Toyota GR Yaris, ecco il prototipo con motore ad idrogeno

02 Dicembre 2021 58

Con l'obiettivo di arrivare alla carbon neutrality, Toyota sta spingendo molto sull'utilizzo dell'idrogeno. Accanto alle soluzioni Fuel Cell, la casa automobilistica giapponese sta lavorando anche su motori a combustione alimentati ad idrogeno. E proprio al riguardo, Toyota ha appena presentato un prototipo della GR Yaris dotato di un propulsore ad idrogeno. Il marchio spiega che è stato utilizzato il medesimo powertrain che oggi è presente sulla Corolla Sport sperimentale che sta gareggiando nella serie Super Taikyu in Giappone.

LA TECNOLOGIA NON È ANCORA PRONTA

Toyota racconta che i serbatoi e il processo di rifornimento del veicolo sono gli stessi che si trovano nella Mirai. Come accennato in precedenza, questo prototipo non sfrutta un sistema Fuel Cell. Troviamo, invece, un motore endotermico turbo G16E-GTS da 1,6 litri a 3 cilindri in linea (quello della GR Yaris) con alimentazione del carburante modificata e sistema di iniezione adattato all’impiego dell’idrogeno.

Il costruttore evidenzia che ha iniziato a sviluppare i propulsori ad idrogeno nel 2017. Questo tecnologia, comunque, non è ancora pronta per la commercializzazione. Una soluzione tecnica che comunque sta dando buoni riscontri sulla Corolla e che ha il vantaggio di essere molto pulita visto che le emissioni allo scarico sono quasi nulle.

La casa automobilistica racconta anche che utilizzando questa tecnologia, è possibile offrire un'esperienza di guida divertente, con feeling acustico e sensoriale propri dei motori a combustione interna. Akio Toyoda, presidente di Toyota Motor Corporation, ha commentato:

Abbiamo fatto il primo passo per testare e sviluppare il nostro motore a idrogeno con la mentalità di affrontare la sfida. Immagino che le cose sembreranno un po' diverse tra 10 anni e spero che le persone guarderanno indietro e vedranno come abbiamo affrontato la sfida con positività, godendoci ogni momento.

Lo sviluppo della tecnologia del motore ad idrogeno continua in Giappone attraverso le competizioni dove è impegnato il prototipo della Corolla. Del resto, il motorsport è il luogo ideale dove mettere alla frusta le nuove soluzioni tecniche.


58

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Funz

crediamo a te allora
o alla fata Turchina, chi è disponibile al momento...

R_mzz

Basta che tu abbia compreso che un motore a combustione interna di idrogeno è completamente inutile.
Non è possibile cambiare le leggi della termodinamica, un motore a combustione interna di idrogeno consumerà sempre almeno il doppio rispetto ad una fuel cell ad idrogeno.

accakappa

La ragione è irrilevante e storicamente dissociata dalla mera realtà poiché si da agli stupidi per farli stare zitti. Vuoi averla ? Tienila.

R_mzz

Cerca si capire qual è la differenza tra fuel cell e combustione interna di idrogeno.
Quando l’avrai compresa mi darai ragione.

accakappa

E' inutile che fai il professore, oltre a sapere che non ci arrivavi, eppure c'è scritto in grassetto : "non è ancora pronta per la commercializzazione." quindi cosa vuoi che ti dicano ? Ripigliati va...

Fabio Biffo

Per le navi stanno giá effettuando test di successo con l'idrogeno.
Con gli aerei ci hanno anche provato, il problema principale é ovviamente il range massimo, ma a differenza delle batterie almeno é possibile volare alle attuali quote e velocitá.
Sono sicuro che gli aerei del futuro avranno appunto forme e tecnologie diverse per funzionare ad idrogeno almeno per le lunghe tratte.
Per le tratte brevi i treni ad alta velocitá stannno giá ampiamente facendo concorrenza economica e logisticha agli aerei, e mi azzarderei anche a dire che in un futuro non troppo remoto grazie ai robotaxi su ruota e volanti, e allo smartworking abbinato alla realtá virtuale molti aereoporti non avranno piú senso di esistere.

R_mzz

L’idrogeno è più costoso dei carburanti tradizionali, con questi costi non può competere.
Su un’aereo di linea non c’è abbastanza spazio per immagazzinare abbastanza idrogeno a 700 bar.
Si parla di aerei blended wing, ma per ora sono fantascienza.

Fabio Biffo

Infatti credo anche io che per i veicoli privati e commerciali di piccole e medie dimensioni le batterie siano il futuro.
Per i veicoli commerciali di grosse dimensioni su strada, navi e aerei le condizioni sono ben diverse e favoriscono l'idrogeno non solo al momento ma probabilmente anche in futuro

R_mzz

Tutto marketing, non investono mai seriamente nell'idrogeno.
Le case automobilistiche ogni anno spendono miliardi in pubblicità.

