Commissione Ambiente UE: si allo stop ai motori benzina e diesel nel 2035

12 Maggio 2022 562

La Commissione Ambiente del Parlamento Europeo ha espresso parere favorevole alla proposta della Commissione Europea di mettere la parola fine alla vendita delle auto benzina e diesel a partire dal 2035. Il parere favorevole non è arrivato, però, a larga maggioranza. Infatti, ci sono stati 46 voti favorevoli, 40 contrari e 2 astensioni.

Si tratta, comunque, di una posizione ben differente da quella espressa dalla Commissione Trasporti del Parlamento Europeo che aveva votato per il "no" all'abolizione dei motori a scoppio dal 2035, esprimendo, invece, un parere favorevole ad un mix tecnologico per poter dare spazio ai motori a combustione alimentati attraverso combustibili alternativi, senza dover puntare solamente sull'elettrico.

UN PERCORSO ANCORA LUNGO

Invece, i deputati della Commissione Ambiente si sono detti favorevoli ad un "percorso verso una mobilità stradale a emissioni zero nel 2035 per le nuove autovetture e i veicoli commerciali leggeri". La Commissione Ambiente, oltre a dare parere favorevole alla proposta della Commissione Europea per lo stop ai motori endotermici dal 2035, ha proposto alcune misure da attuare.

Per esempio, la Commissione, tra le altre cose, chiede una relazione della Commissione Europea sui progressi verso una mobilità stradale a emissioni zero entro la fine del 2025 e successivamente su base annuale, che includa l’impatto sui consumatori e l’occupazione, il livello di utilizzo delle energie rinnovabili e le informazioni sul mercato dei veicoli di seconda mano; una relazione della Commissione Europea, entro la fine del 2023, che specifichi in dettaglio la necessità di finanziamenti mirati per garantire una transizione giusta nel settore automobilistico, per mitigare l’occupazione negativa e altri impatti economici; e di adottare, entro il 2023, un nuovo metodo di calcolo delle emissioni che consideri l’intero ciclo di vita delle vetture.

Il voto positivo, comunque, è un importante segnale per il percorso di approvazione della proposta della Commissione Europea. Un percorso che, però, è ancora lungo prima che la proposta arrivi sul tavolo del Consiglio Europeo.


562

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
italba

I moderatori hanno giustamente giudicato il termine inappropriato e tu insisti con la tua dialettica infantile, confermi sempre più la tua natura. Senti, pezzo di quello che sei, per un po' mi hai fatto anche fare due risate alle tue spalle ma adesso sei diventato ripetitivo e pesante quindi, visto che non mi paga nessuno per far da badante ad uno come te ho deciso di non seguire più i tuoi deliri e di mandarti definitivamente dove meriti di essere mandato. Non appena leggerai questo post provvederò a bloccarti, non sforzare tanto le tue povere rotelline per rispondermi che tanto il tuo post non lo leggerò

Maicol.Mar

Termini ingiustificabili? Ti avevo chiesto se eri cerebloleso. Domanda mica affermazione! Cerebroleso non è comunque una offesa è una condizione e ribadisco condizione che non ti ho affibbiato ma che ti ho chiesto se fosse parte della tua vita.
Danni cerebrali infatti potrebbero spiegare il motivo del tuo comportamento e della totale incapacità di capire concetti espressi da altri quando non addirittura travisare totalmente quanto indicato.

Esempio del fatto che tu non sia in grado di capire, visto che indichi sia del tutto evidente che si parli di media nel link che ti ho postato (e che sono convinto tu non abbia neppure visionato):
spiega tu dove sta scritto che i concetti espressi nell'articolo (più volte indicato e di cui riposto il link) parlino di "medie". Cosa che ti ho detto già MOLTE volte ma tu continui a cianciare a vanvera di media. Trovo sia alquanto evidente che tu non capisca.
O forse sei semplicemente un troll?
https://www.eea.europa.eu/it/themes/air/intro

Maicol.Mar

Non capisci ancora?
Ma cosa chiedi di spiegare se non riesci a capire? Te l'ho spiegato in tutte le salse ma pare proprio che tu non ce la possa fare.

Esempio del fatto che tu non sia in grado di capire:
Spiega tu dove sta scritto che i concetti espressi nell'articolo (più volte indicato e di cui riposto il link) parlino di "medie". Cosa che ti ho detto già MOLTE volte ma tu continui a cianciare a vanvera di media. Trovo sia alquanto evidente che tu non capisca. Oppure fai il troll?
https://www.eea.europa.eu/it/themes/air/intro

Maicol.Mar

Nulla... I giorni passano e tu non posti nulla di mio dove io esprimo idee che tu contrasti...
MA continui imperterrito per la tua strada incapace di comprendere quello che ti viene detto e travisando i miei scritti.

Puoi travisare, ma non puoi portare evidenze di quanto cianci...

Maicol.Mar

Se è così logico ci saranno migliaia di siti ufficiali che lo indicano... Perchè non posti nulla che "ufficializzi" la tua logica?
Che ribadisco io contesto nella certezza che esprimi sul fatto che eliminando il solo inquinamento dovuto a motori termici l'aria cambia a tal punto da allungare l'aspettativa di vita.

E' una logica che basa su che cosa oltre alle parola che vai ribadendo e alle quali, dopo giorni che te lo chiedo, non hai portato nulla di nulla a loro sostegno? Ma chi cavolo ti credi di essere per indicare la realtà assoluta? Sei solo un perfetto sig. nessuno nascosto dietro ad un nick che scrive su un blog e tutto quello che dici senza portare nulla che lo dimostri vale zero, lo hai capito o no questo?

ANCORA CON LA MEDIA?!?!? MA HAI DELLE LESIONI AL LATO SINISTRO DEL TUO ENCEFALO CHE TI IMPEDISCONO DI PERSEGUIRE PERCORSI LOGICI E DI COMPRENDERE UN TESTO SCRITTO?
TI RIPETO: NON HO MAI PARLATO IN NESSUNA PARTE DI MEDIA E NON HO MAI RIPORTATO UN ARTICOLO DOVE SI PARLASSE DI MEDIA!!!
ESCI DAL MONDO IMMAGINARIO DI italba!!!

Post che ho riportato editando un vocabolo che evidentemente dava fastidio ad Italba e che era all'interno di una frase interrogativa dove gli si chiede se ha delle problematiche inespresse. Non vi è offesa, ma curiosità su eventuali problematiche che giustificherebbero svariati suoi comportamenti

italba

Prima di tutto qui di "leso" c'è solo il tuo ego che vuole avere ragione a tutti i costi non vergognandosi di arrampicarsi sugli specchi e di farsi ridere dietro con questioni pateticamente infantili.
In città l'aria è peggiore che altrove, la gente respira in città, l'aria cattiva fa ammalare la gente si ammala di queste cose soprattutto in città.
La qualità dell'aria è peggiore in città anche quando i riscaldamenti sono spenti, unica causa possibile il traffico veicolare.
Il sole scalda, l'acqua è bagnata ed il cielo è blu.
Nessuna ufficialità né dimostrazione da dare, semplice cosa evidente a tutti tranne ai bimbetti in malafede che piangono, strillano e fanno i capricci perché non gli si viene data ragione anche quando tutte le evidenze gli sono contro

P.p.s. Che nei documenti dell'Agenzia Europea per l'Ambiente si parli di media è del tutto evidente, se hai indicazioni che si tratti del peggior dato possibile nell'ora di punta in mezzo al peggior incrocio cittadino fammelo sapere.

P.s. Certi termini sono assolutamente ingiustificabili in un consesso civile, ti segnalo ai moderatori

italba

Lascia stare i pronomi che stanno già bene per conto loro ed entra nello specifico, ti sei già sp#ttanato abbastanza. Allora, qual è il soggetto? Di cosa stai parlando? Cosa vorresti dimostrare?

Maicol.Mar

Non spiego chiaramente? Povero piccolino ma ci tieni proprio a dimostrare tutta la tua inettidudine?
Cosa posso spiegare un concetto ad uno a cui indico un link e mi risponde su un link differente? E ancora va avanti su questo dopo vari post!!

Partiamo dal copia/incolla?? O forse è meglio partire dal principio: i pronomi personali
Io
Tu
...
Poi dopo se vuoi facciamo maschile /femminile, singolare/plurale...

