Davinci Motor sbarca in Europa con la moto elettrica DC100. Da 26 mila euro

12 Novembre 2022 126

Davinci Motor è un produttore cinese di moto elettriche che si appresta a debuttare anche sul mercato europeo. Infatti, ad EICMA 2022 ha portato il suo modello DC100 che introdurrà in Europa. Si tratta di una moto elettrica di cui abbiamo parlato alcune volte in passato e che era stata lanciata nel luglio del 2021 in Cina. Già allora si parlava di un futuro sbarco nel Vecchio Continente.

Modello che si caratterizza per offrire soluzioni innovative oltre che funzioni di sicurezza avanzate. Per esempio, utilizzando l'app Davinci, gli utenti possono rapidamente gestire e visualizzare le funzionalità del veicolo. Infatti, una volta posizionato lo smartphone sul supporto del telefono, questo funge da dashboard interattiva, diventando uno strumento di navigazione e fornendo informazioni come lo stato del veicolo, l'autonomia residua, e i dettagli sulla posizione.

Davinci Motor ha lavorato sodo per semplificare i controlli del DC100. Il sistema di controllo intelligente integra perfettamente più componenti, offrendo allo stesso tempo un'accelerazione istantanea e adattabile, combinata con controlli intuitivi.

Tra le funzioni avanzate si ricaordano l'Hill-start Assist Control che facilita le partenze in salita, il Ride Assist che permette di far muovere la moto sino a 7 km/h per rendere le partenze più dolci, il Downhill Assist Control che regola la velocità in discesa per ottimizzare sia l'equilibrio e sia il recupero dell'energia, l'assistente per la retromarcia, il controllo della trazione e la frenata combinata.

Il costruttore cinese non ha fornito particolari informazioni aggiuntive sulla moto rispetto a quanto già si sapeva. La DC100 dispone di un motore da 100 kW che è alimentato da una batteria da 17,7 kWh in grado di consentire un'autonomia fino a 357 km, secondo il ciclo WLTP. La velocità massima raggiunge i 200 km/h, mentre per accelerare da 0 a 100 km/h servono circa 3 secondi.

Il prezzo? L'azienda sta già prendendo ordini per questa moto elettrica che viene proposta in Europa a partire da 26.000 euro. Le consegne per coloro che versano un acconto sono previste tra il secondo e il terzo trimestre del prossimo anno. Inoltre, Davinci Motor sta preparando le basi per aprire il suo primo showroom e hub centrale in Europa. Rosanna Libia, Business Manager Internazionale dell’azienda, ha commentato:

Siamo entusiasti del lancio ufficiale nel mercato europeo, strategicamente importante per Davinci. Siamo orgogliosi di presentare il nostro marchio insieme al DC100, simbolo della nostra maestria e innovazione nella ricerca e sviluppo.


126

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
walterluca1
uncletoma

quale documentario?

Rick Deckard®
uncletoma

l'area è abitata

Roundup

Capolavoro!!

Rick Deckard®

Ci fanno il turismo del terrore e comunque più di tanto non si avvicinano

uncletoma

l'area è inabitabile? davvero? e magari altamente radioattiva, no?

https://youtu.be/njEhkhCNjPc

gaelom

avevano l'anti-alising disattivato

gaelom

no, è per il freddo

Snelfo

Un produttore Cinese si chiama Davinci e vuole proporre una moto in Europa a 26.000 euro...ok...con quel design? ok...

Alessandro Apo
Anto71

"Da Loser"

Rick Deckard®

Tu confondi i morti con il danno ambientale. Sono cose diverse. A Fukushima hanno dovuto raschiare chilometri e chilometri di terreno e depositarli. L'acqua non sapevano che fare e l'hanno riversata in mare.
Nonostante questo, nonostante dichiarazioni contrarie, l'area è inabitabile e la centrale e i chilometri circostanti inavvicinabili. Sono chiuse ma se ci vai rischi la vita.
Il fatto che fossero stati uccisi tutti dallo tsunami non rende l'incidente nucleare meno pericoloso.

Il nucleare ha un altissimo costo, tutte quelle costruite di recente hanno sfondato tempo e costi e non so se hai visto i tassi di interesse...

Quelle che permettono costi bassi ed energia quasi a prezzo del gas quando Putin si arrabbia sono quelle costruite negli anni 70/80, pagate poco grazie all'inflazione ma che poi non accumuleranno nulla per la gestione rifiuti e decommissing...
Rifiuti che fino a pochi anni fa si esportavano in Africa, pratica ad oggi proibita dall'UE.

Gli smr sono un fail.. possono servire per emergenza ed essere installati velocemente ma hanno costi simili a centrali tradizionali, ma con una produzione nettamente inferiore. Eserciti a parte nessuno li adotterà.

