Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Ford, GM e Stellantis: negli USA sciopero storico nel settore auto

15 Settembre 2023 38

Il mancato accordo sul rinnovo del contratto di lavoro con le tre Big dell'auto negli Stati Uniti (Ford, General Motors e Stellantis), ha fatto scattare uno sciopero senza precedenti. Il sindacato americano United Auto Workers (Uaw) da mesi stava cercando un'intesa con le tre grandi case automobilistiche e le ultime trattative sono fallite nella notte.

A quel punto, il sindacato ha deciso di mantenere la promessa, proclamando lo sciopero. Si tratta della più ambiziosa azione sindacale degli ultimi decenni del settore. Infatti, per la prima volta è scattata un'agitazione portata avanti contemporaneamente contro tutte e tre le grandi case automobilistiche.

LO SCIOPERO

Gli stabilimenti coinvolti sono quelli della General Motors a Wentzville, in Missouri, della Ford a Wayne, in Michigan, e di Stellantis a Toledo, in Ohio. I rappresentanti sindacali hanno fatto sapere che lo sciopero sarà mirato per andare a colpire le attività più importanti delle tre aziende automobilistiche. Nello specifico, complessivamente, sono circa 12.700 i lavoratori iscritti al sindacato che hanno lasciato le loro mansioni all'interno delle fabbriche: 3.600 quelli di GM, 3.300 quelli di Ford e 5.800 quelli di Stellantis.

In particolare, i lavoratori che hanno aderito allo sciopero sono quelli che operano all'interno dei reparti verniciatura e delle catene di montaggio. L'impatto dello sciopero per le aziende automobilistiche è sicuramente importante visto che all'interno di queste fabbriche si producono modelli come Ford Bronco, Ford Ranger, GMC Canyon, Jeep Wrangler e Jeep Gladiator.

La Uaw ha fatto sapere che in assenza di compromessi considerati accettabili è possibile che si arrivi ad un ampliamento delle agitazioni per mettere ancora più pressione alle aziende automobilistiche. Uno sciopero ad oltranza andrebbe a costare molto caro all'industria americana. Le richieste del sindacato vanno da un aumento dei salari di circa il 40% in quattro anni fino alla riduzione della settimana lavorativa. Ovviamente, le case automobilistiche hanno presentato le loro controfferte ma non si è arrivati ad un accordo.


38

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Marco

quoto tutto

T. P.

mi unisco a loro! :)

max76

Applausi

max76

Bingo!

max76

Il mondo del lavoro è in caduta libera perché ai datori di lavoro si concede di fare sfruttamento e delocalizzazione selvaggia

Riccardo sacchetti

Ma io sono d'accordissimo con te, ci mancherebbe. É che é come parlare ad un muro. Sotto casa ne ho un altro che ha le stesse idee (non se se anche politiche). É impossibile ragionarci anche di persona.

Alessio Mari

I leader attuali abbastanza. Non farei di tutta l'erba un fascio, come fanno loro

Alessio Mari

Non commento e non replico mai a queste persone. Sto giro mi hanno stufato e trovo giusto tenere il punto. Spieghino se ne sono capaci, altrimenti, come stanno facendo, piano piano abbandonano perché non sanno cosa dire. Ed è giusto che qualcuno gli faccia notare le cose. Deve vedersi chiaramente che non sanno cosa dire a parte insultare perché quello che vengono a sbatterci sul muso qui quando commentano, con quell'aggressività ("l'Italia è intellettualmente morta"... devi non avere rispetto nemmeno per te stesso per dire una roba del genere), non sono altro che frasi fatte riportate, vuote ed inutili, di una propaganda d'odio che va avanti da anni, contro tutti quelli che non la pensano come loro e che non sono come loro. Boiate che si sono bevuti dopo aver letto 3 titoli di qualche pagina facebook (di cui tralascio la natura). Hanno stufato, e non ci dobbiamo abituare. Non dobbiamo più lasciar correre "ma si, cosa ti metti a discutere". Se nessuno li smentisce si sentono nella ragione, e non ne salveremo mai nemmeno uno. Con un paese che discute, alza il ditino, e non accetta le stronzate i vari generali Pappalardo e Vannacci starebbero a casa a guardare la TV invece di organizzare folle e scrivere libri inutili.

Riccardo sacchetti

Io lascerei stare mi sa.. non cavi fuori nulla dal vuoto. E pensare che hanno diritto di voto. L'ignoranza é una pandemia peggiore del COVID mi sa.

GianlucaA

In Italia gli scioperi servono per far fare il weekend lungo ai sindacalisti

Sistox v2

Si è sbagliato, intendeva dire che la destra è intellettualmente morta

flashrandom

Grandissimi, stima.

proxyy

aumento del 40% e settimana più corta? mi piace questo sindacato, almeno ha le idee chiare.

Alessio Mari

Sei solo capace di dire "taci" e "pirla". Le offese definisco chi le dice. Stupiscimi, illuminami, con argomenti degni di una discussione piuttosto, oppure pianta lì che fai più bella figura

Vae Victis

Non si è fatto nessuno sciopero, nemmeno quando il governo ha proibito di lavorare a chi non aveva fatto un inutile vaccino.

