Honda tutte ibride o elettriche entro il 2022, e:Technology e la ricarica Ubitricity

23 Ottobre 2019 62

Honda spinge sull'elettrificazione in Europa con e:Technology, logo che racchiude la strategia elettrica e identifica i modelli a batteria nel mondo di auto e moto. Per le quattro ruote sono previsti sei nuovi modelli entro il 2022, partendo proprio dalla Jazz ibrida annunciata oggi a Tokyo e da Honda e vista al salone di Francoforte in versione definitiva.

Il traguardo del 2022 accorcia i tempi rispetto al precedente obiettivo del 2025 e serve al produttore per allineare la gamma europea ai limiti di emissioni fissati per il Vecchio Continente. Tra le novità previste entro i prossimi 36 mesi ci sarà la seconda auto elettrica a batteria e l'estensione a tutta la gamma del sistema ibrido e:HEV.

NON SOLO AUTO

Importantissimi per la mobilità elettriche sono i servizi. Per questo, Honda annuncia la collaborazione con Vattenfall per la fornitura di energia elettrica con un contratto, il primo al mondo dicono, che nasce per rispondere alle esigenze dei proprietari di auto elettriche.

Dovremo attendere per scoprire i dettagli ma, dalla lettera d'intenti, si parla di una formula, aperta a qualsiasi marca di auto elettriche e con tariffe che promuovono l'utilizzo di elettricità da fonti rinnovabili. La flessibilità dichiarata riguarda le fasce orarie così da ottimizzare la ricarica in quelle più convenienti.

LA RICARICA CON UBITRICITY E IL CONTATORE PORTATILE

Il servizio, che includerà l'installazione dei wallbox Honda Power Charger, sarà proposto in Germania e Regno unito già nel corso del 2020, abbracciando poi gli altri Paesi europei con un occhio al Vehicle to grid (V2G) man mano che le normative ne permetteranno l'implementazione.

Il wallbox di Honda può essere installato a parete o su un piedistallo e permette la ricarica a 7,4 kW (monofase) o 22 kW (trifase), caso quest'ultimo che vede la carica completa di Honda e in poco più di 4 ore a 32 A. Usciti dalle mura casalinga ci sarà Ubitricity, la rete di ricarica cittadina che a Londra può contare su 1.700 colonnine pubbliche.

La novità di Ubitricity consiste nel legare l'utenza allo SmartCable, un cavo di ricarica con SIM integrata che crea di fatto un contatore portatile a cui è associato un contratto. I vantaggi sono quelli dell'autenticazione automatica in qualsiasi punto di ricarica con un tracciamento preciso dei kWh erogati e la compatibilità universale con qualsiasi colonnina (in quel caso si applicherà la fatturazione tradizionale). Per tenere traccia dei consumi è disponibile l'app per Android e iOS.

Spostare autenticazione e contatore sul cavo ha permesso a Ubitricity di avere colonnine più semplici e dai costi ridotti, abilitando con maggior facilità l'integrazione della postazione di ricarica nei pali della luce. SmartCable è disponibile nelle seguenti versioni:

  • monofase 20 A (4,6 kW)
  • monofase 32 A (7,4 kW)
  • trifase 20 A (13,8 kW)
Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Gaming Pro a 435 euro oppure da Coop Online a 499 euro.

62

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Robì Netto

Bene, bene continui.

italba

Già fai schifo come troll, adesso vorresti anche essere preso sul serio con queste fregnacce da psicologo della mutua? Ma poverino!

