Tesla registra una nuova società a Shanghai: effetto Venture Cap?

14 Maggio 2018 6

Tesla ha registrato una nuova società con sede a Shanghai nell'ambito della produzione di auto elettriche, componentistica automotive e batterie. Lo afferma una nota di Reuters, in cui emergono alcuni dettagli di un documento depositato dal costruttore californiano la scorsa settimana presso il National Enterprise Credit Information Publicity System.

In Cina, come vi abbiamo raccontato nelle scorse settimane, le autorità governative sono al lavoro per una sostanziale revisione della cosiddetta Venture Cap, la regola che impone ai costruttori stranieri di non superare il limite del 50% del capitale detenuto nell'ambito di una Joint Venture con un'azienda locale.

Le modifiche dovrebbero entrare in vigore nel 2020 nel settore dei veicoli commerciali e nel 2022 in quello delle vetture passeggeri, ma già entro la fine del 2018 potrebbe toccare a tutti quei costruttori che producono veicoli a basso impatto ambientale, ossia ibridi ed elettrici. Tra le aziende che potrebbero trarre il maggior beneficio da questo intervento - secondo gli analisti - c'è Tesla, oggi costretta a importare in Cina i propri veicoli elettrici, con dazi significativi che si ripercuotono sui prezzi di listino.


Non per niente, l'azienda di Elon Musk ha in passato manifestato l'idea di costruire un impianto produttivo in Cina per le proprie auto, da una parte per evitare le tasse aggiuntive e dall'altra per incrementare la produzione di alcuni modelli, tra cui il SUV Model Y ufficializzato per il 2020.

La Gigafactory cinese sembra dunque più vicina: del resto, il contenuto del report diffuso all'inizio della scorsa settimana da Tesla in concomitanza con l'ufficializzazione dei risultati finanziari del primo trimestre 2018 anticipava la costruzione di uno stabilimento produttivo in Cina per il nuovo SUV, destinato (nelle intenzioni dell'azienda) ad una produzione di circa 1 milione di esemplari l'anno.


6

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Marco Seregni

finalmente qualcuno con un po' di sale in zucca

Svasatore

Forse perché non sono un grillino?

Underteo

A parte che c'è poco da censurare. Le Tesla non sono a guida autonoma livello 5 e quindi qualunque incidente è colpa del guidatore che non aveva le mani sul volante o una questo simile

V1TrU

Perché non vai a parlare di scie chimiche anzicchè inquinare un argomento interessante?

Giulk since 71'

No no quello che è scontato è che l'auto pilot o i sistemi di controlo sono sempre e sottolineo sempre disattivi in caso di incidente xD

Svasatore

Quello é scontato.

Audi

Audi Q2: recensione e prova su strada | HDtest

Hyundai

Hyundai IONIQ Electric: Live Batteria in extra-urbano

Volkswagen

Auto elettriche 2018: i modelli in commercio in Italia, prezzi e autonomia

È il navigatore l'optional più richiesto dagli automobilisti italiani