OpelConnect: arrivano nuovi servizi per le auto connesse

28 Gennaio 2020 15

OpelConnect, una suite di servizi connessi a internet, è sempre più completa e connessa. Opel ha infatti annunciato l'arrivo di nuovi servizi per la sua piattaforma. Dall'estate 2019 chi ha acquistato una nuova auto Opel può viaggiare in tranquillità grazie alla possibilità di poter effettuare chiamate di emergenza e di chiedere assistenza.

Adesso, si aggiungono molti altri servizi come lo stato del veicolo e la navigazione LIVE se è presente il navigatore.

Chi dispone di un veicolo elettrico o Plug-in come la nuova auto elettrica Corsa-e e la Grandland X Plug-in (Qui la prova su strada) può addirittura visualizzare il livello della carica della batteria da remoto attraverso un'app per smartphone dedicata. Inoltre, sarà pure possibile programmare l'accensione del climatizzatore e l'orario di carica.

OPELCONNECT, COME FUNZIONA

Accedere ai servizi OpelConnect è molto semplice. Nella maggioranza delle versioni della gamma Opel, questa piattaforma è presente di serie. Nel caso non lo fosse, è possibile aggiungerla al costo di appena 300 euro.

In alternativa, i clienti possono dotare la loro auto direttamente dei sistemi di infotainment Navi 5.0 IntelliLink, Multimedia Navi o Multimedia Navi Pro, nel caso OpelConnect fosse già presente.

Se i clienti lo desiderano, i concessionari Opel possono già preconfigurare il sistema con i loro dati. Successivamente, sarà sufficiente aprire un account nel portale clienti myOpel e attivare i servizi nello store OpelConnect.

A quel punto sarà possibile visionare immediatamente tutti i servizi disponibili ed attivabili, sia quelli gratuiti che quelli a pagamento.

Da evidenziare che basta un’unica registrazione per accedere all’app myOpel, al portale clienti myOpel e allo store OpelConnect per poter utilizzare i vari servizi.

SERVIZI GRATUITI

OpelConnect offre di serie diversi servizi gratuiti.

  • eCall: chiamata di emergenza automatica alla Centrale Unica di Emergenza locale in caso di apertura degli airbag o si attivano i pretensionatori delle cinture di sicurezza in caso di incidente;
  • Richiesta di assistenza: permette di mettersi in contatto con il servizio di mobilità di Opel nel caso di problemi con l'auto;
  • Situazione del veicolo e informazioni relative: possibilità di accedere ad alcune informazioni del veicolo da remoto attraverso un'app per smartphone (le informazioni variano a seconda del modello dell'auto);
  • Funzione telecomando: dedicata ai modelli elettrici, la funzione permette di verificare il livello di carica della batteria o programmare l’ora di avvio del climatizzatore o della ricarica da smartphone;
  • Informazioni sul percorso e di viaggio: consente di accedere ad informazioni come durata del viaggio, distanza percorsa e velocità media dell’ultimo viaggio;
  • Navigazione LIVE: informazioni sul traffico in tempo reale, per rilevare rapidamente, e quindi evitare, eventuali ingorghi (gratis per 3 anni).
I SERVIZI A PAGAMENTO

Accanto ai servizi gratuiti di serie, ce ne sono altri a pagamento.

Per esempio, si va dalla funzione Charge my Car con trip planner e tessera per la ricarica dei veicoli elettrici, a servizi concepiti specificamente per i clienti aziendali.

Charge My Car consente di accedere a migliaia di colonnine di ricarica in tutta Europa attraverso l’app Free2Move.

Ai clienti aziendali e ai gestori delle flotte sono dedicati servizi speciali in opzione come l'analisi dei consumi e dello stile di guida.

OpelConnect in futuro si arricchirà di nuovi servizi di valore aggiunto. Al riguardo, Opel fa sapere che arriveranno nuovo opportunità per la gestione remota dell'auto dall'app.

Per esempio, sarà possibile bloccare o sbloccare le portiere della vettura via app e, se si è dimenticato dove si è lasciato il veicolo in un parcheggio affollato, si potranno attivare clacson e fari con l’app myOpel.

