Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Panasonic si prepara a testare la produzione delle celle 4680 per Tesla

03 Febbraio 2022 7

Panasonic si sta attrezzando per iniziare a produrre le nuove celle nel formato 4680 che in futuro consegnerà anche a Tesla. Già sappiamo che l'azienda giapponese sta lavorando da tempo su queste celle. Adesso, Hirokazu Umeda, Chief Financial Officer di Panasonic, ha condiviso qualche altro dettaglio di questo progetto durante un briefing sui risultati finanziari trimestrali dell'azienda. Secondo quanto raccontato, il colosso delle batterie sta ristrutturando una sua fabbrica in Giappone per iniziare a testare la produzione di questo nuovo tipo di batterie.

In particolare, la struttura si trova nella prefettura di Wakayama, vicino alla sede di Osaka. Tale vicinanza dovrebbe permettere a Panasonic di poter inviare facilmente alla fabbrica i tecnici più esperti per mettere a punto la linea di produzione pilota. Dopo i test, la società inizierà la produzione di massa vera e propria delle nuove celle anche all'interno del sito di Wakayama dove sarà allestita una linea specifica.

Il CFO di Panasonic ha ribadito pure il piano di voler vendere le nuove celle 4680 anche ad altre case automobilistiche oltre che a Tesla. Per il momento, comunque, l'azienda giapponese sta ricevendo "forti richieste" per le nuove celle da parte del costruttore americano. Una volta completati tutti i test ed avviata la produzione di massa, Panasonic darà la priorità alla fornitura destinata a Tesla.

PRIMI TEST POSITIVI

A quanto pare, il lavoro di sviluppo delle nuove celle 4680 da parte di Panasonic starebbe procedendo bene. In passato, diversi analisti avevano evidenziato una serie di difficoltà legate allo sviluppo e alla produzione di queste celle. Del resto, sia Tesla sia Panasonic avevano confermato che c'erano alcuni ostacoli da superare. Tuttavia, secondo Umeda, i prototipi hanno dato risultati soddisfacenti.

Dunque, sembra che il colosso giapponese sia sulla buona strada per arrivare a validare le celle e a produrle in massa. Come sappiamo, le celle 4680 sono molto importanti per la strategia di Tesla visto che saranno uno degli elementi più importanti delle sue nuove vetture. Il costruttore americano le produrrà direttamente ma farà affidamento anche sui suoi partner come Panasonic.

L'azienda giapponese ha chiuso l'ultimo trimestre con un utile operativo di 73 miliardi di yen (636 milioni di dollari). Si tratta di un risultato sotto le attese a causa, soprattutto, dell'aumento dei prezzi dei materiali che ha colpito le sue attività nel settore dell'elettronica.

VIDEO


7

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Signor Rossi
ACTARUS

È meglio investire in celle per delinquenti

Davide

Ma si parla di densità energetica del pacco infatti

Carlito

Non hanno una densità maggiore a parità di "chimica", la differenza è marginale.
Il vantaggio sta nel fatto che con queste dimensioni possono essere usate per il cell to pack e quindi di conseguenza si ottengono pacchi batterie con densità maggiori.

Davide

densità energetica maggiore ergo a parità di capacità, peso inferiore ergo autonomia maggiore. A parità di peso,capacità maggiore ed autonomia maggiore. In teoria dovrebbero anche scendere i costi. Inoltre diventando strutturali si ha un'ottimizzazione degli spazi nel sottoscocca.

Ma stai scherzando?

Axe Capital

Benefici rispetto all'attuali batterie Tesla & C.?

Auto

Xiaomi SU7 Max, la supercar elettrica in mostra al MWC di Barcellona | Video

Auto

Renault 5 E-TECH Electric: elettrica a meno di 25.000€... con l'asterisco | Video

Auto

Dacia Spring 2024: l'anteprima del restyling, esterni e interni | Video

Motorsport

Formula 1: ufficiale, Lewis Hamilton in Ferrari dal 2025