno tutti fatto cartello per frenare lo sviluppo dell'elettrico, ovviamente appoggiati e aiutati dalle lobby del petrolio che fanno pressione ad esempio sulla commissione europea per rallentare la diffusione dell'elettrico ... per non parlare dell'attuale presidente degli stati uniti.

Manuele

Come Tesla stessa, diversamente che senso avrebbe una joint venture se hai già tutto in casa

lucusta

sempre un piacere ritrovarti.

lucusta

non è solo una questione di know how (che tra l'altro a VW manca), ma anche di permessi produttivi.
loro hanno le tecnologie inerenti ai veicoli e la loro costruzione, ma quelle inerenti alle batterie...
o pagano, o pagano... hanno ben poco da mettere in campo in questo settore.

Articolo

Un’Alfa Romeo Giulia elettrica affronta la sfida dell’ETCR

Eventi

Motor Valley Fest 2020: un’esperienza tutta da vivere

Sony

Sony, ecco l'autoradio 1 DIN con CarPlay, Android Auto e display da 9"

Linate chiude per tre mesi e trasloca a Malpensa: ecco tutti i motivi | Video