Hahahaha, ma ti diverti a trollare e comportarti come un bamboccio sciocco o lo sei davvero?

Maicol.Mar

Se è così logico ci saranno migliaia di siti ufficiali che lo indicano... Perchè non posti nulla che "ufficializzi" la tua logica?
Che ribadisco io contesto nella certezza che esprimi sul fatto che eliminando il solo inquinamento dovuto a motori termici l'aria cambia a tal punto da allungare l'aspettativa di vita.

E' una logica che basa su che cosa oltre alle parola che vai ribadendo e alle quali, dopo giorni che te lo chiedo, non hai portato nulla di nulla a loro sostegno? Ma chi cavolo ti credi di essere per indicare la realtà assoluta? Sei solo un perfetto sig. nessuno nascosto dietro ad un nick che scrive su un blog etutto quello che dici senza portare nulla che lo dimostri vale zero, lo hai capito o no questo?

ANCORA CON LA MEDIA?!?!? MA SEI CEREBROLESO? MAI PARLATO IN NESSUNA PARTE DI MEDIA!!! ESCI DAL MONDO IMMAGINARIO DI italba!!!

italba

Se in città l'aria è più inquinata che altrove e se la gente abita in città allora la gente respirerà in prevalenza aria inquinata, cosa ci sarebbe da dimostrare?

Non "potrebbe sembrare logico", È perfettamente logico e non c'è bisogno di nessuna dimostrazione!

Cerchi di arrampicarti sugli specchi o cosa? Che ##### di dimostrazione vorresti, una indagine casa per casa per vedere se non c'è un qualche "aerodotto" nascosto che porta in città l'aria di mare e viceversa?

Stessa cosa per le malattie causate dall'inquinamento, in medicina per misurare la tossicità di una qualunque sostanza si fa sempre riferimento alla dose.

In città e vicino alle strade di grande comunicazione la qualità dell'aria è peggiore

quindi

le sostanze nocive sono in concentrazioni più alte

quindi
i malati ed i morti per cause legate all'inquinamento sono di più.
Anche qui non c'è proprio niente da dimostrare o da filosofeggiare, 1+1 fa due e basta.
L'inquinamento c'è anche in estate (meno che in inverno) ma i meccanismi sono diversi, e la concentrazione degli inquinanti ovvio che non sia la stessa su tutto il territorio nazionale, è quello che ti dico fin dall'inizio!

Intanto bisognerebbe misurarlo dove importa che sia misurato, non spalmare la media su tutta l'Italia, poi bisogna tenere presente l'origine di questo inquinante, i composti carboniosi causati dalla combustione degli idrocarburi sono diversi dalla polvere del Sahara, dall'aerosol proveniente dal mare o dai pollini abbondantissimi in primavera.

In ogni caso, si studi pure quanto si voglia studiare sulle percentuali ma è indubbio che l'inquinamento causato dai veicoli incida parecchio anche sulla salute, e se si può farne a meno (adesso si può) tanto vale farlo, stai continuando a discutere sul nulla per difendere l'indifendibile senza neanche avere il coraggio di dirlo esplicitamente

italba

Certo, proprio vero! Infatti continui ad evitare di spiegarlo chiaramente. Il tuo giochino è vecchio e scontato, non imbrogli nessuno con la tua retorichetta infantile, caro il mio "diversamente serio"!

“Se non lo sai spiegare in modo semplice, non l'hai capito abbastanza bene” (Albert Einstein)
Maicol.Mar

Vago? Ti ho ribadito più volte il mio pensiero e tu ammetti di non aver ancora capito di cosa io stia parlando. Still a great job!

Maicol.Mar

Se vuoi che ti risponda a degli assunti devi mettere solo l'assunto e non trarne le tue conseguenze che sono totalmente opinabili senza portare nessuna prova.
Te l'ho già ribadito non so più quante volte e proprio non ce la fai ad arrivarci, e lo dimostri costantemente.

1) il punto uno è un assunto. Andrebbe quantificato cosa intendi con "buona parte" che detto così lascia il tempo che trova: per alcuni inquinanti è addirittura la maggiore fonte, per altri no. Ma sono sostanzialmente concorde.

2) Il punto due è un mix: È vero o no che lo producono in prevalenza dove vive la maggior parte della gente (città) Si questo è vero, il resto è una tua considerazione che va dimostrata. Puo sembrare logico, ma va dimostrato.

3)E' una tua considerazione che io non ho mai contestato me neppure mai accettato poichè tutto va dimostrato. So che questo punto non riesci proprio a capirlo, non ce la fai, va oltre la tua capacità di comprensione. Nel mondo in cui ti sei rifugiato per sentirti migliore non vuoi dimostrare nulla tu, vui che le tue idee siano accettate e basta.
Sto dicendo un'altra cosa, sostenuta dall'articolo che io ti ho linkato (non quello a cui hai fatto riferimento tu!!!) dove si dice che pur diminuendo le emissioni antropiche (ovvero causate dell'uomo: traffico, riscaldamento, industria, agricoltura, ecc...) non c'è una evidenza di un calo lineare con le quantità di inquinanti nell'aria (quelli che respiriamo!).

In base a questo diventa evidente come ci sia ancora qualcosa da comprendere poichè questo aspetto vuol dire che anche togliendo l'inquinamento veicolare da termiche (che è un tassello dell'inquinamento ambientale, non piccolo ma neppure il più grande) non vi è alcuna certezza su ciò che si potrà raggiungere (inteso come qualità dell'aria) e quindi sull'impatto che questa mossa avrà per la salute umana.
Oltretutto parliamo di PM2.5 pericoloso sia per la sua dimensione che per la sua composizione, altro aspetto che va tenuto in considerazione per raggiungere il risultato di non peggiorare l'aspettativa di vita causata dall'inquinamento atmosferico (aspettativa di vita trovo sia un parametro più corretto che numeri di morti).

Chissà se lo capirai mai questo concetto, che non è così semplice ma che ti ho spiegato già troppe volte e che non hai ancora minimamente compreso continuando a sostenere tesi basate ad ora solo sulla tua logica. Fossi un ricercatore in campo ambientale, anche anche, ma in realtà ti occupi di...?

Ti faccio ad esempio provare a riflettere sull'inquinamento prodotto dal riscaldamento che (vediamo se sei daccordo):
1) percentualmente riguardo al PM è pure superiore a quanto emesso dai veicoli termici
2) le emissioni hanno luogo principalmente nella stessa zona dei veicoli termici
3) in estate i riscaldamenti sono spenti
Quindi la logica porta a pensare che siccome in estate il PM dovuto al riscaldamento viene pressochè azzerato il PM totale ha un brusco abbassamento (devo chiarirti perchè fraintenderai: in inverno tendenzialmente sono più alte, ma non proporzionalmente alle emissioni, questo appunto porta appunto a riflettere su quanto incida la rimozione del traffico di vetture termiche e non se incida)?
Purtroppo no. Perchè non vi è una chiara e netta diminuzione quando si va pressochè ad azzerare la maggior fonte di questo particolare inquinante per circa 6 mesi di tempo?!?

Vuoi approfondire (ma non credo lo farai, sei troppo convinto di vivere nel mondo in cui tu sai tutto ed hai ragione su tutto e i link che ti fornisco io non alimentano il tuo bias) leggi qui https://www.saperescienza.it/l-inquinamento-atmosferico-uccide-solo-d-inverno da dove estraggo questo:
Il confinamento della scorsa primavera imposto dalla pandemia di Covid-19 è stato un involontario esperimento di riduzione delle emissioni: ha mostrato come, anche in presenza di una forte riduzione del traffico e dell’attività industriale, le concentrazioni atmosferiche sono diminuite ma non coerentemente sul territorio nazionale e non per tutti gli inquinanti come ci si sarebbe potuto attendere. È il segno della complessità di tali fenomeni che, per essere governati, richiedono azioni suggerite da ragioni scientifiche, che devono essere attuate su scala ampia e con provvedimenti sincroni.

