Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Giorgia Meloni, "vogliamo tornare a produrre un milione di auto l’anno"

25 Gennaio 2024 261

La presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, durante un question time alla Camera, è tornata a parlare del settore auto in Italia e del rapporto con Stellantis, ribadendo il progetto del Governo portato avanti dal ministro Urso di cui abbiamo parlato diverse volte. Come sappiamo, il Governo sta lavorando al rilancio del settore automotive italiano puntando a portare la produzione di auto nel nostro Paese ad almeno 1 milione di unità l'anno.

Vogliamo instaurare un rapporto equilibrato con Stellantis, tanto che il ministro Urso ha incontrato più volte le persone in questione per difendere produzione, occupazione e indotto in Italia. Abbiamo sottoscritto un protocollo Mimit-Anfia, istituito un Tavolo permanente per lo Sviluppo del settore e previsto incentivi come l’ecobonus per sostenere la domanda e misure di sostegno a nuovi investitori e Costruttori. In ultimo, abbiamo modificato le norme incentivando chi torna a produrre in Italia e scoraggiando chi delocalizza, che dovrà restituire ogni beneficio o agevolazione pubblica ricevuti negli ultimi 10 anni.

Quindi, per portare avanti questo progetto, è stato istituito un tavolo permanente per lo sviluppo del settore in cui sono presenti, tra gli altri, il Ministero delle Imprese e del made in Italy e l'associazione della filiera dell'automotive. L'obiettivo, come già accennato all'inizio, è quello di arrivare a produrre in Italia 1 milione di vetture all'anno.

Vogliamo tornare a produrre un milione di veicoli l’anno con chi vuole investire davvero sulla storica eccellenza italiana. Se si vuole vendere auto sul mercato internazionale pubblicizzandola come gioiello italiano allora quell’auto deve essere prodotta in Italia, questa la questione che dobbiamo porre.

'ATTACCO' A STELLANTIS

Nel suo discorso non sono mancati attacchi a Stellantis. In particolare, la presidente del Consiglio, Giorgia Meloni ha sottolineato che la nascita di Stellantis cela un'acquisizione francese.

Penso allo spostamento della sede legale e fiscale fuori dall’Italia o alla fusione che celava un’acquisizione francese dello storico gruppo italiano: tanto che oggi nel cda siede un membro del governo francese, non è un caso se le scelte industriali del gruppo tengono maggiormente in considerazione le istanze francesi rispetto a quelle italiane.

In ogni caso, nonostante le critiche verso Stellantis, Meloni ribadisce l'attenzione a Fiat e a tutti i marchi italiani del Gruppo automobilistico.

Fiat e i marchi italiani collegati rappresentano una parte molto importante della storia industriale nazionale, in termini occupazionali e di ricchezza prodotta, un patrimonio economico che merita la massima attenzione, e questo significa anche avere il coraggio di criticare alcune scelte del management e del gruppo quando sono state distanti dall’interesse italiano, come mi è capitato di fare, spesso nell’indifferenza generale.


261

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
sucaloro

O le regalano

deepdark

Eh beh, di ottimi governi non me ne ricordo neppure uno. Ma di quello come la meloni mi ricordo solo quello di silvio.

Pooh Teen

ahahahah :D

Stiui

è vero!
sono i sinistri che le danno contro x niente!

SteDS

Nessuno dei due. Pessimi governi. Dati alla mano, anche Conte un disastro (e guardali sti dati sono disponibili online)

deepdark

Quindi dici peste e corna di quelli precedenti e va bene se con la meloni non solo non sono migliorati ma sono pure peggiorati? Cioè prendi una decisione. Meglio la meloni? No. Meglio conte? Si, dati alla mano molto meglio conte.

SteDS

Chi ha detto che sono migliorate? Ma tu sul serio non ci arrivi a capire? Dico mele e tu mi parli di pere

deepdark

Come ti ho detto, con la meloni non solo sono peggiorate le cose, ma ha pure tagliato un botto di roba, sanità in primis. Quindi che cosa stai cirlando da giorni? Vedi che non capisci neppure la realtà dei fatti? Lol...

V per Vivaldi

assolutamente !!

