Tesla, nuovi accordi di fornitura di materie prime per le batterie con due aziende cinesi

02 Agosto 2022 86

Tesla ha stretto nuovi accordi di fornitura di materie prime per batterie con due aziende cinesi. Secondo quanto ha riferito Bloomberg, si tratta delle società Zhejiang Huayou Cobalt e CNGR Advanced Material. Più nel dettaglio, Huayou Cobalt fornirà i suoi prodotti come il cobalto a Tesla a partire da subito e fino alla fine del 2025. La società cinese ha fatto sapere che i prezzi dei prodotti saranno "soggetti ai prezzi di mercato di nichel, cobalto e manganese, nonché alle tasse di raffinazione". Invece, CNGR fornirà la casa automobilistica di Elon Musk tra il 2023 e il 2025.

Molto interessante il fatto che queste aziende cinesi hanno già lavorato per Tesla. Infatti le troviamo menzionate come fornitori all'interno dell'Impact Report 2021 di Tesla. Che la casa automobilistica americana stia stringendo nuovi accordi di fornitura di materie prime per le batterie non è una novità. Negli ultimi mesi, infatti, il costruttore si è assicurato accordi per la fornitura di materie prime come nichel e litio.

ACCORDI IMPORTANTI PER IL FUTURO

Accordi cruciali in vista del futuro per spingere sull'aumento della produzione di auto elettriche. L'elemento più importante di queste vetture, come sappiamo, è la batteria. Per incrementare la produzione degli accumulatori in vista di un aumento della domande dei veicoli elettrici è necessario disporre di un'adeguata fornitura di materie prime. Per questo, le case automobilistiche che stanno spingendo molto sulla produzione di auto elettriche stanno tutte sottoscrivendo diversi accordi di fornitura simili. Si tratta di modo per prepararsi anche al futuro quando ci potrebbe essere una carenza di questi elementi.

Per esempio, ricordiamo che Stellantis ha stretto accordi con Vulcan Energy per la fornitura in Europa di idrossido di litio e con Controlled Thermal Resources per il litio destinato alle vetture elettriche prodotte negli Stati Uniti. Gli esempi, però, potrebbero essere molti.

Del resto, con il passaggio dell'industria automobilistica ai veicoli elettrici, una solida catena di fornitura di materiali per le batterie è assolutamente fondamentale. Tesla ha lavorato alla sua strategia per le batterie per molto tempo. Sin da subito, infatti, l'azienda di Elon Musk aveva deciso di costruire la Gigafactory del Nevada con Pansonic dove produrre le batterie per le sue vetture. Oggi, la società americana può contare su molteplici accordi di fornitura che dovrebbero permetterle di portare avanti la sua strategia di crescita.

Lo Smartphone 5G migliore rapporto qualità/prezzo? Redmi Note 9T, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 194 euro oppure da Amazon a 239 euro.

86

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Disqutente

Va bene allora rispondimi a queste 2 domande:
1) ci sono aziende che producono macchine per il teletrasporto?
2) posso comprare macchine per il teletrasporto?

Penso sia ovvio che se sostituiamo macchine per il teletrasporto con vetture termiche il giorno in cui la domanda 1 avrà come risposta no anche la 2 la seguirà a ruota.
Quel giorno è relativamente vicino.

Ovvio che vorrai tenere il punto e fregandotene della logica mi dirai che esiste l'usato e lo potrai acquistare... ecc... ecc...
Ancora più ovvio che sì, ci sarà un mercato dell'usato che più o meno velocemente andrà a scomparire relegandosi presumibilmente al collezionismo, poichè ad un certo punto non avremo neppure più distributori perchè non converrebbe tenerne aperti per poche vetture.

Si puo voler dire quello che suggerisci te ma, IMHO, fa il palio con quelli che sostengono che le EV prendono fuoco o cose insensate simili.

Veronika

Ma non porta all'impossibilità di acquistare vetture termiche, porta invece all'impossibilità di produrre vetture termiche che sono due cose distinte

Disqutente

E' una cosa logica però dire che questa legge influenzi il mercato: sia per i consumatori che per quanto concerne gli investimenti dei produttori.

Di fatto la legge a breve/medio termine porterà all'impossibilità di acquistare vetture termiche.

E', bene o male a seconda di ciò che si pensa, un dato di fatto.