Tutti dicono che è argomento complesso, ma invece qui su HD Blog c'è un fenomeno che sa già come fare a salvare le vite umane... Un fenomeno che è pure arrogante ed offensivo!

italba

Infatti tu hai solo cianciato che "l'auto è solo un tassello" citando a sproposito l'Agenzia Europea dell'Ambiente per affermare che "non c'è correlazione lineare", ignorando fino a sfondare il muro del ridìc0l0 che le auto inquinano proprio dove la gente respira... Bell'esempio di ipocrisia, complimenti!
Allora vediamo se è vero che sono io che inseguo gli unicorni o non sei tu il principe degli ipocriti, ti propongo tre domande secche:
1) È vero o no che i veicoli endotermici producono una buona percentuale dell'inquinamento?
2) È vero o no che lo producono in prevalenza dove vive la maggior parte della gente (città) e che quindi il loro inquinamento viene respirato più di altre fonti molto lontane?
3) Di conseguenza non è forse vero che l'inquinamento causato dai veicoli endotermici causa più malati e più morti delle altre fonti?
Si o no, e se no perché, grazie

italba

Guarda che cercare di mettere in difficoltà il tuo interlocutore accusandolo di non capire e restando volutamente nel vago sul cosa non avrebbe capito è un trucchetto che ormai conoscono anche alle elementari, non incanti nessuno... Cosa ci fai ancora qui, non ti avevo mandato in India?

Maicol.Mar

CVD
Non sono io un guru... Sei tu quello che non capisce.
Non avevo dubbi lo dimostrassi ancora.

Maicol.Mar

Posta quello che ho detto a riguardo. Ci fai la figura del pistola se non trovi nulla in cui io abbia detto che le vetture termiche non contribuscono all'inquinamento dei centri abitati.
Invece sei ancora e sempre tu a voler scrivere quale sia il mio pensiero a tal proposito. Eppure l'ho espresso più volte. Ma evidentemente ti piacciono gli unicorni che cavalcano sugli arcobaleni del tuo mondo immaginario...
Pistola...

italba

Oh no,
grande Guru, perdonami se ti ho offeso, non privami della tua
incommensurabile saggezza a proposito dei concetti trascendentali che eri solito concedermi!

P.s. Ma vai a fare il Guru, va...

italba

Va bene, come vuoi tu, niente "secondo te".
Tu allora hai sempre detto che la gran parte della responsabilità dell'inquinamento (quello che si respira) è dei veicoli a combustione interna, vero?

Maicol.Mar
La realtà è che nei centri abitati più trafficati la qualità dell'aria è peggiore, e la responsabilità di ciò è evidente che sia in gran parte da attribuirsi ai veicoli con motore a pistoni.

Sei d'accordo o no? E devi essere d'accordo per forza, visto che tu "non hai mai detto" il contrario, secondo te.

Secondo me?

FARABUTTO PROVA A DIMOSTRARE IL CONTRARIO OPPURE ZITTISCITI.
E ti rendo tutto più facile puoi prendere mie parole ovunque, da ogni articolo del blog.

scommetto che non replicherai a tema su questo argomento

Maicol.Mar

3 volte almeno ho riscritto il link. Ed alla fine hai commentato le mie parole come se le avessi dette a proposito di un link differente tirato in ballo SUCCESSIVAMENTE da te. Sei disonesto e in malafede o semplicemente stup1d0? Lascio decidere a chi leggerà.

E non è assolutamente vero che avevo letto.
Sei un essere triste e si vede anche dal fatto che pure i tuoi indiscutibili errori vuoi poi ribaltarli ad altri.

Inoltre come si vede la polemica la cavalchi continuamente tu: offendendo dal principio, continuando a vivere nel tuo mondo fantastico e totalmente immaginario (infarcito di errori, bugie ed inesattezze) e non considerando neppure che, come ho scritto, ti ho dato atto di non aver eliminato l'errore.

Sei una pessima persona davvero in ogni possibile contesto.

In conclusione non ti spiego più nulla, non perdo tempo ad esprimere concetti ai quali non ti riesci neppure ad avvicinare. Microcefalo!

italba

Tu hai risposto MOLTO DOPO, razza di "diversamente serio", ancora si vede l'ora di differenza tra il mio messaggio ed il tuo!

Come da antica abitudine (sbagliata) io prima salvo e poi rileggo, e quando rileggo alle volte mi vengono dei dubbi e controllo. Ebbene sì, in mezzo alle enormi spataffiate che hai postato c'era pure un link, ne ho preso atto ed ho corretto il mio post dopo pochi minuti lasciando evidente la correzione, finita lì tranne per gli infanti in malafede che ci vogliono montare su una polemichetta da terza elementare.
Io non parlo della prima o della quarta pagina come se ci potessero essere differenze tra i concetti che esprimono a seconda della pagina dove sono scritti, io parlo della REALTÀ, evidente per tutti tranne che per gli ipocriti in malafede o i "diversamente intelligenti": La realtà è che nei centri abitati più trafficati la qualità dell'aria è peggiore, e la responsabilità di ciò è evidente che sia in gran parte da attribuirsi ai veicoli con motore a pistoni.

Sei d'accordo o no? E devi essere d'accordo per forza, visto che tu "non hai mai detto" il contrario, secondo te. Quindi,

in conclusione, che ##### vuoi? Di cosa stai parlando? Ne hai una sia pur pallida idea, almeno?

Maicol.Mar

Punto primo: tu hai sbagliato e io ho risposto prima che tu correggessi. Questa è la realtà. Io non ho e non avrei polemizzato per ciò (come fai tu da buon bimbo capriccioso) se lo avessi fatto presente civilmente. Ma tu non sei un essere civile.
Fine della polemica. O nella tua realtà parallela mi stavi guardando mentre rispondevo al tuo messaggio editato e puoi dimostrare che io sapessi prima di inviare?

Punto secondo: IO PARLO DEL LINK CHE TI HO FORNITO PIU' VOLTE (come dicevo prima evidentemente tu vivi in un mondo parallelo fatto di unicorni e arcobaleni dove Italba è intelligente...) DOVE NON SI PARLA DI INQUINAMENTO MEDIO!!!
Ti avevo appeno suggerito (come già fatto in passato) di leggerlo. Vedo che non lo hai fatto ma continui a replicare su altre informazioni relative ad un link differente, ma della stessa fonte, con notizie differenti. E commenti le mie parole a proposito di altro in funzione di quello?!? Davvero ci fai o ci sei?

Punto terzo: continui a replicare totalmente fuori contesto rispetto ai concetti che ho espresso. Ti ho appunto sfidato a dimostrare una cosa precedentemente che tu hai ignorato. Vuoi provarci o ammetti di aver perso la sfida?
Te lo riscrivo: NON HAI ANCORA CAPITO UN FICO SECCO DI QUELLO CHE STO INDICANDO IO, e basterebbe leggere il primo mio post per arrivarci. Ma come già detto non ho intenzione di ripeterti nulla a proposito dei concetti espressi perchè è inutile. O non capisci proprio o fai il finto tonto (cosa che ti riesce benissimo ad onor del vero).

italba

Io ho corretto subito dopo aver postato, razza di "diversamente serio" nonché assolutamente disonesto, tu hai risposto tre quarti d'ora dopo!
L'Agenzia Europea per l'Ambiente si riferisce ai dati medi annui?
SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIÌÌÌÌÌÌÌÌÌÌÌÌÌÌÌÌÌÌÌÌÌÌÌÌ!!!!!!!!!!!
https://uploads.disquscdn.c...

Adesso vediamo se sai fare 1+1: Se le città sono i posti più inquinati e se adesso gli impianti di riscaldamento sono spenti, da dove viene l'inquinamento? Dai McDonald o dalle cucine dei ristoranti cinesi, forse?

Maicol.Mar

Ipocrita?
Ma tu correggi dopo che io ho letto e sto replicando... Dovrei fare un aggiorna pagina ogni volta prima di risponderti per vedere se editi i tuoi errori?
Tu sei fuori come un balcone, come sempre ti crei la tua realtà parallela ed invece di scusarti di un tuo errore provi a rigirare la frittata...
Certo che ti do atto che hai editato lasciando evidenziato l'errore, mica sono un falso io, capita a tutti un errore e bastava dirlo senza volermi affibbiare a causa di tuoi errori dell'ipocrita.

E precisiamo: anche il link è messo più volte, guarda gli screenshoot (se hai editato anche quell'errore poi ne riparliamo dopo!)