Robì Netto

Ora ne sono più che certo che sei un caso clinico, un maniaco compulsivo ossessivo incollato alla tastiera nella spasmodica attesa di una risposta in modo che il tuo gioco possa continuare.
ma non preoccuparti!
Non sono stanco anzi, sono molto felice di studiarti.

italba

Ripeto, povero trollino dilettante, non attacca. Il tuo giochino è troppo scoperto, io non mi arrabbio certamente per un nientino come te che non ha niente di meglio da fare che provocare e cercare la lite. Per ora mi diverti e basta, se dovessi annoiarmi mi ci vorrebbe ben poco a metterti in black list e a farti sparire per sempre

Robì Netto

E l'ossessione dilaga.
L'Arkahm Asylum e il Dr.Strange ti aspettano.
Corri non farli aspettare.

italba

Dipende dalLA psicoterapeuta, se merita ci passerei volentieri un po' di tempo sul lettino. Magari si potrebbe avere un letto più grande? Per il resto, bimbetto bello non ti illudere: Non te se n'cu## proprio nessuno!

Robì Netto

Se ossessonato da me.
Delle domande me le farei.
Su un lettino, in compagnia del tuo psicoterapeuta.

italba

Ti piacerebbe, povero trollino dilettante, dopo tre giorni che provochi! Purtroppo per te io non mi lascio certo stizzire da un attrezzo della tua specie, se proprio insisti ti posso mandare dove meriti a produrre un po' di quel cioccolato che ti piace tanto, così la facciamo finita

Robì

Adesso la vedo bel bambino.

italba

Sempre la solita retorica infantile, evitando accuratamente di entrare nel merito e rispondendo con frasi fatte pescate a caso dalle tue limitatissime risorse cerebrali. Io ti ho solamente detto che TU hai dato una risposta infantile, dove la vedi la "reazione stizzita"?

Robì

Grazie è il momento di farlo, visto che non si può cavare sangue da una rapa.

Tony Carichi

Lascialo perdere io l'ho messo in Black List da mesi.

Robì

Sempre arrogante e impertitente proprio come un moccioso.
E come un moccioso appena lo si punge sul vivo, ecco la reazione stizzita.
Bravo, adesso vai in cameretta che poi papà ti porta il gelatino.

italba

Cosa si vuol dire quando, in una risposta, si mette una frase tra virgolette? Non ci arrivi? Stavo traducendo quello che tu dicevi, ovviamente. Vai a dormire prima, è meglio...

Robì

Perchè ti comporti da moccioso?
Delle domande me le farei, se fossi in te.
Per fortuna non lo sono.

italba

"Specchio riflesso, gnè gnè gnè gnèee!" Mi stai diludendo...

Robì

La tua?

italba

Perché, che problemi hai con Mina? E poi era una canzone molto divertente, che prendeva di mira un certo tipo di persone sofisticate e finte... Coda di paglia?

Robì

Ti sei ridotto a citare Mina.
E anche con un linguaggio scatologico.
Ma bravo.

italba

Ti hanno dato un altro po' di "zucchero"? Sono sicurissimo che non fosse cioccolato, non me l'ha venduto nessuno: Produzione propria!

Mmm, che cioccolato!
Dammi il cucchiaino,
fai assaggiare un pochettino!

Ritornello: (×2)

Ma che bontà, ma che bontà!
Ma che cos'è questa robina qua?
Ma che bontà, ma che bontà,
ma che gustino questa roba qua!

Cioccolato svizzero? No?
Cacao della Bolivia? No?
Ma che cosa sarà mai questa robina qua?…
Ca... cca?

Robì

Allora hanno fregato te dicendoti che ti vendevano del falso cioccolato mentre invece era del vero e ottimo cioccolato.
Hai pagato del buon cioccolato più del dovuto, un prezzo gonfiato.
Chissà che grasse risate si stanno facendo alle tue spalle proprio in questo momento.
:P

italba

Allora ti ho fregato! :-P

E non era nemmeno cioccolata! :-P :-P :-P :-P

Robì

L'ho comprato da te. :P

italba

Doveva essere buono questo "cioccolato"! Pakistano o marocchino?

Robi

Ho mangato due muffin al cioccolato.

italba

??? Sei sicuro che quello che hai messo stamattina nel caffè fosse zucchero?