Veronika

Si? Nessuno ti vieta di comprartele le endotermiche

Dark!tetto

Si ? Quindi se nel 2025 voglio un endotermica o mi prendo uno dei 4/5 modelli disponibili o mi prendo un usato ? Giusto

Veronika

Capisco benissimo e guarda che se te vuoi comprarti un'endotermica puoi, nessuno te lo vieta

Dark!tetto

Già, invece è complesso da capire un discorso facile, butti soldi nel mercato per spingere l'elettrica e fra 4/5 anni già non hai scelta, non è che me lo invento vai a vedere le case automobilistiche quando venderanno solo elettriche. Quindi si DEVI perchè ormai ci stanno spingendo li e questo in barba a qualsiasi etica e reale beneficio, senza manco andare ad approfondire le pressioni sociali degli 1dioti che si pensano meglio solo perchè hanno comprato un auto elettrica. Quindi cosa non ti quadra nel discorso che aldilà della legge TUTTO ci sta obbligando a questa transizione ?

Veronika

Guarda che capisco a differenza di altri, la legge del 2035 VIETA LA PRODUZIONE di veicoli endotermici non la COMPERA ma a quanto pare siete tutti convinti che sia la stessa cosa

Veronika

"C'è una legge che vieta di produrre vetture con motore termico dal 2035" è una cosa totalmente differente da c'è una legge che vieta di comprare vetture endotermiche

Dark!tetto

Eh l'ho pure spiegato, se non vi fa comodo capire non ci posso fare nulla, la legge c'è dal 2035, ma se droghi il mercato con finanziamenti a pioggia per quella data non ci sarà nessuno a produrre ICE. Se poi volete togliervi i prosciutti elettrici dagli occhi vedrai che le case automobilistiche stanno anticipando quasi tutte quella data di 10 anni almeno. Scommetto che case come Vollkswagen lo fanno per l'ambiente, mica perchè ci guadagnano di più...

Disqutente

Indirettamente sì, c'è una legge che vieta di produrre vetture con motore termico dal 2035.
Puoi non comprare nulla o manutenere fino a che possibile quello che hai.
Ma non è un discorso serio ignorare lo stato di fatto delle cose.

Veronika

C'è per caso una qualche legge che ti obbliga a comprare un'elettrica?

Dark!tetto
E' però al contempo vero che quello è il massimo che il cittadino
nel suo piccolo puo tentare di fare, sentirsi dire che è una pia illusione tende a far si che chiuda le orecchie.

Può anche chiedersi se ci sono delle alternative su larga scala e il cittadino nel suo piccolo può

-Non opporsi alle pale eoliche utility scale, on e off shore
-Come sopra per i pannelli utility scale
-Informarsi senza pregiudizio su alternative termoelettriche (nucleare)
-In campagna elettorale scegliere meglio i propri rappresentanti

Il pannello solare può persino essere controproducente, per esempio se viene sostituito con uno più efficiente a metà del suo ciclo vitale non ha recuperato l'investimento energetico (EROI negativo). Sono ben cosciente che tutto questo è molto più complesso di "compro l'auto elettrica e la carico con i pannelli", ma siamo nell'era dell'informazione e sarebbe ora che questa sia utile a salvare il pianeta, inteso come ecosistema per l'essere umano.

Dark!tetto

Si invece, in modo indiretto con gli incentivi, in modo diretto bloccando la produzione nel 2035, ovviamente grazie a questa spinta le case automobilistiche puntano sulle elettriche ci mancherebbe.

Veronika

Vale la stessa cosa per le auto elettriche, nessuno ha detto che DEVI cambiare auto e prendere un'eletrrica

Disqutente

Quello che ho scritto, dove ho detto di non essere daccordo con te, è un qualcosa che hai poi già spiegato nel prosieguo del tuo discorso.
SE dobbiamo cambiare l'automobile perchè arrivata alla fine del suo ciclo vita una EV avrà un impatto minore.
SE cambiamo automobile perchè crediamo di farlo per il bene del pianeta è estremamente probabile che il nostro comportamento generi un aumento delle emissioni di CO2.

Certo è però molto difficile per chi crede (sicuramente in buona fede) di fare il meglio per il pianeta comprando una EV ed installando dei pannelli solari interrogarsi su quello che è il mix energetico del proprio paese e calcolare anche le sue emissioni su quello.

