NEXTEER: le tecnologie dello sterzo per la guida autonoma

22 Gennaio 2018 5

Tra gli espositori presenti al Salone di Detroit c'è anche Nexteer Automotive, azienda del Michigan leader nei sistemi intelligenti di ausilio alla guida, specializzata nella fornitura di impianti sterzo elettrici e idraulici, colonne sterzo, sistemi di trasmissione cosi come sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS) e tecnologie di guida automatizzata destinate a grandi costruttori come BMW, FCA e Toyota.

Al NAIAS, Nexteer presenta le sue ultime tecnologie avanzate per lo sterzo delle vetture di prossima produzione, dunque dotate di avanzati sistemi di sicurezza, con uno sguardo a quelle che saranno le applicazioni nelle auto a guida completamente automatizzata.

Guida autonoma: su richiesta e poco invasiva

La prima tecnologia si chiama Steering on Demand e prevede un metodo rapido e intuitivo per il passaggio da guida autonoma a a guida manuale. Semplicemente premendo un bottone o impugnando il volante, il sistema di Steering on Demand consente il passaggio intuitivo e in sicurezza del controllo dello sterzo da manuale ad automatico in caso di veicoli dotati di guida autonoma di livello SAE 3 (per ora solo la nuova Audi A8) o superiori.

Con il Quiet Wheel Steering, invece, il volante rimane fermo quando la guida è in modalità automatica, anche quando il veicolo sta curvando: tale sistema elimina le possibili distrazioni e i pericoli di un volante che gira velocemente di fronte al guidatore durante la guida automatica, riducendo anche il fattore di "ansia" dovuto alla vista di un volante che gira da solo. I veicoli dotati di questa tecnologia, inoltre, possono avere anche una colonna retrattile, che si ritira quando il veicolo è in modalità automatica aumentando lo spazio disponibile per le gambe del guidatore.

Lo sterzo diventa digitale

La novità più importante esposta a Detroit è il sistema Steer-by-Wire: si tratta di uno sterzo che, invece di essere collegato alle ruote con un collegamento meccanico, "comunica" con le ruote tramite attuatori elettronici presenti sulla colonna dello sterzo e sulla cremagliera. Un sistema pensato per integrarsi con gli ADAS più avanzati, riducendo anche il peso e gli ingombri e aprendo nuove possibilità di personalizzazione del feedback dello sterzo al volante: si può decidere di renderlo più sportivo o più morbido, variando oltretutto il rapporto di sterzata.

Infine, un importante elemento alla base delle tecnologie qui riportate è la sicurezza da eventuali e possibili attacchi informatici mirati allo sterzo a controllo elettronico. Per questo, Nexteer ha sviluppato dei moduli hardware dotati di specifici semiconduttori e di una struttura software crittografica multi-layer che identifica e autorizza le informazioni, comandando il flusso tra il sistema di sterzo e altri controller interni o esterni al veicolo.

Schermo enorme ma dimensioni decisamente contenute. Display bellissimo e batteria ampia? Samsung Galaxy S8 Plus è in offerta oggi su a 515 euro oppure da ePrice a 577 euro.

5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Eros Nardi

https://uploads.disquscdn.c...

Svasatore

Quindi l'A7 non la ha la guida autonoma di livello 3?
Professionisti al lavoro.

THE_MARK

La sicurezza dei pedoni secondo me deve essere sempre messa in secondo piano rispetto a quella degli occupanti dell'auto

LaVeraVerità

Già visto...

https://uploads.disquscdn.c...

acid-dj

Bellissima idea, io mi concentrei su come non farsi rubare la macchina..... Cosa che i produttori non interessa, oltre la sicurezza dei pedoni ecc...

Audi

Audi Q2: recensione e prova su strada | HDtest

Hyundai

Hyundai IONIQ Electric: Live Batteria in extra-urbano

Volkswagen

Auto elettriche 2018: i modelli in commercio in Italia, prezzi e autonomia

È il navigatore l'optional più richiesto dagli automobilisti italiani