BMW scommette sull'idrogeno. Parte la produzione di celle a combustibile

01 Settembre 2022 171

Non è un mistero che BMW guardi con favore anche alla tecnologia Fuel Cell per abbattere le emissioni inquinanti nel settore dei trasporti. Proprio per questo, sta sviluppando in collaborazione con Toyota una particolare variante del suo SUV X5 che disporrà di un powertrain elettrico alimentato da celle a combustibile. Di questo modello ne abbiamo parlato diverse volte e sappiamo che sarà prodotto in bassi volumi e servirà come una sorta di mezzo per dimostrare la validità di questa tecnologia.

E proprio su questo tema, la casa automobilistica tedesca ha fatto sapere di aver iniziato la produzione di celle a combustibile per l'iX5 Hydrogen presso l'Hydrogen Competence Center di Monaco. Il SUV Fuel Cell dovrebbe arrivare su strada per la fine dell'anno. Si tratta di un passo importante per i piani legati alla tecnologia dell'idrogeno del costruttore tedesco. Oliver Zipse, palando di questa novità, è stato molto chiaro sul ruolo che potrà rivestire l'idrogeno in futuro:

In quanto fonte di energia versatile, l'idrogeno ha un ruolo chiave da svolgere sulla strada verso la neutralità climatica. E acquisirà anche una notevole importanza per quanto riguarda la mobilità personale. Pensiamo che i veicoli alimentati a idrogeno siano tecnologicamente in una posizione ideale per adattarsi ai veicoli elettrici a batteria e completare il quadro della mobilità elettrica.



E dopo la piccola serie della BMW iX5 Hydrogen? Se i test e le dimostrazioni in giro per il mondo daranno gli esiti sperati, BMW potrebbe pensare a realizzare alcuni specifici modelli dotati di questa tecnologia. Il Fuel Cell, comunque, verrebbe utilizzato solamente per le vetture del segmento premium. Al riguardo ricordiamo che di recente sono circolate diverse voci proprio sui piani futuri di BMW sull'idrogeno, compreso l'utilizzo della nuova piattaforma Neue Klasse per nuove vetture Fuel Cell da produrre in serie a partire dal 2025.

BMW IX5 HYDROGEN

Per quanto riguarda questo SUV, le principali specifiche sono note da tempo. Il sistema Fuel Cell sviluppato con Toyota è in grado di erogare una potenza continua di 125 kW/170 CV. Troviamo anche due serbatoi da 700 bar in polimero plastico rinforzato con fibra di carbonio (CFRP) per contenere fino a sei kg di idrogeno. Un pieno di idrogeno si effettua in circa 3-4 minuti. Il powertrain è composto pure da un motore elettrico eDrive di quinta generazione in grado di erogare 275 kW/374 CV.

Non rimane, dunque, che attendere il debutto su strada del nuovo SUV Fuel Cell del marchio tedesco per saperne di più di questo progetto.


171

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Signor Rossi
Alex Li

Puttanat@...anche no!
Gli statunitensi non amano aspettare per entrare in possesso di un auto quindi è possibile che i concessionari Ferrari USA abbiamo molte auto in pronta consegna come quelli cinesi o arabi.

Alex Li

Fiat insieme al CNR ha sviluppato una Multipla funzionante ad idrogeno già alla fine degli anni 90.
Eni creò per loro un punto di rifornimento lungo la SGC FIPILI... ancora esistente....per i loro studi.
E parliamo di FIAT....

Driver

Ancora, sono tutte macchine targate!

Signor Rossi

Certo che deve essere proprio difficile utilizzare autoscout e selezionare le vetture in stock presso i concessionari ... felice di esserti stato d’aiuto. Dai un colpo di telefono, fai un appuntamento e vai a prenderti la vettura ... non dovrebbe essere troppo difficile farsi quel paio di chilometri per arrivare in Svizzera.

Ma se dovesse risultare troppo difficile per te, fammi sapere che ti do na’ mano ... noi emigrati siamo sempre disponibili a darà na’ mano.

https://uploads.disquscdn.c... https://uploads.disquscdn.c... https://uploads.disquscdn.c...

