Droni-fattorino: meno inquinanti dei corrieri tradizionali

16 Febbraio 2018 28

I droni-fattorino risultano essere amici dell'ambiente in quanto meno inquinanti dei corrieri tradizionali. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Nature Communications, infatti, il loro utilizzo favorisce la riduzione delle emissioni di gas serra del 9%, oltre alla riduzione del consumo di energia nel settore.

Nonostante siano già impiegati in alcuni servizi (anche in Italia), come la lettura dei contatori, i droni sembrano essere destinati a diventare dei corrieri in quanto, oltre alle emissioni, sono in grado di ridurre anche i tempi di consegna. A studiare i possibili regolamenti per il loro uso l'Agenzia federale statunitense per l'aviazione civile e l'Agenzia europea per la sicurezza aerea.


Simulando una consegna negli Stati Uniti, più precisamente nel Missouri, i ricercatori hanno comparato i dati relativi alle emissioni con quelli dei sistemi tradizionali di consegna. L'esito è nettamente a favore dei droni, sia per la minor energia consumata sia per l'ottimizzazione del percorso rispetto ai furgoni. Tuttavia ci sarebbe bisogno di incrementare il numero di magazzini per lo stoccaggio, e questo comporterebbe l'aumento dei consumi dell'energia elettrica e delle emissioni di gas serra.

Le emissioni possono essere ridotte qualora il peso dei pacchi sia di circa 8 kg, e a patto che i magazzini dispongano di un livello elevato di organizzazione; in assenza di queste caratteristiche le emissioni possono oltrepassare anche il 50% in più. Lo stoccaggio della merce è senza dubbio una manovra da ottimizzare prima di passare all'impiego dei droni-fattorino.


28

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Name

Lì son troppo occupati a spararsi tra loro, i droni non li noteranno!
(Anche se pare che sia lo sport preferito dai cacciatori quello di impallinare altra gente scambiandola per animale.)

Name

State quindi dicendo che: 100 droni diversi che hanno una autonomia di facciamo 2 ore, hanno bisogno di 100 diverse batterie che andranno prodotte, sostituite, smaltite e che, vista la scarsa autonomia, necessitano di partire da un magazzino in un raggio abbastanza breve rispetto al luogo in cui il pacco deve essere consegnato, inquinano meno di un unico corriere tradizionale? E se questo corriere tradizionale avesse un mezzo ibrido o elettrico?
E soprattutto: se piove il mio pacco come arriverà? Se ho una villa con giardino me lo lascia in giardo, se ho un cane ed il cane gli corre contro mi trancia il cane? Se ho una piscina corro il rischio che me lo sganci in acqua? E se piove ed io non sono a casa il pacco resta in giardino? E se vivo in un appartamento il drone scende in strada e bussa in portineria? Oppure lascia il pacco sul tetto?
BAH.

Top Cat

AR15?

Ulisse Orsato

Sì, però se non si parcheggiano in doppia fila o in mezzo alla strada bloccando il traffico sono da scaffale.

ice.man

credo ceh un ritorno al passato sarebbe vantaggioso per tutti
un sistema tipo locker aperto 24h, uno per quartiere in modo tale da essere accessibile anche dalla vecchietta che al massimo esce da casa per fare la spesa

ice.man

si ma dovresti avere dei sistemi di ricezione ad hoc
a casa mia la buca delle lettere non sarebbe raggiungibile da un drone professionale da 3-5Kg
quelli sono fatti per calare il pacco dall'alto, non per infilarlo frontalmente
un ulteriore braccio meccanico sarebbe tutto peso in piu da portare in aria

stiga holmen

Ci sono tanti che iniziano a sparare cifre sull'inquinamento delle batterie, dimenticandosi che Tesla ed altri le riciclano (non al 100% ovvio...)
Parlano di inquinamento uguale da parte delle centrali a carbone, dimenticandosi che è più facile applicare un filtro ad 1 fabbrica piuttosto che a 100K auto in giro per la città.
Si dimenticano sempre di come viene estratto il petrolio e quindi inquinamento suolo / falde, di come viene lavorato e portato nei distributori (altro inquinamento sul trasporto).