Sgombrando la mente da pregiudizi è ovvio che sia quello il calcolo corretto da fare: "spalmare" l'inquinamento su tutti i prodotti che contribuiscono a generarlo O MENO.
Quei pannelli abbasseranno di pochissimo (quasi nulla) il rapporto tra energia consumata/CO2 emessa e per il pianeta non da risultati.
E' però al contempo vero che chi

Dark!tetto

Ovviamente io non mi invento nessun dato, se ti va ho riportato delle fonti e come giustamente osservi non sto dicendo che una EV è più impattante SEMPRE di una ICE, ma che ci stiamo spostando verso questa nuova mobilità sfruttando ambiente e vite umane per avere un miglioramento di vita irrisorio. Come già anticipato non sono ingenuo, so che la via intrapresa è quella e sarà questo il futuro, però sarebbe bello avere una coscienza collettiva che si rende conto che per un nostro tornaconto calpestiamo diritti umani e ambienti lontani peggiorando drasticamente le condizioni di vita in quelle zone.

Tommers0050

un' elettrica la puoi alimentare con i pannelli solari a casa o con energia da altre rinnovabili, il punto che non capisci proprio e' che un elettrica inquina meno puoi fare tutti i calcoli che vuoi la sostanza non cambia, mentre per un auto a combustione non hai alternative inquini e inquini fino alla rottamazione

Dark!tetto

Già, l'alimentiamo a scorregge di unicorno quella elettica no ? Sei l'esempio lampante di quanto danno si può fare, io non mi invento proprio nulla, riporto dati, come per esempio quello di una Tesla che nel LCA ed alimentata in germania (che è la nazione con più investimenti in rinnovabili al mondo) che produce tra 156 e 181 gr di co2 per chilometro contro i 141gr per km di una pari segmento Mercedes, perchè anche se a te non interessa il ciclo vita di una BEV comprende anche la produzione e lo smaltimento degli accumulatori che concorrono al 50% del totale (https://www.ivl.se/download/18.5922281715bdaebede9559/1496046218976/C243+The+life+cycle+energy+consumption+and+CO2+emissions+from+lithium+ion+batteries+.pdf)

Uno degli studi riguarda l'istituto IFO, ma non è mica l'unico.

La IEA ne parla ogni anno, se guardi gli estremi del grafico capisci di cosa sto parlando https://www.iea.org/data-and-statistics/charts/comparative-life-cycle-greenhouse-gas-emissions-of-a-mid-size-bev-and-ice-veh

Dark!tetto

Le emission totali del trasporto, tutto incluso aereo/marittimo/rotaia sono intorno al 16/20%

Dark!tetto

Vero, come l'oro certificato in Brasile, ci sono anche produzioni "artigianali" che i signoretti locali adoperano sfruttando mano d'opera minorile per poi rivendere tonnellate di materiali. Cioè oltre il 70% delle estrazioni non è in regola, TUTTE le aziende occidentali comprano quel cobalto, ma tu pensi veramente che basta una certificazione congolese per far si che quei materiali siano "puliti" ? Ecco questo è il non voler vedere, anche perchè le aziende da te menzionate fanno parte di una sfilza di aziende che non si fa scupoli ad incentivare il lavoro forzato nei campi della regione dello Xinjiang, ma poi dovrebbero invece porsi il problema in Africa ?

Disqutente

Ok, grazie per la precisazione.

Tommers0050

no considero inventati i dati in cui sostiene che un auto elettrica diventa meno inquinante di un auto a combustione solo dopo un tot di km quello e' un dato inventato interamente da lui

Disqutente

Sono totalmente daccordo.
Il mio discorso non vuol dire che sia sbagliata tout-court questa transizione verso una mobilità elettrica.
Ma avendo trovato questi numeri mi chiedo se l'investimento economico che essa sta comportando, se rivolto verso altri aspetti non potrebbe avere un altro impatto.

Ma anche questa resta solo una considerazione fatta a voce alta, non so se lo sarebbe, dal grafico sulle emissioni di CO2 di ourworldindata a cui mi riferivo vedo che ci sono altri macro settori più impattanti rispetto al trasporto veicolare.

Poi credo sia a tutti ovvio come la strategia perchè possa essere efficace debba essere condotta su tutti i fronti possibili.

Disqutente

Tommers0050 scusa ma avrei una ulteriore questione. Hai scritto che Dark si è inventato dei numeri.
Ne ha scritti diversi, ma quelli più significativi IMHO erano che la sostituzione delle vetture termiche con le elettriche nel mercato EU impatterebbe per l' 1,1 - 1,5 %.
Erano questi quelli con consideri inventati?