Driver
Signor Rossi
Sagitt

Se copre tutta la giornata…

Signor Rossi
Signor Rossi

No è che gli autisti dei pullman russi sono capaci di inserire il cavo elettrico in una presa ... al contrario di tanti altri e non perdono le giornate andando in giro a cercare una colonnina.

ciccio35

Beh, quasi tutti garantiscono l'80% dopo 10 anni o 100.000 km. Vuol dire che sono certi che più di 10 anno dureranno, altrimenti si troveranno in un bagno di sangue a dover spendere miliardi in garanzie

Driver

Non pacchi ma proprio la corrispondenza.
Solitamente dalle mia parti utilizzano Fiat Panda e Opel Corsa.

FRENCY31

i SUV sono perfetti x le fuel-cell
l'idrogeno lo produci col Nucleare

Driver

IX in pronta consegna, dimmi dove.
In Italia ci sono minimo 300/360 giorni senza nessuna garanzia sul rispetto dei tempi.
Se hai fortuna al massimo puoi subentrare ad un contratto nel caso qualcuno si stanca di aspettare.

Signor Rossi
Sagitt

Scorta se uno sì scarica

Signor Rossi

Le merci dovrebbero viaggiare su rotaia e la distribuzione in zona deve essere effettuata tramite veicoli elettrici, questo in un mondo perfetto.

Ma visto che non viviamo in un mondo perfetto, ritengo che utilizzare idrogeno per dei camion sia uno spreco folle di energia e risorse ... e sono assolutamente certo che sia più ecologico e conveniente utilizzare dei camion Diesel d’ultima generazione per i tragitti lunghi.

ps. perché dei bus di scorta, i motori elettrici sono praticamente indistruttibili ... non c’entrano nulla coi bus romani che vanno a fuoco un giorno si e uno no.

Sagitt

Sì ma sulla mobilità cittadina dove puoi avere bus di scorta ok, ma su un camion che passa oezza europa no!

Signor Rossi
Signor Rossi
Salvatore Sgambato

Forse dalle tue parti, ad oggi non ho ancora visto un postino in auto, sempre scooter, poi se parli dei furgoni per i pacchi, ma auto di Poste non ne ho mai viste. Buono a sapersi che i postini girano in auto, anche se non so fino a che punto siamo pratiche in città

Salvatore Sgambato

Vero, mi confondo con Mercedes

STAFF
...denota ottima attitudine al dialogo.


pensi male....


Sotto non mi è stato spiegato niente.

checo79

vuoi un applauso? ti è stato spiegato sotto perchè gli e-fuel sono e saranno per un mercato di nicchia con le attuali tecnologie, poi se vuoi sviare dalla tua ignoranza in materia con un puntino fa pure, denota ottima attitudine al dialogo.

STAFF

E quanto costa una bottiglia di franciacorta? Immagino poco, essendo corta. O no?

STAFF

Ah, sì? Beh, tu scrivi male! I punti di sospensione ne sono tre.

Sagitt
Cloud387

Magari avessi finito le elementari...

IceMatrix

Dopo 15 anni scende all'80% ma vedremo in realtà...

ciccio35

Le batterie non più nuove sono un problema secondario: compri un’auto con una batteria da 50 kWh di batterie. Dopo 15 anni scendono a 38, meno dell’80% quindi il proprietario dell’auto decide di sostituirle.
Quel pacco da 38kWh viene venduto all’azienda di tizio che lo “sventra” e ne ricava 3 batterie domestiche da 12 e fischi kWh che vende come capacità nominale di 10kWh garantita per tot anni. Avendo i pacchi più della nominale tu cliente sei tranquillo che se ti servono 10 kWh li avrai tranquillamente per tutti gli anni dichiarati da tizio, altrimenti potrai usare la garanzia. Tanto in casa i problemi delle dimensioni del pacco batterie è decisamente inferiore al doverci far stare millemila kWh di capacità in una panda, senza parlare poi dei problemi di peso.
Ma credo che comunque sia prassi anche con le auto fare questo giochino di usare batterie più capienti di quanto pubblicizzato. Mi pare che va ad esempio monti batterie sovradimensionate rispetto a quanto dichiarano di capacità nominale (che è il massimo a cui puoi attingere) per cicalare le celle e ridurne l’usura.

aerdna

Titolo di studio: 5a elementare.
L'idrogeno che alimenta le pile a combustile è ottenuto con un processo estremamente energivoro, oppure tramite combustibili fossili. Non è "sostenibile", qualunque significato tu attribuisca a quella parola. é proprio stupido come concetto, se applicato a livello automotive consumer.
è incomparabile sia rispetto a veicoli a benzina che a batteria.

