Crollo ponte Morandi, Autostrade per l'Italia sospende il pedaggio sulla rete genovese

20 Agosto 2018 420

Il pagamento del pedaggio sulla rete genovese è stato sospeso dopo il crollo del ponte Morandi avvenuto il 14 agosto. Autostrade per l'Italia ha infatti dichiarato che dalle ore 11 di oggi lunedì 20 agosto il transito diventa gratuito per chi viaggia sui tratti Genova Ovest - Genova Bolzaneto; Genova Pra’ - Genova Aeroporto; Genova Pra’ - Genova Pegli, e Genova Pegli - Genova Aeroporto.

Un provvedimento annunciato durante la conferenza stampa svoltasi il 18 agosto che, oltre a bloccare il pagamento nell'area del crollo del ponte, risarcirà tutti coloro che hanno pagato il pedaggio a partire dal giorno del tragico avvenimento. Nello specifico, chi ha pagato il pedaggio sulle tratte appena elencate dal 14 agosto potrà chiedere il rimborso.

La restituzione dei soldi avverrà attraverso una dichiarazione da consegnare nei Punto Blu di Genova Ovest e Genova Sampierdarena, oppure scrivendo a info@autostrade.it, mentre per i possessori del Telepass i transiti dal 14 agosto non saranno fatturati senza che ci sia bisogno di documentare i passaggi.


420

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Igi

Non è proprio così... Il progettista propone una soluzione strutturale, c'è poi un'organismo che approva la soluzione, uno che verifica la correttezza dei calcoli, un collaudatore in corso d'opera e uno finale. Insomma più figure responsabili... al tempo della realizzazione. Non è loro la competenza della manutenzione e delle verifiche delle condizioni statiche nel tempo. Chi non si è accorto del degrado o non ha saputo interpretare i dati o peggio ancora non ha voluto, beh questi devono pagare...

Francesco Renato

Certo, hai ragione, ma cosa vuoi fare, vuoi sbattere in galera gli illustri accademici di Milano e di Genova che non hanno ravvisato il pericolo di crollo? Vedrai che alla fine l'evento verrà considerato imprevedibile e nessuno verrà condannato.

Igi

Scusami Francesco, ma il ponte è venuto giù, questo è un fatto. Sono stati fatti dei controlli che non hanno evidenziato un'immediato pericolo. Ora, ripeto, o i controlli sono stati fatti male, o hanno sottovalutati i risultati, o altro....;
Tu parli di prudenza, bene, la prudenza vuole che se io non sono sicuro della stabilità di una struttura, in attesa di accertarne l'assoluta sicurezza io la chiudo. Al contrario se la ritengo sicura la tengo aperta.

Francesco Renato

E tu pensi che gli illustri accademici del Politecnico di Milano abbiano fatto male i controlli o, peggio, siano stati "ammorbiditi"? Non credo, credo si tratti di mancanza di modestia, di presunzione di sapere che rende i tecnici imprudenti.

Igi

... e questo significa che i controlli sono stati fatti male... oppure che i risultati sono stati "ammorbiditi" per non chiudere il tratto e nel frattempo intervenire con rinforzi strutturali ... aimè troppo tardi

Dwarven Defender

L’importante è che tu non firmi un contratto... ti farebbero nero

DeeoK

L'importante è che tu ne sia convinto.

Dwarven Defender

Stai facendo un'immensa confusione, stai parlando di compravendite... sei talmente incompetente da non capire che non solo non è attinente, non solo non si parla di penali per la risoluzione ma che in ogni caso ti smentisce !

DeeoK

No, non funziona così: tu puoi richiedere la risoluzione per inadempienza ma sta a te dimostrare tale inadempienza.

studiocataldi . it/news_giuridiche_asp/news_giuridica_15411.asp

Il fatto che tu non sappia nemmeno dell'esistenza delle penali indica che non sai manco di che parli. La discussione è diventata ripetitiva, divertiti da solo.

