Ecobonus, esauriti i primi 20 milioni di euro | Dall'8 luglio la seconda tranche

06 Luglio 2019 320

La prima tranche dei fondi messi a disposizione dal Ministero dello Sviluppo economico per incentivare l'acquisto di veicoli a basso impatto ambientale - l'Ecobonus di cui parliamo approfonditamente qui - si è esaurita negli scorsi giorni. Dei 60 milioni di euro previsti per il 2019 sono stati utilizzati circa 20 milioni, con risultati positivi nelle vendite di auto elettriche (e ibride plug-in) che negli scorsi 3 mesi hanno registrato crescite a tripla cifra percentuale (anche se si parla comunque di poche migliaia di auto).

Niente paura, tuttavia, per chi fosse intenzionato ad acquistare un'auto elettrica o ibrida plug-in nei prossimi giorni: già a partire da ieri, 5 luglio, infatti, con disposizione del Ministero dello Sviluppo economico si è aperta una nuova fase di prenotazione per i veicoli M1, ​grazie alla disponibilità delle somme residue relative all’anno 2019, pari a 39.870.000 euro.

Una fase che, "a seguito dei necessari interventi informatici", si aprirà ufficialmente da lunedì 8 luglio, alle ore 12, sulla piattaforma Ecobonus. Da qui i concessionari potranno procedere alla prenotazione degli incentivi per i propri clienti, con scadenza fissata al 20 novembre 2019.

PORTALE DEDICATO ALL'ECOBONUS

Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Mobzilla a 629 euro oppure da Amazon a 757 euro.

320

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Tony Musone

Se alle irrisorie 47,50 euro si aggiunge il risparmio di benzina, parcheggio e usura macchina (a cui aggiungerei anche la maggior sicurezza), ecco che la cifra comincia a diventare più interessante.

E comunque, il TPL è già al limite con gli attuali passeggeri, perciò prima di incentivarlo va potenziato.

abeas_oyr

2. Si può detrarre il 19% del costo dell'abbonamento dei mezzi pubblici, su una spesa massima annua di 250 euro. Vale a dire, l'incentivo consiste della bellezza di 47,50 euro.
Certo, meglio in tasca mia che altrui, ma stiamo parlando di una sciocchezza irrisoria che non incentiva per nulla l'uso dei mezzi pubblici.
Chi i mezzi pubblici li usa davvero raggiunge i 250 euro in una manciata di mesi di abbonamento.

R_mzz

Supercazzola brematurata con scappellamento a destra... come se fosse antani.

Comunque seriamente, penso di non aver espresso nessun concetto particolarmente complicato o errato.

Tony Musone

Ahahahaha... Salùt

R_mzz

Non siamo d'accordo, però i tuoi dati sembrano confermare quello che dico io.

"A parità di km/l un auto ibrida" NON "ha lo stesso impatto ambientale di un auto a benzina" tanto che le emissioni di CO2 di una Auris Ibrida 1.8 Euro 5 (89 g/km) sono circa il 36% inferiori di una Auris 1.6 Euro 5 a benzina (140 g/km)


Ho scritto a parità di consumi quindi km/l due auto citate hanno consumi ben diversi.
La prima consuma il 38% in meno. Vedi che più o meno i conti quadrano. Il più o meno probabilmente è in parte dovuto ad altre differenze oltre al sistema ibrido. Chiaramente hanno un motore differente, ma potrebbero anche esserci delle piccole differenza nel sistema di scarico.

Un ibrida non è più ecologia di un benzina a parità di consumi (certo se un auto a benzina riuscisse ad avere quei consumi).
Esempio. Prendiamo un auto da 15 km/l, potremmo portarla a 20 km/l rendendola ibrida o modificando altre caratteristiche come l'aerodinamica. (Sì, lo so uno influisce di più a basse velocità l'altro ad alte velocità, fai finta che siano 2 sistemi che agiscono alle stesse velocità ed allo stesso modo)

Ti ripeto che, nonostante le elettriche siano la scelta indubbiamente migliore, vorrei vedere tutte le restanti auto termiche "ibridizzate", così come vorrei vedere tutte le auto con Cx da 0,2.

Tony Musone

Vero, "l'auto non è alimentata dal motore elettrico" è alimentata ANCHE dal motore elettrico. Da solo o in simbiosi con quello termico.

Comunque dimmi:
- cosa ci farebbe su una Full Hybrid un motore sincrono a magneti permanenti da 60 kW (82 CV)?
- Tutta quell'energia a cui hai fatto riferimento, a cosa servirebbe?
- E i bassi consumi a cosa credi siano dovuti?