Perchè poco sopra ho scritto un post dove in base ai dati forniti a livello mondiale da siti che ritengo attendibili avevo già precedentemente "scoperto" un risultato molto simile a quello.
Visto che ho scritto esattamente come ho ricavato quei dati, se li trovi sbagliati, ti invito a replicarmi per aiutarmi a capire dove ho commesso errori.
Non c'è nessuna forma di sfida, ma solo la voglia di accrescersi poichè potrei effettivamente essere io in errore, credimi ci sono rimasto male quando ho ottenuto quel risultato.

Se invece contestavi altri numeri detti precedentemente mi scuso preventivamente.

Spero vivamente di avere una tua risposta, grazie.

Disqutente

Se posso apportare un differente punto di vista vorrei dire come a me pare che in ciò che scrive Dark!tetto tu legga costantemente l'equazione:
- auto elettrica inquina più di un'auto termica.

Credo che il punto non sia affatto questo e tralascerei il conto del ciclo vita della termica su cui in effetti non concordo con lui essendo corretto paragonarlo dalla produzione allo smaltimento considerando lo stesso numero di Km percorsi.
Questo è ovviamente a livello di inquinamento emesso, in base ai dati che ci forniscono, a favore della EV, nessuno mi pare neppure Dark lo vuole mettere in discussione a questo livello.

Quello che questi conti non considerano e non spiegano in nussuna maniera è lo sfruttamento delle persone impiegate per raggiungere questi risultati.
Appurato che il Congo è il maggior produttore mondiale per distacco: da solo produce 3 volte quanto sommati insieme producono i paesi dal 2° al 10° posto per capacità produttiva https://it.wikipedia.org/wiki/Cobalto#:~:text=I%2

Disqutente

Io non ho la conoscenza per sapere cosa sia giusto fare nell'ottica della riduzione dell'aumento della temperatura.
Ad onor del vero non ho neppure la conoscenza per sapere se è davvero soprattutto la CO2 a provocare questo innalzamento, posso solo prendere per valido questo aspetto che viene riportato da innumerevoli fonti.
Quindi non ho neppure la pretesa di indicare una via utile per perseguire questo scopo.

Ma ritengo di avere un minimo di ragione che mi possa portare a fare 2 semplici calcoli per verificare alcuni aspetti. Come ho fatto sopra.
E i miei calcoli mi dicono che qualcosa di poco coerente sotto sotto c'è.

Alessio Ferri

Le società cinesi ed australiane che scavano in Congo lo fanno con le macchine industriali, la produzione "artigianale" del cobalto copre solo il 40% della produzione totale e non vede coinvolte aziende di questa portata, quanto più signori e signoretti locali. In più i lavoratori congolesi vincono anche le cause contro le aziende minerarie quando si fanno male. In generale le multinazionali (vedi Apple e Intel) ormai hanno capito che la produzione "artigianale" non è mai senza sfruttamento e non comprano più niente se non è certificata come produzione da miniera normale.

Disqutente

Avevo notato quel rapporto delle emissioni tra UE e Cina.

Allora i calcoli riportati non sono poi troppo sballati.
Quindi SE ci dicono che il passaggio dalla motorizzazione termica a quella elettrica (inteso fino a dove oggi puo arrivare la tecnologia, ovvero quasi esclusivamente al trasporto privato) deve avvenire in tempi ristretti perchè dobbiamo contenere l'innalzamento della temperatura terrestre limitanto l'emissione di CO2... si puo affermare che sia una scelta, PER QUESTI MOTIVI, pressochè inutile?

Soprattutto se limitata a chi sta di più spingendo verso questa strada.

Ma ammesso fosse perseguita a livello mondiale e quindi pure da Cina (credo quella messa meglio), Russia, India, Africa, America del Nord e del Sud, di che percentuale potremmo parlare? Tra l'8 e il 10% di riduzione di CO2? Sarebbe abbastanza?

Gianluigi

È una terra di paradossi. Esistono i miliardari, ma ogni tanto li accusano di qualcosa e spariscono.