Dwarven Defender

Eh no caro abitante del baratro, se io e te abbiamo un contratto e io lo risolvo unilateralmente affermando la tua inadempienza sei tu a dover iniziare un’azione legale nei miei confronti (e prevalere in essa) per ottenere le eventuali penali per la risoluzione (sei sicuro che a questa siano previste nel contratto di concessione ? ) o l’esecuzione del contratto stesso ! Pensi devvero che le tue mitiche penali vengano pagate in automatico ? vivi nel paese dei sogni ? No, vivi nel tuo baratro di inconsapevolezza !

DeeoK

" Non so se nel baratro è noto che anche una condanna PENALE di tutti i dirigenti e di tutti i dipendenti di ASPI non influenzerebbe il contratto a meno che non sia esplicitamente previsto"
Lol, che è quello che ho già detto.

"Le penali saranno pagate se e quando a seguito di una eventuale opposizione di ASPI un tribunale CIVILE emetterà un giudizio avverso allo Stato."
Eh, no, mio caro: è lo Stato a dover dimostrare di non essere tenuto a pagare le penali, non viceversa. Vedo che continui a sbavare a vuoto.

Dwarven Defender

Io non sono nel baratro, infatti le tue parole arrivano flebili, indistinte e STUP1D3 ! Non so se nel baratro è noto che anche una condanna PENALE di tutti i dirigenti e di tutti i dipendenti di ASPI non influenzerebbe il contratto a meno che non sia esplicitamente previsto ! Non so se non hai capito quello che ho detto perché sei un completo ignor4nt3 o perché nel baratro le informazioni si confondono ma non ho mai parlato di decadenza del contratto. Le penali saranno pagate se e quando a seguito di una eventuale opposizione di ASPI un tribunale CIVILE emetterà un giudizio avverso allo Stato. Sei molto molto confuso e 1gn0rante.

DeeoK

Non so se nel tuo di baratro arrivi il concetto che è un magistrato a dover dimostrare che il mancato rispetto di una legge invalidi l'intero contratto, comprese le penali.
Perché vedi, fino ad ora hai solo dimostrato che la dirigenza ed i responsabili della manutenzione di quel ponte sono indagabili e, probabilmente, condannabili. Non che il contratto decada.

Dwarven Defender

Lo so perfettamente, ho all'attivo 10200 contratti con privati e p.iva. Quello che tu non sai è che i contratti derogano alla legge solo esplicitamente (e solo nelle parti derogabili)...
Non so se nel baratro arrivano queste informazioni...

DeeoK

Ahahah.
Sei uno spasso, davvero. Non sapere nemmeno che in assenza di intervento giudiziaro è il contratto che regola i rapporti indica proprio che non sai di che parli.
Torna allo stadio a tifare, che è meglio.

Dwarven Defender

“Ed è quello a far vece” ho smesso di leggere qui... stai delirando

DeeoK

Come al solito ti inventi alleanze nel difendere la sagra dell'1diozia dei tuoi beniamini.
C'è un contratto fra le parti ed è quello a far vece. Senza un intervento della magistratura o il governo fa leggi ad hoc per distruggere Autostrade o paga le penali che eventualmente saranno restituite in base a quanto espresso dalla magistratura.
Il primo caso è la tipica imbecillità politica di questo governo e bisogna essere ritardati per pensare che sia corretto che un esecutivo faccia leggi ad hoc per distruggere un azienda (come se questo non implicherebbe che a livello internazionale si dimostrerebbe che un qualunque contratto fatto con lo Stato Italia non ha il benché minimo valore, quindi ciao ciao investitori).
Il secondo caso è altrettanto 1mbecille perché lo Stato deve pagare una 20ina di miliardi ad Autostrade e spendere soldi per la sistemazione della viabilità a Genova (visto che senza una sentenza Autostrade non è vincolata a far nulla). Quindi lo Stato butterebbe qualcosa come una finanziaria e mezzo perché voi bambòcci volete vedere il sangue.
Quando invece avrebbe più senso fare pressioni adesso per far cacciare miliardi ad Autostrade per sistemare tutto il sistemabile ed aspettare una sentenza giudiziaria per recidere senza penali (ammesso che sia legalmente possibile).

Torna a rispondere quando avrai acceso il cervello e spento il giustizialismo da due soldi.

