L'Unione Europea con il Giappone per sviluppare il mercato dell'idrogeno

03 Dicembre 2022 341

L'Unione Europea sta lavorando anche sullo sviluppo dell'ecosistema dell'idrogeno come tecnologia per arrivare all'obiettivo della neutralità climatica entro il 2050. Per arrivare a sviluppare questo settore, l'UE sta stringendo diversi accordi. Adesso, è arrivata la notizia della firma a Tokyo di un memorandum d'intesa con il Giappone, Paese che può contare su di una lunga esperienza nello sviluppo delle tecnologie legate all'idrogeno. L'obiettivo è quello di arrivare ad intensificare la loro cooperazione in questo settore. In particolare, si punta a voler stimolare l’innovazione e a sviluppare un mercato internazionale dell’idrogeno.

TRANSIZIONE ECOLOGICA

Punto in comune tra UE e Giappone è l'obiettivo della neutralità climatica entro il 2050. Sia per l'Unione Europea e sia per il Giappone, l'idrogeno può contribuire in modo importante sia alla transizione ecologica e sia alla sicurezza energetica. Nello specifico, si lavorerà su produzione, commercio, trasporto, stoccaggio ed utilizzo dell'idrogeno rinnovabile a basse emissioni. La cooperazione dovrebbe continuire a creare un mercato mondiale dell'idrogeno trasparente e basato su regole precise.

Il memorandum individua una serie di settori in cui i governi, le industrie, i centri di ricerca e le autorità locali dell'UE e del Giappone saranno invitati a collaborare. Si lavorerà, per esempio, sull'ambito normativo per definire norme/standard e certificazioni comuni. La cooperazione potrà riguardare pure lo sviluppo di progetti anche nel contesto di iniziative di cooperazione multilaterale, finalizzate, tra l'altro, a sostenere altri Paesi del mondo. La collaborazione sarà estesa anche al miglioramento delle competenze, alla riqualificazione e alla formazione professionale, anche tramite scambi.

L'Unione Europea e il Giappone già da tempo hanno avviato un dialogo in materia di energia, in particolare sui temi quali il gas e la sicurezza, l'eolico offshore, il gas naturale liquefatto (GNL), l'assetto del mercato dell'energia elettrica, le tecnologie energetiche e l'energia nucleare.

Al vertice UE-Giappone del maggio 2021, era già stata sottoscritta un'alleanza in tema di energia che vedeva nell'idrogeno un settore cruciale di collaborazione futura.


341

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Rick Deckard®

1) confrontando le prove (perché la Tesla non la ho) con i miei consumi si. La Tesla fa i 22 io i 18,5/19 con condizionatore acceso ai 135.
In proporzione a peso/potenza/prestazioni Tesla fa meglio, però è una macchia che consuma di più anche se di poco.

2) ne ho spesi la metà farcendola di optional, ma adesso i prezzi sono aumentati, quindi anche queste sono chiacchiere da bar.
Prima di id3 guardavo la Nissan leaf e siamo lì come cifre..

Rick Deckard®

Stai parlando con uno che nel lavoro precedente faceva una media di 400km al giorno e girava tutta Europa su ruota e ti assicuro che nessuno ha bisogno di fare 350 km per delle commissioni in Italia.

Detto ciò, 350 km li fai in media in 4 ore tra traffico, fuori autostrada, caselli, rallentamenti ecc. Significa andare ai 140/150 da contachilometri per intenderci.

Detto ciò ti dico che fermarsi a prendere un caffè non è un problema, se poi tu vuoi dire che lo è per continuare a ignorare il problema dell'ambiente e giustificarti il dieselone, per ora, puoi farlo.
Però entrambi sappiamo che è una "lagna" e non un problema reale.

Cpt. Obvious

Parti dal presupposto che i box esistano.
Presupposto che esiste solo nella tua testa.
E comunque, spendiamo pure 60k do box, così è sicuro che si pareggiano i costi con una termica con qualche bollo risparmiato....
Dove vai tu, per l'ennesima volta, non ha importanza, vale per te e te soltanto, altri hanno esigenze diverse.
Per me, i 350km della lr significano fare il viaggio senza fermarmi ed avere anche in minimo di autonomia in più per altre commissioni una volta arrivato a casa, così da caricare eventualmente la sera.
Con i 200 della tua dovrei necessariamente fermarmi, non è paragonabile.
Figurati con gli oltre 1000 della mia termica.
Io quei km li faccio, abbastanza spesso, 1-2 volte a settimana.