In Ucraina non erano molto sicuri visto che rischiavano di essere usati come arma, sono state colpite per sbaglio ecc

Ecologia, economia, sicurezza... Ovunque la guardi è una follia ed è il motivo per il quale prima l'Italia poi tutti gli altri stanno chiudendo le centrali

uncletoma

le centrali nucleari possono essere raffreddate con qualsiasi tipo d'acqua, da quella depurata e riciclata alla semplicissima, tieniti forte, acqua di fogna. Sai, quella sporca di escrementi? La si può benissimo usare per raffreddare i reattori. Ma pure quella marina, desalinizzata.
Si, ho letto dell'Ucraina, e io ho capito, cosa che tu proprio no.
Giusto per, le specifiche AIEA per le costruzioni delle centrali sono così stringenti che, in caso di terremoto o guerra, sono il posto più sicuro dove ripararsi.
Se tutta l’Europa avesse avuto centrali con una densità pari a quella francese, ora l'elettricità costerebbe un piffero.
Chi pagherebbe?
Di certo non Putin, il quale ha agganciato l'Europa al suo gas
Di certo non Xi, il quale ha agganciato l'Europa alla produzione cinese di pannelli solari e pale eoliche.
Se Rolls Royce e TerraPower (Bill Gates) stanno, tra i tanti, investendo cifre che noi umani non possiamo immaginare in SNR/SMR e in Microreattori allora fidati: mentre noi europei seguiremo come fessi una banda di ignoranti capitanata da un filosofo tedesco, il resto del mondo avrò energia nucleare a basso costo.
https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_small_modular_reactor_designs
Domanda facile: quanti furono i morti da radiazioni, non per il terremoto e il successivo tsunami, a Fukushima?

Rick Deckard®

Non è limitato, si fa da anni.
Ovvio che se aumentano i volumi di produzione devi aumentare la quantità di riciclo e migliorare anche i materiali perché siano più facili da recuperare... Ma è fattibile.
Ciò che non è fattibile è salvare i motori endotermici e non esiste un'altra strada

Vae Victis

Il riciclo è energivoro e molto limitato.
Chi parla di riciclo ecologico delle batterie sta semplicemente dichiarando il falso.
Sta raccontando le favole a persone che lui ritiene essere dei boccaoloni.

Tra 10 anni le emissioni l'inquinamento da particolato sarà superiore ad oggi, se si mantiene lo stesso numero di auto. Sai perché diminuirà? Perché molti non potranno permettersele. Ma quelli che potranno permettersele inquineranno il doppio rispetto a oggi.

Rick Deckard®

Forse non leggi i giornali, forse non vedi quando mancano dei dati in un grafico o forse non puoi semplicemente capire.

La Germania ha sempre usato il carbone, perché a differenza di altre fonti, ha la materia prima in casa, ma ha programmato la sua dismissione e lo usa oggi per problemi ed emergenza (come tutti).

La Francia si è sempre fatta bella del nucleare ma ha centrali vecchie, le società che lo gestivano stavano fallendo e sono state nazionalizzate e per salvare le sue centrali dovrà pagare l'Europa, che ha accettato vista al situazione con la Russia (che comunque è il principale fornitore europeo anche di uranio).
Quindi, incidenti a parte, che sono frequenti ma non gravi, riscaldamento dell acqua a parte (perché ora sembra che si inquini solo con la CO2), pericolo a parte (basta che hai letto dell'Ucraina e le varie vicissitudini delle varie centrali), se tutta Europa avesse avuto tante centrali quanto la Francia, chi paga?

Praticamente un boiler con le ruote...

Le moto fino agli anni 80 erano piene di capolavori... poi piano piano si è tutto appiattito e imbruttito, ora il 90% sono fatte con lo stampino, un po come i SUV per le auto...

Rick Deckard®

Ma piantala...
Sono andato via 15 giorni e non ha perso nemmeno l'1%, le batterie si riciclano e la produzione può essere ottimizzata.

I pneumatici se acceleri con moderazione non si consumano più del normale e recupero un sacco di freni che anche quelli inquinano.

Tra 10 anni, quando le endotermiche inizieranno a sparire, anche tu te ne renderai conto

Vae Victis

Perché la produzione e lo smaltimento di batterie sono energivore e inquinano tantissimo. In più l'auto elettrica consuma energia anche a motore spento. E' anche noto che la maggior parte del PM10 e PM2,5 deriva dai pneumatici, di cui le auto elettriche sono voraci consumatrici.

Se io in auto percorro 1000 km al mese (e siamo in tanti milioni a usare poco l'auto) è evidente che inquino molto meno se uso un auto a combustione. Anche l'auto a conbustione può essere alimentata con combustibili a zero CO2.

Quindi le cose ecologiche che si dovrebbero fare sono un po' diverse da quelle che propongono certi infiltrati.
In Giappone proibisoco ai grandi SUV di circolare, ad esempio. Qui invece gli diamo il permesso di entrare nei centri storici, e gli mettiamo pure i parcheggi riservati.