"A parità di km/l un auto ibrida" NON "ha lo stesso impatto ambientale di un auto a benzina" tanto che le emissioni di CO2 di una Auris Ibrida 1.8 Euro 5 (89 g/km) sono circa il 36% inferiori di una Auris 1.6 Euro 5 a benzina (140 g/km)

Tu non nutri astio, sei solo poco informato. Ti concentri su di un claim pubblicitario, quel "viaggi al 50% in elettrico" in AMBITO URBANO, che non è del tutto falso
https://www.toyota.it/hybrid/test-drive-della-verita

Quindi (sperando di far cosa gradita) ti allego un opuscolo dell'ENEA, la quale credo possa essere considerata al di sopra di ogni sospetto (anche se penso che il testo sia datato o esclude Toyota, perchè in una tabella scrive che il Full Hybrid non consentirebbe la marcia in solo elettrico, invece se pur per pochi km, con l'Auris MY2014 che guido attualmente è possibile) così almeno saprai come funziona un'auto ibrida.
http://www.uttei.enea.it/veicoli-a-basso-impatto-ambientale/file-veicoli-basso-impatto-ambientale/lauto-ibrida

p.s.
Malgrado tu l'abbia messa giù come fosse una supercazzola, la corrente viene recuperata sia dall'energia cinetica della frenata e/o del rallentamento ma viene generata anche (se sarebbe meglio non accadesse) dal motore a benzina.

R_mzz

No, l'auto non è alimentata dal motore elettrico.
Il motore elettrico recupera soltanto parte dell'energia cinetica che sarebbe altrimenti dissipata dai freni nell'ambiente, quest'energia pero è soltanto il risultato del lavoro meccanico del motore a benzina.
Il recupero dell'energia in frenata non è certo un qualcosa da trascurare e come ho già scritto nel commento a Manciu spero diventi la norma tra le auto.

A parità di km/l un auto ibrida ha lo stesso impatto ambientale di un auto a benzina, mentre, come ben sai, l'impatto ambientale sarebbe inferiore con un alimentazione elettrica. Credo quindi sia giusto trattarle allo stesso modo delle auto a benzina nei vari vincoli al traffico comunali.
Le plug-in invece meritano di essere trattate in modo diverso, magari con vincoli geo-localizzati all'accensione del motore termico.
Che sia chiaro, non nutro astio verso le ibride, però non sopporto frasi tipo "l'auto del futuro" o "viaggi al 50% in elettrico".

Vae Victis

Se il veicolo costa di più, significa che produrlo consuma più risorse, appunto per le attività minerarie che sono necessarie.
Sulla possibilità di riciclare gli elementi della batteria sono scettico. Di solito si ricicla al massimo l'involucro perché il riciclo degli elementi inquina più che scavarli dalle miniere. Oppure propongono dei riciclaggi di secondo livello. Ad esempio: presso il litio per fare dei mattoni e ci costruisco una casa.

Vae Victis

Se fai tanta autostrada meglio diesel, se invece giri in zone urbane meglio GPL.
Non stare a sentire chi ti consiglia di prenderla a benzina. Il GPL ti da un grande risparmio nell'arco di 10 anni.

Manciu

Quoto tutto quanto dici. E leggo quello che hai linkato. ;-)

Tony Musone

Fare un calcolo preciso oggi è difficile, prima dell'arrivo delle auto elettriche la maggior parte delle persone non si chiedeva quanto inquinasse produrre un auto. Ma è evidente che un BEV avendo meno parti meccaniche ed essendo più semplice, si produca in meno tempo consumando meno energia rispetto ad un ICE.

Il punto debole rimane la batteria e l'estrazione delle terre rare, ma come dicevo prima (e al netto delle future innovazioni), queste si riusano, si riciclano e si smaltiscono a differenza del petrolio che comunque inquina dall'estrazione fino a quando viene bruciato. In più gli EV non hanno nè olio nè filtri e grazie alla frenata rigenerativa (più potente che su un ibrida) consuma meno le pastiglie dei freni.