DATI MEDI ANNUI?!? NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!
Vacca zozza ma leggitelo quel cavolo di link (o di quote come preferisci!)
Vuoi sembrare sveglio? Dopo 5 o 6 volte che ti ripeto la stessa cosa da 5 giorni ancora non l'hai letta?!?!? Ma sulla base di cosa parliamo allora?
L'impressione è che stiamo parlando io sulla base di quello che penso, indico e che tu mi replichi.
Tu sulla base del tuo mondo immaginario dove sei un genio, chiunque non te ne da atto non sa nulla e quindi hai per forza ragione...

Comunque;
- Sì le città sono più inquinate di altre realtà come indichi (trovi un posto dove ho detto cose differenti? TI SFIDO a portare uno screenshoot dove lo dico)
- Sì, gli abitanti italiani vivono per circa l'80% in zone urbane.

italba

Guarda che "mai linkato" l'ho già cancellato io, razza di ipocrita, e ci ho anche lasciato la scritta "edit" perché non sono un disonesto come te. Tu in effetti hai messo UN link, tutti gli altri si chiamano "quote", relativo all'introduzione di quell'articolo, senza minimamente approfondire la questione. Allora, falla finita con la polemichetta infantile ed entra nel merito: Si tratta di dati medi annui di inquinamento o no? Le grandi città sono molto più inquinate delle ridenti località montane o sul mare o no? La maggior parte degli abitanti d'Italia abita e respira nelle città o no?

Maicol.Mar

Mai linkato? Ma non ti stanchi mai di dire delle menzogne? Davvero non te ne vergogni?
1) https://uploads.disquscdn.c...
2) https://uploads.disquscdn.c...
3) https://uploads.disquscdn.c...
4) https://uploads.disquscdn.c...
5) https://uploads.disquscdn.c...

Ed è un link differente rispetto a quello che hai appena postato...
Per la serie: come confermare che non si è in grado di capire ciò che viene detto dall'interlocutore e che ci si inventa una finta realtà dove ci si eleva a sommo conoscitore dello scibile umano ma poi....

Io te l'ho già detto più volte tu legggi quello che vorresti io scrivessi per poter aver ragione. Ma dovresti leggere invece quello che ho scritto per davvero. l'80% delle cose che replichi alle mie parole non hanno attinenza con quello che ho scritto io...

P.s. certo te l'ho indicato sia in questa conversazione che in una più sopra andata avanti in parallelo. MA C'E' IN ENTRAMBI LINK E QUOTE!!

italba

Ah non è la media? E quali dati hai riportato, quelli del peggior inquinamento mai registrato nell'ora di punta sulla circonvallazione interna di Milano in inverno quando non c'è vento e non piove da due settimane? Spiega, spiega, vediamo fino a che punto riesci a farti ridere dietro...

Per tua informazione la mappa della qualità dell'aria dell'Agenzia Europea per l'Ambiente, che tu hai citato svariate volte a proposito ma MAI linkato, riporta che il maggior inquinamento si verifica nelle grandi città (ma va!) e riporta i dati come

annual mean concentration

fatti spiegare dalla tua insegnante di sostegno cosa vuol dire...

https://www.eea.europa.eu/themes/air/urban-air-quality/european-city-air-quality-viewer

Complimenti per l'ennesima, grandissima, incommensurabile figura di m###a che hai fatto e grazie per tutte le risate che mi fai fare, salutami il tuo Q.I. da prefisso telefonico

Maicol.Mar

Davvero?
Ma come solito tuo ti inventi di sana pianta che si parli di "qualità media dell'inquinamento" (lo scrivi pure in maiuscolo per evidenziare una cosa che non è vera).
Non l'ho scritto io, non lo ha scritto l'Agenzia Europea dell'Ambiente. Lo ha detto solo Italba e basta, e su questo dice che ha ragione... Travisare la realtà per aver ragione trovo sia alquanto imbarazzante come comportamento.
E' innegabile che in quell'articolo la parola MEDIA non compaia affatto, in nessun punto!! TE LO SEI INVENTATO!!!

E' inutile parlare con te. Tu ti inventi la tua finta realtà per poter darti ragione. Te l'ho già detto e lo dimostri ancora un'ulteriore volta.

Non sei davvero in grado di sostenere un discorso tra persone adulte poichè non riesci o non vuoi capire quanto ti viene detto.
Mi resta solo il dubbio se è perchè disponi di un Q.I. a singola cifra o se è la tua necessità di aver ragione a tutti i costi a farti intendere cose differenti da quanto è inequivocabilmente scritto.
Onestamente propendo per la seconda, se avessi creduto la prima avrei troncato conversazioni con te molto tempo prima.
Vedi di rendertene conto e crescere che farebbe bene solo a te.

italba

Sbagliato, qui l'unico infantile, disonesto, ipocrita ed in malafede sei tu, razza di "diversamente serio". Quello che scrive L'agenzia è esattissimo ma, probabilmente non ti basta il cervello per capirlo, la qualità MEDIA dell'inquinamento non è una misura adeguata a prevedere quali danni saranno causati. Se ad esempio l'Italia fosse tutta un giardino senza alcun inquinamento di nessun tipo tranne che in una unica grande città dove fossero concentrate tutte le fonti inquinanti (e più o meno è così) allora IN MEDIA la qualità dell'aria in tutta Italia sarebbe accettabile, ma nella città inquinata ci sarebbe una strage. Non so più come spiegartelo, ormai anche un mulo lo avrebbe capito, se proprio non ci arrivi fattelo spiegare dalla tua insegnante di sostegno e vattene dove meriti di essere mandato

Maicol.Mar

Scrivi all'Agenzia Europea dell'Ambiente che sono infantili, disonesti ipocriti ed in malafede, metti in copia conoscenza anche qualche giornalista, si sa mai che vai in TV con tutte le competenze di cui disponi ci staresti bene anche te in un talk pomeridiano a sfancularti con uno sgarbi qualunque.

Il punto è che davvero non riesci a cogliere un bel nulla di quello che ti viene detto e quello che sta scritto, quindi continui a controbattere ad affermazioni che non sono quelle indicate nè da me nè dai link forniti.
E' inutile tornare a spiegartelo, resta pur convinto della tua visione e continua a vivere nel tuo brodo di mediocrità spocchiosa.
P.s. sono certo dirai che mi hai smontato e non so come replicare. Tranquillo che è proprio così. Ora però bevi un bel bicchiere di acqua fresca e resta in casa almeno fino alle 16 ;-)

italba

Ma sul serio stai dicendo che se qualcuno ti scoreggia sotto il naso è un po' diverso rispetto ad uno che lo fa dall'altra parte del mondo? Davvero per te non è ovvio? Ed hai pure il coraggio di chiedere il "pezzo di carta", i link ed i riscontri?

Sei veramente il massimo dell'ipocrisia, della disonestà intellettuale, della malafede e dell'infantilismo, nessuno può onestamente affermare quello che stai dicendo, neanche avesse meno di mezzo cervello. Avevo capito che tu avessi dei seri problemi, ma non fino a questo punto!
Comunque voglio venirti dietro anche in questa infantile richiesta, ti basta andare a consultare una qualunque mappa della qualità dell'aria, ad esempio questa https://www.arpalombardia.it/Pages/Aria/Qualita-aria.aspx?mappa=em
per verificare che in città la qualità dell'aria è molto peggiore di quella delle altre zone: Per prevenirti una ulteriore figura di m###a ti avverto che in questo periodo gli impianti di riscaldamento sono spenti... Sarà forse colpa dei ristoranti cinesi e delle friggitrici di Mc Donald?
Poi, ma guarda caso, lungo le autostrade la qualità dell'aria è peggiore che in aperta campagna, deve essere colpa degli autogrill...

Non ci vuole un grande cervello per capire che la qualità dell'aria che importa è quella che si respira, non quella media di tutta Italia isole e cime alpine comprese che continui a spammare a sproposito.

Tu hai cominciato a cianciare di "biocarburanti" per primo quattro giorni fa, io che già avevo capito che tu non avessi idea di cosa stavi parlando ti ho risposto mettendolo tra virgolette, e poi citandoti il Brasile dove per davvero fanno e si adoperano i biocarburanti.