Marco

Ah si lo sanno e non investono? guardati il canale ufficiale Youtube di Toyota Motor Corporation, c´e una conferenza stampa congiunta con Yamaha, Kawasaki, Suzuki, Mazda e Subaru per lo sviluppo di motori a combustione ad idrogeno dove dicono che per le moto ci sara´ pure Honda, ma tu non mollare, continua a insegnare termodinamica sul sito hd motori!

R_mzz

È incredibile come ci sia sempre qualcuno che crede a queste ca**ate, tipo chi crede alle auto ad acqua o ad aria compressa.

Finché le leggi della termodinamica saranno valide (a partire dal Teorema di Carnot) un’auto a combustione interna di idrogeno consumerà sempre almeno il doppio rispetto ad una Fuel cell.
Pertanto bruciare idrogeno non avrà mai senso.

Non è un caso se di quest’auto non sono stati dichiarati i consumi, l’autonomia e la capacità dei serbatoi.

Motori di questo genere esistono da oltre un secolo.
La prima batteria al litio è arrivata solo nel 1991, ovviamente a costi elevatissimi e prestazioni inferiori rispetto alle batterie attuali.
Nel 2011 è stata venduta la prima batteria NMC.
Le prime LFP sono state vendute nel 2004, ma il loro successo commerciale è arrivato di recente grazia alla riduzione dei costi.

Nel 2010 una batteria da 1 kWh costava oltre 1000$, ora il costo è intorno ai 100$.

accakappa

Esiste esiste tutto, ma farlo "usabile" è la vera difficltà, E' come imparare a sciare, in 10 minuti sono sicuro di poterti farti scendere da un discesa, ma da li a farti diventare un campione ce ne passa. E' questo che tu non riesci a capire... Anche la batterie esistono da oltre un secolo ma il Divino ha commercializzato la sua prima auto nel 2012, Chiediti perchè forse, e dico forse ci arrivi.

R_mzz

Nel motorsport le auto a combustione interna di idrogeno sono inferiori ad un'elettrica, l'autonomia di un'auto elettrica è superiore.

Non è possibile violare le leggi della termodinamica (a partire dal Teorema di Carnot), un'auto a combustione interna di idrogeno avrà sempre consumi elevatissimi.

Roman

si avranno migliorie e messe a punto su questo fatto, ma le auto elettriche sono pessime nel Motorsport

R_mzz

Quest'auto a combustione interna di idrogeno ha un autonomia inferiore ad un'auto elettrica.
Per via dei consumi elevatissimi (guarda caso non dichiarati) probabilmente non supererà i 250 km nel ciclo WLTP.
Usandola in pista non percorrerà neppure 100 km.

Toyota ha già provato a correre la 24 ore di Fuji, ma hanno passato metà del tempo nei box.
Hanno usato 3 Tir per poter rifornire una sola auto:
https://uploads.disquscdn.c...
I serbatoi avevano sostituito i sedili posteriori occupando gran parte dell'abitacolo: https://uploads.disquscdn.c...

R_mzz

Neppure un team studentesco di ingegneria si vanterebbe per aver creato un motore a combustione interna ad idrogeno.
Esistono da oltre un secolo, avevano, hanno e avranno sempre consumi elevatissimi.

Roman

io non guarderei solo l'uso classico dell'auto, io vedrei un ruolo importante nei Motorsport al posto di usare auto elettriche come nella formula e

axoduss

Si questo lo so

accakappa

Quanti rosiconi qui. Toyota si dimostra ancora la più grande azienda automobilistica del pianeta. si può permettere di percorrere qualsiasi strada e offrire a chiunque la tecnologia o la soluzione che desidera e adatta alle sue esigenze. Mica come certi talebani che ti vogliono inculcare le pile anche quando vai al cèsso.

TheEfho

I Paesi Bassi utilizzano impianti per l'idrolisi con i picchi in eccesso derivanti dalle rinnovabili (accomulatori a grandi livelli ad oggi è impensabile, quindi o butti via l'eccesso su di produzione 1 cerchi un modo intelligente di usarla). Oppure si potrebbe utilizzare l'eccesso di produzione derivante dal nucleare. Visti i consumi irrisori del nucleare ad oggi non vengono spedite ma semplicemente staccate dalla rete nazionale quando si raggiunge il fabbisogno (non in Italia ovviamente, nei paesi dove è presente. Ed ovviamente non si creano centrali apposta per quello, ma si usano i momenti morti). Invece che staccarle si potrebbe convogliare l'energia prodotta per la produzione di idrogeno. Queste soluzioni non coprirebbero il fabbisogno attuale se ci fosse un passaggio benzina/diesel con rapporto 1:1 verso l'idrogeno, ma se ci fosse una richiesta di nicchia potrebbe essere sufficiente

R_mzz

Non parliamo della Yaris GR (che è già una piccolissima nicchia), ma di questa a combustione interna di idrogeno.

Ho già cercato di spiegare più volte che bruciare dell’idrogeno è una follia.
Rispetto ad una Fuel cell di raddoppiano i consumi, si raddoppiano i costi e si dimezza l’autonomia.

frank700

In concreto?

derapage

sono appassionato di motori endotermici ma bruciare idrogeno così è uno scempio...

tulipanonero1990

Andrebbe prodotto con centrali nucleari, site in luoghi ove il loro impatto sia il più contenuto possibile. Di certo non arriveremo alla decarbonizzazione con soli pannelli solari e eolico. Serve qualcosa che produca tantissina energia h24, sempre ammesso che ci piaccia poter continuare a contare su una fornitura stabile nelle nostre case.

Fabrizio

Se in futuro dovessero davvero vietare completamente le auto a benza, questi piccoli capolavori sarebbero perfetti per noi appassionati (sempre che riescano a star dietro alla domanda al contrario dell'attuale)

Fabrizio

Chi compra quest'auto se ne sbatte altamente di costi ed autonomia :)
Anche solo trovarla in vendita sarebbe un miracolo, dato che è sempre sold out in tutto il mondo nonostante il prezzo non sia sicuramente alla portata di tutti.
E' un'auto da intenditori, nessuno di loro la vorrebbe elettrica

Signor Rossi
R_mzz

Un motore a combustione interna ha sempre un rendimento inferiore al limite imposto dal Teorema di Carnot, pertanto un’auto a combustione interna di idrogeno non avrà mai senso rispetto ad una fuel cell.

Motori di questo genere esistono da oltre un secolo.
Motore a combustione interna ad idrogeno significa almeno raddoppiare i consumi rispetto ad una fuel cell.

Matteo Rossi

Guarda sicuramente ne sai più tu del direttore italiano del centro ricerche nazionale…si si

Matteo Rossi

Il problema è che produrre idrogeno da fonti rinnovabili è molto difficile e costosissimo se paragonato all’uso che se ne deve fare (auto).

Vae Victis

Almeno non hai da smaltire 40 milioni di batterie.

Vae Victis

La tecnica produttiva più efficiente è lo steam reform (75% di efficienza).
Tieni conto che le più efficenti centrali elettriche (le turbogas) non superano il 60%.

L'altra tecnica che verrà usata è l'elettrolisi da fotovoltaico. Nel Sahara un pannello produce il triplo dell'energia che produrrebbe in pianura padana. L'unico modo per trasportare l'energia elettrica su lunghe distanze è l'idrogeno: c'è un gasdotto già in fase di progettazione.

Vae Victis

cambia esperti.

Vae Victis

Il problema del degrado lo hanno risolto. I prezzi sono lievemente inferiori alle auto a batteria (quindi sono alti).

tulipanonero1990

Nel campo della ricerca scientifica la parola "mai" andrebbe sempre pesata molto attentamente, magari domani qualcuno ha una idea che nessun altro aveva avuto prima e bam, ecco che si capovolge tutto. Diciamo che abbiamo appena qualche decennio di ricerca sull'argomento, magari tra una cinquantina di anni le cose saranno diverse e non avrà senso mettere delle batterie dentro ogni veicolo. Chissà!

Matteo Rossi

L’idrogeno è inapplicabile, cerca questo video e capisci perché. https://uploads.disquscdn.c...

Matteo Rossi

Qui spiega perché l’idrogeno non è una possibile soluzione, cercate il video. https://uploads.disquscdn.c...

Matteo Rossi

L’idrogeno in campo automotive non verrà mai usato e non ha senso usarlo. Ci sono decine di interviste ad esperti che spiegano il motivo.

R_mzz

Un'auto elettrica è per km da sempre il metodo più economico (siamo intorno ai €3 per 100 km).

In termini di emissioni?
A Bolzano consumano 62 kWh per kg di idrogeno prodotto + circa 6 kWh per la compressione.

Ipotizziamo una media europea di 250 gCO2/kWh.
Un'auto elettrica immette (indirettamente) in atmosfera 42 g di CO2 per km
Una Fuel Cell immette in atmosfera 170 g di CO2 per km.
Un'auto a combustione interna ad idrogeno supererebbe abbondantemente i 350-400 g di CO2 per km.
Una Ferrari F8 ha un dichiarato WLTP di 292 g/km (si dovrebbero aggiungere le emissioni per la produzione del carburante).