Comunque sul web qualcosa riguardo all'analisi del ciclo di vita (LCA) la si trova:
- Agenzia europea dell'ambiente
https://www.eea.europa.eu/highlights/eea-report-confirms-electric-cars
- Agenzia internazionale dell'energia
https://www.iea.org/publications/reports/globalevoutlook2019/
- Transport & Environment
https://www.transportenvironment.org/publications/electric-vehicle-life-cycle-analysis-and-raw-material-availability

Tony Musone

No. L'auto è alimentata ANCHE dal motore elettrico che va ad elettricità, è per quello che, nel ciclo urbano, i consumi sono così ridotti per essere un segmento C. E non va sottolineata "la silenziosità nella guida cittadina" perchè, tranne quando non si può fare altrimenti, l'auto NON deve andare in modalità EV.

R_mzz
dai 27 ai 35 km/litro

, il tuo litro non è 100% benzina?
L'auto va 100% a benzina, poco importa quel che dice la pubblicità di Toyota.
Ok l'auto ha 2 tipologie di motore, ma se non puoi alimentarla con due fonti energetiche distinte è inutile sottolineare che sia un ibrida.

Sottolineiamo invece i km/l e (per le full Hybrid) la silenziosità nella guida cittadina.

Manciu

Sul punto 2, sarebbe bello sapere quanto effettivamente costi a livello di impatto globale (facciamo finta che a livello planetario i macroeffetti dell'inquinamento si livellino). Senza questo dato purtroppo è difficile fare calcoli. Sul punto 3 sono d'accordo.
Secondo me si dovrebbe spingere sull'impatto ambientale come dato da comunicare al momento della vendita di ogni prodotto. Così si potrebbe valutare in modo trasparente quanto l'acquisto di un bene sia sostenibile, soprattutto per tutto ciò che può avere un utilizzo che può fare risparmiare energia (es. Pannelli solari, infissi, materiali isolanti ecc..).

Tony Musone

La gestione dei picchi di potenza non ha niente a che fare con la produzione di energia elettrica. Nessuno costruirà nuove centrali nucleari per alimentare auto elettriche ma casomai ci sarà una conversione alle rinnovabili. Esempio, la Germania ha in programma la dismissione di quelle nucleari nel 2022 e quelle a carbone nel 2035/2038.

Tony Musone

Ti ho spiegato come si guida un ibrida perchè nel contempo ti ho spiegato anche come funziona e di come non sia vero che una Full Hybrid vada il "100% a benzina e soltanto per il restante 0% in elettrico." dato che, se guidata come dovrebbe essere usata, il motore elettrico è sempre a supporto di quello a scoppio. Infatti quelle poche volte che la guido in città ho consumi che vanno dai 27 ai 35 km/litro

R_mzz

Va bene, ma perché mi stai parlando di come vada guidata un ibrida?

Comunque, per chiarire, nel mio commento quando dico ibrida non plug-in ovviamente mi riferisco sia alle Mild che alle Full Hybrid.

Luca Vallino

Infatti è un problema a livello mondiale. Alla fine andrà a finire che per andare in giro inquinando poco ci ricostruiremo le centrali nucleari..per carità..inquinano poco..ma non mi sembra l'ottimo

Tony Musone

Questo è vero fino ad un certo punto. Perchè UNO, dipende da quale auto hai. DUE un auto elettrica compensa in poche migliaia di km l'emissione di quella CO2 e TRE bisogna anche tenere conto dell'inquinamento a livello locale.

Tony Musone

Un'auto Full Hybrid durante la fase di marcia va usata il meno possibile in modalità solo elettrica (tranne a basse velocità, quando si è imbottigliati nel traffico) altrimenti le batterie si scaricano e il motore a scoppio consumerà di più per ricaricarle. Invece le batterie devono essere sempre cariche in modo che il motore elettrico supporti sempre il motore a benzina.

Manciu

L'auto che già hai è più ecologica a livello di impatto globale perché per produrne una nuova ci vogliono tonnellate di co².

Tony Musone

Evidentemente non riesco a spiegarmi. Se scrivi "che l'auto più ecologica sia quella che già hai" allora un diesel Euro 1-2-3 o 4 sarebbe più ecologico di una moderna Full Hybrid (benzina/elettrico) e questa lo sarebbe più di un'auto a propulsione totalmente elettrica ma questo NON è vero, soprattutto nelle aree urbane.

Manciu

Era solo per rimarcare il fatto che, come soluzione transitoria, l'impatto in città delle auto ibride è molto inferiore rispetto alle benzina e diesel. A mio avviso, e se guidi un'Auris sai cosa intendo, un ibrida benzina/elettronico ha un impatto circa del 50% rispetto ad un'auto di pari categoria nell'uso cittadino.

Manciu

Beh anche no. Tutta l'energia che rigenero in frenata è ciccia praticamente a gratis (a parte il peso del sistema ibrido da portare in giro). L'ibrido Toyota va saputo sfruttare un po' come il diesel da chi proviene dal benzina e viceversa. Ho un SUV da 2000kg benza con un consumo storico su 50.000km di 13,5km/l percorrendo molta città e percorsi collinari anche molto trafficati. Lo stesso esatto consumo della mia vecchia station (euro6) turbo diesel con dsg.
A me il diesel non andava più bene, sono estremamente soddisfatto e lo sarei stato di più se avessi aspettato la nuova Corolla 2000 ibrida. E per la cronaca ho all'attivo pieni da 16,5km/l sempre nelle stesse condizioni di guida ma con temperature favorevoli. Altro che diesel...

Aster

No io non sono cosi trendy,preferisco il motore termico :)

andrewcai

che credi a tutte le fake news sul fallimento di tesla

Haeve

Auguri con gli aggiornamenti.

Haeve

Di benzina si.

Haeve

Explain yourself.

Igi
Teomondo Scrofalo

stessa cosa dico io per quelli che abitano in culonia e poi si lamentano chge non gli arriva la fibra, vuoi vivere in culonia? ci sono i pro e i contro.....

Teomondo Scrofalo

Si chiama democrazia, la democrazia è la peggior forma di governo, ma la migliore finora.

Vae Victis

Mi rispondono sempre tutti così, come se il mondo fosse tutto nero o tutto bianco.
Fallo più bianco possibile nella modalità che ritieni più opportuna. Se c'è un po' di grigio va bene lo stesso.
Io ad esempio spendo molti più soldi in saponi e detersivi che in
cellulari.
Se gli italiani diminuissero del 2% la percentuale di acquisti esteri, avremmo un boom economico tale da superare la Germania. Tutti i disoccupati in attesa sul divano verrebbero chiamati dalle agenzie del lavoro ogni mese.
Oggi invece ti chiamano solo quelli che offrono prestiti...

Tony Musone

Se l'auto ibrida non è Plug-in percorrerai due-tre km in elettrico anche "a basse/medie velocità" (fonte: me stesso, dato che da quasi 5 anni guido un'Auris Hybrid). Prima invece ho usato un'auto a metano e una a GPL (più una piccolissima parentesi di diesel dovuto ad un acquisto in emergenza)

Detto questo, non capisco cosa ci azzecchi questo commento in risposta al mio.

Giacomo M.

Anche se dovesse fallire, verrà acquisita dagli altri produttori e i pezzi di ricambio continueranno a trovarsi

Starnat

Visto che hai parlato di Tipo circa un anno e mezzo fa (quando stavo guardando le auto per cambiare la mia) vedevo delle tipo gpl km0 sui 12-13k, ne avevo vista una pure discretamente accessoriata a 13,5k, poi però visto che il lavoro non era ancora sicuro sicuro ho optato per un'astra usata a meno di 8k sempre gpl.
Comunque ti consiglio gpl tutta la vita, con quello che risparmi ti puoi tranquillamente permettere i leggeri costi in più di manutenzione anche rispetto al solo benzina, d'estate gli butti 10€ di benzina una volta al mese e sei apposto, io è da quando ho la patente che guido solo metano o gpl, i problemi li ho avuti ma mai qualcosa che riguardasse l'alimentazione (una volta al motorino di avviamento di una macchina del 2006 che aveva un sistema di alimentazione della corrente al motorino particolare ma la macchina aveva tra l'altro già più di 11 anni)

Itachi

Il tuo discorso avrebbe senso se non fosse che in Italia non sappiamo fare un caxxo, siamo praticamente un popolo di contadini medioevali piazzato nel mondo moderno.

Se togli quello che viene prodotto all'estero non rimane più niente.

Allora proviamo a fare un attimo il conto di tutta la tecnologia che viene pagata dallo stato (letteralmente ogni singola cosa, dai computer, ai servizi, ai telefoni).
Vengono cifre su ordini di grandezza totalmente diversi.

Ma il problema è sempre quello.
Che alternativa hai?

Aristarco

Allora spendiamo.per.incentivare i diesel così sei contento

Aristarco

Io parlo di quante ne vendono oggi ogni anno, ovviamente in futuro saranno molte di piu

Aristarco

Eccolo un alteo negazionista che pensa che i motori termici producano aria fresca... ma vi rileggete dopo aver scritto vacc4ate colossali? Quindi tutti i proproblemo di inquinamento per te non esisterebbero?

