Hyundai lavora ad una piccola elettrica da 20 mila euro per il mercato europeo

19 Luglio 2022 61

Hyundai sta lavorando allo sviluppo di una piccola elettrica accessibile per il mercato europeo che potrebbe andare a collocarsi nello stesso segmento della Hyundai i10. Tuttavia, questa vettura non è pronta. Andreas-Christoph Hofmann, responsabile marketing di Hyundai Motor Europe, parlando con Automotive News Europe, ha affermato che ci vorrà del tempo per sviluppare una versione pronta per la produzione.

Ma quanto potrebbe costare questa vettura? L'obiettivo è di proporre questo modello ad un prezzo di partenza di circa 20 mila euro. Si tratta di un obiettivo di costo che hanno anche altre case automobilistiche che stanno lavorando a modelli più accessibili. Ricordiamo, per esempio, Volkswagen che nel 2025 lancerà sul mercato la versione di produzione del concept ID. Life.

CI SARÀ DA ASPETTARE

Hofmann ha pure affermato che le city car sono difficili da vendere in modo redditizio a causa dei loro prezzi bassi e dei problemi tecnici nell'elettrificare le piccole auto. Si tratta, comunque, di una notizia molto interessante. Tuttavia, l'attesa per vedere il risultato di questo lavoro sarà lunga. Anche se non sono state fornite tempistiche, si può comunque ipotizzare che si dovranno attendere ancora alcuni anni. Del resto, gli altri costruttori puntano a lanciare le loro city car elettriche per la metà del decennio.

Sarà dunque interessante attendere ulteriori informazioni sul questo progetto del costruttore coreano. Parlando del futuro, Hofmann ha sottolineato che Hyundai lancerà altri 11 veicoli completamente elettrici in Europa entro il 2030. Attualmente, la casa automobilistica commercializza già, per esempio, la IONIQ 5 che abbiamo già avuto modo di provare più volte. Inoltre, da poco ha presentato la IONIQ 6 che arriverà in Europa entro la fine dell'anno anche se nella maggior parte dei Paesi del Vecchio Continente la commercializzazione partirà all'inizio del 2023.

In Europa arriverà pure il nuovo SUV elettrico IONIQ 7 anche se si tratta di un modello pensato prevalentemente per il mercato americano. Le vendite del marchio Hyundai nei mercati UE, EFTA e Regno Unito sono aumentate dell'8,2% su base annua fino a giugno, con un mercato totale in calo del 14%. La quota di mercato del marchio è aumentata al 4,7% dal 3,7%, secondo i dati dell'associazione ACEA. I veicoli elettrici hanno rappresentato il 16% delle vendite totali del marchio Hyundai nel primo semestre 2022.

Copyright immagini: blinow61


61

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
cuccuruccu

a seconda di quanto è lungo il rocchetto del cavo elettrico in dotazione. 10km quello base, ma c'è il cavo da 20km opional.

Funz

o noi riusciamo a fare EV economiche, o i cinesi lo faranno al posto nostro, e a noi resterà il 100% di un mercato morto.

Funz

ma quale scomodità? Compensa ampiamente la scomodità di dover andare a fare benzina.
Poi un posto auto riservato sarebbe un ottimo incentivo da parte dei Comuni per far diffondere le auto elettriche.

Hai ragione, la gemella è la ix20, più grande (simil lancia musa). Sembra piccola ma è molto comoda e spaziosa. Secondo me l'auto elettrica entry ideale.

Gianluigi

È un'utilitaria, cosa ti aspetti

Maury "Kinder"

Infatti sta già accadendo con gli scooter elettrici...mancherà poco che si riempirà di macchine.

Maury "Kinder"

Stiamo parlando sicuramente di una micro macchina...un single o una coppia andrà anche bene ma nulla di piu'

ACTARUS

Fra un po in europa andranno tutti in default, sono gia tutti indebitati fino al collo e nessuno sta comprando auto elettriche, tutti gli investimenti fatti non rientreranno.
Di tutto questo ne trarranno vantaggio i cinesi che diventeranno padroni del mondo automotive elettrico dandoci auto sempre connesse come cavalli di troya.

PyEr "Il Gra"

Ho letto "piccola" e "20 000 euro"...

Gianluigi
Roberto

https://uploads.disquscdn.c...

Maury "Kinder"

Continuano ad aprire stabilimenti di macchine elettriche per poi mettere cifre folli anche per micro macchine che pochissimi comprano...di questo passo si arriverà presto al default...

Patrocinante in Cassazione

è debito

Maury "Kinder"

Talmente piccola che grande puffo è compreso....

Danylo

Piu' bonus fiscali == Piu' tasse
(mica piovono dal cielo i bonus)

Danylo

Basta mettere meno batteria e il prezzo cala decisamente (insieme all'autonomia)

Antsm90

Sinceramente le colonnine ad ogni parcheggio non le vedo bene. A parte la scomodità di doverla attaccare ogni volta che parcheggi, ma a parte quello la gente ne approfitterebbe per occupare parcheggi che magari nemmeno gli servono, solo perché ha una colonnina per caricare (prendi ad esempio tutti quelli che hanno il box con corrente comune, o chi magari è pieno di posto davanti a casa ma è semplicemente uno spiazzo/bordoStrada senza parcheggi ad hoc).
Sostituire i distributori con colonnine ultrarapide (15 minuti è già troppo. Bisogna arrivare a meno di 5) invece sarebbe cosa buona e giusta. Quando ci sarà la tecnologia

suzuka

Mio padre diceva che la sua prima macchina l'ha comprata con lo stipendio del primo mese di lavoro. Era semplicemente un tecnico della Sip (Telecom)

Mr. G/Blocked:45/Mac+Android

Non sono imparentate con Opel Karl.
Opel Karl se non sbaglio deriva dalla Chevrolet Spark che anni fa era in vendita anche da noi.

Cpt. Obvious

La venga non è la monovolume?
Credevo fosse la Picanto la gemella di i10 (insieme alla opel Karl).

MatitaNera

Più che altro con che autonomia

deepdark

Se costasse il doppio ma avesse aria condizionata, un tettuccio decente e il doppio della batteria, diventerebbe una citycar a tutti gli effetti. E cmq sarebbe ottimo come prezzo.

Una i10/venga (sono la stessa cosa) elettrica a 20.000 euro, se ben accessoriata, sarebbe un prezzo alto ma già un'auto comoda.

Cpt. Obvious

https://media0.giphy.com/me...

Cpt. Obvious
Mr. G/Blocked:45/Mac+Android

Chissà lo Stato da dove li prende i soldi...

Cpt. Obvious

Io vedo bene le colonnine rapide messe al posto degli attuali distributori, da usare per gli spostamenti più lunghi, con tempi di ricarica nell'ordine di 15minuti per 300-350Km a velocità autostradali, unite ad una miriade di colonnine a bassa velocità a cui collegare l'auto ogni volta che si fanno soste "lunghe" (es. la notte, a lavoro, al super, in giro per il centro, etc.).

Con questi presupposti autonomie come quelle della model 3LR sarebbero sufficienti, ovviamente nell'ipotesi che siano il minimo anche per le utilitarie segmento B (che dovrebbero costare max 20K).
Investendo adeguatamente in infrastruttura, il traguardo tecnologico da raggiungere diventerebbe decisamente più realistico.

Antsm90

Già, purtroppo al momento sono eccellenti solo come 2a auto e solo se hai il garage privato con corrente privata. Per la massa tocca aspettare batterie economiche con densità maggiore e colonnine a ricarica ultrarapida (del tipo dal 20 all'80% in meno di 5 minuti). Col tempo ci arriveremo, bisogna solo vedere di quanto tempo si parla

Cpt. Obvious

Certo, ma il confronto era con andare a piedi o la trazione animale, le auto avevano un potenziale enorme e, nel tempo necessario a migliorare e diventare più economiche, si sono diffuse.
Ora però il confronto non è tra auto e mulo, ma tra auto inquinanti, ma relativamente economiche e estremamente pratiche ed auto pulite, ma più costose e con problemi di gestione maggiori.
Non è la stessa situazione, non trovi?
Aggiungi che non ci sarà il tempo di aspettare che migliorino e divengano più economiche, ma ad un certo punto verrà imposta la sola commercializzazione di un tipo di auto, indipendentemente dal fatto che abbiano rqggiunto la mautrità tecnologica ed i costi necessari a soppiantare le auto termiche per la massa.