Robi

O gli Spider.
A proposito che fine ha fatto?
Spero sia fisicamente kaput.

Robi

Fai bene a non dargli retta.

italba

Le chiacchiere stanno a zero, contano i numeri ed i fatti. Tu, nei fatti, stai dimostrando di essere un bimbetto che si offende se non gli danno ragione a tutte le scempiaggini che scrive, e che crede che nelle discussioni si possano impunemente dire stupidaggini senza entrare nel merito. Addio, non mi mancherai di certo

Vae Victis

Secondo me la prima cosa di cui dovresti preoccuparti è la buona educazione.
Ti manca quella e ti mancano anche le competenze per parlare di questi argomenti.
Scusa ma non ho più voglia di parlare con un minorenne. Ti metto in ignora utente.

italba

Fammi capire, se tu spari ca####e a dismisura io dovrei dirti che hai ragione per essere accomodante? Cosa sei, un bambino che si offende e fa i capricci se gli dicono che ha sbagliato?
1) 20 milioni lo hai detto tu, adesso diventano magicamente 38? E quale sarebbe la loro percorrenza media, allora? E nessuno sta dicendo che tutti i veicoli da due a diciotto ruote debbano passare da un giorno all'altro alla trazione elettrica!
2) la produzione di energia elettrica con le centrali è enormemente più efficiente del motore a combustione interna! E vanno anche considerate le energie rinnovabili, le perdite nell'estrazione, raffinazione e distribuzione dei carburante, ed il "piccolo" particolare dell'inquinamento
3) La potenza del motore è assolutamente irrilevante ai fini dell'energia necessaria alla ricarica! Quello che conta è la capacità (in KW/h) della batteria

Vae Victis

Sei troppo supponente.

1)Chi lavora usa l'auto tutti i giorni. Chi non la usa potrebbe prenderla anche a benzina, tanto se non la usa non la usa. Io parlo dei 20 milioni di auto che vengono usate tutti i giorni. Se tu vuoi fare la media con chi non la usa ok, ma allora il parco auto che devi considerare è di 38 milioni di unità.

2)
La produzione di energia è già inefficiente di suo , il trasporto perde un altro 10%,

poi c'è la perdita allo stoccaggio in batteria. Se ci togli un altro 30% per pompare acqua su una diga diventa un disastro ecologico.
In ogni caso l'idroelettrico è già sfruttato al massimo, non si può aumentare.

3) Non la muovi una Tesla in autostrada con meno di 60 kw. L'auto ne ha ovviamente molti di più, 60 kw è la potenza che viene effettivamente utilizzata per viaggiare.

italba

Ancora con le "auto da 60 KW"? KW/h, è ben diverso! Stai dicendo una sequela di scempiaggini che neanche immagini.

1) Le auto elettriche non si ricaricano tutte alla massima capacità tutti i giorni, o tutte le notti, così come le auto a benzina non fanno il pieno quotidianamente: La percorrenza media delle auto in Italia è di 30 Km al giorno, un paio di KW/h al massimo. Se 20 milioni di auto consumeranno un paio di KW/h al giorno avremo 40 milioni di KW/h al giorno, 40 GW/h, che moltiplicati per 365 fanno 14.600 GW/h. Il consumo elettrico italiano è stato, nel 2017, di 333.591 GW/h, 23 volte tanto.

2) Il pompaggio idroelettrico ha un rendimento superiore al 70%, niente affatto poco, inoltre non c'è nessun bisogno di adoperarlo sempre. Basta evitare di far scendere l'acqua quando non serve, adoperando di preferenza l'energia solare.

3) Il consumo delle auto elettriche non è proporzionale alla loro potenza, un motore elettrico da 200 KW ha lo stesso rendimento di uno da 50

Vae Victis

Esatto, il 20% dell'energia. Ovvero non riesce nemmeno ad alimentare 20 milioni di abitazioni da 3 kw l'una.
Se il tuo progetto è di aggiungere 20 milioni di automobili da 60kw, col piffero che puoi contare sull'idroelettrico. E' già sfruttato al massimo, più di così non rende.

italba

L'idroelettrico produce il 20% dell'energia elettrica in Italia, spara meno ca####e! E comunque cosa c'entra la potenza (kW) con la capacità della batteria (kW/h)?

