Volkswagen non vuole fare la fine di Nokia: stop all'idrogeno per puntare sull'elettrico

17 Gennaio 2020 259

Non è un mistero che la Volkswagen stia puntando moltissimo nell'elettrico con l'obiettivo di arrivare a produrre 22 milioni di veicoli elettrici entro il 2028. Per arrivare a questo ambizioso traguardo, il costruttore tedesco metterà su strada 70 nuovi modelli. Ma questo non sarebbe ancora sufficiente, secondo il CEO Herbert Diess.

Per accelerare i suoi piani nelle auto elettriche e nelle auto connesse, Volkswagen taglierà le risorse dedicate alle auto ad idrogeno.

All'interno di una dichiarazione a Reuters, il CEO del Gruppo tedesco ha affermato che la tecnologia a celle combustibile non sarà competitiva per almeno un altro decennio. Quindi, le risorse destinate allo sviluppo di questa tecnologia saranno destinate ad altri settori.

Herbert Diess, per spiegare questa decisione, scomoda persino Nokia, affermando che se Volkswagen non sarà rapida a seguire l'evoluzione del mercato rischia di fare la stessa fine del costruttore di cellulari finlandese.

Il CEO ha fatto una domanda ben precisa ai dirigenti della società e cioè se l'azienda si sta muovendo abbastanza rapidamente. Per Herbert Diess non è così e che se continueranno a muoversi a questa velocità il futuro sarà molto duro.

Le Case automobilistiche stanno tutte accelerando gli investimenti nella ricerca e nello sviluppo per stare al passo con i rivali e con l'evoluzione del mercato che oggi sta puntando tutto sull'elettrico e sulle soluzioni avanzate di guida autonoma.

E per potersi concentrare al massimo su questi fronti, Volkswagen dovrà rinunciare a qualcosa e nello specifico alla tecnologia a celle combustibile che per il momento sarà messa da parte.

La Casa tedesca non vuole perdere la sua leadership, cosa che invece successe a Nokia che non seppe cavalcare l'onda del cambiamento.

Il primo banco di prova sarà la ID.3 che debutterà la prossima estate nonostante qualche problema software dell'ultimo momento. Nonostante le previsione di vendita globali siano state riviste al ribasso, Volkswagen dovrebbe comunque riuscire a collocare entro il 2028 14 milioni di veicoli elettrici, cosa che le permetterebbe di ottenere il 27% del mercato globale, diventando il più grande costruttore di auto elettriche del decennio.


259

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
JustATiredMan

si e' vero, ma se la gente va in ferie, le aziende non lavorano, per cui le attività produttive riducono il loro fabbisogno di energia.

Sandro Pignatti

Qui in Italia è maniacale la cosa di dover far rumore con la marmitta.
Non capisco il motivo.
Se volete adrenalina, lanciatevi con una bici lungo il versante di una montagna.

Antsm90

Mmm, detta così effettivamente ha senso solo sostituire la lampadina con una led e via andare

Ansem The Seeker Of Darkness

non mi pare che l'idrogeno sia per tutti se è per questo.
In ogni caso i costi iniziali di ricerca sono il motivo per cui le nuove tecnologie costano.

Teomondo Scrofalo

Dimentichi le festività dove viaggiano milioni di persone contemporaneamente...

Teomondo Scrofalo

92 MINUTI DI APPLAUSI!!!!!!
Detto da uno che abita in condominio ed ha il fotovoltaico ed un pannello solare per l'acqua calda sanitaria.

Aristarco

ci fai o ci sei? sto parlando del futuro e tu parli come di quelli che quando sono comparse le prime automobili preferivano il cavallo dicendo che era più comodo e più economico, il futuro (parlo di decine di anni) è per la scomparsa totale dell'uso dei combustibili fossili, che stanno uccidendo il pianeta, e con altri decenni di conquiste tecnologiche le batterie saranno capiente e a buon mercato, con il conseguente utilizzo in powerwall (per stabilizzare la rete e avere sempre scorta di energia) e mezzi di locomozione

Apocalysse

Non hai voglia di leggere perché i dati sono la dura realtà e tu vivi nelle favole. Mi è bastato parlarti dei condomini che come per magia "eh ma non abitiamo tutti nei condomini", si ma il 90% delle persone in Italia si. Se poi tu abiti fuori città in una villetta schiera buon per te, ma la realtà è differente da come la dipingi.

Apocalysse

La luce generata da quei lampioni non è minimamente paragonabile a quella prodotta dai lampioni 220v che ci sono generalmente, 15W led faranno circa 1500-1800 lumen a seconda di cosa viene usato, ma i lampioni normali ne fanno 13000 (!!!)
Il risparmio non esiste, chi ha fatto o si è fatto gli impianti ha goduto di detrazioni interessanti (attualmente hai il 50% sulla costruzione dell'impianto), ma senza le sovvenzioni non vai da nessuna parte.

Prendiamo sempre il nostro esempio del lampione da 15W, il suo tempo di accensione annuo è di circa 4000 ore (https://www . arera . it/it/docs/04/052-04.htm ) per un consumo annuo di 60KWh
Tramite questo tool dell'unione europea puoi farti i calcoli de rendimento nella zona che preferisci, io l'ho fatto intorno a me (https : //re .jrc. ec. europa. eu/pvg_tools/en/tools.html#PVP )
Secondo quel grafico, il periodo più sfortunato di produzione è Gennaio, per sopperire devo usare un pannello da 300Wp con un pacco batterie da 250Wh a cui va aggiunto un regolatore di carica.
Il tutto come prodotto nuovo ti viene a costare sui 300€ per il pannello, intorno ai 200€ per il regolatore e 80€ per la batteria. Ovviamente stiamo parlando di lampioni, quindi il metodo più efficace sarebbe avere su ogni lampione il pannello, ma avere lo stoccaggio da un'altra parte in modo da ottimizzare il costo del regolatore (che magari pagherai 800€, ma ti serve 20 lampioni), ma devi aggiungerci il costo della realizzazione di un apposito spazio (se ne esiste la possibilità, perché mica detto che ne hai lo spazio) e costruire una piccola struttura apposta che non è gratis.
Ma rimaniamo concentrati sul singolo lampione dove abbiamo inquadrato precisamente cosa serve e come il costo della batteria sia veramente marginale, finiamo i nostri calcoli: costo totale 580€ a lampione . Vediamo il tempo di ammortizzazione:
60Kwh annui di consumo x 20centesimi di costo al Kwh di energia che si paga in casa = 12€ all'anno di spesa energetica
580€ / 12€ = 48 anni

Hai buttato 580€ x N lampioni.

Teomondo Scrofalo

C'è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia diventano per tutti.

Vincenzo Corsaro

Questo vale solo per adesso (come ho già scritto in precedenza), nei prossimi decenni verrà risolto il problema dell'inquinamento con la sostituzione con delle materie prime più efficienti e ecosostenibili e verrà migliorata anche l'efficienza energetica della produzione di energia, pertanto, come ho già detto prima, tutti o quasi i problemi dell'elettrico possono essere risolti con lo sviluppo tecnologico mentre i lati sfavorevoli dell'idrogeno no.

Aristarco

Sei lungo e sinceramente non ho voglia di leggerti tutto, non ho ritrattato nulla, tutte le case avranno sistemi di accumulo perché in futuro di notte per ricaricare le auto ce ne sara bisogno , sto parlando del futuro non di domani, ma di una transizione che durerà decine di anni, dal cavallo al termico per tutti ci sono voluti parecchi anni e anche per questa transizione sarà così, libero di non crederlo

Antsm90

Davvero consumano così tanto? Per qualche motivo ero convinto molto meno

Apocalysse
Al di la del fatto che non tutti vivono in condominio

Al di la del fatto che hai esordito e cito testualmente:

in futuro ognuno avrà accumulatori a casa, non vedo dove sia il problema

Cosa che a quanto pare stai già ritrattando, perchè ti sei accordo che è possibile solo in realtà non condominiali, ma forse non ti rendi conto che la densità abitativa dell'Italia è tale solo perché la maggior parte delle case sono appunto condomini.

un domani quando i combustibili fossili non verranno più usati e le rinnovabili copriranno la maggior parte del nostro fabbisogno, avremo tutti bisogno di sistemi di accumulo per la notte e per i momenti in cui servirà corrente ad esempio per cucinare o ricaricare l'auto senza prenderla dalla rete

Poi ti svegli tutto bagnato e realizzi due cose che a quanto pare non sei a conoscenza:
a) allo stato attuale non puoi staccarti dal gestore dell'energia elettrica in Italia, se lo fai la casa non ha l'abitabilità ...
b) di questi sistemi non si parla di concetti di "Notte", ma di quante ore di autonomia hai

Tralasciando il punto A dove le cose potranno cambiare in futuro, per te è tutto piuttosto semplice, consumi energia e ti basta "una notte" di autonomia, quando la realtà dei fatti è che se c'è nuvolo, il giorno dopo tu sei a secco, nada, niente energia se non con copiosi investimenti. Ma vogliamo metterci a fare 2 conti giusto per divertirci ?
Hai parlato di usare l'energia per la casa e ricaricare l'auto.
Prendiamo una macchina da 62Kwh, di batterie, mettiamo che tu ne consideri di ricaricare al massimo 1/5 per notte, significa avere 12,4KWh solo per la macchina, ed in casa ?
Non mi vorrai dire che in una casa totalmente elettrica (lo hai scritto te quando hai parlato di cucinare con l'elettricità daltronde) non hai un boiler e pompe di calore, stando stretti potremmo ipotizzare 6KWh (il consumo medio di una famiglia è di oltre 8KWh al giorno, ma non con tutto elettrico) ed il tutto porta ad avere una sorgente di accumulo per una notte di 18,4KWh. Ma l'accumulo non può essere di soli 18,4Kwh, perchè per la preservazione delle batterie non si va mai oltre al 50% di scarica, quindi ti serve il doppio di tale capacità..
Facendo il calcolo su batterie nuove per tale potenza, considerando batterie da 12volt da 150Ah, ti servono 21 batterie x Circa 300€ a batteria => 6300€
Adesso mettiamo che prendi usate, proprio dalle auto elettriche, i dati certi sono che il pacco della Leaf da 40Kwh vogliono 7K€ se non gli dai indietro il tuo, lo vai a comprare dal tipo che si è fatto mettere il pacco batterie nuovo, gli dai 3000€ ed i pacco ha una capacità residua del 70% (il minimo per il cambio, ma può benissimo anche essere inferiore), significa che ha una capacità di quasi 24KWh, ma non sufficienti per la preservazione a lungo termine se ogni notte li scarichi quasi del tutto, quindi ti servono 2 pacchi di questi e spendi 6K€ col risutato di avere un'autonomia di ben 1 giorno e mezzo se non riesci ad accumulare energia tramite le rinnovabili. Ora questi sono conti grezzi a cui manca tutta la manodopera e gli inverter adeguati, inoltre il punto più oscuro: Costeranno veramente 3K€ ogni 24KWh le batterie esaurite ? Io dubito. Così come è piuttosto normale che in inverno non riesci a caricare le batterie per giorni, quindi se vuoi più autonomia, ti servono più accumulatori, quindi spesa più alta (Ma volendo abbatti i costi se usi un generatore a gasolio per ricaricare le batterie ... no, non scherzo è comunemente usato in questi impianti se hai soldi)
Ma come puoi ben vedere la spesa è piuttosto sostanziosa, sicuramente sfiora i 10K€ considerando tutto e tu mi vieni a dire che la gente spenderà quei soldi come se fosse una cosa normale ..... Si come no.

capisco che per la maggior parte delle persone che abitano in questo blog e hanno mentalità medievali possa essere difficile da comprendere


Io capisco che c'è gente che non ha la più pallida idea di cosa stia parlando e pensa di vivere in un mondo fatato dove basta McGiver per fare tutto senza spendere una lira.

Apocalysse

Un lampione a led, se vuoi che faccia luce, deve avere 15W di led ed il pannello solare può essere efficiente al massimo, ma quell'efficienza è legata ai classici 21°C di temperatura con angoli ottimali, ti sposti da quella temperatura e perdi lo 0,5% di efficienza per ogni grado e figurati se viene ottimizzato l'angolazione. Inoltre l'angolazione la puoi ottimizzare o per il periodo estivo o per il periodo invernale, le due cose non possono coesistere con un'impianto fisso. A questo aggiungici che quando è inverno le nuvole fanno produrre poco o nulla, anche se hai luce, il pannello produrrà una miseria, col risultato che la batteria si scarica inesorabilmente finché non si spegnerà del tutto il lampione venendo meno la sua unica funzione: Sicurezza data dall'illuminazione.

Antsm90

Mi pare strano, un lampione a LED dovrebbe consumare meno di quanto produce un pannello solare di ultima generazione (efficienza ~22%)

pollopopo

nella tua fantastica foto manca una cosa molto importante..... la produzione di grosse batterie è molto inquinante inoltre la distribuzione di energia ha una perdita significativa che non avrebbe una centrale che produce corrente che usa direttamente per la produzione di idrogeno...

l'idrogeno in una situazione ideale in cui l'energia proviene solo da fonti rinnovabili a bassissimo impatto sarebbe molto più pulito e pratico per l'utilizzatore finale..... l'idrogeno è il futuro ma non nel breve periodo perché la produzione di energia è ancora molto sporca e i metodi di estrazione/stoccaggio dell'idrogeno ecc... non sono efficienti

pollopopo

il problema è che anche quando c'era la sinistra il ruba ruba non è cambiato, solo che oltre a rubare venivano regalati soldi a destra e a manca senza fare i conti con l'oste e le aziende venivano penalizzate bloccando completamente lo sviluppo economico del paese e degli investitori esteri...... non parlo della destra perché tarabaralla è simile....

lascia perdere, è proprio marcio il sistema sia italiano che europeo (a sfavore dell'italia)....

il ceto medio è stritolato dalle tasse/doveri.... o evadi, o sei in un mercato di nicchia, o sei in cima nel tuo mercato.... se sei fra i tanti e fai l'onesto fai prima a fare il dipendente, il rischio d'impresa non merita per guadagnare qualche spiccio in più, al primo imprevisto ti areni o ti fai venire un fegato grosso come un melone per avere poco più dell'operaio classico con la giusta paga (ovviamente ci sono anche quelli sottopagati, sfruttati ecc...)....

è quasi impossibile la ripresa economica per come è impostata la cultura italiana, e non mi pare che i giovini siano più svegli dei predecessori, anzi sono una banda di caproni che si fanno intortare dal primo post fatto da un influencer.... peggio dei vecchietti che guardano il tg e credono ancora nei partiti politici che eleggono....... nel giro di 20/30 anni facciamo la fine della grecia...

al primo passo avanti ci sediamo sugli allori e ne facciamo 5 indietro.....

MatitaNera

Mai sentite queste parole, ma penso di aver capito.

teda

Stanno partendo un po tutti da zero .... fare auto elettriche e' facile ..meno facile e' venderle rendendole appetibili

ste

Per fare la fine di nokia dovrebbe arrivare il ceo di un'azienda di muli da soma che dice che i motori a combustione interna sono antichi e inutili, per poi sostituirle auto trainate con i propri muli

Ale Jordan
Ale Jordan

Esatto. Magari lavorando anche su motori a scoppio da qui a 10 anni, immetterà nel aria qualcosa di pulito. Basta vedere i traguardi raggiunti.

Ale Jordan

Non sono d'accordo. Prendete sempre in esempio gli smartphone. Lo faccio anch'io in questo caso.
Ora è molto diffuso eppure non ha prezzi così bassi, anzi... uno smartphone siamo sui 1000 euro

Aristarco

Al di la del fatto che non tutti vivono in condominio, un domani quando i combustibili fossili non verranno più usati e le rinnovabili copriranno la maggior parte del nostro fabbisogno, avremo tutti bisogno di sistemi di accumulo per la notte e per i momenti in cui servirà corrente ad esempio per cucinare o ricaricare l'auto senza prenderla dalla rete, capisco che per la maggior parte delle persone che abitano in questo blog e hanno mentalità medievali possa essere difficile da comprendere

Kamgusta

Soffocotto? Entiendes?

MatitaNera

E sarebbe?

Kamgusta

boccaponcio, scusate, la fretta...

MatitaNera

Boccaboncio?

Apocalysse

No, preferisco che mi spieghi il perchè dovrei spendere 4K€ di batterie usate + apposito inverter e come diamine possano essere messe in un condominio. La mia immaginazione è piuttosto scarsa in questi frangenti e sono ben lieto che qualcuno ne abbia più di me.

Unit-01

Infatti è proprio per questo che ha fatto questa affermazione. Devono evolversi.

BlackLagoon

con la tesla no ma con una ferrari si

Kamgusta

Ne guadagna 4000 un mese, poi quello dopo è a casa e a fine anno gli chiedono l'acconto, non ce li ha, se li deve far prestare e deve pagare per il prestito... Stipendio medio al netto di tutto questo considerando 10 anni di lavoro, forse 1200, 1500 se proprio è bravo. Va bene questi idraulici guadagnano, ma te un idraulico con la Tesla l'hai mai visto? Al massimo io li vedo sul Pandino a metano. In Svezia il weekend viaggiano con il Model 3, direzione casa al lago per farsi sauna e boccaboncio da una biondina.

MartinTech

lol esatto però è sconosciuto al fisco e se gli chiedi la fattura inizia a lamentarsi del fatto che non arriva a fine mese e l'Italia la regge lui (e la sua categoria) sulle spalle :D

MatitaNera

Perchè qui no?

Kamgusta

La vita è una somma zero, se vuoi aumentare gli stipendi devi prendere i soldi altrove.
Nessuno ha mai avuto le palle di tassare chi veramente ha i soldi (che non sono i poveri disgraziati da 700 euro di pensione al mese) e dal 1994 si sta facendo esattamente l'opposto, favorendo chi li abbia.
- Evasione fiscale
- Incertezza della pena
- Depenalizzazione dei reati in campo finanziario
- Scaglioni IRPEF ridicoli
- Corruzione in ambito di grandi opere
- Aziendalizzazione delle attività remunerativa e privatizzazione di quelle a debito
- Taglio dei diritti dei lavoratori di fascia medio bassa
- Elevazione dei privilegi dei lavoratori di fascia alta
- Mancanza di controlli
Eravamo un paese di santi, poeti e navigatori e siamo diventati un paese di ladri, falliti e approfittatori.
Fidati che andrà sempre peggio, non avremo il tempo di riprenderci che tornerà un periodo di destra che sfrutterà ancora di più il ceto basso a favore del medio-alto.

Vincenzo Corsaro

Ma ovvio, il punto è che se devo fare una transizione mondiale a mio avviso bisognerebbe optare verso qualcosa che sia più conveniente del sistema attuale, e l'elettrico possiede questa capacità, ciò significa ipoteticamente fra 30/40 anni (quando il sistema energetico sarà unicamente basato sul modello elettrico, o perlomeno nella stragrande maggioranza dei casi si presume che sia così) si potrà avere un prezzo molto più basso di quello che attualmente spendiamo per i combustibili, inoltre solo l'elettrico ti permette di caricare l'auto a casa con i pannelli sul tetto, ecco perché a mio avviso puntare sull'idrogeno è solo uno spreco, perché ci costringerebbe a continuare ad avere un sistema centralizzato, perché chiaramente l'idrogeno non puoi fartelo a casa, mentre invece l'elettrico ti dà la possibilità di diventare energeticamente indipendente, ognuno grazie al fotovoltaico di casa sua può diventare produttore senza dovere dipendere da nessuno, senza dovere fare file chilometriche dal distributore quando i benzinai annunciano gli scioperi, inoltre visto che già l'elettrico lo utilizziamo per quasi tutti i nostri dispositivi diversi dalle auto una transizione anche per il settore automotive avrebbe come effetto un maggiore investimento da parte delle aziende del settore sul comparto fotovoltaico e più in generale sul settore dell'efficentamento energetico delle nostre case, che aumenterebbe le economie di scala di pannelli fotovoltaici e sistemi di produzione di energia rinnovabile a tal punto da far abbassare sempre di più i costi su questi strumenti, ecco perché l'elettrico è l'unica via da seguire, perché ad oggi non esiste nessun altra forma di energia che può garantire tutto questo.

Luca Lindholm

E quindi?

In Italia ogni qual volta si è provato a migliorare la qualità di vita degli italiani (PCI nell'A.C. e nella VII Legislatura, M5S in quella odierna), si è sempre gridato al comunismo, finendo per mettere sempre i bastoni fra le ruote a tutti i politici veramente progressisti!

Kamgusta

Tipo in Svezia dove un idraulico ha 3 case e guadagna 6000 euro al mese?
Ma va!

Kamgusta

Hanno creato l'Africa apposta... Noi non le vediamo, quindi tutto a posto! https://uploads.disquscdn.c...

Edoardo Motta

lol in alcuni paesi europei le omologazioni di veicoli elettrici hanno superato quelle dei veicoli tradizionali da tempo, qui in Italia se non fa brum brum non va bene.

Kamgusta

Il problema è che abbiamo un deficit energetico
Se trovassimo un sistema per ottenere più energia del necessario allora sì che sarebbe conveniente l'idrogeno
Non credere che sia impossibile, io dico in 50-100 anni ci si arrivi (fusione nucleare)