Aristarco

Scusa ma non sai di cosa stai parlando veramente...

R_mzz

È vero se fai 50 mila km l’anno o anche più

R_mzz

Beh no. Non puoi dire di guidare quasi esclusivamente in elettrico.
Se la tua auto non è plug-in stai guidando per almeno il 100% a benzina e per il restante 0% in elettrico.
Puoi dire che ogni tanto viaggi in silenzio, ma soltanto perché posticipi l'uso di un certo lavoro già compiuto dal motore a benzina.

Cosi come per le connessioni FTTC dovrebbe essere (forse lo è già, non ricordo) proibito l'uso dei termini "fibra" o "vera fibra" mentre contemporaneamente l'FTTC diviene lo standard minimo di accesso a internet, cosi quelle che ora chiamiamo auto ibride dovrebbero diventare lo "standard minimo" di un'automobile (in un ipotetica scala di rispetto ambientale) riservando l'uso del termine solo alle vere ibride: le plug-in. (e quelle auto che possono effettivamente essere alimentate da due fonti energetiche, non basta essere spinte da due tipi di motore)
Opinione personale

Manciu

Guido un'auto ibrida (non plugin) da circa un anno e mezzo. In città mi sposto a basse/medie velocità quasi esclusivamente in elettrico e negli spostamenti più veloci e lunghi a benzina consumando comunque poco. Ho avuto 2 diesel con DPF (euro 5 e 6) e credo che ad oggi l'ibrido, se guidato con cognizione di causa, sia un buon compromesso intermedio con la possibilità domani, chissà, di una conversione a elettrico. Anche dal punto di vista dell'inquinamento acustico non c'è paragone.
Fare 20 minuti di coda in tangenziale con aria condizionata a zero emissioni, rapportato per veicoli e condizioni di traffico odierne... Non aggiungo altro.

sagitt

Ci sono altre auto... su quel segmento tanto vale la 308 o megane...

Tony Musone

Gli ecologisti coscienti di quel che dicono affermano che bisognerebbe il più possibile fare a meno di circolare in città con l'auto e se quell'auto fosse pre-Euro, oggi le aree urbane, quelle in cui risiede la maggior parte della popolazione, avrebbero una qualità dell'aria ben peggiore di quella che già c'è.

Io, che in città pedalo per spostarmi, non avrei dubbi nel preferire essere circondato da auto elettriche piuttosto che a scoppio. Le quali hanno grandi potenzialità per essere sempre meno inquinanti. Ma già oggi le batterie si riusano, si riciclano e si smaltiscono, invece gli idrocarburi combusti no. in più, il mix energetico italiano, diviso per l'80% tra gas e rinnovabili, le rende meno tossiche di quelle diesel e a benzina.

Manciu

È da anni che gli ecologisti convinti sostengono che l'auto più ecologica sia quella che già hai. Sarebbe bello se insieme ai dati di co² legati all'utilizzo i costruttori fossero obbligati a pubblicare l'inquinamento emesso durante il ciclo produttivo.

Manciu

Capisco quello che intendi, tuttavia mi verrebbe da chiederti quali sono le alternative made in Italy che questo decreto danneggerebbe. Fa male dirlo ma è più pregna una BMW di componenti made in Italy di quanto non lo sia un'intera fiat panda (che dovrebbe essere l'auto che fa i numeri più interessanti).
All'atto pratico i costruttori italiani (di macchine per gente normale) sono tutti in perdita e questo si traduce in zero tasse pagate in Italia. Versano solo i contributi per conto dei loro dipendenti. Di cosa stiamo parlando?

Stefano

Non ho chiesto un parere sull auto in questione, ma sul tipo di motorizzazione. Se proprio vuoi criticare almeno argomenta. Poi chiaramente qui tutti notai con stipendi a 6 zeri

Manciu

Vai di benzina e lascia stare il gpl. Se fai pochi km non copri i costi aggiuntivi dell'impianto a gas. Calcola che se non vuoi avere problemi, il gpl lo devi alternare alla benzina, e il risparmio diminuisce, poi hai sempre il valore di acquisto più alto, i tagliandi annuali dell'impianto a GPL e circa 800/1000€ ogni 10 anni per rimettere a norma l'impianto. Fatto due conti fatti bene e pensa che hai più componenti che potrebbero rompersi.

Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti

Jeep

Jeep Renegade: recensione e prova su strada del restyling 2019

Euro 6D vs TEMP, differenze RDE, WLTP, emissioni NOx e CO2: cosa cambia | Guida