Signor Rossi
moichain

cambiano già strategia? l'elettrico è già belle che finito

BATTLEFIELD

speriamo non sia questo il caso

checo79

si ho letto la news è promettente ma se ne leggono troppo di news del genere che poi si concludono con un nulla di fatto.

checo79

pensi male....

IceMatrix

So bene i piani che hanno messo in piedi almeno a parole di certo non hai più batterie nuove quindi anche in termini di efficienza non sono il massimo, effettivamente per l'idrogeno non ne ho letti al momento.
C'è da dire che l'estrazione dei materiali per fare le batterie non è eterno e non so se i costi alla fine tra l'uno e l'altro prodotti in grande scala tra i 2 quali sia più economico.

ciccio35

Partendo dal presupposto che il loro smaltimento riuso non c'entra niente col discorso a cui ti ho risposto (crisi/guerra), i principali costruttori hanno già messo in piedi piani per il riuso delle batterie esauste (con capienza inferiore al 70/80% di quella nominale in fase di acquisto dell'auto) in ambito domestico o infrastrutturale. Nissan ad esempio le dovrebbe riciclare per fare batterie di accumulo in stile tesla powerwall, altri invece propongono il loro uso per fare stazioni di microaccumulo (come fanno in sud America col micro-hydro ma senza aver bisogno di turbine e salti geodetici), altri ancora come sistema "furbo" per regolare il carico delle stazioni di ricarica (metto tot kWh di batterie in prossimità degli autogrill, le auto le comincio a ricaricare con l'energia immagazzinata nelle batterie che ho riempito negli orari di minor picco o quando la corrente costa meno).
Tutti quanti poi hanno piani (stando alle loro dichiarazioni) per lo smaltimento vero e proprio delle batterie una volta che non vanno più bene neanche per quegli usi, basta cercare un attimo.
Detto questo, le auto ad idrogeno hanno comunque le celle a combustibile, con una loro vita utile in termini di cicli e che dovranno essere smaltire. Tu sai quali siano i piani di Toyota, Honda e Hyundai (i tre produttori più attivi in quel campo) per il loro smaltimento?

Frost Lox

Sta dicendo che l'infrastruttura dell'idrogeno è molto più complicata e costosa di quelle per le auto elettriche (che comunque sta avanzando lentamente). Quindi è difficile che si imponga sul mercato senza un gigantesco intervento statale, cosa che non sembra ci sarà visto la preferenza dei governi verso l'elettrico

Teomondo@Scrofalo

https://uploads.disquscdn.c...

Teomondo@Scrofalo

https://uploads.disquscdn.c...

Teomondo@Scrofalo

https://uploads.disquscdn.c...

Teomondo@Scrofalo

E neanche si parlano tra loro...

Teomondo@Scrofalo

https://uploads.disquscdn.c...

Teomondo@Scrofalo

https://uploads.disquscdn.c...

sucaloro

Parliamone... Poi per quanto riguarda batterie, Tesla è il top. Gli altri stanno entrando ora ma sono lontani almeno 20 anni da tesla

sucaloro

Finalmente

Teomondo@Scrofalo

"Gli autobus “Solaris Urbino 12 hydrogen”, con autonomia di 350 km grazie a un serbatoio dell'idrogeno di 37,5 kg."
350km cortispondono a 37,5*13,7 = 514€
1,46€/km
Autobus Diesel consumo: 1.8€/L consumo/20Lx100KM=360€ che fanno 0.9€ al KM.
e inquinano 100 volte di più
Trolla meglio la prossima volta.

Teomondo@Scrofalo

Per quale motivo non ha senso? Ha tantissimo senso per tutti i milioni di automobilisti senza BOX AUTO. vai a trollare da un'altra parte.

Teomondo@Scrofalo

https://uploads.disquscdn.c...

Auto

Mild Hybrid, Full Hybrid e Plug-in Hybrid: le differenze spiegate bene!

Auto

Polestar 2: prova su strada, l'elettrica che copia Tesla (e non è un male) | Video

Auto

Auto Plug-in: come funziona la tecnologia PHEV e cosa significa ibrida ricaricabile

Auto

Euro 7 ufficiale: lo stringente standard in vigore per le auto da luglio 2025