Il metano ed il metanolo da usare nelle fuel cell sono una soluzione temporanea ma molto pratica ed economica, che consentirebbe comunque una buona riduzione degli inquinanti, CO2 compresa. Per avere una economia energetica basata unicamente sull'idrogeno bisognerà aspettare le centrali nucleari a fusione, ed anche in quel caso nessuno sarebbe tanto sc### da adoperare quell'idrogeno per assemblare carburanti da adoperare nei motori a pistoni, sarebbe uno spreco colossale.

P.s. Vacci tu all'ombra, anzi vatti proprio a nascondere

Maicol.Mar

Continui ad esprimere le tue impressioni, raccontando di come sono logiche nel tuo cervello le modalità di diffusione degli inquinanti, ripeterla, ribadirla, indicarla nuovamente e poi ancora replicarla.
Peccato che resta solo e sempre la tua idea supportata ancora solo dalle tue parole.

A differenza mia, che qualche considerazione non in linea con quello che vai ripetendo tu e presa da fonti istituzionali, l'ho postata.

E poi fai anche il saputello che: "è talmente ovvio..." esatto è talmente ovvio che non linki nulla a supporto di questa tesi.

No, Italba, se l'Agenzia Europea dell'Ambiente dice una cosa che non conferma le tue impressioni, tanto ovvio non lo è.
E' invece ovvio che tu non sia in grado di capire questa considerazione che ti ho ribadito più volte, linkato più volte e scritto più volte.
E' inutile che vuoi confutarla dall'alto del tuo piedistallo di carta velina senza apportare nulla più che solo ed esclusivamente la tua visione.

Te lo torno ancora a scrivere quello che dice l'Agenzia Europea dell'Ambiente (fonte: https://www.eea.europa.eu/it/themes/air/intro):
La qualità dell’aria dell’Europa non è sempre migliorata in linea con la diminuzione complessiva delle emissioni antropiche (causate dall’uomo) d’inquinanti atmosferici. Le ragioni sono complesse:
- non vi è sempre una chiara relazione lineare tra un decremento delle emissioni e le concentrazioni di inquinanti
atmosferici rilevate nell’aria;
- si rileva un contributo crescente del trasporto di inquinanti atmosferici a lunga distanza verso l’Europa da altri paesi
nell’emisfero settentrionale.
Sono quindi ancora necessari sforzi mirati a ridurre le emissioni per proteggere ulteriormente la salute umana e l’ambiente in Europa.

Mi raccomanto: ora ripeti che la macchina col tubo di scappamento inficcato nel naso fa crepare...

Per la cronaca: CERTO CHE IO IGNORO TUTTO QUELLO CHE DICI SENZA UN RISCONTRO UFFICIALE: TU VALI ZERO PER ME, VORRESTI CHE TI CREDESSI SULLA FIDUCIA? MA SEI DAVVERO COSI' INGENUO DA PENSARE UNA COSA DEL GENERE?.
Rasenta il ridicolo questa tua convinzione... Ti ho fatto molto più sveglio di quello che non ti dimostri in realtà. E credimi, te lo dico perchè forse non sei arrivato a capire neppure ciò: pensavo fossi tutt'altro che una persona sveglia.

E-fuel/biofuel: Mi dici che io ho tirato fuori il biofuel e quando dimostro che sei tu ad aver usato per primo il termine biofuel (sbagliando tu per primo quindi, come indichi nel post a cui sto replicando) continui a dire che sono io che blatero a caso... Casomai il mio errore è dare corda a certe farneticazioni di certi utenti... Ma sai io mica mi considero perfetto, qualche errore lo faccio sicuro.
Comunque mangia più frutta, bevi tanta acqua e non uscire nelle ore più calde della giornata. E magari usa anche un cappello. Il solleone ti fa male.

Se vuoi metanolo a impatto CO2 zero usi l'idrogeno, sennò non è a impatto zero. Non ci arrivi lo capisco (sarà sempre il caldo?).
Ma tanto i problemi dell'inquinamento (si la CO2 inquina la terra, non avvelena l'uomo ma inquina il pianeta) si tirano fuori solo quando fa comodo e spariscono quando è utile.

italba

Il "punto del disquisire" è talmente ovvio che non pensavo potesse esistere qualcuno non in grado di capirlo. Esiste una cosa che si chiama diluizione, funziona così: Se tu metti una goccia di veleno un una cisterna intera l'acqua della cisterna la potrai tranquillamente bere, se metti la stessa goccia in un bicchiere d'acqua e te lo bevi ci resti secco, direi che persino gli studenti della prima elementare ci arrivano.

Quindi gli inquinanti emessi dagli scarichi delle auto che passano letteralmente sotto il tuo naso hanno un effetto ben maggiore (forse l'hanno già avuto sul tuo cervello) di quelli emessi da una nave in mezzo all'oceano, cosa ci sarebbe ancora da discutere?
"Eliminazione del traffico = sparizione degli inquinanti nell'area urbana" l'avrà detto il tuo amico immaginario, io ho sempre parlato di riduzione. La capisci la differenza?
Tu continui ad ignorare quanto ti ho detto svariate volte, l'inquinamento che conta è quello che respiri, non quello che viene emesso chissà dove. Inutile che tu continui col tuo delirio circa le navi a metano, non ha nessuna rilevanza per la salute ed inoltre è comunque un gran bel passo avanti rispetto al "bunker oil" che si adopera oggi, fine della discussione.
Sei tu che ti devi decidere, continui a blaterare di "biofuel" e non sai nemmeno cosa sia. Quello che hai descritto finora è l'e-fuel, semmai.
Guarda che nel caso dei veicoli elettrici il camino non c'è più, GENIO, c'è semmai un impianto di riscaldamento a pompa di calore alimentato da energia elettrica per il 40% prodotta da fonti rinnovabili. Grazie delle risate!
Il metanolo si può produrre in molti modi, dal metano, dal carbone, da residui vegetali o anche da CO2 più idrogeno, il vantaggio è che (in prospettiva) potrà generare energia ad alto rendimento con le fuel cell, anziché essere bruciato nei cilindri dei motori termici con la tecnologia di 200 anni fa.
Il problema non è che io intendevo l'aspetto errato, è che tu non hai proprio idea di cosa stai dicendo

Maicol.Mar
I motori diesel delle navi inquinano in alto mare, non si possono paragonare all'automobile che emette le sue schifezze sotto il tuo naso. Ormai te l'ho detto tante di quelle volte che neanche le conto più, devi avere dei serissimi problemi di comprensione del testo.


Mi viene da piangere... continuai ad accusarmi delle tue turbe mantali.
Non hai ancora capito che questo è un punto del disquisire?
Come IO ti ho più volte ripetuto non pare esserci quella correlazione, che tu indichi ma di cui non mi pare tu abbia riportato fonti a supporto, di eliminazione del traffico = sparizione degli inquinanti nell'area urbana.
Non lo vuoi accettare? Ok, ma se ripeti questo per tentare di indicarmi come una persona che non capisce quello che gli viene detto ti stai comportando da... come posso dire se non uno che non riesce a comprendere lo scritto?.

Vaicoli a metano... Ma l'hai letta la mia risposta?
Vabbè facciamo così: mi indichi le differenze sulle emissioni di gas inquinanti (tutti i gas inquinanti cortesemente) tra una nave con motori Diesel ed una di pari stazza e pari potenza, alimentata con GPL, una con motori a benzina, una EV pura ed una con motori alimentati a metano?
Perchè il motivo del mio indicare questa comparazione prendendo veicoli su ruota è proprio il fatto che queste comparazioni esistano. E tendo a pensare che un motore non cambi granchè le sue emissioni se viene montato su una vettura a quattro ruote o su una con chiglia e timone. Sulle navi non ne ho trovate, ma ribadire un concetto espresso precedentemente e al quale avevo appena ribadito senza tener conto della risposta non depone a favore della tua integrità mentale.
Hai per caso dei problemi di concentrazione oggi?

Biofuel o e-fuel? DECIDITI. Visto che accusi me di imprecisioni... almeno un mea culpa me lo aspetterei da una persona intellettualmente onesta: https://uploads.disquscdn.c...
Ripeto: sei certo di stare bene oggi? Magari il caldo ti da un po' alla testa.

Se usare idrogeno per creare un "fuel" è insensato allora anche il metanolo perde di validità in questo aspetto.
O almeno ci dovremo rassegnare ad avere un impatto CO2 negativo (produzione maggiore del riassorbimento) e quindi verrebbe da chiedersi a che pro fare una transizione ecologica che mira all'impatto zero...

CO2: vero, l'ho tirata in ballo io.
E vero ancora: non è un gas inquinante ma è un gas serra, un climalternate.
Siccome è quindi il responsabile principale del surriscaldamento globale e siccome comunque la transizione energetica e quella verso la mobilità elettrica ha avuto una improvvisa e importante accelerazione sulla spinta di questa problematica (e non dei morti per inquinamento), mi pare essere un argomento complementare al discorso affrontato.

Problema rendimento energetico: ripropongo la domanda che già ti feci e che già ignorasti:
Stiamo parlando di inquinamento ambientale o di convenienze energetiche?
Se per scaldare casa bruciassi la legna nel camino che farebbe ammalare la tua famiglia mentre se bruciassi i mobili non vi ammalerereste tu cosa butteresti nel camino che riscalda la tua casa?

P.s. se non dico specificatamente qualunque cosa, tu mi dirai che io intendevo l'aspetto errato e per fortuna che lo chiarisci tu a proposito di qualunque argomento dello scibile umano? Così, solo per curiosità e giusto per capire per il futuro cosa aspettarmi...

P.p.s. prima di replicare mangia un po' di frutta e bevi molta acqua che oggi il sole batte forte ;-)

italba

Dipende dal tipo di nave, comunque non durano in eterno:

In media una nave mercantile ha una vita media utile di trent’anni, prima di essere rottamata. I dati del rapporto 2016 della ONG “Shipbreaking platform” ci rivelano così che ogni anno circa mille navi raggiungono la fine del loro ciclo di vita e vengono smantellate per recuperare l’acciaio e altri materiali.

Fonte:
https://www.ammiragliogiuseppedegiorgi.it/mc/507/il-business-della-demolizione-navale-tra-sfruttamento-e-nuove-opportunita

Maicol.Mar

Ma davvero dopo 20 o 30 anni di servizio vengono rottamate?

Io non lo so e non so da che fonte hai preso questa info ma leggendo qui: https://www.themeditelegraph.com/it/shipping/shipowners/2016/01/12/news/petroliere-le-vecchie-navi-aumentano-di-valore-1.38164132
pare strano pensare che armatori spendano circa 28 milioni di dollari per una VLCC di 18 anni, che avrebbe "solo" altri 12 anni di lavoro utile.

So che esistono limiti per le petroliere monoscafo o navi da crociera con oltre 70 anni di servizio sulle spalle. Ma non so da dove hai preso i dati forniti.

Maicol.Mar

Ma davvero scrivi ciò?
Cioè tu non comprendi nulla di quanto scrivo e mi accusi delle tue lacune?

Ho scritto: "C'è una strada che potrebbe portare a non inquinare, o meglio avere un impatto CO2 zero, su altre emissioni inquinanti tutti i combustibili che io sappa ne rilasciano, ed una che permette di ridurre l'emissione di CO2 (sugli altri inquinanti dati non pervenuti) che tu consideri "molto meno inquinante"."
Dove avrei anche solo sottointeso che la CO2 causi malattie polmonari?
Dimostri di travisare le mie parole per alimentare il tuo bias cognitivo!!

Dove ho detto che tu avresti proposto metano per le vetture? Ho indicato un paragone a dimostrazione che a parità di motorizzazione le emissioni di CO2 non cambiano.
Trovi che su un motore di una nave si otterrebbero risultati differenti? Motivalo, ma non dare ancora l'impressione di non arrivare a comprendere semplici e banali concetti. Perchè ogni singola volta in cui non sto formalmente a chiarire ogni vorgola di un percorso logico tu cechi appigli per denigrare fraintendendo il senso di quanto detto? Sempre per alimentare quel bias?

Oltretutto sei tu quello molto impreciso che racchiude tutto sotto "inquinamento ambientale" mentre io invece cerco proprio di essere preciso e ognivolta cerco di indicare a quale inquinante mi sto riferendo!!

Il biofuel è energivoro? Ma tu non eri quello che prima parlava del metanolo?
A proposito del metanolo e della possibilità di avere un impatto CO2 zero, ENI riferisce che: "In prospettiva, inoltre, guardiamo con interesse alla possibilità di ottenerlo direttamente dall’idrogenazione della CO2, un processo con un alto costo energetico che però può essere soddisfatto da energie rinnovabili.
...
La sfida è ottenere metanolo direttamente dalla riduzione della CO2 con idrogeno generato dall’elettrolisi dell’acqua tramite energia rinnovabile, dando origine a un ciclo produttivo neutro dal punto di vista dell’impatto carbonico."
Fonte: https://www.eni.com/it-IT/attivita/metanolo.html

Sempre quel maledetto idrogeno... quello che a seconda di certi giudizi rende inutili certi carburanti ma pare possa andare bene per altri...
Manifesto propagandisco poichè vi è un consumo spaventoso di energia elettrica dici... Complimenti per l'incoerenza!

Maicol.Mar

Dove ho parlato di numero di particelle o del loro peso?
Cosa centri ciò lo sai solo te visto che butti cose in un pentolone con che scopo? confondere le idee? O chirisci o tralascia, questo metodo di dialogo buttando considerazioni che gettano dubbi senza indicarne il motivo non è da persone adulte.
Dire che non considero le emissione indirette è una sciocca frase detta a sproposito come a delegittimare un discorso. Non ho considerato neppure la composizione del PM che è molto indicativa dei danni che vengono fatti, ci sono tantissimi fattori da considerare.

Invece pari essere tu a non voler considerare nulla che sia differenta dall'ideologia: togliamo le vetture a pistoni e l'aria sarà molto pulita e salveremo milioni di morti.
Dicendo frasi come questa (è una citazione tua): "il traffico veicolare causa un certo numero di malattie all'apparato respiratorio che si potrebbero facilmente evitare, se passassimo alla trazione elettrica. Se queste malattie e queste morti si possono evitare allora si devono evitare, non importa se a te piace tanto il brum-brumm."
senza numeri con concetti sì assolutamente condivisibilei se ragioniamo di pancia.
Ma poi deve essere tutto dimostrato
Qui tu avevi considerato che il traffico veicolare non causa malattie ma inquinamento? Avevi considerato che ciò che è più impattante sulla salute umana è il PM2.5? Avevi considerato che le EV producono all'incirca lo stesso PM2,5 diretto dovuto a consumo di freni, pneumatici ed asfalto e che in egual misura vengono rilasciati sotto la tua finestra?
Fai dei discorsi spesso basati sul nulla (o meglio sulle tue convinzioni) e poi vieni a fare le punte ai chiodi a me quando cerco costantemente di motivare i numeri e i dati che fornisco in modo riscontrabile?

Ma siccome hai troppo orgoglio anche solo per ragionare andiamo per piccoli assunti, dimmi su quali non sei daccordo:
1) l'inquinamento atmosferico è composto da diversi inquinanti.
2) il PM2.5 è uno dei componenti dell'inquinamento atmosferico.
3) il PM2.5 è il maggior responsabile di danni all'apparato respiratorio umano e di decessi.
4) la causa maggiore di emissione DIRETTA di PM2.5 è il riscaldamento.
5) cause indirette di emissione di PM sono: gli ossidi di azoto (NOx), il biossido di zolfo (SO2), l’ammoniaca (NH3) ed i Composti Organici Volatili (COV), per formare solfati, nitrati e sali di ammonio. Inoltre, tra i costituenti delle polveri rientrano composti quali idrocarburi policiclici aromatici (IPA) e metalli pesanti.

Quindi vuoi essere preciso? Allora indica tu quale percentuale del totale di PM2,5 è da considerarsi proveniente da emissione diretta e quale da indiretta.
Fatto ciò, siccome Italba vuole la precisione, mi aspetto che mi andrai a scomporre i dati di produzione della PM2.5 indiretta a seconda della sua provenienza: NOx, SO2, NH3, IPA, COV, ecc ecc...
Con questi dati in mano, se essi dimostreranno che la provenienza di PM2.5 indiretta è decisamente importante e che la maggior parte di quella indiretta viene prodotta da inquinanti rilasciati prevalentemente dal traffico veicolare, ALLORA ti darò ragione.