Tommers0050

a parte i numeri inventati da te che non hanno nemmeno senso, nessuno di obbliga a comprare un auto elettrica oggi usa la tua auto fino a quanto vuoi ma quando dovrai cambiare auto fallo con una elettrica non mi sembra difficile capirlo p.s la macchina piu impattante rimane sempre quella a combustione perche' non ci sara' mai un punto dove un auto a combustione risulta meno impattante di un auto elettrica, perche' l'elettrica inquina solo in fase di produzione mentre una a combustione inquina dalla produzione fino alla rottamazione

Antsm90

Non ho detto che non lo contengono, ho detto che stanno studiando il modo di ridurlo/eliminarlo, cosa che ovviamente non può accadere dall'oggi al domani

Dark!tetto

Ok, sulla fiducia che te devo dire se non ripeterti che ci sono dei report di amnesty e indagini di giornalismo a riguardo, evidentemente ne sai di più tu. E non è che ho detto che non esistono queste miniere, ne so pure più di quello che continui a ripetere, per questo continuo a ripeterti che ci sono eserciti di lavoratori che costano meno del diesel consumato dai buldozer e dalle macchine per la cernita.

Dark!tetto

La Cina paradossalmente è l'una ad avere una roadmap fattibile e concreta per la decarbonizzazione vera ed in più settori con "1+N", ovviamente è reso possibile dallo sfruttamento di terre ed esseri umani come anche da un governo centrale che può realmente imporre il da farsi. La cosa "buffa" è che mentre in UE ci facciamo i problemi per il gas, il nucleare, i parci eolici e solari etc etc loro investono e usano tutto per raggiungere gli obiettivi, parchi solari tra i più grandi al mondo, cetrali nucleari in tempi record, dighe da record e per fare questo stanno bruciando carbone a più non posso, ma almeno riusciranno sicuramente nell'intento.

Dark!tetto

Paradossalmente invece è proprio la Co2 ad essere un problema "secondario" e gli eventi estremi non avrebbero tale impatto se la colonizzazione della terraferma fosse fatta con più criterio. Poi parlando strettamente di temperature e non di inquinamento è più clima alterante il metano e sicuramente anche più imprevedibile

https://www.globalcarbonproject.org/methanebudget/

Dark!tetto

Il punto è che a te nessuno ha detto che da una certa data DEVI cambiare smartphone, frullatore, vestiti, orologi etc etc e che questo lo DEVI fare per il pianeta e tu ti senti pure con la coscienza a posto. Il punto è che vi è un'imposizione da parte di organi sovranazionali con la scusa di salvare il pianeta come se fosse una panacea e come puoi vedere dai commenti "l'auto elettrica è sempre meglio di quella a petrolio" beh non è così e a me piacerebbe che vi fosse una cosienza generale. Io lo so che non cambierà proprio nulla eh, non sono mica stupid0, ma anche una sola mente che si pone il problema è già qualcosa, se non si inizia da qualche parte i nostri figli non avranno una coscienza perchè "tanto se sfrutto qualcuno per il mio cellulare posso farlo anche per la mia macchina". Questo senza tornare sul discorso che il 99% che abbiamo fatto fino ad oggi non ha un impatto delle proporzioni di quello che sta arrivando tra auto elettriche, accumuli e rinnovabili, la portata di questo fenomeno va oltre l'es

Dark!tetto

Quindi il 60% delle miniere congolesi sfrutta il lavoro minorile, il 72% del cobalto congolese finisce in Cina, ma usano solo i macchinari ?

Dark!tetto

Facciamo che te lo spiego per l'ultima volta, cosi magari ti metti il cuore in pace ok ? Tu hai un'auto che potrebbe ancora circolare per anni, va a petrolio e inquina e fin qui ci siamo, sicuramente un'auto elettrica nel ciclo vita ha un impatto ambientale minore dopo un tot di chilometri. Questo chilometraggio è influenzato da molte variabili e varia dai 60k chilometri ai 400k considerando il ciclo vita di entrambe. Ora, stai attento eh che il punto è questo, la tua auto è già costruita e l'impatto ambientale lo ha già avuto, se il tuo governo ti da dei soldi per buttarla e prenderne una elettrica difatti stai vanificando l'impatto già avuto, perchè verrebbe sottratto dall'equazione in quanto già avvenuto e quindi per recuperare il gap con la tua elettrica devi farci dai 350k chilometri in su. Questo ovviamente non avviene se a priori devi cambiare auto e quindi il confronto va fatto sul ciclo vitale e su quantoi impatta la grid locale e li può essere un bene...ma...che male c'è a chiedere che queste auto n

Tommers0050

Ripeto, rimane piu green di qualsiasi auto a combustione anche con tutte le cose da te elencate. è di gran lunga piu pulito costruire un auto elettrica che una a motore in qualsiasi punto del ciclo vitale del mezzo, per pensarla come te si deve essere profondamente ignoranti sull'argomento e da quello che leggo ripeti le solite frasi fake che vorrebbero le auto elettriche come inquinanti beh ovvio tutto inquina poi ci sono cose che inquinano per tutta la durata del loro ciclo vitale come le auto a combustione e cose che inquinano solo in fase di produzione come le auto elettriche

max76

Più tanti altri..

