Hyundai punta a lanciare il suo primo eVTOL entro il 2028

12 Novembre 2021 16

Il settore dell'Urban Air Mobility sta diventando sempre più dinamico. Diverse aziende stanno presentando i loro eVTOL, cioè velivoli elettrici a decollo ed atterraggio verticale per futuri servizi di taxi volanti all'interno delle città. Anche alcune case automobilistiche stanno guardando a questo mercato. Tra quelle più attive c'è sicuramente Hyundai che già in passato aveva annunciato una serie di progetti. Adesso, arrivano alcune novità proprio da parte del costruttore coreano.

MAGGIORI DETTAGLI SUL PROGETTO EVTOL

Per portare avanti la sua visione di mobilità del futuro, Hyundai ha deciso di costituire una nuova società chiamata Supernal che deve essere vista come un'evoluzione della sua divisione Urban Air Mobility. Questa realtà sta già lavorando ad uno sviluppo di un eVTOL con l'obiettivo di metterlo in servizio entro il 2028. Il processo di certificazione con le autorità americane dovrebbe iniziare nel 2024.

Inoltre, sfrutterà l'esperienza produttiva del Gruppo coreano quando il mercato della mobilità aerea e il consenso del pubblico inizieranno a crescere nel decennio 2030. Il primo eVTOL di Supernal disporrà anche di funzioni autonome, e potrà ospitare da quattro a cinque passeggeri su rotte urbane.

La società di Hyundai sta lavorando pure alla creazione di un ecosistema a supporto della mobilità aerea, collaborando con una varietà di parti interessate, tra cui enti pubblici e privati, università e startup, per affrontare le sfide del mercato, coltivare il consenso pubblico e garantire una mobilità aerea avanzata economicamente accessibile e sostenibile dal punto di vista ambientale.

Per prepararsi al lancio del suo taxi volante, la società sta stringendo partnership a livello locale e centrale in tutti gli Stati Uniti. Supernal sta pure collaborando con le parti interessate per esplorare nuovi concetti di infrastrutture fisiche e digitali. All'inizio del 2021, per esempio, l'azienda ha avviato una partnership con Urban-Air Port, realtà inglese che sta sviluppando specifiche infrastrutture per gli eVTOL chiamate vertiporti.

Da sottolineare, infine, che Supernal era stata lanciata inizialmente come una divisione di mobilità aerea urbana di Hyundai al CES 2020, dove aveva presentato il suo primo velivolo, l'S-A1. Divisione che, adesso, diventa una vera e propria società.

Stiamo sviluppando dall’inizio un prodotto di mobilità aerea avanzata valido commercialmente, progettando e producendo il nostro veicolo secondo i più alti standard di sicurezza, rumore, efficienza e accessibilità. Il nostro team in continua crescita, di cui fanno parte esperti del settore aerospaziale, automobilistico e di altre industrie deep tech, sta progettando veicoli sostenibili che hanno il potenziale per evolvere il nostro modo di vivere, lavorare e giocare.


16

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Vae Victis

Che brutta città hanno messo nella foto!
Questa pubblicità forse può funzionare in Giappone e Corea, non da noi. Qualcuno gli spieghi che in Italia vogliamo i palazzi di marmo, non le palazzine vetrate.

ACTARUS

Gli elicotteri seri hanno 2 motori...se si rompe uno viaggiano tranquillamente con l'altro

ACTARUS

Gli elicotteri seri hanno 2 motori

Andee Kcapp

I quattro motori di un drone girano in modo alternato. Due con movimento destrorso e due con movimento sinistrorso e, quindi, se uno solo dei motori si rompe viene meno la simmetria e crolla tutto.

Surak 2.04

Va contro tutto quello letto finora, anche se nello specifico questo è più quello che si definisce un "convertiplano" che non il tipico drone dove la "portanza" delle ali è minima.
L'elicottero classico... se si spegne il motore puoi tentare la discesa in autorotazione, ma il più delle volte... muori
Se si rompe una pala del rotore principale, ... muori
Se si rompe una pala del rotore dietro... muori
Se sei sotto ad un elicottero a cui succede qualcosa... muori

Con motori (e si suppone anche batterie) separate, se si guasta una cosa, riduci la potenza di una porzione minoritaria che puoi compensare almeno per arrivare al suolo in sicurezza.
Supponendo poi che la prudenza sia eccessiva, diciamo che pure ti si guastino due motori su quattro, i due rimanenti siano pensati per essere sufficienti a portarti a terra senza schiantarti.
Ovviamente mi baso su quanto letto finora

makeka94

Maledetta Europa.

