Xiaomi, nel 2024 potrebbe arrivare la sua prima elettrica

16 Settembre 2021 6

Xiaomi punta con decisione al mercato delle auto elettriche tanto da aver annunciato un investimento di circa 10 miliardi di dollari in 10 anni. Non sono stati forniti molti particolari del progetto. Di recente era emerso che il colosso cinese dell'elettronica aveva completato il processo di registrazione della sua nuova divisione che si occuperà delle auto elettriche. Il nome scelto è Xiaomi EV Inc e a guidarla sarà il CEO di Xiaomi Lei Jun.

Dalla stampa cinese emergo nuovi rapporti che provano ad aggiungere qualche dettaglio sul piano di Xiaomi.

900 MILA VETTURE IN 3 ANNI

Secondo quanto riportato, la prima elettrica del marchio cinese dovrebbe debuttare nella prima metà del 2024. Inoltre, nei successivi tre anni Xiaomi andrebbe a lanciare sul mercato ulteriori tre modelli a batteria. Ma c'è di più perché la società avrebbe stimato di arrivare a vendere 900 mila auto nei primi tre anni. Il rapporto fa riferimento alle solite persone "che hanno familiarità con la questione".

In ogni caso, come tutti i rapporti, anche questo va preso con le dovute cautele visto che Xiaomi non ha ancora ufficializzato il suo preciso piano industriale. Per esempio, ancora non si sa nulla sulle strutture che il colosso dell'elettronica utilizzerà per arrivare a produrre le sue vetture. Al riguardo, CINNOResearch riporta che Xiaomi potrebbe seguire una doppia strada e cioè appoggiarsi ad un impianto già esistente per avviare rapidamente la produzione per poi costruire un proprio stabilimento per gestire la successiva domanda delle vetture.

La società sembra che stia guardando con interesse allo stabilimento di Borgward a Miyun Park (Pechino) che può contare su una capacità di produzione annua di 180 mila vetture. L'impianto che Xiaomi andrebbe a costruire potrebbe essere realizzato nel distretto Hannan di Wuhan. Anche in questo caso, comunque, le informazioni vanno prese con le dovute cautele.

Quello che è certo è che Xiaomi sta parlando con diverse aziende tra cui fornitori del settore auto per prepararsi al debutto della sua vettura. Di recente, inoltre, ha investito circa 77,37 milioni di dollari per l'acquisizione di Deepmotion, un'azienda specializzata nella guida autonoma che permetterà di potenziare le sue competenze in questo settore. In passato, inoltre, si parlava di un possibile accordo con Great Wall per poter sfruttare le sue fabbriche per la costruzione delle auto.

Non rimane che attendere ulteriori notizie sul progetto di Xiaomi di entrare nel settore delle auto elettriche.

Il Samsung più equilibrato? Samsung Galaxy A52 5G, in offerta oggi da Smarterstore a 349 euro oppure da Amazon a 415 euro.

6

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
niccolò

come minimo si chiameranno xioami mi r6 o qualcosa di simile ahaahahahahahahahahaha

ACTARUS
Gabriele Gabry

Pistacchio è già pronto a vendere la sua BMW per comprare la Xiaomi Car enhanced edition

Dark!tetto

Impossibile, uno qui sotto l'articolo di VW ha detto che solo Tesla avrà le batterie per le auto per i prossimi anni :D

J.H. Bolivar Pacheco

L'importante che non utilizzino sensori lultrasonici per ostacoli o prossimità per risparmiare, se no siamo in una botte di m***a

Big G

E immaginate se gli danno la stessa cura che hanno per il loro software miui! Che disastr0

Auto

Kia UVO, 5 cose da sapere | Prova infotainment su Kia XCeed Plug-in Hybrid

Auto

Arrival Van: furgone elettrico che cambia tutto. Tesla dei veicoli commerciali? | Video

Auto

Nuovo Mercedes-Benz Citan, van compatto ma spazioso | Recensione

Auto

Tesla Model Y, i consumi reali sorprendono nel nostro test: autonomia e noleggio