Stellantis completa l'investimento in Factorial. Batterie allo stato solido nel 2026

20 Gennaio 2022 17

Stellantis punta ad introdurre entro il 2026 la tecnologia delle batterie allo stato solido. Per raggiungere questo ambizioso obiettivo, il Gruppo ha annunciato un'importante partnership con Factorial Energy che ha sviluppato una tecnologia che sulla carta dovrebbe garantire prestazioni sicure ed affidabili.

La tecnologia proprietaria FEST (Factorial Electrolyte System Technology) dell'azienda sfrutta un materiale elettrolitico solido che garantisce prestazioni sicure e affidabili grazie a celle ad alta capacità con materiali catodici e anodici. L’elettrolita FEST è stato applicato con successo in celle da 40Ah, funziona a temperatura ambiente e può utilizzare la maggior parte delle attrezzature esistenti per la produzione di batterie agli ioni di litio.


L'accordo prevedeva anche un investimento strategico di Stellantis in questa azienda. Adesso, la casa automobilistica ha fatto sapere di aver completato tale investimento che è stato effettuato anche da altre realtà. Factorial utilizzerà i nuovi fondi per accelerare la produzione commerciale e la diffusione della tecnologia delle sue batterie allo stato solido. Siyu Huang, Ph.D, CEO di Factorial Energy, ha commentato:

Continuiamo a muoverci velocemente verso l'obiettivo di fornire ai nostri clienti la tecnologia delle batterie a stato solido su larga scala per il settore automotive. Questo finanziamento ci permetterà non solo di far progredire la ricerca e lo sviluppo, ma anche di ottimizzare le dimensioni del nostro team e investire in nuovi impianti per orientare la produzione commerciale.

Stellantis ha aggiunto anche qualche piccolo ulteriore dettaglio di questa partnership evidenziando che Factorial sta costruendo uno stabilimento di produzione pilota che consentirà di implementare la fabbricazione di celle di grande formato e realizzare batterie per i test dei clienti. La fabbrica sarà ubicata nella regione del New England e l'inizio della costruzione è previsto per i primi mesi del 2022.

Della tecnologia allo stato solido se ne sta parlando molto negli ultimi tempi. Molti costruttori sono interessati a disporne visto che, sulla carta, permette alle auto elettriche di fare un importante salto avanti in termini di autonomia e ricarica. Per il momento, però, è ancora tutto solo sulla carta. Sebbene molte aziende parlino di un periodo tra il 2024 e il 2026 per il lancio, sarà da vedere se davvero la tecnologia disporrà di una maturità accettabile per la produzione in serie o se, invece, bisognerà attendere ancora diversi anni per affinarla come pensa CATL.


17

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Antsm90

A parte che mancano ancora 4 anni (sempre ammesso che rispettino i tempi e che le montino anche sulle BEV anziché solo sulle Full Hybrid visti i costi iniziali), comunque le prime saranno probabilmente acerbe e con qualche fisiologico problemino di gioventù, per cui anche comprando un'elettrica oggi non si fa un brutto affare considerando che per la piena maturità delle batterie a stato solido servirà probabilmente un decennio

BATTLEFIELD

In realtà sta mutando molto velocemente lo scenario d'adozione, non mi stupirei se nel giro di 5 anni, la miriade di innovazioni proclamate e mai viste in vendita si concretizzasse. Senza domanda le cose vanno per le lunghe.

Starelse X

"Se non vedi non ci credi, non ci credi se non vedi EuroArredi" citava un risonante spot degli anni 80......
io rimango dell'idea che ormai sulle batterie il motto sia "ci credo solo quando lo vedrò in commercio...

giovanni

Che differenza tra gli azionisti di Stellantis e quei taccagni degli Agnelli.

X Wave
Vacancy

Si, smetteranno tutte di funzionare alla mezzanotte del 31 Dicembre 2025.

Nebula

Quindi dal 2026 tutte le attiali elettriche saranno obsolete? Top

zdnko

Un pannolone! :D

italba

Devi anche tener presente che CATL vende le batterie "umide" ed intende continuare a venderle finché può

Carlito

A dir la verità questa è già in formato giusto per le BEV e dovrebbe essere già in fase di testing.
Se non sbaglio nel 2022 dovrebbero fare la linea pilota

Carlito

lol infatti.
Mi sa che non leggono gli articoli ma solo i titoli XD.
Bene o male un po' tutti puntano a queste date, poi ci sono le semisolide, tipo le quantumscape, che potrebbero arrivare prima ma sono comunque destinate ad auto premium.

Surak 2.04

Certo, solo che qui non si fanno accenni a limitazioni delle stesse (come produzione, costi, diffusione, ecc), che poi per metà decennio possano uscire in forma "prototipale"... dato che lo dicono un po' tutte, ci sta.

R_mzz

Le batterie allo stato solido saranno per diversi anni limitate ad auto premium / lusso.
Le batterie che saranno più utilizzate nei prossimi anni sono le LFP, CATL è specializzata proprio in batterie LFP.
Stellantis ha stretto accordi con CATL per la fornitura di celle LFP.

Probabilmente fino alle fine del decennio le batterie più utilizzate saranno ancora le LFP, seguite da NCMA, NMC e NCA.

Ginomoscerino
Secondo CATL, la prima generazione delle batterie allo stato solido dovrebbe arrivare attorno al 2025...

(come scritto sull'articolo di ieri)
2025 Toyota dovrebbe portare queste batterie sulle ibride
quindi 2026 non è una data insensata

Sgrat

Ognuno afferma quello che vuole, tanto.

ACTARUS

Fanno in tempo ad asciugarsi quelle liquide

Surak 2.04

Non so com'è... ma tra quanto afferma "Fiat" e quanto afferma "CATL", tendo a credere più alla seconda

Auto

Vita vera con l'auto elettrica: Milano-Firenze a/r. Quanto costa, quanto tempo

Elettriche

Askoll eS3 e NGS3: provata la nuova gamma di scooter elettrici per il 2022

Auto

Mazda MX-30: la prova dei consumi reali, quanto costa la ricarica e costo per 100 km

Auto

Mercedes EQE 350+, ora facciamo sul serio e Tesla può iniziare a tremare | Video