Signor Rossi

La foto che ho postato è giusto un sito fra tanti e se i cinesi procedono a questo ritmo rimarrà ben poco del Congo ed altre parti dell’africa ... questi si sono venduti ai cinesi e adesso tocca alla popolazione pagarne il prezzo.

Signor Rossi

Mi spiace ma nessuno sta eliminando il cobalto ... anzi è proprio il contrario, tutte le batterie di nuova generazione contengono cobalto. Si lo so ci sono le LFP, ma c’è anche il fatto che queste non arrivano a superare i 160wh/kg e perciò i produttori preferiscono utilizzare le batterie NCM che offrono capacità ben superiori.

Signor Rossi

Come tutti d’altronde, ma c’è chi fa anche peggio ...

In all, ASPI’s research has identified 82 foreign and Chinese companies potentially directly or indirectly benefiting from the use of Uyghur workers outside Xinjiang through abusive labour transfer programs: Abercrombie & Fitch, Acer, Adidas, Alstom, Amazon, Apple, ASUS, BAIC Motor, Bestway, BMW, Bombardier, Bosch, BYD, Calvin Klein, Candy, Carter’s, Cerruti 1881, Changan Automobile, Cisco, CRRC, Dell, Electrolux, Fila, Founder Group, GAC Group (automobiles), Gap, Geely Auto, General Motors, Google, Goertek, H&M, Haier, Hart Schaffner Marx, Hisense, Hitachi, HP, HTC, Huawei, iFlyTek, Jack & Jones, Jaguar, Japan Display Inc., L.L.Bean, Lacoste, Land Rover, Lenovo, LG, Li-Ning, Mayor, Meizu, Mercedes-Benz, MG, Microsoft, Mitsubishi, Mitsumi, Nike, Nintendo, Nokia, Oculus, Oppo, Panasonic, Polo Ralph Lauren, Puma, SAIC Motor, Samsung, SGMW, Sharp, Siemens, Skechers, Sony, TDK, Tommy Hilfiger, Toshiba, Tsinghua Tongfang, Uniqlo, Victoria’s Secret, Vivo, Volks

max76

"per spianare area gigantesche in tempi record"
Mi fa accapponare la pelle sta frase....
Stanno ciucciando tutto da sto povero pianeta, quando capiranno i potenti che dovevano fermarsi prima, sarà tardi..

max76

Dal mio punto di vista Il problema della CO2 è il più pressante adesso con l' innalzamento delle temperature, lo scioglimento dei ghiacciai e la mancanza di pioggie.
Le altre sostanze che citi sono certo dannose, ma le metto in secondo piano.

Per la carne hai ragione, io ne consumo pochissima (con quello che costa ormai!), ma se non fermano gli allevamenti intensivi all' origine, la vedo dura educare tutto il mondo

max76

Sarà inutile

max76

Io ne farei volentieri a meno di tutte ste miniere di roba x il settore tecnologico, troppa produzione di roba inutile, bisognerebbe limitare tutto all' essenziale, ma purtroppo non è possibile e andremo a schiantarci visto che da homo sapiens siamo diventati homo stupidis ormai

max76

Quando vedo foto così mi si stringe il cuore per il nostro povero mondo

max76

E anche Musk si rifornisce in Cina

max76

Se le cose arrivano dalla Cina o dai paesi poveri, questo è sicuro.
Qualunquismo = verità in questo caso

Auto

Mercedes C300 e, una wagon ibrida plug-in come si deve | Recensione e Video

Auto

Audi Q3 Sportback 45 TFSI e S tronic, per chi la usa più in città | Recensione e Video

Guide

Guida all'acquisto di una bici elettrica da città, cosa guardare, quanto spendere e come non farsi fregare | Video

Auto

Nissan Ariya (63 kWh): ottima efficienza e autonomia nella prima prova | Video