Andee Kcapp

I droni non sono più sicuri di un elicottero solo perchè hanno 4 motori. Se si rompe anche un solo motore cadono in picchiata.

Andee Kcapp

Attenzione questi non sono elicotteri con 4 motori, se si rompe anche un solo motore i droni cadono come pere.

Surak 2.04

Beh, da noi ovviamente pochi ma anche appunto per via della loro scarsa sicurezza (in compenso aerei privati di varie dimensioni pare viaggino molto anche se ce ne accorgiamo meno) e dei costi elevati.
Ovviamente non parlavo dell'Italia dove non abbiamo nemmeno vere e proprie città (abbiamo i casini delle metropoli ma senza metropoli, solo gente incapace che si deve giustificare) e quindi una necessità del genere, mentre per altro già la guida autonoma potrebbe anche dove esistono porre fine al traffico ed ai tempi lunghi per fare tragitti relativamente brevi.
Se per fare 15 km impieghi un'ora per il traffico o i semafori, è chiaro che sogni di "volare" ma se impieghi 15 minuti... va bene pure farli a livello di suolo. Questi evtol li immagino più per distanze maggiori magari con strade poco adatte oppure dove di mezzo vi è acqua come appunto nella foto.
Invece di spostarsi da A a B, verso est dove c'è il ponte poi da C tornare ad ovest dove c'è D fai direttamente da A a D che sono in linea d'aria.
Insomma, non me li immagino come le auto di oggi, ma come servizio comodo in situazioni scomode, quindi sicuramente numerosi come voli ma non interi stormi

Surak 2.04

Beh, appunto... questi non sono elicotteri. Hanno più motori e con pale più piccole quindi hanno la potenza più distribuita, presumo, continuano ovviamente ad essere rumorosi soprattutto a livello di ronzio, ma dovrebbero essere più sicuri di un buon fattore ed anche meno fastidiosi nel loro muoversi (almeno a giudicare dai video).
Parlavo di Paesi avanzati, non so cosa c'entri l'Europa

R4gerino

C'è anche da dire un'altra cosa. Quanti elicotteri ci sono che volano tutti i giorni sulle nostre teste?
Questi droni in teoria dovrebbero essere molti di più,o almeno è quello che vorrebbero queste società. Ovviamente anche il rischio di guasto aumenterebbe. Quindi anche il rischio di ritrovarsene uno nel salotto di casa.

https://uploads.disquscdn.c...

makeka94

Gli elicotteri non possono passare sulle abitazioni a (brevi distanze) per molti altri motivi, uno di questi sono le vibrazioni che possono causare danni agli edifici in particolare a quelli antichi. Ci sono anche molti altri motivi, onestamente nella vecchia Europa vedo qualche criticità.

Surak 2.04

In teoria, nei Paesi avanzati, basterebbe inserire questi aggeggi nelle norme degli elicotteri, che esistendo da decenni sono già regolati e con vari utilizzi.
Successivamente andando per sottrazione di "divieti" se ne viene dimostrata la sicurezza o il minor fastidio come rumori.
Insomma se da qualche parte è scritto che gli elicotteri non possono passare sulle case per il rischio che precipitino, se questi aggeggi con più motori dimostrano di essere sempre in grado di fare atterraggi sicuri anche in emergenza o con rischi limitati (tipo atterrare su un tetto anche non predisposto), non si fa valere quella norma solo per questi

zdnko

Per la società potevano scegliere un nome migliore, sembra un tag di youp0rn! :D

Andee Kcapp

Si si ma scordatevi il 2028. Se andrà bene, tra leggi e procedure che ancora non esistono e che sono molto complicate da progettare ed attuare, andrà bene se si arriverà al 2040 e forse anche oltre.

Auto

Kia UVO, 5 cose da sapere | Prova infotainment su Kia XCeed Plug-in Hybrid

Auto

Arrival Van: furgone elettrico che cambia tutto. Tesla dei veicoli commerciali? | Video

Auto

Nuovo Mercedes-Benz Citan, van compatto ma spazioso | Recensione

Auto

Tesla Model Y, i consumi reali sorprendono nel nostro test: autonomia e noleggio