Dwarven Defender

Vorrei poter essere comprensivo e rispettare il fatto che vivi nel tuo mondo in cui tutti sono hooligans eccetto tu che sei l'unico dotato di raziocinio ma sono costretto a metterti davanti alla realtà:

Art. 14 del codice della strada:

1. Gli enti proprietari delle strade, allo scopo di garantire la sicurezza e la fluidità della circolazione, provvedono:

a) alla manutenzione, gestione e pulizia delle strade, delle loro pertinenze e arredo, nonché delle attrezzature, impianti e servizi;

b) al controllo tecnico dell'efficienza delle strade e relative pertinenze;

3. Per le strade in concessione i poteri e i compiti dell'ente proprietario della strada previsti dal presente codice sono esercitati dal concessionario

"In tutto questo decidere di recidere il contratto nell'immediato senza un intervento della magistratura è una scelta di un idiòta pazzesco."

Stupidaggine pazzesca e grottesca sarebbe aspettare una decisione della magistratura in merito ad un indagine penale per prendere decisioni di carattere puramente amministrativa ed economica. Un ponte affidato ad un ente privato crolla, la magistratura indaga e persegue penalmente i responsabili ed il ministero prende atto dell'inadeguatezza della concessione. Se i precedenti ministri omogenei politicamente ai governi che hanno dato in concessione le autostrade sono stati poco vigili e responsabili (ricordando comunque l'esclusività della competenza della manutenzione e controllo del bene dato in concessione) in ogni caso c'è la colpa del concessionario che non si è dimostrato affidabile e responsabile.

Poi vuoi difendere gli amici di ASPI ? Bravissimo ma non parlare di cervello è offensivo per tutti i neuroni del mondo...

Dwarven Defender

sorry ! avevo frainteso ;D

uncletoma

Ehm, ho forse parlato di privatizzazione? Oppure sei uno di quelli che quando uno dice bianco capisce verde?
Toh:
www . repubblica . it/politica/2018/08/20/news/salvini_salva_benetton-204500638/

DeeoK

2) Hai letto il contratto? La vigilanza sull'operato del concessionario spetta sempre e comunque a chi possiede il bene. Il fatto di darlo in concessione non implica che te ne freghi, soprattutto se vieni a conoscenza di enormi criticità.
3) Un Ministero responsabile fa valutazioni interne, non chiede all'oste come sia il vino.

In tutto questo decidere di recidere il contratto nell'immediato senza un intervento della magistratura è una scelta di un idiòta pazzesco.

Dwarven Defender

Vado in ordine poiché evidentemente sei molto confuso (adoro l'uso di eufemismi):
1) piantala con questa storia del tifoso, non puoi condurre una discussione cercando di affossare l'altro con insinuazioni così banali;
2) Il ministero nei confronti dei concessionari non ha OBBLIGO di vigilanza sull'attività poiché è il concessionario ad essere l'esclusivo obbligato alla manutenzione alla decisione degli interventi da effettuare;
3) Al ministero sono state riportate criticità ed un piano di manutenzione "ritenuto adeguato" dal concessionario;

il mio cervello è acceso, quello del mio interlocutore è non pervenuto...

Dwarven Defender

è una bizzarra, parziale e fondamentalmente errata lettura della Costituzione. L'articolo 43 parla delle ESPROPRIAZIONI, COLLETTIVIZZAZIONI e NAZIONALIZZAZIONI e non della privatizzazioni

Dwarven Defender

a febbraio è stata fatta una perizia, discussa con l'organo di sorveglianza dello Stato, che riporta un decadimento del 20% delle sezioni della struttura di acciaio (che significa indebolimento e infiltrazioni) ed è stato redatto un piano di lenta (troppo lenta) manutenzione del ponte.

Dwarven Defender

veramente la privatizzazione delle autostrade e la grande concessione all' "embrione" di ASPI è un fatto risalente al 1999 e al governo c'era il sig. D'Alema (successore di Prodi) come PdCdM e alla Camera dei Deputati e alla segreteria del partito Salvini non c'era proprio...