Vabè la direzione intrapresa è quella a meno di non spostarsi tutti su gpl/metano per altri 50 anni e poi passare in massa all'elettrico che magari avrà risolto l'unico problema grave che ha: il tempo di ricarica. Adesso infatti necessita almeno di mezz'ora per farlo. E nei viaggi lunghi o per chi usa spesso l'auto o chi non ha un box per caricarla durante la notte è un problema.

steek

Grazia graziella :D

rsMkII

Non lo mettevo in dubbio! Era per rispondere! :)

stiga holmen

Ma guarda che io sono pro auto elettrica :)

rsMkII

L'energia viene per forza di cose prodotta con fonti non rinnovabili, almeno attualmente. Ciò che conta e sul quale devi focalizzarti è l'efficienza del motore elettrico. Nei motori a combustione perdi moltissima energia in calore e vibrazioni, nei motori elettrici questo avviene molto meno (hai dissipazioni nei cavi e nei motori, ma in percentuali molto minori). Quindi puoi produrre energia con processi molto più efficienti (grandi impianti rispetto ai piccoli motori termici) e passarla (ovviamente con perdite sulla linea e nello stoccaggio nelle batterie) ai vari mezzi che la devono utilizzare. Comunque per chi critica la scarsa efficienza del trasporto e della carica delle batterie, c'è da ricordarsi che per il trasporto della benzina si usano camion cisterne, quindi anche lì si ha "perdita" nel processo di traporto.

rsMkII

Tradizione italiana? E allora negli States cosa ti aspetti che succeda? XD

rsMkII

Per i grandi centri urbani ovviamente i "droni" saranno su ruota (quei piccoli carrellini autonomi che si spostano sui marciapiedi), dato che regolamentare il volo attraverso grandi grattacieli potrebbe non essere così facile. Per le zone di campagna o comunque con densità di popolazione inferiori invece il drone volante potrebbe benissimo funzionare. Penso che nel medio-lungo termine ciò che si avrà sarà principalmente una gestione dei pacchi con droni (per portare nell'ufficio del quartire, per intenderci) e la consegna finale o con fattorino o con mezzi autonomi (come detto sopra). In quest'ottica, i droni avrebbero zone ben definite nelle quali volare e sarebbe tutto molto più facile da implementare.

Bruce Wayne

deve essere ottimizzato il servizio per fare meno ore di volo possibili. Potrebbero consegnare er ogni giro almeno un 50 lettere. Considerando che possono lavorare notte e giorno ecco che c'è un vantaggio.

stiga holmen

Se i droni elettrici inquinano meno, allora anche le auto elettriche dovrebbero inquinare meno. Invece vedo sempre report contro le auto elettriche dicendo che l'energia per ricaricarle viene prodotta col carbone.....
Insomma, decidetevi....

The

Poi diciamo che i droni non firmano al posto tuo, non lanciano i pacchi e non fanno finta di essere passati

Gary Sinise

Sai come viene generata la gran parte dell'energia elettrica?

MarcoCau

Ma davvero un drone elettrico inquina meno del Ducato che usa il corriere Bartolini quando mi consegna i miei acquisti su Amazon?? Apperò!

ice.man

il limite del drone volante è che puo consegnare un articolo alla volta, ma se pensi che in ambien urbano quando arriva in un condominio di pacchi ne scarica almeno 3-4....non ha piu senso usare il drone. Tra l'altro cìè tutto il problema di come certificare il ricevimento
Un conto è se fa un drop in un area privata dove è magari stata attrezzata una apposita certa di ricevimento, ma in una zona condominiale diventa difficile
Sinceramente io vedo una soluzione ottimale nei LOCKER
praticamente un evoluzione del vecchio fermo posta, ma pensando di piazzare questi locher aperti h24 almeno 1 per quartire

Bruce Wayne

da te girano in veicoli elettrici da me postini , corrieri e simili girano con mezzi di 20 anni fa euro 1/2 al massimo euro 3.

Danny #

Ma che discorsi sono? Comprate furgoni elettrici ai fattorini e i consumi si riducono pure lì.
Com'era la storia? Ah sì... Il lavoro si trasforma... Meno negozianti e più corrieri... Certo...

Mark

I corrieri tradizionali emettono gas altamente inquinanti

Luca Vallino

https://uploads.disquscdn.c...

RBMK_1000

Eh, ma va? Un drone va da A a B in linea retta, un furgone si fa ore di traffico nelle grandi città, e KM di curve in montagna.

ice.man

in realtà è proprio nelle zone di motnagna dove c'è tanta divverenza tra tragitto in linea d'aria e tragitto stradale e dove un fattorino deve spararsi 15 e piu km per 1a sola lettera che sarebbero sicuramente vantaggiosi
in ambiente urbano dove già girano postini coi veicoli elettrici (una specie di caddy coperto) non credo ci sia vantaggio

Top Cat

Hahahahaha!

Maurizio Mugelli

in primis, non mangiano fagioli.

Top Cat

Broni fa Torino.
;-)

No comunque se questi si mettono a volare la mattina presto presso delle zone boschive presumo, che verranno presi a fucilate.
Come nella più grande tradizione italiana.
xD

HDBlog.it

OnePlus 6T McLaren Edition ufficiale: 10 GB di RAM a 709 euro | Anteprima

HDBlog.it

TIM e 5G: ho provato la prima auto elettrica guidata in remoto!

Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente

Mercedes benz

Mercedes e Enel: smart EQ fortwo tra geotermico e idroelettrico | SPECIALE