Cpt. Obvious

Cosa credi tu è proprio il punto che ti contesto.
Tu non devi credere proprio nulla, tu devi semplicemente accettare che le tue esigenze e la tua situazione sono le tue e che altri possano averne di diverse.
1) vuoi davvero dirmi che la id.3 è più efficiente di una Tesla in autostrada?
Seriamente?
2) intanto può farlo, mentre per una elettrica bisogna spendere 60000€.
Ovviamente non ho una panda, ma non l'ho pagata molto più di quanto costi una panda con i listini attuali.
Restano comunque quasi 90k di differenza.

Rick Deckard®

Ma non ci crede nessuno che "ti servono". Se non si deve più inquinare una pausa da 8-12 minuti la puoi fare.. mica muori.

1) In realtà la mia id3 è meno prestazionale ma consuma un po' meno della model 3 (1/2kwh)

2) la tipica macchina da autostrada... Se fai fare 300km/giorno ogni anno la devi cambiare

Rick Deckard®

Ma invece di comprare auto da 60.000€ non è il caso che ti prendi un garage visto che prima o poi dovrai per forza passare all'elettrico?

Comunque .. mi dispiace per te che devi guidare 8 ore per fare la spesa e capisco che chi si approccia alle auto elettriche si fa delle comande come me le sono fatte io.

Il posto privato dove caricare oggi è consigliabile e non ho mai provato senza, anche se conosco chi carica sempre fuori.

Fatta questa premessa ti assicuro che la LR è stata pensata per rappresentanti e non hanno molto senso per chi sfrutta poco quell'autonomia, soprattutto visto il costo iniziale.

Io ho una batteria da 45kwh, quindi quasi la metà di una Long range che ne ha 82...
A parte in viaggi che prevedono tappe, quindi oltre 200km consecutivi, non ho mai visto andare la batteria sotto il 40% e non la carico mai sopra l'80%...
Ti assicuro che vado ovunque, uso l'auto anche per lavoro e per sfizio.

Anche perché in autostrada i consumi salgono e quindi se con la mia intorno ai 200km mi fermo con una LR dopo i 370/380km comunque carichi... Se non vai a una megacolonnina (che esistono ma poco diffuse), ti fermi la metà delle volte ma per il doppio del tempo

mattopp

Sono d'accordo, ma mentre l'idrogeno può essere prodotto tramite energia pulita, i motori termici che attualmente sono montati sulle grandi navi, l'energia la producono tutta tramite fonti fossili, perché non c'è il posto materiale per una quantità di batterie sufficiente per permettere di ottenere una nave completamente green (quelle che già ci sono hanno un'autonomia ridicola che può andare bene solo per applicazioni di nicchia). Ripeto quanto detto in altri commenti: l'idrogeno non vuole essere un'alternativa in competizione con l'elettrico ma una soluzione per quelle situazioni in cui le batterie attuali sono un limite non superabile. Poi bisognerebbe vedere i dati per valutare quanto il cracking del metano per la produzione di idrogeno non green sia più o meno inquinante degli attuali motori a Diesel v18 montati sulle grandi imbarcazioni.

BATTLEFIELD

il punto è che l'energia elettrica per elettrolizzare l'acqua ottenendo idrogeno o viene da rinnovabili o è un ulteriore aggravio delle emissioni di CO2. se oggi una nave fa (numeri a caso) 1miglio con 1kw in elettrico, domani farà 1 miglio con 2kw (necessari per ottenere l'idrogeno) con l'idrogeno

Cpt. Obvious

Non in una giornata, per una singola commissione.
E poi non posso caricare a casa.
Quindi dopo 2-3gg chiamo il carro attrezzi e faccio portare via l'auto.

Cpt. Obvious

A me non serve un'auto della stessa categoria, a me servono i 300 e spiccioli km di autonomia in autostrada anche in inverno.
Quindi...
1. No, una Id.3 non ha la stessa efficienza
2. Con un termico basta una panda per averla.
Ora...
I 90k di differenza dove li riprendo?

Rick Deckard®

Eh ok. Quindi in una giornata usi il 30% di una batteria piccola...
Quindi? Dov'è il problema?

Rick Deckard®

Beh allora guarda la BMW cosa costa... Parti con l'acquisto e sono già +300.000.. 800€ di bollo , 400€ di differenza sull'assicurazione all'anno, ci aggiungi 10.000€ di manutenzione in 10 anni...
Poi 2000€ di gasolio all'anno...
In 10 anni hai speso almeno 40k in più con un pari categoria.