MartinTech

anche la benzina necessita più o meno degli stessi passaggi dell'idrogeno, anzi forse anche di più dato che devi costruire impianti costosissimi e fare sondaggi nel terreno per trovare i giacimenti, poi estrarre il petrolio, raffinarlo in costosi impianti, stoccarlo, trasportarlo coi camion alle stazioni, stoccarla nelle stazioni, poi fare il pieno..bla bla bla....e quindi?
Nonostante questi numerosi passaggi, se non ci fossero le tasse statali, la benzina costerebbe comunque 50-60 centesimi al litro, rendendola infinitamente più conveniente dell'elettricità. Allora se mi parli di convenienza economica non c'è storia, se mi parli invece di ecologia vince l'elettrico...ma invece l'idrogeno sopperisce anche a quel lato negativo. Quindi? Già ora è esattamente come quello schemino eppure la benzina te la tirano dietro (in italia costa cara solo per ragioni fiscali, ma come "materiale" è estremamente economica). Perchè non si può fare tutto questo con l'idrogeno? Se investi in ricerca puoi migliorare tutte le fasi produttive, l'efficienza etc. Ovvio che hai 100 da investire e fai 99 elettrico e 1 idrogeno ci sarà sempre un gap incolmabile.
Sai quando vincerà l'elettrico su tutta la linea? Quando produrrai elettricità a costo 0 o quasi in autonomia e sfruttando le risorse naturali (sole, vento), le batterie offriranno 6-700 km e si potrà fare una ricarica in 5 minuti. Ci arriveremo? Spero di si (non sono contro l'elettrico a prescindere). Ma nel frattempo, perchè non continuare a cercare anche strade alternative come appunto l'idrogeno? Chi ha deciso che l'elettrico deve essere L'UNICA scelta per il futuro?

Andrea M.

nessuno ha previsto un boom, ci vorranno 20 o 30 anni.

Andrea M.

solare, eolico, geotermico, biomasse, cogenerazione.... C'è ancora tanto da poter sfruttare.

Andrea M.

crescono investimenti anche in quel settore, ormai le case nuove le fanno solo in classe A ricoperte di pannelli solari, per dire....

Andrea M.

chi? La Volkswagen? Naaaaa....

Andrea M.

un conto è restare indietro, un'altro è vendere fuffa.

Vincenzo Corsaro

Non è assolutamente vero, l'unica cosa per cui è migliore l'idrogeno è soltanto il tempo impiegato per la ricarica, ma questa è una cosa che verrà migliorata nei prossimi decenni, idem dicasi per i materiali utilizzati per le batterie che attualmente sono molto inquinanti; l'elettrico presenta un vantaggio su tutti che nessuno gli potrà mai sottrarre, quello di potere essere creata e stoccata in maniera semplicissima e ovviamente molto più economica dell'attuale sistema dello stoccaggio di petrolio e idrogeno, che necessitano invece delle autobotti, e quindi necessitano di un sistema molto più complesso di trasporti, mentre l'energia elettrica viene distribuita dalla rete, inoltre l'energia elettrica la produci sia con combustibili fossili che con energie rinnovabili (e fino a quando non saremo totalmente indipendenti dai combustili ci permette una maggiore flessibilità), infine l'idrogeno ha un processo di produzione molto complesso e sopratutto costoso in quanto necessita dell'elettrolisi, cioè deve scomporre dall'acqua l'idrogeno, cosa che risulta conveniente a ridosso di centrali idroelettriche, pertanto stiamo parlando del nulla, l'elettrico ha sì delle limitazioni ma attualmente è la migliore scelta per il futuro, allego sotto un immagine per rendersi di conto di quanto sia molto più complessa e più costosa la rete di stoccaggio dell'idrogeno rispetto all'elettrico https://uploads.disquscdn.c...

GianL

Formalmente sì, ma nel 2010 quando Stephen Olap (ex Microsoft) è diventato AD di Nokia, dal punto di vista finanziario probabilmetne era già troppo tardi con il Market Share che dai fasti del 2007 al 50+% era già sceso al 33%.
A Febbraio 2011 la famosa nota interna sulla "Burning platform" che poi verrà formalizzata con l'accordo strategico con MS (ma guarda un po'...).
Windows Mobile fu quel che fu come sappiamo e quando Elop se ne va il market share era al 3%, l'azione aveva perso il 60%.
A metà 2013 l'accordo di vendita a MS: Elop per il "bel lavoro" svolto riceve un bonus da $18.8Mio: probabilmente è a questo che pensa la notte il CEO di VW.

Auto

Mercedes Classe X: stop alla produzione da maggio

Eventi

Porsche è sempre più Experience

Auto

Tarraco: il nuovo stile di Seat nel SUV spagnolo più comodo di sempre | Video

Curiosità

Aerei troppo inquinanti: quali le alternative e come sceglierle | Storie