T. P.

su su non far finta di non saperlo!
certo che lo sono!

uncletoma

Ferme?
Ma che dici?
Fermissime proprio
(fonte
https://app.electricitymaps.com/zone/CH?aggregated=true )
Vuoi vedere i tuoi compari tedeschi del ministro filosofo?
https://uploads.disquscdn.c...
Per tacere di Svizzera e Slovenia
https://uploads.disquscdn.c... https://uploads.disquscdn.c...

Rick Deckard®

In realtà ha un costo di produzione alto a causa di una produzione relativamente poco verde, che può essere migliorata.
A seconda del fatto che tu utilizzi solo energia verde o il mix energetico pareggia la co2 emessa in 20 o 40k km, senza contare una riduzione drastica delle emissioni causate dal frenaggio.
Quindi perché l'ecologia delle non emissioni dovrebbe essere una truffa?

MatitaNera

Sono persone come noi?

Driver
Luca P.

Dovevano proprio farla così brutta?

Vae Victis

Non lo usano per quel motivo. L'auto elettrica inquina meno solo se viene usata tutti i giorni da pendolari, prevalentemente in strade lente. Altrimenti inquina di più.
Comunque è una truffa usare il termine "ecologista" per definire un venditore di batterie o di automobili.

Stanno chiaramente usando la tecnica del cavallo di tr..ia
Una tecnica vecchia come il mondo.

Alcuni infiltrati fingono di essere ecologisti per poi dirottare il consenso del popolo verso gli affaristi da cui sono pagati.
Esattamente come quelli che si fingono sindacalisti ma poi passano a prelevare la bustarella dal CEO della multinazionale. Non parlo dei sindacati nostri, che orbitano attorno alla politica. Parlo dei sindacati USA, dove è successo spesso che i sindacalisti fossero a libro paga delle multinazionali. Ci sono sentenze della magistratura a confermarlo.

T. P.

A quindi di loro non ci interessiamo?

Rick Deckard®

Non è così, o almeno lo è in piccolissima parte. Il grosso dei danni viene dalle vibrazioni motore

Il corpo di Cristo in CH2O

hanno messo una paura inconscia di quel futuro, forse è per questo che non si è realizzato.

Vabbè dai, non ci arrivi, l'OIS lo sputtati anche nelle biciclette se tieni lo smartphone sul manubrio come computer di bordo.

Rick Deckard®

Quelle le prendi comunque

Rick Deckard®

Forse sono solo tecnologicamente indietro...

Rick Deckard®

Mi spiace che non sai leggere le notizie.
Le centrali a carbone le chiudono, ma momentaneamente sono aperte...

Non si guarda mai cosa sta succedendo in Francia dove le centrali sono tutte ferme per questioni sicurezza visti i continui incidenti, la nazionale ha dovuto salvare la società che le gestisce, in Europa hanno inserito il nucleare tra le fonti green perché la Francia non sapeva con che soldi allungare la vita alle centrali..
Quindi carbone e metano anche lì ..

uncletoma

intelligentemente stupida, visto che la germania, dopo aver chiuso le centrali nucleari (stanno tenendo attivi due reattori e basta), si è buttata sul sano e pulito carbone per avere l'energia che non prendono più dal nucleare
https://www.ilpost.it/2022/06/20/germania-carbone-centrali-riapertura-gas-russo/

uncletoma

https://ourworldindata.org/safest-sources-of-energy https://uploads.disquscdn.c...

Visivamente da denuncia.

uncletoma

moto

uncletoma

Che hipsterata totale

Baz

un marchio come ducati, che ha gia prezzi piuttosto alti, dovrebbe far pagare una ducati elettrica davvero tanto, rendendola non interessante.
se i marchi storici non ci stanno puntando e' perche' sanno che non ci sarebbero abbastanza clienti, perche' hai prezzi elevati pesi elevati, ricariche lente... ci sarebbero troppi pochi clienti.
per questo per ora solo i marchi cinesi ci puntano

IlRompiscatole

Mi stai confondendo con Google

MatitaNera

DaTalpa

MatitaNera

Cosa vuol dire

MatitaNera

Dei cinesi ci sono dietro

T. P.

però poi inquina e comunque dietro ci sono sempre delle persone!
auguriamogli un radioso futuro! :)

E immagino voli anche, né?
Oppure va sul burro e non sul manto stradale...

Rick Deckard®

In realtà non è così.. questa cinese ha delle belle caratteristiche, un marchio come ducati o simili poteva metterci del design

Rick Deckard®

Quali vibrazioni?
È elettrica

Rick Deckard®

Ma perché in Italia dobbiamo essere sempre i più sfig@ti e il fatto di aver fatto una scelta intelligente prima di tutti gli altri non ci va giù..

Scooter elettrico in città, conviene? La mia prova con Askoll NGS3 | Video

In viaggio con la Zero SR/F: la sfida elettrica su due ruote

Horwin EK3: ecco come va lo scooter elettrico da 95 km/h | Recensione

Recensione NIU N-Series: è arrivata l'ora dello scooter elettrico