DeeoK

Sbagliato e, come prima, ti fai viaggi mentali tutti tuoi.
Autostrade è colpevole, non ricordo di aver negato (ma visto che sei un tifoso da stadio hai già deciso che questa è una partita di calcio), ma pure il Ministero è colpevole in quanto è lui a dover vigilare sull'operato di Autostrade e sapeva benissimo dello stato del ponte e lo sapeva anche da prima di febbraio visto che lo stesso Delrio fu interpellato a riguardo due anni fa
Quindi si ha un complice che attacca l'altro complice e voi sempliciotti pensate che ci state guadagnando qualcosa perché non riuscite ad accendere il cervello.

Lindorrr Luka

Se avessero adottato una politica liberista il debito pubblico non sarebbe così come oggi, TESTA DI VITELLO!

Dexios9

Mi sembra il minimo dopo quello che è accaduto! La cosa orribile è quello che si sente dire sempre in queste occasioni : tutti sapevano che prima o poi sarebbe andato giù eppure nessuno ha mosso un dito...

Purtroppo l'Italia va avanti così da sempre... quando c'è una tragedia si "deve fare qualcosa" ma non si fa mai nulla per prevenirla... e ovviamente chi ci rimette è sempre il povero cittadino che paga per gli errori degli altri...anche con la vita

Lupo1

Direi di sì, è lui che decide quanta armatura mettere, e il diametro delle sbarre, oltretutto ha preso sottogamba l'ambiente marino e la salsedine.
Già nel 79 c'è una sua relazione in cui faceva notare che la salsedine aveva attaccato i giunti degli stralli.

Francesco Renato

In questo caso la responsabilità sarebbe tutta del progettista.

Lupo1

Guardando le immagini delle macerie non é questione di precompresso, ma l'armatura molto scarsa!

Francesco Renato

Non credo, per ponti lunghi più di 150 metri è più economico l'acciaio, è vero invece che Morandi era un patito del precompresso anche perché deteneva un brevetto.

LowRangeMan

Lo Stato era stato informato (e c'erano anche due esposti in parlamento) delle condizioni del ponte. Parliamo ancora del Governo Gentiloni.

Questo non toglie che nulla lasciava presagire uno stato tanto drammatico, tanto vero che il ministero, sulle base della documentazione fornita da Atlantia, aveva indetto un bando su invito per i lavori che sarebbero iniziati ad ottobre di quest'anno per un totale di 3 anni (quindi, ripeto, nessun rischio imminente).

Se Autostrade, responsabile di fornire la documentazione al ministero, ha sempre parlato di "salute impeccabile" e di un ponte che "sta su altri 100 anni", su quali basi il ministero avrebbe potuto immaginare quanto sarebbe successo?

Atlantia, azienda privata, ha utili superiori a due miliardi di euro, dei quali una certa quantità è reinvestita i manutenzione e ampliamento della rete. Parliamo di privati che gestiscono infrastrutture pubbliche.

TheCodster

1) Nessun privato? Quindi tu che stai in affitto non spendi per la manutenzione ordinaria della casa non tua? E comunque, quei lavori di manutenzione credi non siano stati approvati dal ministero?
2) Dovuto in che mondo? Non si sa ancora se e sulle quali spalle pesino i 40 morti
3) Il problema è questo, troppe presunzioni e nessuna certezza. Solo fuffa
4) Pensi che un concessionario possa aggiungere una corsia e rientrarci nell'investimento? Queste sono cose che solo lo stato (usando anche fondi europei) può permettersi di fare.

Lupo1

Perché costano meno!

LowRangeMan

1) La manutenzione la svolgeva Autostrade per L'italia da anni, anni e anni, quotidianamente, giorno e notte. Quindi sì, era sotto la loro piena responsabilità, perchè nessun privato spenderebbe mai un centesimo di euro per manutenzionare qualcosa di non suo.

2) Non è un bel gesto, ma un atto dovuto. Un bel gesto sarebbe stato evitare la grigliata di ferragosto con 40 morti sulle spalle, magari per un CdA straordinario dove si stanziassero soldi VERI, non spiccioli, per gli sfollati e le vittime.

3) Presumo che nessuno abbia mai informato il ministero di un rischio IMMINENTE di crollo, perchè sono pi che sicuro che nessuna forza politica avrebbe avuto il vantaggio di trovarsi 43 morti sulla coscienza.

4) Ni... Sono messe bene in pianura. Nel sud sono messe malaccio, in Liguria fanno semplicemente schifo (da Savona a <genova ci="" saranno="" 3="" km="" di="" corsia="" di="" emergenza,="" se="" ti="" si="" rompe="" la="" macchina="" c'è="" da="" aver="" paura).="">

LowRangeMan

Si, infatti sarebbe già un segnale forte la revoca della concessione senza penali da versare. E' quello che mi aspetto dal governo e dalla magistratura.

E, sottolineo, non sono schierato politicamente. Non me ne frega niente se a far le cose è il PD, il M5S o la Lega.

Il problema è che la politica deve smetterla di essere lontana dai cittadini: è crollato un ponte, sono morte 43 persone, la gente non si sente sicura quando viaggia, lo stato DEVE intervenire.

I discorsoni sulla magistratura vanno benissimo, ma chi lo spiega ai camionisti che devono viaggiare 12 anni (tre gradi di giudizio) su strade gestite da certa gente?

Non si può essere tanto distaccati dalla realtà.

TheCodster

1) Sei sicuro che il ponte era sotto la responsabilità di autostrade? Hai letto tutte le clausole di concessione? Ti ricordo che il ponte è ed resta di proprietà dello stato
2) Comunque resta un bel gesto
3) Autostrade non può intervenire in autonomia perché non è la proprietaria. Se ci sono campanelli di allarme (ma anche qualsiasi manutenzione ordinaria) lei deve passare per l'ufficio del ministero, il quale deciderà se includere l'intervento nel piano triennale e se si bisognerà organizzare una gara d'appalto.
4) Sono anche le messe meglio però.

TheCodster

Mi sa che non hai capito quello che hai letto.

LowRangeMan

Per carità, l'ho già detto.

La sentenza sull'ultimo avvenimento ci vuole, ma la concessione va revocata sulla base del fatto che la rete autostradale più cara d'Europa non deve avere i problemi dimostrati dalla nostra rete negli ultimi anni (crolli, lavori continui, pedaggi sempre più elevati...)

Francesco Renato

Responsabilità morale sicuramente per la loro imprudenza, ma sotto il profilo giuridico è difficile incolparli proprio perché le perizie sono state numerose e nessun tecnico ha mai rilevato pericolo imminente di crollo per cui il crollo deve ritenersi imprevedibile.

Francesco Renato

E allora perché si è costruito un ponte in cemento armato? Solo per soddisfare la vanagloria del "grande" ingegnere Morandi?

OlioDiCozza

certo perché lo stato non vorrebbe guadagnarci...e se non lo stato i manager statali tramite tangenti e appalti truccati

ZioThor

Che discorso id1ota.

Babcock&Wilkox

Appunto serve una politica che agisce subito.

Babcock&Wilkox

Appunto serve una azione politica ora.

Luca Ansevini

Si tratta semplicemente di imporre una tariffa congrua che consenta allo stato la manutenzione. Autostrade per l'Italia vuol guadagnarci, se diventassero di proprietà dello stato tutto il gettito di imposta potrebbe essere riversato sulla manutenzione.

Lupo1

Ovvio c'è la tecnologia per esaminare i ponti, ma scandaglia meglio l'acciaio nudo invece delle armature annegate nel calcestruzzo

Quello che nessuno dice

Ma cosa stai dicendo. Pensi con la pancia!11!!1!

Quello che nessuno dice

Quelli sulle sedie aspettano sempre le sentenze. Vivono nell'iperuranio

Auto elettriche: le ho provate tutte e vi racconto una storia | Video

Dacia

GPL auto: guida completa, caratteristiche, costi e manutenzione | Dacia Duster

Jeep

Jeep Compass 1.6 Multijet 120 CV Limited: recensione e prova su strada | VIDEO

Audi

Audi Q5 40 TDI quattro 190 CV: recensione e prova su strada