Con "Navigate on Autopilot" le Tesla cambiano corsia autonomamente

29 Ottobre 2018 22

Tesla si avvicina alla guida autonoma avviando il rilascio della nuova funzionalità "Navigate on Autopilot" per gli automobilisti USA. Dallo scorso weekend i proprietari Tesla possono beneficiare di un sistema di guida autonoma di livello 2 avanzato, in grado di gestire autonomamente alcune manovre come, in questo caso, il cambio di corsia (anche negli svincoli) e l'ingresso/uscita da una strada a scorrimento veloce mediante le corsie di accelerazione/decelerazione. Un'evoluzione dell'Auto-Lane Change disponibile finora, che pone le basi verso la guida autonoma di livello 3 (quando il codice della strada lo permetterà).

Tesla definisce Navigate on Autopilot una "funzionalità di guida assistita attiva", in grado di suggerire al conducente della vettura la manovra da effettuare (ad esempio un cambio corsia): solo dopo la conferma del conducente (tramite l'azionamento degli indicatori di direzione) l'Autopilot effettuerà la manovra. La richiesta di conferma rappresenta una ridondanza con cui il sistema si assicura che il conducente presti attenzione nell'esatto momento in cui è necessario farlo. In ogni caso, il conducente non è mai solo, vista la presenza delle 8 telecamere esterne, dei radar e dei sensori a ultrasuoni.

La Casa di Palo Alto ha già in previsione la possibilità di evitare la necessità di conferma. In entrambi i casi, tuttavia, il conducente rimarrà l'unico responsabile del controllo del veicolo.

Navigate on Autopilot nasce per rendere più facile e agevole la circolazione autostradale o sulle strade a scorrimento veloce, integrandosi direttamente con il navigatore: per attivare la funzionalità è sufficiente impartire la propria destinazione al sistema (anche tramite comandi vocali), selezionare l'opzione Navigate on Autopilot (se compatibile con il percorso) e confermare l'attivazione (quando il sistema rileva le condizioni adatte) abbassando due volte la leva di destra sul piantone dello sterzo. Tutto questo è vincolato all'attivazione della funzioni Navigate on Autopilot e Autosteer nel menu Autopilot.

Una volta attivo, sul display centrale della vettura (l'unico per Model 3) compare l'auto stilizzata al seguito di una linea blu, ovvero il percorso suggerito dal navigatore. Due i tipi di cambio corsia suggeriti dal Navigate on Autopilot: quello che segue il percorso del navigatore e quello necessario per mantenere la velocità di crociera più vicina possibile a quella impostata con il cruise control adattivo. Il conducente può personalizzare l'intervento del sistema di cambio corsia attraverso quattro livelli di intensità (Disabled, Mild, Average o Mad Max).

L'iPhone più potente di sempre con il design più classico di sempre? Apple iPhone 8 è in offerta oggi su a 520 euro oppure da Unieuro a 679 euro.

22

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Marcomanni

Aggiornabile gratuitamente fino a livello 5, dopo aver pagato ovviamente l'opzione all'acquisto, no.

delpinsky

E' una quantità di dati inestimanbile per poter creare un AI che impari i comportamenti umani e quindi riesca a capire come districarsi in caso di futura guida completamente autonoma in mezzo a vetture con guida manuale/assistita. E' un po' come una Early Access del Livello 5 dove i proprietari delle Tesla fanno da betatester.

Tugur Reddu

Ma allo stato attuale,esistono altre case automobilistiche, che ti vendono un auto con le capacità di guida assistita (se non vogliamo usare il termine guida autonoma) di una tesla?

Marcomanni

Non è una teoria tua ho paura. Lautopilot in shadow mode è una cosa risaputa e serve a quello.

"credo che nessuno al mondo"
Non ti serve fare neanche supposizioni su quello.
Tesla ha collezionato dati per 10 miliardi di miglia tra autopilot e shadow mode.
Ti basti pensare che whymo in confronto ne ha fatti 5 milioni.
Ci sono analisti secondo cui il prezzo delle azioni tesla è troppo basso già semplicemente perché ha in mano quei dati.