Un’altra novità in arrivo: se la vettura è dotata di sistema Keyless Open & Start con chiave digitale, sarà possibile condividere l’auto con tutta la famiglia.


15

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Clifford

Io per ora non ho avuto problemi con Intellilink, anzi. Ci ho anche piazzato un hub usb e gestisco telefoni e chiavette senza problemi. Incrocio le dita, a sto punto.

Fabrizio

Sembra semplice visto da fuori, ma magari la soluzione Onstar prevedeva dei blocchi non aggiornabili da remoto ad esempio..
Nell’automotive non è tutto così semplice come nei cellulari, comunque concordo che è un trattamento osceno per i clienti

Alessandro Scalise

Idem, fortuna che c'è quello e si aggiorna con l'app sul telefono, altrimenti avrei già fatto una pazzia e preso una...Model 3 (ad averci i soldi) ahahah!!

Alessandro Scalise

Non credo ci siano limitazioni on-board, alla fine è pur sempre un servizio che si collega a dei server per comunicare dati...più "facile" di così!

Tizio

Spero infatti che FCA tenga il suo uconnect, visto che è basato su Android e dal 4 in poi funziona bene ed è pratico da usare.
Speriamo che la 5 generazione duri a lungo.

Clifford

Stessa situazione, e ancora adesso mi domando come sia possibile non rendere compatibile verso OnStar il nuovo sistema. Un cliente soddisfatto è un cliente che ritorna, un cliente che prende una fregatura non lo rivedono più.

Fabrizio

Il risultato del cambio di piattaforme informatiche da GM a PSA, evidentemente non gestito benissimo…a meno che ci siano limitazioni on-board

bunny zone

sono nella stessa condizione, l'unica cosa che si salva che già dal 2017 uso android auto

sagitt

per non parlare dei 2000 pulsanti per gestirlo e l'onstar presto abbandonato.

matteventu

Sai che concordo? Avevo noleggiato nel 2017 una Renault Kadjar ed a suo tempo mi aveva fatto un'ottima impressione il sistema di infotainment.
Ho avuto per una settimana a Luglio una Astra nuova, e l'infotainment era abbastanza osceno.

Alessandro Scalise

Hanno pubblicizzato in tutti i modi possibili ed immaginabili OnStar nel 2015 quando è uscita Astra K, poi con l'acquisizione PSA è stato chiuso e ora stanno portando avanti la stessa cosa ma sotto nome diverso.

Io che ho una Astra 2017, l'ho preso ampiamente nel cacapranzi perchè OnStar non sarà più funzionante dal 31/12/2020. Ditemi voi che porcaio hanno combinato....!

sagitt

io attualmente ho il vecchio rlink, pur con tutti i suoi problemi già all'epoca era una spanna avanti ai più rinomati.... ha uno store, le app, servizi connessi che non costano nulla, tomtom con tanto di servizi live e velox, velocità stradali, monitoraggio dei consumi avanzato tramite app, addirittura i giochi stile tesla e lo pagavi 350€ comprese le casse migliori ma soprattutto lo aggiorni da casa. provato quello successivo con un buon speed up e integrazione delle funzioni dell'auto, carplay ecc.. che dire, costa poco e rende. ho poi un'astra con onstar... sistema multimediale osceno, navigatore pessimo, interfaccia caotica e confusionaria, servizi abbandonati al loro destino e avvisi che compaiono ad un certo punto e non spariscono più per non parlare del caos che c'è tra computer di bordo e infotaiment

matteventu

Anche quello PSA, per quanto sia molto più appagante esteticamente, dal punto di vista della reattività é messo malino purtroppo.

matteventu

Na da fine 2020 non dovrebbero iniziare a dismettere tutti i sistemi infotainment di derivazione General Motors?

sagitt

opel è il peggio del peggio sul sistema multimediale e connesso

Auto

Auto elettriche Italia 2020: modelli in commercio, prezzi e autonomia

Moto

Scooter elettrici 2020: guida completa, prezzi, incentivi elettrici e ricarica

Eventi

Porsche è sempre più Experience

Auto

Tarraco: il nuovo stile di Seat nel SUV spagnolo più comodo di sempre | Video