Federico

Non hai capito nulla di nulla. Purtroppo siamo sulla barca e remi all'indietro. Sono i pi...a come te il problema dell'italia in primis, e poi dell'umanità

Vae Victis

...e vengono pure criticati se lo fanno.

Vae Victis

L'ultimo sciopero serio in Italia risale al 1990.

Alessio Mari

"Taci" glielo dici a tuo fratello se sei fortunato che non ti dà subito una pizza sul muso. Stare in lockdown lo hanno fatto, prima che i governi, miliardi di cittadini in tutto il mondo, in modo responsabile perché si rendevano conto del pericolo che c'era. Secondo voi l'11 marzo 2020, il giorno dopo che ci hanno chiusi in casa, se fosse stato fascismo stavamo tutti in casa tranquilli? Su cosa basate i ragionamenti che fate? La legge fatta la sera per la mattina dopo, senza un popolo che la capisce e la condivide, è solo una frase su un foglio di carta. Il lockdown si è fatto perché lo hanno fatto le persone. Si chiama responsabilità collettiva, no fascismo. E adesso il virus è diverso grazie a chi ha sacrificato tempo/affetti/lavoro e pure la vita. La CGIL ha il dovere corporativo di difendere i diritti dei lavoratori, fine. Non decide una fava. Voi gli attribuite poteri che non ha pur di attaccare un nemico che non esiste, guarda caso lo scegliete sempre di stampo socialista e/o umanitario sto nemico. Sempre il contrario di quello che vi piace.

P.s. come mai sono sparite le mascherine, i lockdown, quasi nessuno fa più i vaccini e nessuno lo obbliga? Sarà mica che dicevate solo un mucchio di vaccate

ilariovs

In USA c'è l'IRA se vuoi gli sgravi fiscali su batterie, H2, auto eletrriche devi produrre lì e delocalizzare in Cina oggi... non mi pare più così semplice.

Una volta per uno non fa male a nessuno. Certo che se in USA vincono ci sarà da ridere in EU.

Federico

Ha diritto di esistere, ma ha anche dei doveri, che sono stati calpestati, facendo squadra col governo di vaccini, lockdown, impedendo le libere manifestazioni. Se non ti sembra fascismo questo, allora non sai nemmeno cosa sia, quindi taci

Federico

In Italia si son fatti parecchi scioperi e rivendicazioni, ma solo sulle garanzie, ammortizzatori sociali, ecc..... farli anche per lo stipendio sarebbe eccessivo, specialmente adesso che a suon di ammortizzatori sociali il mondo del lavoro è in caduta libera, calano i lavoratori, aumentano i parassiti da mantenere a sbafo

Markk

Giusto così, gli italiani sono vigliac chi (vedere il significato sul dizionario prima di commentare).

Markk

In Italia gli stessi lavoratori non fanno nulla per loro stessi, anzi attaccano il sindacato cioè i loro stessi interessi.

Alex

Colpa di Putin

Mad Mike

lasciamo perdere va...l'italia ormai è intellettualmente morta

Alessio Mari

Non è mai successo infatti che forza nuova assaltasse la sede romana della CGIL

opt3ron

Se non produci in USA i dazi sono belli pesanti, Stellantis non produce in USA perchè la manodopera costa poco ma per evitare i dazi.

Antonio Guacci

Troppo poco: gli amministratori delegati si sono aumentati gli stipendi di oltre il 40%, i lavoratori quindi, che non avevano visto un aumento dei loro, hanno preteso a loro volta il +40% per coerenza.

Visto da quest'ottica, il +18%, diventato poi +20%, è una presa in giro.

Signor Rossi

Non si scherza con gli sindacati americani, non per niente il premio di produzione 2022 elargito ai lavoratori della Stellantis era di quasi 15mila $ ... agli italiani 1’879 € ... francesi 4’300 €

https://uploads.disquscdn.c...

https://uploads.disquscdn.c...

Giorgio

Ovviamente di venerdì o in concomitanza con un ponte :D

Mario Rossi

ma non toccargli il calcio: su quello fanno la terza guerra mondiale!! oramai siamo alla frutta...

Danylo

Dove lavoravo, quando c'era uno sciopero, alcuni si mettevano sempre in malattia

Mad Mike

i sindacati italiani si preoccupano per il ritorno del fascismo...pensa come siamo messi!!!

DjMarvel

basta aumentare il prezze delle auto, semplice.
i cinesi sono già alla ricerca di navi porta container per l'importazione

Andredory
Francesco Zerbini

Le case automobilistiche hanno proposto delle controfferte attorno al 20% e hanno rifiutato...

MariaAnnetta

Uguale da noi. Qui è già tanto se fanno 8 ore di sciopero...

Auto

Peugeot e-3008 elettrica: fino a 700 km, il SUV alla prova su strada | Video

Auto

Xiaomi SU7 Max, la supercar elettrica in mostra al MWC di Barcellona | Video

Auto

Renault 5 E-TECH Electric: elettrica a meno di 25.000€... con l'asterisco | Video

Auto

Dacia Spring 2024: l'anteprima del restyling, esterni e interni | Video