Un'auto ad idrogeno a combustione interna produce comunque NOx e consuma comunque olio.

Tranquillo, in Toyota lo sanno e non investono in questa tecnologia.

Johnny
Un'auto a fuel cell costa per km il doppio

In termini di soldi? Anche le elettriche fino a pochi anni fa.

Un'auto a combustione interna di idrogeno ha consumi almeno doppi rispetto ad una Fuel Cell

Beh grazie, una sfrutta un motore elettrico e l'altra un motore termico, mi pare ovvio. Ma rispetto ad un termico a benzina com'è ad efficienza ed emissioni?

Comunque avvisa Toyota che a quanto pare non sanno che stanno buttando soldi.

R_mzz
Johnny
Costruire un'auto a combustione interna è la cosa più semplice, ma anche la più inefficiente ed inutile.

Ed eviterebbe di buttare via fabbriche e linee di produzione che già esistono. Oppure la stessa tecnologia potrebbe essere usata per convertire le auto vecchie, ad esempio.

Senza contare che avere un motore meno efficente ma anche meno inquinante è meglio che tenere tutto uguale.

NESSUNO comprerebbe un'auto a combustione interna di idrogeno.

No. Tu, e adesso. Tra dieci anni magari sarà diverso.
O magari no, venderanno solo elettriche e amen. Ma non vedo perché chiudere a priori una possibile via futura.

Per la cronaca, lo scopo di questo prototipo non è vendere, è far vedere che stanno lavorando a più di una possibile soluzione. Che, come dicevo nel primo commento, è solo un bene.

R_mzz

Uno dei più grandi problemi delle fuel cell è da sempre la bassissima efficienza, ma con un motore a combustione interna di idrogenosi raddoppiano i consumi, minimo.
Veramente, un auto a combustione interna di idrogeno non ha senso.

axoduss

Anni fa si raccontavano i problemi delle fuel cell: materiali preziosi, poca efficienza, veloce degrado.
Sarà per questo che portano avanti anche il motore ICE?

R_mzz

Costruire un'auto a combustione interna è la cosa più semplice, ma anche la più inefficiente ed inutile.

Per lo meno i fischietti sono stati acquistati da qualcuno.
NESSUNO comprerebbe un'auto a combustione interna di idrogeno.

R_mzz

Le LFP sono già utilizzabili per milioni di km.
Qualcuno potrebbe dubitarne, ma è così.
Le LFP sono le batterie più economiche, non contengono cobalto, non contengono nickel e si possono stoccare con batteria completamente carica o completamente scarica senza accelerare l'usura.

Le LFP si trovano già adesso su Model 3 base e diverse altre auto.

Johnny

Bah, non investono seriamente lo dici tu. Hanno già un'auto che corre con quel motore, e hanno appena fatto accordi con altre case giapponesi per continuare a sviluppare il motore a combustione.
Poi se sarà utile/utilizzabile su larga scala vedremo.

Il paragone con i fischietti è sciocco.

R_mzz

Non ci credono neppure loro, non investono seriamente nell'idrogeno ma mostrano tecnologia già superata (motore a combustione interna ad idrogeno).

Sto paragonando quest'auto a dei fischietti solo per rendere evidente l'inutilità di quest'auto.

Johnny

Serve a mostrare che stanno lavorando a più tecnologie diverse, che è solo un bene. Ovvio che è marketing, come lo è qualsiasi prototipo/concept di qualsiasi casa.

Non capisco perché tirare in mezzo Tesla a caso.

Fabio Biffo

In realtá le strade del futuro sono 2:

-Si scopre un modo per superare i limiti fisici attuali per lo stoccaggio dell' H2
-Si producuno delle batterie da 10k cicli che non inquinino

Per quanto io sia un fan dell idrogeno, purtroppo anche con un efficenza del 100% é davvero difficile renderlo conveniente nelle piccole applicazioni, dove é molto piú probabile che si svlippino delle batterie decenti a impatto 0 nei prossimi 20 anni.

Cosa invece totalmente diversa per navi e camion, dove spero che la conversione all H2 avvenga il prima possibile.

Auto

Recensione Jeep Compass 4xe PHEV: SUV ibrido plug-in a trazione integrale | Video

Auto

Recensione Audi Q2: il restyling della #untaggable. Test 35 TDI 150 CV | Video

Auto

Recensione Volkswagen ID.4 GTX: sportività "elettrizzante"

Motorsport

WRC 2022: nasce la nuova era ibrida