Vae Victis

Le centrali idroelettriche non bastano nemmeno per tenere accesi i lampioni, figurati per caricare milioni di auto da 60 kw.

italba

L'energia solare consente di risparmiare l'acqua delle centrali idroelettriche, che viene usata la notte per ricaricare le auto. Troppo difficile da capire?

Vae Victis

L'ibrido si può fare anche diesel.

Vae Victis

Di notte? Ma non dovevano usare l'energia solare?

italba

Le auto elettriche si ricaricano soprattutto di notte, quando il consumo delle altre utenze è al minimo, quindi di cavi nuovi ne bastano molto meno di quanto tu creda, ed anche per le nuove centrali non serve aumentare di molto la produzione: Terna aveva calcolato un 20% in più, se tutte le auto diventassero elettriche. I pannelli solari nella propria abitazione non servono a ricaricare direttamente la propria auto, l'energia prodotta va in rete e viene usata quando e come serve. Per accumulare l'energia in eccesso la cosa migliore sono le centrali idroelettriche

italba

A quanto ne so io ci facevano lo shampoo per ammazzare i pidocchi

Antsm90

Adeguare la rete ha dei costi non indifferenti (pensa se tutti avessero 8KW in casa, i cavi che attualmente collegano le centrali alle città non basterebbero), oltre a problemi di permessi, senza contare che bisogna anche produrla tutta quell'energia, e siccome gli italiani han deciso che non vogliono centrali nucleari (al confine, davanti a quelle francesi già esistenti) perchè "pericolose"...

Tuttavia per le case nuove c'è una differenza sostanziale: I pannelli solari. grazie ad essi puoi usare il surplus di energia per caricare l'auto, ed è lì che hai il vero guadagno (vabbè che anche senza spendi comunque meno che coi motori termici, ma dettagli)

Aristarco

era pieno, se la bevevano

Cuono Izzo

C'è qualcosa che mi sfugge sulle auto elettriche. Possibile che non avevano nessuna altra idea per rinnovare il parco auto circolante?

E' talmente ovvio che non potrà mai funzionare veramente

ghost

Da me a 20 conzolati

Ikaro
Tony Musone

Le ricariche veloci e super veloci servono solo per i viaggi ma se percorri 50 km/giorno A/R come mediamente fa la maggior parte degli automobilisti, allora basteranno pochi minuti per ricaricare 6-10 kWh oppure qualche ora con delle ricariche a bassa potenza ad ogni lampione o sul luogo di lavoro, il fatto è che nella maggior parte dei casi l'automobile rimane parcheggiata il 90% del tempo, hai voglia a ricaricare ;)

Comunque, qualsiasi tecnologia prima di diventare di massa ha bisogno di tempo dove alcuni ne usufruiscono prima di altri ma è anche vero che nel nostro Paese ci sono decine di milioni di box

Tony Musone

Il problema sono i picchi non la produzione di energia, detto questo, i condizionatori non hanno batterie che possono essere collegate alla rete, per questo è alle porte (si spera) il V2G

Tito73

Ti fai un monopattino... Eletriko...

italba

Adesso non ci sono parcheggi con le colonnine visto che le auto elettriche sono molto poche, quando si diffonderanno ovviamente metteranno anche le colonnine. Non capisco proprio cosa ci sarebbe di strano: Secondo te prima che si diffondessero le automobili a benzina quanti distributori c'erano?

Sony

Sony, ecco l'autoradio 1 DIN con CarPlay, Android Auto e display da 9"

Linate chiude per tre mesi e trasloca a Malpensa: ecco tutti i motivi | Video

Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti