Porsche ha scelto BASF per realizzare celle per auto ad altissime prestazioni

21 Luglio 2021 30

Il progetto di elettrificazione di Porsche passa anche attraverso lo sviluppo di nuove celle che il marchio utilizzerà all'interno dei pacchi batteria su vetture ad altissime prestazioni e nell'ambito del motorsport. Proprio per questo, la casa automobilistica aveva creato una joint venture con Customcells chiamata Cellforce Group per lo sviluppo e la realizzazione di queste nuove celle. Adesso, arriva un'interessante notizia che aggiunge alcuni nuovi dettagli di tale progetto.

La joint venture ha scelto il colosso tedesco della chimica BASF come partner esclusivo per lo sviluppo delle nuove celle. Nello specifico, questa società fornirà tutte le materie prime necessarie per realizzare le celle che il costruttore tedesco sta sviluppando e che si caratterizzeranno per un'alta densità energetica e per poter essere ricaricate ad elevata potenza. La produzione sarà affidata, ovviamente, a Cellforce Group.

Il suo impianto di produzione per le celle dovrebbe entrare in funzione nel 2024 con una capacità iniziale di almeno 100 MWh all'anno, quanto basta per 1.000 vetture. Ma non è tutto, perché l'accordo va oltre la sola fornitura delle materie prime per le celle. Infatti, in ottica di voler offrire un approvvigionamento sostenibile, gli scarti di produzione del futuro stabilimento per le batterie di Cellforce saranno riciclati presso l'impianto pilota di BASF a Schwarzheide, in Germania.

L'annuncio dell'intesa tra Porche e BASF arriva dopo l'indiscrezione del mese scorso che il Gruppo Volkswagen stesse cercando legami più stretti proprio con il colosso tedesco della chimica. Da evidenziare che la fabbrica che realizzerà questa joint venture non fa parte del piano del Gruppo Volkswagen di costruire 6 Gigafactory in Europa. Inizialmente, le nuove celle rimarranno a disposizione solo di Porsche ma se il lavoro dovesse dare i risultati sperati è possibile che possano essere utilizzate anche da altri marchi del Gruppo tedesco che realizzano modelli ad altissime prestazioni come Lamborghini.

Lo smartphone 5G per tutti? Motorola Moto G 5G Plus, in offerta oggi da Bpm power a 180 euro oppure da Coop online a 269 euro.

30

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
angelsanges

top!

angelsanges

vero!

T. P.

insomma, è passata per tutti i prodotti di archiviazione della storia? :)
ovviamente non mi ricordo le marche delle vhs e dei floppy anche se per le musicassette si forse perchè ne avevo diverse della basf

Simone

Di famoso nella storia della BASF c'è l'implicazione nelle varie guerre che ha visto correre :)

Del resto la chimica tedesca aveva il monopolio assoluto nella produzione di coloranti per tessuti, automaticamente il tutto si è trasferito sulla BASF

Simone

Per ora si appoggiano a due poli produttivi, Mirafiori(che è il primo vero impianto di installazione batterie e che dovrà accogliere un sito produttivo) e Termoli.
Di grandi impianti dedicati alla produzione di batterie si è parlato e rimane una valida opzione ma di fatto non ancora hanno più di una auto e 2 grossi ibridi da produrre.

Pietro Smusi

differenze abissali

ACTARUS
Dark!tetto

Ha poi venduto la sezione commerciale ed è diventata Emtec, che a sua volta ha acquisito kodak

Dark!tetto

Lodevole da parte di BASF il tentativo di usare cobalto europeo, ma temo che questo progetto abbia qualche lacuna. I giacimenti europei hanno un rendimento veramente basso, il che vuol dire costi molto più alti e soprattutto opposizione locale per delle miniere che produrranno alti scarti. Poi purtroppo con un progetto così piccolo e per delle auto dal costo medio molto alto temo che non cambierà nulla per il Congo sotto questo profilo purtroppo, possono impallidire gli avversari, ma non certo emularli se devono elettrificare milioni (se non miliardi) di veicoli...

PS: Meno è efficiente il processo di estrazione più sarà impattante sull'ambiente e sulle emissioni del processo di raffinazione...

axoduss

Ma stellantis non vuole costruire una gigafactory in Italia?

Signor Rossi

Vero in Finlandia hanno trovato cobalto, guarda caso cercavano oro e l’hanno trovato per caso. PAL0241 : 28,3 g/t oro e 1.190 ppm ( parts per million ) cobalto in una profondità di 168,6 metri ! Cioè sono circa due grammi di cobalto a tonnellata di roccia e detriti …

Se si impegnano riusciranno sicuramente a costruire qualche batteria

ps. Norilsk è stata dichiarata la città più inquinata del pianeta, li quanto pare ci sono le più grandi raffinerie di cobalto del mondo: materiale proveniente dalla russia.

Cerbero

Badische Anilin und Soda Fabrik (n.d.r.)

Super Rich Vintage

Eccolo il solito che straparla senza conoscere i progetti delle varie aziende e facendo un gran miscuglio. Senza sapere che il cobalto viene estratto anche qui in Europa, in particolare in Finlandia... https://uploads.disquscdn.c...

MatitaNera

ma certo

Aristarco

non importa...

Signor Rossi
T. P.

pure? non li ricordavo anche sui floppy...

MatitaNera

un commento vintage

MatitaNera

Ma una ha senso l'altra è fuffa. Vedi tu l'ordine.

MatitaNera

E i floppy disk!

Deathstroke

è una azienda del settore chimico per lo più

T. P.

prima ancora le musicassette!!!

Super Rich Vintage

E andiamo! C'è chi commenta e c'è chi commenta aspettando gli altri.

Super Rich Vintage

Una grandissima alleanza con una delle industrie tedesche storiche, nata per contrastare DuPont e che vanta l'invenzione del colorante indaco e la tecnologia per far funzionare le musicassette. BASF fornirà i materiali attivi del catodo NCM HEDTM con Nichel e Cobalto di provenienza Europea, senza più schiavizzare l'Africa. Il processo sarà innovativo con celle potenti e rapide inserite in 1.000 auto, gli avversarisaranno costretti ad impallidire.

angelsanges

uuuu la BASF.....quella che produceva i DVD-R ?

Gigiobis

Di serie: mangiacassette!

Aristarco

una cosa non esclude l'altra

Daniel

C'è chi gioca con le telecamere dell'autopilot e chi invece inventa nuove celle ultra tecnologiche per la soddisfazione del cliente - anche del più esigente.

Pietro Smusi

ovvai, un altro post per un altro commento di vintage...

Tecnologia

Come nascono le batterie: viaggio in fabbrica con Askoll e la stanza segreta

Auto

Opel Mokka-e: il SUV elettrico messo alla prova, anche in viaggio | Video

Auto

BMW X1 xDrive 25e: proviamo la plug-in in modalità EV e ibrida | Recensione e Video

Auto

L'Europa vuole solo auto elettriche: i piani dei produttori e le date dell'addio