Ad ogni modo 600km wltp vs id3 77kwh in autostrada fanno la stessa strada...

Cpt. Obvious

La id.3 non mi basta, purtroppo.
Mi vai sul sito Tesla e mi dici quanto mi costa un leasing (perché non posso permettermi l'acquisto) di una model 3 LR per 10 anni, considerando 50000Km/anno?
Grazie.
Così la simulazione la fai tu e non dici che sparo fesserie.

Cpt. Obvious

50, ovvero 25 per andare e 25 per tornare.
Città?
Chi ha parlato di città?
Non stavamo parlando di provincia?

Rick Deckard®

Habah 150km per il Mediaworld?
Comunque in città fai una media dei 45km, quindi hai 6 ore solo di viaggio... In più nel parcheggio dell'ikea puoi metterla in carica

Rick Deckard®

Hahaha sei una barzelletta...
Io prima di prendere la mia ci ho fatto realmente conti e una id3 in 10 anni mi costava come una punto a metano. Poi il metano è triplicato..
Rispetto a un'usato di due anni (che quindi tengo 8anni e non 10 come la mia), diesel, pari categoria della mia, dopo 8 anni spendevo 10.000€ in più che con la punto a metano e la id 3 elettrica.

Rispetto a una golfnuova, che al netto di incentivi mi costava circa 2000€ in meno, risparmio quasi 20.000€

Se fai conto che 450 andavano in bollo, 200 di costo aggiuntivo di assicurazione, che avrei pagato 70€ di parcheggio al mese e una spesa carburante di 200€ al mese, ad oggi, a 6 mesi dalla consegna ho già in tasca 200€ rispetto a un pari categoria, oltre ad aver risparmiato 82kg di co2

mattopp

L'idrogeno da elettrolisi (che è l'unico modo per avere idrogeno senza implicare l'utilizzo di fonti fossili) impiegherà sempre più energia elettrica per essere prodotto e stoccato di quanta ne serva utilizzando le batterie e un motore elettrico, ma, a meno che non trovino una rivoluzionaria versione di batterie con un enorme densità di energia accumulabile, la scelta attuale per le applicazioni che ho citato sopra è tra fossile ed idrogeno. Visto che l'idrogeno è un vettore energetico sarà sempre necessaria energia per isolarlo l'efficienza difficilmente vedrà grossi miglioramenti in futuro. Bisogna però essere sinceri e prendere una posizione: o la decarbonizzazione è un obiettivo serio (quindi anche l'idrogeno è importante trovi spazio nelle applicazioni in cui l'elettrico a batterie non è implementabile), oppure tanto vale dire che la decarbonizzazione è la scusa per spingere soltanto il mondo automotive a passare da termico ad elettrico lasciando liberi gli altri settori di proseguire col fossile come nulla fosse.

BATTLEFIELD

il trasporto navale è ideale per l'utilizzo dell'idrogeno ma questo non vuol dire che la tecnologia sia efficiente. Un conto è la ricerca, un conto è l'applicazione della stessa all'industria. La ricerca DEVE andare avanti ma applicare all'industria una tecnologia ancora inefficiente sarebbe molto molto stupido

Cpt. Obvious

Ho fatto i conti, per una elettrica che possa fornirmi l'autonomia necessaria, nell'arco di 10 anni (che è quanto punto a tenere una macchina), spendo 8 volte tanto.
E non ho messo nel conto le ricariche alle colonnine, ma il carburante si.
Dubito di spendere quasi decine di migliaia € di bollo per la mia endotermica.
E non bastano certo i 3000€ di incentivo a recuperare.

Cpt. Obvious

Guarda...
Solo per fare spesa me ne partono 30 (ovviamente 15+15).
IKEA?
Oltre 100.
Un giro al centro commerciale?
150.
Mediaworld?
50.
Non parlare di cose che non sai

Rick Deckard®

A me sembra un'offerta ponderata, anche se non di certo stracciata.
Con gli ecoincentivi lq differenza dall'endotermica si recupera in un anno

Rick Deckard®

Hahha ma dai... Fanno 400km, non siamo mica in Australia, ogni 20 km c'è una città

Cpt. Obvious

Statistiche, non Sensazioni...
L'unica statistica ufficiale è che meno della metà dei veicoli ha il suo posto auto, e da questi dobbiamo togliere anche quelli che potrebbero non essere elettrificabili.
Provincia o meno non è il punto, oltretutto.
In provincia è più probabile dover fare molti km, la ricarica casalinga potrebbe non bastare.

