Toyota, Suzuki, Daihatsu e CJPT insieme per i commerciali a zero emissioni

20 Luglio 2022 5

Se il settore dei trasporti a lungo raggio fatica ancora a trovare il giusto compromesso tra autonomia disponibile e tempi di ricarica dei camion, la logistica dell’ultimo miglio richiede a gran voce veicoli commerciali in grado di percorrere brevi distanze nei centri urbani a zero emissioni.

Lo sa bene Toyota che ha annunciato di aver stretto un accordo con Suzuki, Daihatsu e CJPT (Commercial Japan Partnership Technologies Corporation) per lo sviluppo e la produzione in serie di una gamma di minivan commerciali 100% elettrici in modo da accelerare la corsa verso un futuro a zero impatto ambientale.

TRA ELETTRICO E IDROGENO

Scendendo più nel dettaglio, la collaborazione vedrà Toyota mettere a disposizione il proprio know-how in termini di powertrain elettrificati mentre Suzuki e Daihatsu la loro esperienza nella produzione di veicoli commerciali dalle dimensioni compatte. CJPT, invece, si occuperà di gestire la pianificazione e la commercializzazione del progetto, tenendo in considerazione tutti quelli che sono i problemi relativi alla mobilità elettrica (costi di gestione, tempi di ricarica e tempi di fermo dei veicoli). Il minivan 100% elettrico che dovrebbe arrivare sul mercato nel 2023 verrà utilizzato dai partner in alcuni progetti sociali a Tokyo e nella prefettura di Fukushima.

Il nuovo accordo per la realizzazione di un minivan commerciale 100% elettrico si affianca alla partnership tra Toyota, Hino Motors, Isuzu e CJPT per lo sviluppo, la progettazione e la produzione di veicoli alimentati a celle di combustibile. L’obiettivo è quello di utilizzare l’idrogeno come valida alternativa ai powertrain 100% elettrici, raggiungendo in egual modo la riduzione delle emissioni di CO2 nel settore dei trasporti. Le celle di combustibile, inoltre, possono essere più efficaci quando è necessario percorrere distanze maggiori con camion leggeri adibiti al trasporto di merci refrigerate. Il lancio del veicolo commerciale a idrogeno è previsto nel primo trimestre del 2023 e verrà anch’esso utilizzato dai partner nella prefettura di Fukushima e tra le vie della capitale giapponese.


5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ACTARUS

Io non lo immagino nemmeno fra 10 anni

In realtà è il camion diesel noleggiato per portare il cartellone pubblicitario

Patrocinante in Cassazione

Certo che fino a qualche anno fa non potevamo mai immaginare che i camion un domani sarebbero potuti andare con l'elettrico

rsMkII

La cosa incredibile è che sembra un camion

T. P.

benone! :)

Auto

Volkswagen Tiguan eHybrid, 2 settimane alla guida del SUV Plug-in

Auto

Auto elettrica fa rima con casa e indipendenza energetica | Un caffè con Silla

Auto

Honda HR-V eHEV: spaziosa, pratica ed efficiente | Recensione e Video

Auto

La nostra avventura con un van camperizzato (e che van!) | Video