SteDS

Il rapporto defici/pil non è affatto diminuito, al contrario, si è alzato (vedere dati istat). È proprio uno dei grossi punti disattesi. Anche il boom del PIL di cui parli è una stupid4ggine da campagna elettorale, in realtà il +7 (di cui si vanta Conte) del 2021 è un rimbalzo tecnico dovuto alla ripresa dell'economia dopo il crollo causa covid, e non ha nemmeno bilanciato il -9 del 2020!
Ma voi di destra cosa? Non sto parlando bene di questo governo, continui a galoppare con la fantasia (e la "talebaneria"). Critico anche m5s e PD perchè esattamente come la destra fa presa sui tifosi p0lli come te, e se hai notato non ho criticato Draghi.. ma cosa vuoi notare te..

deepdark

P.s. tutto ciò di cui ti lamenti, è nettamente peggiorato sotto il governo meloni. Vedi, non sono io quello che non è in grado di capire. Sei tu che difendi l'indifendibile perché tifi meloni.

SteDS

https://uploads.disquscdn.c...

deepdark

Dov'è che mi avresti dato ragione? Non capire la differenza tra i precedenti governi e l'attuale, è tipico di chi non capisce. Eh si, equivale a tifare per la meloni. Ti attacchi a una singola cosa che non ti è piaciuta A TE ignorando tutto il resto.
Ripeto: non rendersi conto di cosa è il governo meloni, non è da polli o da tifosi, è molto, molto peggio.

Pooh Teen

Ahahahahah ero quasi credibile vero? :)

V per Vivaldi

Spero tu stia scherzando ahahahaha

lorenzo68

Anche tu non hai minimamente idea di quello che hai scritto.

SteDS

Vedi che ti inventi le cose, mai difeso quella gente, nel primo commento ti ho dato ragione e ho aggiunto una sacrosanta critica anche alle alternative. Non ci arrivi proprio, non lo puoi accettare, il tuo modo di pensare è veramente da fanatico, molto simile a quello dei tuoi nemici politici direi

SteDS

I fatti sono quelli, si tratta di non essere "biased"

deepdark

Tutto una tua opinione personale smentita dai fatti.

SteDS

https://uploads.disquscdn.c...

Federico

Una volta e mezzo, per la precisione 1.566.448
Ma era chiaramente un modo per dire che mi preoccuperei più dei problemi relativi all'economia interna, visto che il numero delle famiglie italiane in difficoltà cresce costantemente.

Davide

Anacronistico. L'auto è una commodity e si deve produrre dove costa meno

deepdark

Se mi paragoni il peggiore governo avuto dai tempi di berlusconi agli altri dicendo che gli altri erano sullo stesso livello, vuol dire che non hai capito proprio nulla. Record di sbarchi, tagli alla sanità, eliminazione degli incentivi (e non solo il 110%), deficit che aumenta (e per il prossimo anno bisogna trovare altri 12-15 miliardi), vendita di asset strategici per l'italia (eni, tim e poste e chissà cos'altro), nessuna promessa elettorale mantenuta, figure di merd@ internazionali, ecc ecc ecc. Il tutto in un solo anno di governo. Però ehi! gli altri erano uguali!
Come ti ho detto, hai problemi a comprendere.

Pooh Teen

Io oggi ho pagato la benza 1,7 al litro.
Prima costava più di 2 al litro.
Quindi penso che le abbiano finalmente tolte.
La Meloni è sempre stata di parola!

Bastian Contrario

pensa draghi che non lha votato nessuno e ha distrutto il paese

Bastian Contrario

ah beh
https://uploads.disquscdn.c...

Defender1

L'aumento bisogna guadagnarselo lavorando sodo, il tempo dei bonus e dei regali è finito.

Defender1

Quindi li vuoi impoverire?
Perché ora ne acquistano quasi il doppio.

Francesco Ruby Guzzardi

Dai che bello! Così poi non si riescono a vendere, arriva conticino e fa il 110% sulle auto, lui si che sa fare le truffe allo stato

Darkat

Hai dimenticato che dovevano anche combattere l'elettrico con i carburanti eco.

Max80hc

San far tutti a produrre 1M di auto in un anno, quello che fa la differenza è quante di quel milione si riesce a venderne.

Cromage

C'è poi da trovare a chi venderle!

A morte il Troll

Menomale che c'è gente come te con la verità assoluta e che è abbastanza intelligente per sapere che non è ipnotizzato dalle buttanate. Paladino della verità.

Stiui

nel frattempo aumentano i carburanti...x fortuna hanno tolto le accise...

AH NO?

Coolguy

Ah perche' lo trovi altrove,giusto?Intorbidito dalle buttanate! Coraggio fenomeno,cercala tu la notizia e vedi se combaciano.

Alex Li

L'ho dovuto leggere.... è anche rispondere.
Scusatemi

A morte il Troll

Potevi solo scrivere byoblu e fermarti almeno le persone non perdono tempo a leggerti.

Donello Free

Ma dopo ‘produrre un milione di auto entro l’anno’ per caso ha detto aggiunto ‘e spezzeremo le reni alla general motors’?

Coolguy

NON SONO SEMITI E SONO CONVENIENTEMENTE CONVERTITI ALLA RELIGIONE EBRAICA!
DETTO CIO' EXOR HA SVENDUTO MAGNETI MARELLI (STORICA AZIENDA)
HA MESSO IN VENDITA LA FABBRICA DELLA MASERATI LOMBARDA,PIU' ALTRE OPERAZIONI FINANZIARIE IN PERDITA.
IL GRUPPO GEDI ( REPUBBLICA E STAMPA IN VENDITA) E 5 RIVISTE MENSILI CHIUSE...DOBBIAMO CONTINUARE? PS LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE E' DEL 14% CIRCA,NON IL 25%...!
E PURTROPPO,VISTO CHE NE SONO TIFOSO,E' PURE PADRONE DELLA JUVE( PEZZO DI EMME)...CMQ:

SCONTRO TRA MELONI E STELLANTIS: SONO ANNI CHE IL GRUPPO NON INVESTE IN ITALIA

Sul tavolo del Governo ci sono dossier industriali dimenticati per troppo tempo: tra questi c’è Stellantis. La multinazionale dell’auto, frutto della fusione tra l’ex Fiat e la francese Peugeot, non sembra essere troppo interessata a investire risorse per aumentare produzione e posti di lavoro in Italia.

Su Byoblu ne parliamo da diversi anni, ma solo ora sembra che qualcuno dalle parti delle istituzioni se ne sia accorto.

Lo scontro tra Giorgia Meloni e Stellantis

È stato lo stesso Presidente del Consiglio a criticare apertamente la gestione del colosso automobilistico davanti alla Camera dei deputati. L’atto di accusa di Giorgia Meloni è stato immediatamente seguito dalla replica di Stellantis, per tradizione molto attenta alla tutela mediatica della propria immagine. Ricordiamo infatti che il principale azionista del gruppo, la Exor di proprietà Elkann, è anche proprietaria del Gruppo editoriale Gedi, che a sua volta controlla i quotidiani La Repubblica, la Stampa, il Secolo XIX oltre a tre canali radio nazionali.

“Oltre il 63% dei veicoli prodotti lo scorso anno negli stabilimenti italiani di Stellantis sono stati esportati all’estero, contribuendo così alla bilancia commerciale italiana. Lo scorso anno dalle fabbriche lungo la nostra Penisola sono usciti oltre 752 mila auto” questa la replica del gruppo automobilistico.

Dal Governo Meloni per ora solo parole

Si tratta di numeri corretti, che tuttavia confermano le affermazioni di Giorgia Meloni e la strategia di progressiva dismissione della produzione italiana. Il risultato di 752mila automobili prodotte è ancora ben lontano dall’obiettivo del milione promesso dal gruppo, numeri che invece vengono tranquillamente raggiunti in Francia e addirittura triplicati in Germania, dove la produzione annuale di veicoli si attesta su 3 milioni di unità.

Se è vero che criticando Stellantis Giorgia Meloni ha fatto qualcosa che nessun leader politico aveva mai osato fare prima, è altrettanto vero che l’azione effettiva del Governo per arginare la delocalizzazione del gruppo è stata in linea con i precedenti esecutivi.

Poco o nulla è stato infatti fatto per difendere la produzione e il lavoro in Italia. Il gruppo Stellantis resta del tutto sbilanciato sul lato francese: la Exor degli Elkann detiene il 14,29% delle quote societarie, al secondo posto però c’è il gruppo Peugeot insieme allo Stato francese con il 7,13%, poi abbiamo la Bpifrance Participations, che detiene il 12,26%, e che anch’essa rappresenta gli interessi dello Stato transalpino.

Draghi e Meloni non hanno ascoltato il Copasir

La preoccupazione era stata lanciata già nel febbraio 2022 dal Copasir, il comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica, che aveva proposto come soluzione l’ingresso in Stellantis di una quota detenuta da Cassa Depositi e Prestiti, così da bilanciare la presenza francese.

La richiesta del Copasir è rimasta però sulla carta e il Governo Draghi prima e il Governo Meloni ora non hanno dato continuità.

Il bilancio di Stellantis: negativo per la collettività

Il bilancio di Stellantis tra investimenti pubblici e ritorni per la collettività ad oggi è piuttosto avvilente: nel corso degli anni il gruppo avrebbe ricevuto dallo Stato italiano oltre 7 miliardi di euro a cui si devono aggiungere i prestiti agevolati ottenuti nel periodo Covid, per 6 miliardi di euro. Soldi dei contribuenti a cui è stato corrisposto lo spostamento della sede legale e della sede fiscale fuori dall’Italia, con danni sull’indotto italiano, e la progressiva riduzione della produzione e della forza lavoro nel nostro Paese.

All’inizio del duemila la Fiat aveva circa 75.000 dipendenti, nel 2021 si erano già ridotti a circa 66.000, per arrivare ai 45.000 attuali. Mentre per la produzione dei veicoli vengono privilegiati altri Paesi come Polonia, Serbia, Marocco e Algeria.

Una strategia confermata dallo stesso amministratore del gruppo Carlos Tavares che aveva descritto il costo del lavoro in Italia come “troppo alto”. Stellantis è uno dei tanti esempi di come in Italia i grandi gruppi privati riescano senza troppi ostacoli a fare business anche grazie ai fondi pubblici per poi abbandonare il Paese alla prima occasione.

Federico

Mi preoccuperei più di mettere gli italiani nelle condizioni di acquistare un milione di auto all'anno.

keynes

Perché sono un milione?
Da una come lei fervida sognatrice si potrebbe arrivare a produrne almeno il triplo.

Alex Li

Sempre con questa storia di BPI!
Proprio oggi ho letto di 600 licenziamenti fatti a MOLHOUSE alto Reno francese nello stabilimento che produce 308,3008 e DS7.
Il dirigente BPI che siede in CDA non sapeva?

Alex Li

Sempre ebrei sono.
Sono il 75% della popolazione di religione ebraica.
Notizia fresca.
EXOR possiede il 25%del diritto al voto contro il 12% dei Peugeot e del 10% di BPI.
Chi è che ha la maggioranza?
Fammi un elenco degli investimenti di EXOR colpiti dalle indecenze.

Paul'S

si può fare se stellantis lo vuole... ma stellantis è partecipata dal governo francese molto ma molto pìù nazionalista di qualsiasi governo esistente al mondo

Alex Li

Sono sbagliati i modi e i tempi non i numeri.
Raggiungere il milione non è un sogno ma una possibile realtà.
Anche se Stellantis è una società per azioni olandese la divisione italiana paga tasse e contributi sul lavoro svolto qui.
L'acredine verso gli Agnelli Elkann non ti deve chiudere gli occhi nei confronti dei loro dipendenti.

Antonio63333
FRENCY31

bisogna nazionalizzare la FIAT

Coolguy

Non e' ebreo. E' aschenazita. Gli aschenaziti non sono semiti.
Uno che fonde la sua azienda con i francesi e lascia loro l'azonariato di maggioranza,come puo' definirsi?
Fu marchionne ad ottenere gli asset Crysler e ad inglobarli. Senza di lui,elkane si e' fatto inglobare.
Va' poi a vedere le altre indecenze fatte su molti altri possedimenti Exor... E capirai quanto vale.

Paul'S

infatti per me possono fallire anche domani e comunque adesso la fiat può vendere anche 10 milioni di auto ma se l'incasso va in Olanda/Francia e le fabbriche qui sono solo per produzioni di nicchia il discorso della Meloni non serve a nulla (p.s. ho scritto erroneamente FCA ma pensavo agli agnelli)

damiano l
Auto

Dacia Spring 2024: l'anteprima del restyling, esterni e interni | Video

Motorsport

Formula 1: ufficiale, Lewis Hamilton in Ferrari dal 2025

Auto

Hyundai Kona Electric (2024): prova consumi d'inverno e ricarica rapida | Video

Auto

MG4: prova su strada, consumi reali e quale versione scegliere | Video