Unione Europea: possibile stop alla vendita delle endotermiche dal 2035

15 Marzo 2021 330

Ultimamente diverse case automobilistiche stanno annunciando i loro piani per mettere la parola fine alle vendite dei loro modelli benzina e diesel. Di recente, inoltre, nove Paesi europei hanno scritto alla Commissione Europea chiedendo che venga preso un preciso impegno per predisporre un calendario certo per arrivare alla fine della commercializzazione delle vetture endotermiche nel Vecchio Continente.

Non si sa se ci sarà una risposta ma, comunque, sembra che una data potrebbe essere il 2035, almeno secondo Pascal Canfin, presidente della commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare del Parlamento europeo. Infatti, nel corso di un'audizione alla commissione dell'Assemblea Nazionale (francese) per lo sviluppo sostenibile, ha raccontato che le nuove normative sulle emissioni dei veicoli leggeri saranno così restrittive da impedire la commercializzazione delle autovetture endotermiche dal 2035.

Pascal Canfin fa riferimento alle nuove normative che saranno presentate a giugno e di cui si dibatte da tempo. Infatti, diversi costruttori di auto hanno espresso i timori sulla loro sostenibilità dal punto di vista tecnico-economico. Canfin sottolinea che nei prossimi 18 mesi saranno riviste un cinquantina di leggi per dare sostanza legislativa al Green Deal e una di queste è la legge sul clima che sancirà l'obiettivo di arrivare ad una riduzione del 55% delle emissioni di CO2 entro i 2030.

Inoltre, a giugno arriverà un pacchetto con "12 direttive europee legate al mercato del carbonio" che saranno applicate a diversi settori tra cui quello dei trasporti (agricoltura, produzione di energia e abitazioni gli altri ambiti interessati). L'arrivo di tutte queste novità porterà, secondo Canfin, ad una profonda trasformazione del mercato automobilistico. Le normative saranno così severe che sostanzialmente sarà praticamente impossibile commercializzare vetture tradizionali con motori endotermici dal 2035.

Questo porterà le case automobilistiche a dover proporre ai clienti solo modelli elettrici. Niente ibride e Plug-in perché anche queste motorizzazioni avrebbero difficoltà a rientrare nelle nuove normative. A giugno non manca molto e quindi tra pochi mesi capiremo meglio le decisioni che prenderà l'Unione Europea e le dirette conseguenze sul mercato automobilistico. Sebbene il 2035 possa sembrare lontano, dal punto di vista industriale non è tanto tempo. Inoltre, si dovrà accelerare in maniera importante la realizzazione di un'infrastruttura capillare per la ricarica delle auto elettriche. Una criticità, questa, più volte sollevata nel corso degli ultimi tempi.


330

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Gianluigi

I diesel emettono NOx, quindi saranno ibridizzati con la normativa euro7 (2025?). Comunque le vendite di diesel sono in crollo in tutta Europa

Roman

non importa, meglio non averle

sopaug

sì, pieno di batterie da smaltire.

Vae Victis

Senza obblighi e divieti vincerebbe la soluzione più efficiente, che di sicuro non è una inquinante batteria da 500 kg.
Forse sarebbe l'idrogeno, forse il termico a combustibile rinnovabile.

Vae Victis

Questo dimostra che non sono interessati a far vincere la soluzione più efficiente, non sono interessati alla competizione e al merito.
Ai politici europei interessa solo riempire le tasche alla lobby che riempie loro le tasche.

teo
Roman

sono pericolose punto e basta, non serve correre rischi inutili per il tentativo di aiutare l'ambiente, non c'è paragone con le radiografie

Hodd Toward

Il 92% sono scorie LLW, proprio come quelle prodotte nelle radiografie.

Alieno
Roman

quelle non c'entrano nulla, si sono anche esse radioattive ma le scorie sono peggio ed è meglio non averle

Hodd Toward

Le hai già, quando fai una radiografia, per esempio, produci materiale radioattivo di scarto.

La stessa cosa vale per le centrali nucleari, ma quello che devi considerare che un pallet di uranio produce una quantità di energia pari a quella di più di 500 litri di petrolio. È un sacco di energia. La quantità di materiale di scarto di tipo HLW (quello da tenere sottoterra) è solo del 3%.

Roman

ma sono pericolose e meglio non averle

Hodd Toward

La quantità di scorie è ben più bassa di quello che pensi.

Developer
Progressive

Da noi si sà qualche data certa?

Scordatelo

xpy

Beh, teoricamente ogni posto raggiunto dalla corrente può ospitare una colonnina e allo stesso modo mi sembra che ogni distributore di carburante sia raggiunto dalla corrente elettrica, quindi teoricamente la copertura è fattibile

Paco

Ma per Olanda si intende il centro di Amsterdam?? Grande come tre quartieri di Napoli..... Appena esci dalla capitale ci sono le autostrade anche lì, e non mi pare si vada in bici..... La realtà è che in nessun luogo l auto é integralmente sostituibile

Paco

Ti assicuro che Nell antichità rimarranno milioni e milioni di cittadini italiani. Ci sono zone del Belpaese in cui circolano ancora tante ma proprio tante Punto degli anni 90, ci sarà un mercato dell usato euro 3,4,5, 6 che durerà decenni

Roman

probabilmente sono troppo pessimista ma la vedo dura anche io questa cosa e poi non puoi mettere le colonnine elettriche anche in parti come campagne

Signor Rossi
Moreno

é vero che da qualche parte bisogna iniziare, ma sono scettico riguardo al settore automotive sinceramente, non é il piú inquinante e si sta andando in una direzione non proprio felicissima per il momento. vorrei tanto si investisse di piú su metano/idrogeno per il trasporto merci, solo questo...

Roman

non devono stare e basta, ne le cantarli e ne le scorie, nessuno le buole

Maxatar

Bene bene, è fondamentale un deciso cambio di rotta a livello di politiche comunitarie.
I nostri figli hanno diritto ad un mondo diverso.

bac24

Quelli che difendono a spada tratta l'elettrico, se hanno tutto questo tempo per scrivere risposte tutto il giorno su hdmotori, vuol dire che:
a- Sono ricchi, hanno tempo da perdere e pensano che tutti possano permettersi un'auto da 40000 euro.
b- Sono mediamente borghesi e cercano di autoconvincersi che spendere i risparmi di 5 anni di lavoro per una carretta che fa 300 km e poi li lascia a piedi sia una spesa giustificata.
c- Non hanno un lavoro e sono poveri in canna, quindi dovrebbero essere gli ultimi a preoccuparsi delle elettriche, solo che lo fanno per il gusto di schierarsi "con il progresso".

met

Ma se prima della primissima Tesla Roadster c'era il nulla sul mercato, e pure quella era poco più di un prototipo.
La Model S è la prima ad aver avuto discreto successo ed è uscita solo nel 2012, e anche li era solo Tesla a crederci.
Solo nell'ultimo paio d'anni la maggior parte dei produttori si sono buttati a capofitto nell'elettrico.
Quindi inutile che mi parli di anni 2000

met

A livello locale/nazionale è probabile che limiti e divieti arriveranno mooolto prima

Davide

Per tutti assolutamente no. Potrebbe essere come la 100MB di oggi però

Scrofalo

Nel 2040 ci sarà un nuovo tipo di droga sistetica

met

Mah...parliamo di 15 anni, voglio vedere ora del 2035 come sarà l'offerta nel mondo dell'auto. Anche senza obblighi e divieti.

Hodd Toward

Se non sai cosa è il fattore di capacità non è colpa mia.

E nulla di quello che ho scritto è sbagliato, puoi verificarlo tu stesso.

VoltoReato

Si nel frattempo ho letto le tue risposte agli altri e ho capito che sei il tipico fanatico. Mettiti il cuore in pace che il nucleare a fissione verrà dimenticato. Fortunatamente.

xpy

E con che competenze puoi dire che tra 15 anni non saremo in grado di produrre quel tanto di energia elettrica?
Che poi 15 probabilmente è fin troppo ottimistico, ma già 20/25 è un tempo più realistico

xpy
xpy

Si, ma considera che la tecnologia più va avanti e più avanza velocemente, inoltre è solo negli ultimi anni che c'è stato molto interesse e quindi più investimenti e ricerca

xpy

Andranno bene nel momento in cui si riuscirà a fare un pieno in 15 minuti, altrimenti sono perfettamente d'accordo con te

Hodd Toward

Fattore di capacità del nucleare: 93%
Fattore di capacità del solare: 24%

Ho detto tutto, se si vuole perdere tempo con metodi inefficaci, fate pure.

VoltoReato

troppo caro, troppo centralizzato, troppo lento

Lucasthelegend

aggiungi bollo che le elettriche ora come ora non pagano eheheh...prevedo pesci in faccia a tutti

Re-Wwanted

Fino a 2 anni fa non fregava una fava a nessuno dell'elettrico, Tesla a parte. Ora ci sono tutti i colossi del mondo che stanno investendo fiori di soldi per sviluppare batterie in grado almeno di raddoppiare la capacità per kg entro 5 anni e secondo me ci riusciranno.

Questo porterà ad avere batterie dal peso dimezzato, cosa che permetterà un consumo minore e quindi con gli stessi kw di batteria si farà anche più strada.

Prima non fregava un caxxo a nessuno, visto che gli unici mezzi full-elettrici erano le golf-car e i carrelli elevatori.

an-cic

prima tesla roadster, anno 2008, 117 Wh/kg
batterie tesla 4680, anno 2021, 380Wh/kg

quindi si, più che triplicata in meno di 15 anni.

Hodd Toward

Non decidi te dove vanno messe le scorie.

Hodd Toward

In posti sicuri e controllati.

Moreno

magari lo fossi, non credo sia un uomo senza due lire in tasca e senza qualche aggancio a livello industriale.

Roman

dove me lo metti in Puglia?
che ha scarsi terremoti?
no grazie non li voglio avere sotto casa

Roman

ok lo so quanta energia produce una centrale nucleare.
Ma poi dove metto i tanicozzi di scorie radioattive?

Aristarco

parente di chicco testa?

Fabrizio

Guarda che non sei tanto lontano sul prezzo :)
Ma secondo me ne varrebbe la pena, non come alternativa alle batterie chiaramente, ma semplicemente per la nicchia di auto sportive che non può fare a meno di un motore termico per motivi di emozioni.
Porsche ci sta investendo un sacco e addirittura pensa di entrare in F1 per focalizzare ancora di più lo sviluppo degli eFuel.
Chi spende 2/300mila euro per un'auto non penso abbia problemi a pagare una "eBenza" anche 7 euro al litro per il giocattolone che tanto si usa una volta al mese. Avessi quel budget lo farei subito se l'alternativa è il solo elettrico asettico

Roman

molti come audi ha detto che vanno bene anche 400km di autonomia, io li vedo ancora troppo pochi se li devi usare per andare fuori città

Dacia Spring: come va l'elettrica economica da 9.460 euro (con incentivi) | Video

Nuova Mazda CX-30 2021 eSkyactiv-X: quando 6 cv fanno la differenza | Video

Renault Arkana 2021: SUV Coupé per tutti, solo ibrida e come lei nessuna | Video

Incentivi auto 2021: tutto quello che c'è da sapere | Video