Virgin Galactic: lancio nello spazio avvenuto con successo

14 Dicembre 2018 11

Grande traguardo per Virgin Galactic: la SpaceShipTwo ha completato con successo il lancio avvenuto nella giornata di ieri, giovedì 13 dicembre. VSS Unity (questo il nome ufficiale) ha raggiunto un’altitudine di 80 km circa, superando dunque quel confine oltre il quale, per la US Force, inizia lo spazio. È la prima volta dal 2011 che due esseri umani decollano verso lo spazio dal suolo americano.

Il lancio, annunciato negli scorsi giorni, è stato preceduto da numerosi test, in cui la VSS Unity aveva raggiunto un'altitudine massima di 52 km. Gli 80 km raggiunti ieri non sono un punto di arrivo, ma di partenza, dal momento che già ieri i motori non hanno consumato tutto il carburante disponibile per il decollo. L'obiettivo a medio termine, ufficializzato da tempo, è portare i turisti nello spazio (partendo anche dall'Italia). Nell'ultimo tweet pubblicato dal profilo ufficiale di Virgin Galactic è presente un breve video che mostra quello che sarà il "panorama" per i fortunati turisti spaziali:


Centinaia le prenotazioni ricevute finora da Virgin Galactic, persone disposte a staccare assegni da circa 250.000 dollari per poter dire di essere stati tra i primi turisti spaziali della storia.

Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, in offerta oggi da ASUS eShop a 499 euro oppure da Unieuro a 559 euro.

11

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Aster

No e ora che non è piatta cosa diranno :)?

Mattia Righetti

Li trovi sul libro di Fisica

Luca vincastri

A me pare convessa altro che piatta.

LaVeraVerità

Se Eratostene fosse vivo questi sarebbero i suoi ultimi secondi di vita.

mi accodo alla domanda..

Ginomoscerino

carini questi simulatori VR che mostrano la terra tonda, dove posso comprarlo?

Nico Ds

Sono definizioni, ognuna ha a che fare con qualcosa, o con parametri orbitali (lo stare in orbita senza propulsione) o il fatto che i gas siano troppo rarefatti per comportarsi come tali pur rimanendo gravitazionalmente legati alla terra o alla densità dell'atmosfera: non c'è una definizione condivisa. Se si prende la fine dell'Esosfera lo spazio inizia intorno ai 700 km, ben oltre la ISS addirittura!

rsMkII

Esattamente, diciamo che definire dove finisca è più che altro, appunto, una definizione, perché se è vero che gli strati bassi dell'atmosfera hanno caratteristiche molto diverse, che vanno conosciute per studiare tutta una serie di fenomeni, oltre una certa quota è un decrescere continuo della pressione, per cui si deve solo scegliere un limite e dire che oltre a quello si tratta di spazio.

Tom Smith

Il fatto che non sia esaurito il carburante a 80 km da ben sperare per future missioni.

FerraristaXXL

ha a che fare con la rarefazione dell'aria? o per altri motivi?

Nico Ds

Per noi italiani il limite più convenzionlmente accettato per lo spazio è 100 km di quota, ma alla fine sono definizioni, in termini orbitali ha più senso quella dei 150 km, secondo altre definizioni nemmeno l'orbita della ISS (poco più di 400 km) sarebbe spazio.

Sony

Sony, ecco l'autoradio 1 DIN con CarPlay, Android Auto e display da 9"

Linate chiude per tre mesi e trasloca a Malpensa: ecco tutti i motivi | Video

Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti