Honda Jazz e:HEV: la piccola ibrida offre consumi ridotti e una connettività avanzata

13 Febbraio 2020 37

Nel 2020 la Honda Jazz si rinnova profondamente ed in Europa arriverà solamente nella versione ibrida. Il costruttore giapponese, dopo aver annunciato a fine gennaio il nuovo modello, ha deciso, adesso, di condividere ulteriori dettagli che permettono di scoprire tutte le principali novità della citycar ibrida. In italia arriverà nel corso della prossima estate con prezzi da 22.500 euro o da 26.900 euro per la variante Crosstar

TECNOLOGIA IBRIDA E:HEV

La nuova Honda Jazz dispone di un raffinato powertrain ibrido che adotta la medesima tecnologia e:HEV del SUV CR-V Hybrid (Qui la nostra prova). I tecnici giapponesi hanno quindi lavorato per trovare il giusto mix tra efficienza e prestazioni. Dal punto di vista tecnico, l'unità è composta da un 4 cilindri a benzina i-VTEC DOHC da 1.5 litri abbinato a 2 motori elettrici alimentati da un piccolo pacco batteria agli ioni di litio.

La potenza complessiva di 109 CV con 253 Nm di coppia massima è trasmessa sulle ruote anteriori grazie ad una trasmissione a rapporto fisso che si attiva tramite un'unità intelligente di controllo della potenza (PCU). Il powertrain permette alla nuova Honda Jazz di poter accelerare da 0 a 100 Km/h in appena 9,4 secondi. La velocità massima è di 175 Km/h. Un pizzico di sportività che rende la guida più piacevole.

Il tutto a fronte di consumi e emissioni contenuti. Al riguardo, Honda dichiara 102 g/km di emissioni di CO2 e consumi pari a 4,5l/100 km secondo il ciclo di omologazione WLTP (Qui la nostra guida). Nel caso si optasse per la versione Crosstar, le emissioni sono di 110 g/km e i consumi di 4,8l/100 km. Per esaltare maggiormente la guida, la nuova Honda Jazz offrirà 3 diverse modalità di guida: EV Drive, Hybrid Drive e Engine Drive.

Nella marcia di tutti giorni, il sistema e:HEV utilizzerà prevalentemente le modalità EV Drive e Hybrid Drive nelle quali è il motore elettrico a svolgere la maggior parte del lavoro (il termico funge da generatore). In caso di richiesta di maggiore potenza e durante la marcia autostradale, l'auto utilizzerà la modalità Engine Drive in cui è il motore termico a fare la maggior parte del lavoro collegandosi alla trasmissione. Il passaggio alle varie modalità di guida, per gli occupanti, è praticamente impercettibile.

E per migliorare ulteriormente il comfort, la nuova Honda Jazz adotta sospensioni a basso attrito e una migliore rigidità del telaio.

TANTO SPAZIO A BORDO

Nonostante l'implementazione di questo avanzato sistema ibrido, la nuova Honda Jazz non ha dovuto sacrificare nulla in termini di spazio a bordo. Per esempio, la capacità del bagagliaio parte da 298 litri e sale a ben 1.203 litri abbattendo i sedili. Per ottimizzare lo spazio, Honda ha lavorato sui dettagli. Per esempio, la batteria ausiliaria da 12 V è stata inserita direttamente all’interno del vano motore.

Il serbatoio di carburante è stato posizionato al centro del telaio, al di sotto dei sedili anteriori. Tutte scelte che hanno permesso di mantenere inalterati gli spazi interni dell'auto a tutto vantaggio dell'abitabilità.

TECNOLOGIA E SICUREZZA

La nuova Honda Jazz offrirà le migliori soluzioni in termini di tecnologie e sicurezza. Il costruttore giapponese ha lavorato per rendere l'interfaccia touch del sistema infotaniment non solo facile da usare ma anche in grado di distrarre il meno possibile chi guida. Interfaccia che si usa come quella di uno smartphone e che può essere personalizzata per poter disporre di comandi rapidi per poter accedere subito alle impostazioni più usate.

I servizi connessi possono essere sfruttati anche attraverso dei comodi comandi vocali grazie alla presenza dell'Assistente Personale Honda che si attiva pronunciando "Ok Honda". Presenti le compatibilità con Apple CarPlay ed Android Auto. Inoltre, per la prima volta è disponibile anche un hotspot wireless.

Sul fronte della sicurezza, Honda, come da tradizione, ha lavorato molto. Di serie il Cruise Control Adattivo e il sistema di mantenimento della corsia. Non mancano nemmeno il sistema di mitigazione di abbandono della carreggiata (RDMS) e la frenata automatica. Nella versione versione Executive presente anche il sistema di informazioni sull’angolo cieco, incluso il monitoraggio del traffico in avvicinamento.

All'interno del pacchetto Honda SENSING, di serie sulla nuova Honda Jazz, presenti pure il sistema di regolazione automatica degli abbaglianti e il riconoscimento della segnaletica stradale. Sul fronte della sicurezza passiva, la nuova Jazz dispone ora di ben dieci airbag.