Marcomanni

Vero, ma probabilmente solo perché anche lo fosse al 1000 per 100 di certo tesla non permetterebbe di sfruttarlo come tale.
Alla prima stron7at4, ne facesse una anche percorrendo 50 volte gli stessi km di un essere umano, via con le cause, 700 articoli di giornale, tuffi in borsa, etc etc.

Commentatore
Simone Facchetti

Corretto, è un livello 2 avanzato. Il livello 3 si raggiungerà quando non verrà più richiesta l'attenzione costante del conducente (opzione prevista in una futura versione di questa funzionalità).

Capitanharlock

E di parecchio.

Marcomanni

Fino a quel momento dobbiamo lavorare su un sistema come questo che, visti i tempi di risposta di un essere umano (Risposta che se mai avviene nella maggior parte dei casi vuol dire pigiare sul freno) può fare la differenza

Commentatore

Non è di livello 3..
Tesla non ha mai affermato niente di simile riguardo a questo aggiornamento e anche andando a vedere la definizione di livello 3 è chiaro che questo non lo è (come nessun altro in circolazione).

Per favore, correggete la notizia. C'è disinformazione a sufficienza in giro..

Tom Smith

Finora hanno guidato meglio degli umani...

momentarybliss

I cambi di corsia sono, insieme alla distanza di sicurezza, la parte più importante della guida su strada, affidarsi ad un sistema autonomo dell'auto rischia di far calare l'attenzione del conducente su ciò che avviene nel traffico. In un mondo dove tutti hanno una Tesla magari le cose funzionerebbero diversamente, ma fino a quel momento ...

John277

La vorrei solo per attivare il livello Mad Max, che burloni! XD
https://uploads.disquscdn.c...

roby

Solo un pazzo fuori di testa potrebbe farsi guidare dalla tesla

Ho una teoria: Tesla sta impiegando al 100% i sensori su tutte le vetture vendute, da sempre e con tanto di AI che "emula" una guida autonoma a livello 5.
Ogni volta che il conducente guida in modo diverso da come preventivato dall'AI, queste informazioni vengono inviate a Tesla per essere analizzate e capire come mai l'autista abbia reagito in modo diverso.

Credo che non ci sia nessuno al mondo con così tante informazioni sul comportamento di guida.

Marcomanni

Mi sa che credi male. Perché dal 2 al 3 ci sono appena passate. Probabilmente raggiungeranno il 3 tra qualche mese, quando gli verrà sostituita gratuitamente a chi ha attivato l'opzione, tutta la piastra e verrano utilizzate tutte 8 cam e 12 sensori ad ultrasuoni. E poi si andrà verso il 5.

Marcomanni

Decisamente! Ed è anche lì che fanno la differenza con larretratezza dei dinosauri che gli camminiano intorno.

Marcomanni

Assolutamente non c'è, visto che ad esempio l'hw 3 verrà sostituitito gratuitamente.
Ma la raggiungeranno, questo intendevo.

Maurizio Mugelli

secondo loro la predisposizione (in termini di capacita' hardware, sensori, processori ecc) c'e', manca il software a gestirla.

Maurizio Mugelli

stanno correndo dei rischi incredibili in termini di esposizione a cause legali, molto superiori a quanto chiunque altro sia disposto a correre.
per il momento gli e' andata piu' o meno bene d'altra parte.

maffo

Non credo che sia predisposta giá ora al livello 5, al massimo un lv 3

Marcomanni

Verso la guida autonoma livello 5, aggiornamento dopo aggiornamento.
Una differenza non da poco rispetto alla concorrenza.

HDBlog.it

OnePlus 6T McLaren Edition ufficiale: 10 GB di RAM a 709 euro | Anteprima

HDBlog.it

TIM e 5G: ho provato la prima auto elettrica guidata in remoto!

Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente

Mercedes benz

Mercedes e Enel: smart EQ fortwo tra geotermico e idroelettrico | SPECIALE