Amazon Alexa nel 2018 su Toyota e Lexus

10 Gennaio 2018 6

A margine del CES di Las Vegas il gruppo Toyota ha annunciato una novità connessa per alcuni suoi veicoli: nei prossimi mesi Amazon Alexa sbarcherà su alcuni modelli Toyota e Lexus dotati dei più recenti sistemi di infotelematica. L'assistente digitale vocale di Amazon, basato sul cloud, sarà infatti integrato nelle piattaforme Toyota Entune 3.0 App Suite (presente sull'ultima Camry) e Lexus Enform App Suite 2.0 entro quest'anno.

Modelli presenti attualmente solo sul mercato nordamericano, notoriamente più ricettivo rispetto a quello europeo quando si tratta di queste applicazioni. Toyota Connected (la divisione che si occupa della digitalizzazione) assicura però che, nel corso del 2019, l'integrazione con Alexa verrà esteso ad un numero maggiore di vetture. Per ora negli Stati Uniti, ma in futuro chissà...


L'assistente Alexa è in grado di rispondere a migliaia di richieste da parte dei clienti, che possono connettersi a oltre 1.000 dispositivi connessi appartenenti alle smart home semplicemente "interpellando" il sistema vocale. Un esempio? Dalla propria auto sarà possibile chiedere ad Alexa di accendere il riscaldamento della nostra abitazione, oppure aggiungere il latte nella lista della spesa, oppure ancora di aggiungere un audiolibro da Audible. Persiane di casa, sistemi audio, notizie in tempo reale, destinazioni per il navigatore: che sia su strada o a casa: Amazon Alexa accompagnerà i clienti Toyota in ogni loro spostamento.

John Scumniotales, head of product di Amazon Alexa Automotive, sostiene di voler implementare Alexa come un assistente insostituibile nella vita quotidiana:

La nostra visione per Alexa è che dovrà essere ovunque il cliente abbia bisogno di lei - a casa, in ufficio, sul telefono - e anche in auto. Questa integrazione permetterà di interagire con Alexa praticamente ovunque.

Schermo Oled da 6 pollici in dimensioni contenute? LG V30, in offerta oggi da Tiger Shop a 369 euro oppure da ePrice a 422 euro.

6

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Gios

Mi sanno un po' troppo di oggetti pretenziosi che però alla fine vanno da poche parti

MasterBlatter

beh come media center queste due sono le uniche board con decodifica hevc main10 level 5.2 e vp9 profile 2, almeno questa ha 2 usb e wifi, manca solo 1 gb di ram in più dato cmq è condivisa con la memoria video (e quindi già 256MB se ne vanno)

Gios

Il problema è che senza un os solido dietro e gpio limitate tutte queste board si perdono in in bicchiere d'acqua!

Se si devono sviluppare progetti embeded è meglio avere più gpio/os solido/comunity

Se si devono avere prestazioni per creare un mediacenter o simili ormai con 50/100 euro si trovano Stick PC già pronte

Gios

Suonerà il postino con un pacco omaggio di Amazon e aprirai la porta.... In realtà sarà un robot assassino controllato da alexa.......

Andhaka

Bravi, bravi.. continuate a rendere tutto smart, automatico e connesso... quando le macchine si ribelleranno la mia casa super dumb sarà una fortezza inespugnabile!!

BWAHAHAHAHAHAH!!!! :D

Cheers

MasterBlatter

Ieri OrangePi ha pubblicato l'annuncio del nuova board Lite2, clone della recente One Plus, perde a Gigabit e guadagna una USB3.0, wifi AC e bt 4.1

Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente

Mercedes benz

Mercedes e Enel: smart EQ fortwo tra geotermico e idroelettrico | SPECIALE

Suzuki

Suzuki Jimny 2018: recensione e prova in fuoristrada | Video

Jaguar

Jaguar I-PACE: Live Batteria "mari e monti" | Milano - Bolzano - Rimini