Volvo sceglie la piattaforma DRIVE Orin di NVIDIA per la guida autonoma

14 Aprile 2021 6

Lo sviluppo delle soluzioni di guida autonoma passa anche dall'evoluzione dei computer che gestiscono queste funzionalità dell'auto. Servono, infatti, hardware sempre più performanti con potenze di calcolo elevatissime per poter garantire una guida autonoma sicura. Per questo, Volvo ha annunciato di aver ampliato la sua collaborazione con NVIDIA per utilizzare la tecnologia DRIVE Orin.

SI PARTE DALLA NUOVA VOLVO XC90

La nuova piattaforma di NVIDIA è in grado di offrire una capacità di calcolo pari a 254 TOPS (trilioni di operazioni al secondo). La casa automobilistica intende utilizzare questa soluzione su tutti i suoi modelli di prossima generazione che poggeranno sulla piattaforma SPA2. Si partirà, in particolare, dalla nuova Volvo XC90 che sarà presentata nel corso del prossimo anno.

Volvo punta a sviluppare un sistema di guida autonoma sicuro ed efficiente e pensa che la piattaforma NVIDIA DRIVE Orin sia la scelta giusta per arrivare a centrare questo obiettivo.

Il computer supportato dal sistema NVIDIA DRIVE Orin costituisce un elemento chiave per consentire una guida autonoma sicura e continuamente aggiornata. Opererà con il software sviluppato internamente da NVIDIA in collaborazione con Zenseact, la società di Volvo Cars che si occupa dello sviluppo di software per la guida autonoma, oltre che con i sistemi di assistenza per sterzo e frenata.

Grazie alle maggiori prestazioni in termini di potenza di calcolo, Volvo potrà dotare le sue auto di un set di sensori avanzati necessari per la guida autonoma, come i LiDAR sviluppati da Luminar, altro partner del costruttore. La piattaforma SPA2 è stata sviluppata pensando proprio a queste soluzioni avanzate di guida. Le auto potranno disporre della funzione Highway Pilot che in futuro permetterà di contare su una guida completamente automatica in autostrada.

Questo nuovo annuncio da parte della casa automobilistica segue a quello del 2018 quando era stato deciso che sarebbe stato utilizzato il SoC DRIVE Xavier di NVIDIA per i computer di bordo che gestiranno tutte le principali funzionalità delle vetture.


6

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Danylo

Orin-atoio

TT-MK1-180cv
ghost

L'auto non è più una cosa che dura decine d'anni il ciclo vita previsto in futuro è di massimo 4-5 anni.

biggggggggggggg

Che intendi?

Il corpo di Cristo in CH2O

ovviamente si sta parlando per entrambi delle stesse operazioni immagino

biggggggggggggg

Questo mi fa dubitare che l'hardware delle attuali tesla riesca veramente a soddisfare le esigenze di calcolo future per la guida autonoma. Se non ricordo male il loro chip è a 36 TOPS, qui si parla di commercializzare nei prossimi anni chip da 1000 TOPS

Auto

Kia EV6: come è fatta e quanto costa? Dotazioni e prezzi in Italia | VIDEO

Elettriche

Sfide elettriche: da Milano a Roma con la Volkswagen ID.3 ricaricando gratis

Auto

Peugeot e-2008: prova su strada in centro città, i consumi e un difetto | Video

Auto

Mercedes e Aci insieme per la guida sicura: la mia esperienza con un minicorso