Per finire mi tocca ribadirti PER L'ENNESIMA VOLTA il semplice concetto che: quanto sto indicando non vuol dire che non sia corretto intervenire su tutto ciò che inquina anche in modo importante come il traffico veicolare, cosa che io sostengo e che ti ho ribadito più volte.
Quindi piantala di dire questa menzogna (che io sosterrei :"che i veicoli sono innocenti e che bisogna fare "benaltro"?") cosa che fa di te un bugiardo. Oppure motivala portando una mia citazione dove indicherei l'assurdità che hai appena detto. E' una cosa che ti ho già ripetuto più volte. Per ora stai ogettivamente confermando il fatto che sei tu quello inabile a comprendere ciò che viene indicato in uno scritto ed oltretutto utilizzando menzogne per tentare scioccamente di denigrare le parole altrui!

italba

Stai confondendo speciosamente la CO2 con gli inquinanti, sono due problematiche assolutamente diverse: La CO2 non provoca malattie polmonari né cancro.
Non ho mai parlato di metano per i veicoli terrestri, per le navi invece potrebbe essere una buona soluzione (lo è già), almeno temporanea.
L'approvvigionamento delle navi con metano liquido non è un problema, il metano si trasporta già in forma liquida con le navi, e comunque si può liquefare quello distribuito via gasdotto: Le modifiche per le navi sarebbero l'installazione di serbatoi criogenici, non un grande problema, motori diesel in grado di funzionare a metano già ce ne sono. La "emissione di CO2 pari a zero" del biofuel si ottiene unicamente sintetizzando CO2 ed idrogeno con un consumo spaventoso di energia elettrica, è buona solamente come manifesto propagandistico di chi vorrebbe continuare a spacciare i motori a pistoni per alternativa possibilmente ecologica

P.s. Il metanolo non è un gas, è un alcool

Maicol.Mar

Ma che ipocrisia o incapacità... Stai arrivando al punto di contraddire il punto iniziale di tutto il discorso: l'inquinamento e la necessità di abbassarlo per salvere direttamente vite ed evitare di danneggiare ulteriormente il pianeta Terra.

C'è una strada che potrebbe portare a non inquinare, o meglio avere un impatto CO2 zero, su altre emissioni inquinanti tutti i combustibili che io sappa ne rilasciano, ed una che permette di ridurre l'emissione di CO2 (sugli altri inquinantei dati non pervenuti) che tu consideri "molto meno inquinante".
Certo paragonata al bunker oil per certi aspetti è corretto, ma se lo paragoniamo ad un biocombustibile non è vero in modo certo quel "molto meno inquinante".
E siccome il punto focale del discorso è eliminare l'inquinamento che causa morti, trovo paradossale che pur di non ammettere che sia cosa corretta valutare e fare ricerca anche su alternative già valide ma migliorabili per ottenere risultati importanti, tu sia dell'ipotesi che basta inquinare meno di quello che inquiniamo oggi tramite le tecnologie che tu consideri giuste eliminando la ricerca di quelle che tu consideri sbagliate.

Inoltre, la cosa buffa è che (almeno per quanto riguarda paragoni tra mezzi con ruote) i motori a metano paioni per certi aspetti inquinare come gli omologhi Diesel https://www.sicurauto.it/news/attualita-e-curiosita/auto-a-metano-inquinano-piu-di-diesel-e-benzina-il-test-su-19-veicoli/
Cosa ribadita anche da siti che immagino tu possa considerare più attendibili o comunque maggiormente in linea con il tuo pensiero: https://insideevs.it/news/515626/emissioni-auto-life-cycle-assessment/

Lo step intermedio sarebbe IMHO proprio l'adozione di biocombustibili (ovviamente qualora la loro produzione fosse sostenibile, sia energeticamente parlando che a livello di generazione di inquinanti, ma serve fare ricerca e sperimentazione per dimostrare e raggiungere quel traguardo) poichè non comporterebbe alcuna modifica nè alle navi, nè alla catena di approvvigionamento del carburante.
Immagino che tu sappia bene che eventuali cambiamenti di queste infrastrutture, solo per i loro processi, porterebbero altro inquinamento che in parte si "mangerebbe" il miglioramento portato dalle fuel cell alimentate a combustibili fossili (metano).
Resto concorde invece sullo studio a proposito di metanolo e del suo possibile impiego essendo anch'esso un gas che puo essere rinnovabie ed avere una emissione di CO2 pari a zero, ma anche questo composto non è privo di controindicazioni.

Quindi i conti non sono assolutamente facili come pare tu li voglia rappresentare e puoi dirlo con tutta l'arroganza e la supponenza che vuoi, ma non vi sono dati che dimostrino un importante miglioramente da questo eventuale step intermedio che hai descritto.

italba

Leggere non basta, bisogna anche capire quello che si legge. Ad esempio capire che i dati ARPA sono in peso, e che una particella di PM2.5 pesa molto meno di una PM10, quindi i valori in peso non corrispondono all'effettivo inquinamento. Per questo l'OMS raccomanda un limite di 10 µg/m³ mentre in Italia è ancora a 25. Poi non consideri il particolato secondario, che si forma in atmosfera per aggregazione di composti chimici in atmosfera, e gli ossidi di azoto sono una fonte primaria di aggregazione. In sostanza, hai fatto una dotta dissertazione scopiazzando quanto ti ho segnalato io stesso, senza minimamente capirne il senso: Cosa volevi dimostrare, che i veicoli sono innocenti e che bisogna fare "benaltro"? I veicoli a combustione interna sono una delle principali fonti di inquinamento, su questo non ci possono essere dubbi, e ancora fai finta di non capire che l'inquinamento che generano è localizzato proprio dove vivono e respirano le persone, quindi estremamente più pericoloso di altre fonti quantitativamente più inquinanti

Rick Deckard®

Mah tra estrarre litio e petrolio non è che cambi tanto...

Il Biocarburante va bruciato e non esiste a emissioni 0. Parliamo della pietra filosofale.. inoltre si pensa comunque a bilancia vitali 0, ma poi brucerebbe sotto il naso di qualcuno causandone la morte

Luca Barletta

Non ho cancellato alcun messaggio. Probabilmente c'è qualche bug in disqus o cosa. Non mi nascondo da nessuna parte.

Comunque, che l'inquinamento urbano sia l'unica forma di inquinamento da considerare, lo pensi sempre e solo tu. Non è solo quello che fa ammalare le persone.

Il mio piano B sarebbe quello di finanziare ricerca e sviluppo delle case automobilistiche EUROPEE affinchè portino un'alternativa valida alle batterie. Sia essa rappresentata dai biocarburanti, idrogeno o qualsiasi altra cosa che gli venga in mente al di fuori delle batterie. Questo perchè devono fornire un'alternativa alla dipendenza da altri paesi. Non è arretrarle ma mantenerle in vita.

I motori termici sarebbero affidabili quanto quelli elettrici.

. Vero. Se li consideri entrambi utilizzati correttamente è così. Ripeto che ci sono dimostrazioni tangibili della cosa. Ad esempio le auto d'epoca che ancora circolano (seppur di vecchia generazione). Quindi si, sono affidabili. Poi ci sono le eccezioni e li possiamo parlarne quanto vuoi.

Se "tratti bene l'auto col motore termico" allora puoi ridurre la manutenzione

. Questa frase non è uscita dalla mia bocca. Ho detto che se fai la manutenzione ordinaria i veicoli termici restano affidabili come quando usciti dalla concessionaria (da qui si vede che non ne hai mai avuta una). Se la casa madre ti dice di cambiare olio ogni anno od ogni 20.000 km e tu lo fai dopo due anni perchè non hai percorso i 20.000 km, stai sbagliando il modo di manutenere l'auto. Basta aprire il libretto delle istruzioni per sapere queste informazioni.

Con i biocarburanti si avrebbero emissioni di NOx pari a zero.

non ho detto nemmeno questo. Ho detto che Porsche insieme ad ExxonMobil vorrebbero portare alla luce dei carburanti green.

