Nel 2035 ci saranno 83 milioni di auto connesse | Boom del C-V2X

17 Marzo 2020 2

Secondo ABI Research, nel 2035 ci saranno ben 83 milioni di auto connesse. L'implementazione del 5G è ancora all'inizio ma una volta che la rete diventerà capillare permetterà di rivoluzionare anche il modo di guidare, aumentando sensibilmente la sicurezza sulle strade. Già dal 2023 le auto inizieranno a comunicare tra di loro per offrire ai conducenti una maggiore sicurezza di guida. Entro il 2030 saranno già in circolazione 41 milioni di automobili connesse 5G che saliranno a 83 milioni nel 2035. A quella data, le auto connesse 5G rappresenteranno il 75% del totale delle auto equipaggiate con il C-V2X.

Mentre Ford ha già annunciato nuovi modelli di auto equipaggiati con il C-V2X per il 2021, realtà importati come Audi, BMW e Volkswagen stanno collaborando con aziende tech del calibro di Ericsson, Huawei e Nokia per avviare sperimentazioni su larga scala per testare le capacità del 5G per le auto connesse. I primi risultati di queste sperimentazioni stanno dando buoni risultati dimostrando che questa tecnologia migliora l'efficienza del traffico e di conseguenza anche i consumi di carburante.


Ancora più importante, la condivisione dei dati dei sensori sarà fondamentale per proteggere gli utenti della strada più vulnerabili come pedoni o ciclisti. Pertanto, portare la connettività cellulare basata sul 5G nelle auto sarà fondamentale per trasformare in realtà l'obiettivo di rendere molto più sicure le strade.

Inoltre, secondo ABI Research, il 5G e le auto connesse avranno un importante impatto sul PIL globale. Maggiore sicurezza sulle strade significherà, infatti, una drastica riduzione delle spese sanitarie. Tuttavia, per arrivare a questi obiettivi è importante che le autorità e i gestori delle infrastrutture provvedano ad installare le reti che permettano la diffusione del C-V2X.


2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Fabrizio

Perchè non menzionare anche FCA? Che ha dimostrato le funzionalità C-V2X proprio a Torino a Novembre

Squak9000

sarebbe una cosa molto importante la sicurezza visto che ogni anno a lasciarci la pelle sono milioni e milioni di guidatori.

penso dovrebbero scriverlo anche sui cruscotti delle auto: "guidare uccide"

Mercedes EQE 350+, ora facciamo sul serio e Tesla può iniziare a tremare | Video

Mazda CX-60: prova (su strada) di maturità per il SUV PHEV da 60 km elettrici | Video

Mercedes Classe C All-Terrain: ibrida-diesel da viaggio. Versatile, ma non SUV | Video

Mercedes EQB: primo contatto, prova ricarica IONITY e consumi in autostrada