Cpt. Obvious

E allora non vedo perché assegnare colpe agli acquirenti, quando è l'offerta a non essere ancora all'altezza delle esigenze degli automobilisti.

65kWh per 1kg sono tanto secondo te?

In Germania si perdono ogni anno 18TWh di elettricità.

Se quell'elettricità la convertiresti in idrogeno, avresti qualcosa tipo 200 milioni di kg di idrogeno.

La domanda é: meglio buttarla via o recuperarla anche se non tanto efficiente?

mattopp

Allora vorrà dire che le grandi navi da trasporto e da crociera andranno sempre a combustibili fossili, idem gli aerei e idem i mezzi pesanti a lungo raggio. Dunque decarbonizzazione solo negli ambiti in cui si può riempire tutto di batterie all'inverosimile ignorando il resto. Magari spendendo i soldi per la ricerca sull'idrogeno per le batterie al grafene o altri tipi di batterie che comunque differiscono poco da quelle già esistenti o con costi proibitivi. Resto dell'idea che nel mondo della ricerca non bisognerebbe essere dogmatici nei confronti di una sola e unica tecnologia che estromette automaticamente alcune applicazioni.

ilariovs

L'H2 per il trasporto pesante puó essere una buona alternativa al fossile.

Non vedo margini invece nel trasporto leggero. Troppo costoso e complesso da trasportare in piccoli serbatoi da usare su moto, auto ecc.

Diverso invece é il discorso per navi, aerei, treni.

Rick Deckard®

Beh la strada è lunga ma non è che la devono comprare tutti domani

Rick Deckard®

Quasi tutti. È molto diffuso

Vae Victis

Quell'investimento è perdente anche se il futuro sarà tutto elettrico. Non vedrai mai un dividendo, è tutta fuffa come i Bitcoin. Alla fine la blockchain rimarrà e verrà usata, così come ancora oggi c'è un grosso mercato di tulipani. Ma chi ci ha investito in modo dissennato perderà tutto.

Edgardo Da Basketball

Si prende dal fotovoltaico. Si produce di giorno e si usa di notte, oppure meglio si produce in estate e si consuma in inverno.

Edgardo Da Basketball

Rispetto ad altri sistemi di accumulo per usare l'energia quando le rinnovabili sottoproducono si.
Molto meglio che le batterie per esempio.

NOP7356

il fatto di non essere una invenzione recente non significa che è una cosa che è mai stata sviluppata o su cui si è investito, fino a 10 anni fa parlare di auto elettriche era roba da alieni, era probabilmente più "sviluppato" l'idrogeno

BATTLEFIELD

perchè fanno 2 valutazioni purtroppo difficilmente confutabili:
- l'idrogeno è un vettore Molto dispendioso da produrre (efficienza finale bassa rispetto all'elettrico)
- OGGI la gran parte dell'idrogeno viene prodotto raffinando il petrolio, DOMANI per essere green richiederà investimenti importanti che potrebbero essere stornati dall'elettrificazione.

Darkat

Se è per questo anche le auto elettriche non sono un'invenzione di certo recente, ma le prime volte erano troppo avanti con i tempi e i costi troppo alti, c'era come te che rideva al pensiero che un giorno avrebbero sostituito quelle a benzina, ed invece oggi...

Cpt. Obvious

Personalmente, non è tanto se la mi auto faccia broom o zoom, mi cambia poco in linea di principio.
Ma al momento, per me, non c'è modo di passare ad elettrico, poiché non risponde minimamente alle mie esigenze, quindi ho la legittima preoccupazione che subentri l'obbligo prima che tali condizioni si verifichino.
Quando l'infrastruttura sarà ok ed il mercato offrirà prodotti anche per me, allora avrò zero problemi.
Anzi, io che adoro la coppia non vedo l'ora.

Andreunto

Sui blog sono tutti preoccupati che le loro auto smetteranno improvvisamente di fare brum brum nel 2035

Cpt. Obvious

Mah...
A me sembra invece che in troppi qui siano convinti che il 2035 sia possibile, anzi pure prima.
A me, che proroghino o che sia tutto pronto, non fa differenza.
A me basta di poter andare a lavorare e a fare la spesa, il come è secondario, ma che ci sia un modo.