Eh siamo lì come dimensioni ed utilità. Va bene per la ragazzina o la casalinga, per l'operaio che va al lavoro da solo ma li ti fermi. Se vuoi un'auto di dimensioni contenute ma dove entrino 4 persone (una punto, una fiesta), dovrai arrivare anche a 30k per una base.

Cpt. Obvious

Dipende.
Ne vendi meno perché c'è meno necessità di auto?
Si, allora abbassa le emissioni.
Le vendi meno perché costano troppo, ma le persone hanno lo stesso bisogno di auto di sempre?
Non abbassi niente, perché restano in circolazione le auto che ci sono, al massimo hai un parco circolante sempre più vecchio.

Antsm90

Le microcar hanno prezzi altissimi in rapporto. Più probabile una City Car tipo un'Aygo (o al massimo un'Aygo X a esagerare)

Ho paura sarà un'inutile microcar

Antsm90

Considera che gli endotermici inizialmente costavano un casino ed erano solo 4 ruote e un motore, poi col tempo i prezzi si sono abbassati (ma nemmeno troppo tempo fa. Ai tempi dei nostri nonni per dire giravano tutti nelle city car)

Cpt. Obvious

Lo so, ma non significa che sia una strada positiva.

Portobello

esatto, a me no che non ti accontenti di pochissima autonomia

Portobello

se l'andazzo è questo...

Portobello

è con quelli (che si esauriscono in breve tempo) pure costano tanto.
Vuoi elettrificare tutto il parco circolante in 5 anni? vendi tutto a non più di 20k (il resto lo mette lo Stato)

Sergios

ma quindi appena ci saranno solo le elettriche, trovare un auto sotto i 20k decente sarà impossibile giusto?

Alessio Ferri

Hai la palla di cristallo?

Portobello

manco per il 2035 ce la faremo

Alessio Ferri

Erano difficili da vendere in modo redditizio anche prima.

momentarybliss

In effetti vendere meno auto a causa dei prezzi troppo alti potrebbe contribuire ad abbattere le emissioni più dei bonus fiscali

momentarybliss

Il paragrafo "Ci sarà da aspettare" esplica tutto il fallimento e la gigantesca presa in giro della che implica la famosa rivoluzione verde della mobilità. L'obiettivo primario dovrebbe essere vendere auto massimo da 20.000 euro (ma non delle cabine della Sebach su quattro ruote) per rinnovare il parco circolante, invece "le city car sono difficili da vendere in modo redditizio". Altro che abbattimento delle emissioni

T. P.

con l'ultimo che ha fatto auto per il popolo è andata malissimo! :(

Gabriele

Ormai 20 mila euro costa l'aygo benzina.

Marco 1979

Hyundai continui a fare le N, no ste zozzerie...

axoduss

Vorrà dire che aspetteremo una ONLUS per produrre auto per il popolo

ADM90

Per questo sono contrario a ogni intervento statale tramite bonus e vari salvataggi.
Nella mia regione hanno annunciato una chiusura di una fabbrica con una notevole perdita di posti di lavoro. Regione e stato si mobiliteranno per far rimanere l’impresa qui in Italia. Con cosa? Bonus e agevolazioni varie…

ACTARUS

Hyundai IONIQ 5 RWD: prova consumi reali, quanto costa la ricarica e costo per 100 km

Hyundai i30 N: perfettamente versatile. Alla prova l'educata e pepata hot hatch | Video

1200 km elettrici, presente contro futuro: da Milano a Monaco | Il ritorno

Hyundai Kona Electric 2021, arriva il restyling: tutte le novità | Video