Fotocamera Wide al miglior prezzo? LG G7 ThinQ, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 313 euro oppure da Euronics a 449 euro.

37

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
MatitaNera

stavo scherzando

Ho_parlato!

???
era un commento all'auto dell'articolo!

MatitaNera

Parla per te!

MatitaNera

Come la fidanzata di rossi?

MatitaNera

Hanno lavorato anche per renderla inguardabile...

Una Peugeot 208 1.2 PureTech 100 CV GT Line EAT8
emette 99 g/km di CO2.. e non è ibrida.

Veramente...

io ho una MB A220 4Matic e e ha 190cv per 143 g/km di CO2...

Mi sa che sei un pelo sfasato con i valori.

Mauro B

Perdonatemi ma chi ha "scritto" l'articolo non sa niente dell'argomento.

Il sistema ibrido Honda funziona in questo modo: il motore è staccato dalle ruote e funge da generatore elettrico, superata una certa velocità si collega alle ruote ed ha un unico rapporto.

In questo modo l'auto sotto una certa velocità si comporta come una elettrica totale.

Da precisare che il grandissimo lavoro fatto sulla Jazz riguarda il rapporto tra lunghezza esterna e passo... Questo si traduce in tantissimo spazio interno.

Mauro B

La Yaris è molto diversa, lo spazio a bordo è quasi la metà.

Ho_parlato!

appunto...

T. P.

la ho! :)

Claymore

Se hai già una Civic non dovresti avere problemi ;)

T. P.

toccando ferro, potremmo farcela! :)
grazie! :)

Claymore

Probabilmente nel 2022 con l'uscita del nuovo modello

Aristarco

Ok quindi non é la media

Fede64

Un 2 litri da 120/150 cv produce circa 200 gr/km
Almeno da indicazioni delle case produttrici

Aristarco

Sei serio? Quindi secondo te la media é 200?

Fede64

È la metà del medio CO2 di auto tradizionali

Aristarco

Sembra una crossland della opel

T. P.

allora la mia deve tenere botta! :)

si ha almeno un'idea di quando?
grazie mille intanto! :)

generalszh

non a breve

Stefano

Ma 102 g/kmdi CO2 ?? Ma che ibrido è?

T. P.

una civic ibrida la faranno? :)

Tony Musone

Sì lo sono. La città, con le continue frenate e rallentamenti, è il loro ambiente ideale, così come le provinciali e statali. Invece in autostrada i consumi sono paragonabili a quelli di un diesel, dato che il motore elettrico supporta spesso quello termico, soprattutto in tutte quelle occasioni in cui è richiesta più potenza (salite, pendenze, sorpassi).

L'unica accortezza è che non bisogna guidare una HEV come fosse una PHEV o peggio una BEV, perchè più km si fanno in sola modalità elettrica e più le batterie dovranno essere ricaricate, ma quando le frenate e i rallentamenti non sono sufficienti, interverrà il motore a scoppio aumentando i consumi.

Ergo, un HEV deve essere guidato normalmente con l'unica accortezza (se l'obbiettivo è il risparmio di freni e carburante) di frenare dolcemente e rallentare, piuttosto che inchiodare all'ultimo momento.

Tony Musone

Mai più inutili di molti tuoi commenti.

Bernardino

Urbano ed extraurbano decisamente sì, in autostrada dipende se con sali e scendi, trafficata, con restringimenti allora i consumi sono bassi

Giorgio

Dipende tutto da dove guidi, se fai prevalentemente ciclo urbano sicuramente, se fai prevalentemente extraurbano o peggio, autostrada, sono inutili

checo79

si sono bassi

Ho_parlato!

"plum cake con quattro ruote" rido malissimo!

Christian Saccani

Esatto. Una serie di plum cake con quattro ruote, dal più piccolo (Honda Jazz ad esempio) al più grande (Audi Q7 ad esempio)

Mr. G

Mi spiace ma perde nettamente il confronto con la nuova Yaris, 116cv, 27.7 km/l, 64g di CO2

Snelfo

non so...queste ibride mi lasciano un po' perplesso...qualcuno che le ha può confermare che i consumi sono effettivamente bassi?

Aster

Auto fantastica mi ha sorpreso, l'ho usato in famiglia per 10 anni due modelli diversi

Aster

L'auto ideale per la città (le versioni precedenti)

Scrofalo
Stefano

Io ho la versione precedente e mi trovo benissimo, ero molto interessato al modello nuovo ma vedendo i prezzi di partenza faccio un passo in dietro.

Ho_parlato!

l'estetica non conta più ormai...

Auto

Auto elettriche Italia 2020: modelli in commercio, prezzi e autonomia

Moto

Scooter elettrici 2020: guida completa, prezzi, incentivi elettrici e ricarica

Eventi

Porsche è sempre più Experience

Auto

Tarraco: il nuovo stile di Seat nel SUV spagnolo più comodo di sempre | Video