Andreunto

Lo dico da sempre che nel 2035 non saremo mai pronti e che ci sarà più di una proroga, e che vi obbligheranno a comprare elettrico solo quando la cosa sarà fruibile a tutti

Siete voi ad essere convinti di restare a piedi nel 2035 senza brum brum

Cpt. Obvious

Ah, beh...
Allora concordi con me che abbiano votato prematuramente ed in maniera puramente ideologica.
Un voto buono solo per farsi pubblicità e fingersi green, scaricando il problema sui cittadini e sugli euro parlamentari del 2035.

Cpt. Obvious

Guarda, dove non si può elettrificare, purtroppo, non c'è spazio per i vagoni batteria.
Ad esempio, sulla Pisa - Lucca - Aulla, c'è un problema di pendenze, per cui tutti i vagoni devono essere motrici, ma anche in problema di lunghezza dei treni per le caratteristiche di alcuni tratti, per cui non si riescono ad avere treni con più di 3 vagoni.
Al massimo, si potrebbero avere treni con motori elettrici alimentati da generatori diesel, ma a quel punto perché non fuel cell?
Davvero, però vatti a vedere il sito di Alstom, spiegano bene i vari scenari d'uso.

Andreunto

Non ti dico "ne discuteremo nel 2035" perché tra qualche ora mi sarò dimenticato di te e di questa discussione, ma vedrai che faranno più di una proroga. Impossibile essere pronti nel 2035

Quando mai sono stati rispettati i tempi di un qualcosa? Specialmente in Italia...

NOP7356

con decine di migliaia di motrici già elettriche mi sembra uno sforzo inutile, se bisogna spendere soldi meglio investirli in vagoni batteria per tratte non elettrificabili o metodi alternativi per alimentare la motrice in quei tratti piuttosto che rottamare motrici

Cpt. Obvious

Ammetterai, però, che una linea ferroviaria ed un treno siano una cosa ben diversa dalle auto.
Un conto è una rete di distributori di H2 ovunque, un conto è un numero limitato di stazioni di rifornimento di idrogeno ai capolinea di una manciata di linee ferroviarie per le quali non si riesce ad elettrificare o ad usare treni a batteria.
Perché stiamo parlando di questo

Cpt. Obvious

Ritengo che non sia così.
Hanno deciso già una data, in maniera totalmente ideologica ed arbitraria.
Avessero atteso certezze su queste condizioni e fatto piani dettagliati sullo sviluppo dell'infrastruttura non avrei niente da dire, ma così ci hanno piazzato una data a caso senza pensare al resto.
E vista l'enormità di investimenti necessari, sono convinto che avrebbero dovuto muoversi in maniera un po' più cauta.

Andreunto

E solo quando ci saranno queste condizioni che lo stato ti obbligherà a passare all'elettrico. Vi state fasciando la testa inutilmente

Cpt. Obvious

Mah...
Secondo me avremo un divide peggiore che per la banda larga (che per inciso sto attendendo da ormai 20 anni)...
Vedremo.
Non ho niente contro l'elettrico, ma ho bisogno di un'auto a circa 15000€, con l'autonomia di una model 3 lr e di avere colonnine (anche a 7kW) al parcheggio dove la lascio ogni sera e, Possibilmente, al parcheggio a lavoro.
Non sono richieste impossibili, ma ad oggi non sembrano dietro l'angolo.
Quando ci saranno queste condizioni, potrò passare ad elettrico senza problemi.

Andreunto

Credo che quando la cosa sarà obbligatoria per tutti, avrai sicuramente una rete capillare al pari dei distributori di benzina. Siamo nel 2022 al momento, non nel 2035.

Ginomoscerino

io ho azioni Tesla ma pure sull'idrogeno, nel mio pensiero il futuro della mobilità sarà diviso da queste 2 tecnologie.
quei 3-4 utenti sono degli invasati con i paraocchi

Cpt. Obvious

La conosco e la attendevo.
Al di là dei prezzi, che poi andranno visti una volta in EU...
Range scarso e ricarica troppo lenta.
Ottima city car a prezzo interessante, ma non ancora in grado di rimpiazzare una segmento b termica qualunque.

Auto

Citroen C5 Aircross Plug-in Hybrid alla prova del pendolare: consumi e comfort

Auto

Cupra Born eBoost 231 CV: è lei l'elettrica più bella del reame VAG? Prova e video

Auto

Mild Hybrid, Full Hybrid e Plug-in Hybrid: le differenze spiegate bene!

Auto

Polestar 2: prova su strada, l'elettrica che copia Tesla (e non è un male) | Video