Il report, se leggessi attentamente, riporta i dati di due auto (una termica ed una elettrica) che compiono lo stesso chilometraggio e considera il costo (in termini di inquinamento) della produzione delle vetture e quello del loro utilizzo. Tra l'altro, uno stralcio dice esattamente ciò che dici tu, ovvero che le emissioni urbane del veicolo termico considerato sono maggiori del suo antagonista elettrico ma dice anche questo

The other considered environmental impacts (acidification, human toxicity, particulate matter, photochemical
ozone formation and resource depletion) result higher for the BEV than the ICEV, primarily due to the major
environmental loads of powertrain construction and manufacturing

Sei tu che capisci ciò che vuoi e modifichi le frasi. Se vai a rileggere i commenti, magari mettici un po più di attenzione. Infine passi all'offesa (dicendomi che devo tornare all'asilo) quando sto argomentando in maniera educata e ti sto riportando comunque dati (ad esempio il link al report dell'Università di Firenze).
Sei maleducato e saccente. Inoltre argomenti con poco.

italba

Visto che hai cancellato il messaggio rispondo qui:

Tu continui a sparare ca####e inenarrabili e poi dici a me che avrei le fette di prosciutto sugli occhi?

Entriamo nel merito:

-Il Litio NON viene dalla Cina, ma soprattutto dal SudAmerica. Ci sono
giacimenti di litio anche in Europa, in repubblica Ceca ed in
Portogallo, in ogni caso non è affatto raro né costoso. Per finire in
una batteria da 100 kWh ci saranno poche decine di kg di Litio, un'auto a
pistoni brucia nella sua vita una decina di tonnellate almeno di
carburante.

- Il tuo "piano B" equivale a dare alle case
automobilistiche lo spazio di NON muoversi, lasciandole libere di
continuare a spacciare la loro tecnologia obsoleta finché non sarà
troppo tardi e verranno spazzate via dalla concorrenza.

-Il fatto che le caldaie per il riscaldamento inquinino non giustifica
il fatto che si possa allegramente continuare ad inquinare anche con i
veicoli, va limitato l'inquinamento dovunque.

- Lo studio che hai riportato fa i conti all'ingrosso sulla media mondiale, quasi completamente ininfluente per quello che riguarda la salute. Per
l'ennesima volta, l'inquinamento dannoso per la salute è l'inquinamento
urbano e locale, non quello che avviene in qualche sperduto deserto
dall'altra parte del mondo!

Alcune delle fake news (alias boiate pazzesche) che hai sparato di recente:
- I motori termici sarebbero affidabili quanto quelli elettrici.
- Con i biocarburanti si avrebbero emissioni di NOx pari a zero.
- L'energia elettrica sarebbe generata da motori diesel.
- Se "tratti bene l'auto col motore termico" allora puoi ridurre la manutenzione.
Ed altre ca####e assortite.

In conclusione mi hai scassato le OO, torna all'asilo se devi "discutere"
in questo modo e vattene un po' dove meriti di essere mandato

Luca Barletta

L'ultima volta che ti rispondo perchè, a quanto pare e dimostri, non sai assolutamente leggere e conosci poco dell'argomento.
Prima di tutto, non ho mai detto che il link che ti ho inviato dimostrasse l'affidabilità delle auto termiche (e mi auto-cito In quanto ai numeri che chiedi, al momento sono riuscito a trovarti questo: link.).
In secondo luogo, il documento da me linkato non ha una dignità inferiore di quello linkato da te. Prima cosa proviene dall'Università di Firenze (e cito
Department of Industrial Engineering, University of Florence, Via di S. Marta 3, Florence 50139, Italy
). In secondo luogo, ci sono i nomi e i cognomi delle persone che lo hanno scritto.
Oltre a tutto questo, se invece di essere ristretto nella tua visione lo avresti quantomeno letto, avresti capito che io non dico che le auto termiche non hanno impatto o che hanno un impatto minore per quanto riguarda l'inquinamento urbano. Anzi il documento da me linkato mette in risalto quello che hai detto anche tu riguardo l'inquinamento urbano (e cito

Results of the impact assessment show that the BEV allows achieving significant impact reduction in terms of
climate change thanks to the absence of exhaust gas emissions during operation

). Il documento però dice anche un'altra verità, che ti piaccia o meno, che quella relativa all'impatto delle batterie sull'ambiente che non è inquinamento urbano ma risulta essere dannoso allo stesso modo o addirittura peggio (e cito

On the other hand, the manufacturing of BEV has a greater load with respect to ICEV, especially for the large use of
metals, chemicals and energy required by specific components of the electric powertrain such as the high-voltage
battery. The other considered environmental impacts (acidification, human toxicity, particulate matter, photochemical
ozone formation and resource depletion) result higher for the BEV than the ICEV, primarily due to the major
environmental loads of powertrain construction and manufacturing.

).
Infine, solo per farti capire quanto sei ristretto, seppure Tavares aprisse un impianto di assemblaggio delle batterie in Europa, le materie per costruire queste ultime (litio e altre materie provenienti da terre rare) arriverebbero comunque dalla Cina e quindi ne saresti dipendente. Non che la Cina sia brutta e cattiva ma, non pensavamo questo nemmeno della Russia. Quindi è sempre meglio avere un piano B e in questo caso è valutare altre tecnologie e dare spazio alle case automobilistiche Europee di muoversi. Anzi bisognerebbe incentivarle a trovare altre soluzioni.
Ciliegina della torta, molti report, durante la pandemia del COVID-19, hanno dimostrato come l'inquinamento urbano provenga anche dalle caldaie ad uso domestico. Questo per farti capire che voi EV Evangelist/Green Washed/GRETINI siete con le fette di prosciutto agli occhi.
Sulle accuse riguardanti le fake news non ti rispondo nemmeno perchè non ne ho citata nemmeno una. Solo perchè un documento non va con il tuo ragionamento, non vuol dire che sia una fake news.
Detto questo sei diventato noioso e ripetitivo in quanto ti devo rispondere sempre alle stesse cose. Ti lascio alle tue sbagliate convinzioni.

Luca Barletta

Non so dove tu abbia cercato, dato che attualmente c'è veramente poco in vendita attualmente a causa del fatto che sono stati svuotati i parchi di auto usate.
L'inquinamento urbano non è l'unico inquinamento che conta. Se c'è qualcosa di più tossico (l'estrazione del litio), per quanto non possa piacere come verità, va evitata. Inoltre voi insistete con il paragone col termico quando, nel mio primo commento:
1. Ho detto che bisogna dare spazio ad altre tecnologie (i biocarburanti sono un esempio concreto del quale non ho parlato io ma Porsche. Tra l'altro per biocarburanti si intende tutti quelli a 0 emissioni di NOx in questo caso e a 0 impronta di CO2).
2. Che è stupido dare il futuro della mobilità ad una sola tecnologia.
Se vi da fastidio la parola BIOCARBURANTE la limitazione la avete voi.

Rick Deckard®

Si conta la CO2 ma non esiste solo quella.
I vantaggi si vedono in pochi decenni

Rick Deckard®

Scusa ma non facciamo passare una cosa per un'altra... Quello per cui il pianeta si distrugge sono petrolio e derivati.

Inoltre sono andato a vedere il mercato dell'usato e in realtà motori 1.3 sopra i 250.000 in vendita non ne esistono, sono tutti diesel almeno dal 1600 in su e solo quelli oltre il 2000 in rari casi hanno toccato i 300k km.

Io tutta questa affidabilità non la vedo...
Ho sempre avuto auto endotermiche e anche io all'inizio dei 200k km le ho vendute, ma erano auto a fine vita

Maury "Kinder"

Sì era per dire che senza logicamente leggi che ne impediscano l'uso nel 2080 avremmo auto ancora a combustibile fossile e io questo io lo condannerei sicuramente.

Mercedes EQE 350+, ora facciamo sul serio e Tesla può iniziare a tremare | Video

Mazda CX-60: prova (su strada) di maturità per il SUV PHEV da 60 km elettrici | Video

Mercedes Classe C All-Terrain: ibrida-diesel da viaggio. Versatile, ma non SUV | Video

Mercedes EQB: primo contatto, prova ricarica IONITY e consumi in autostrada