2 litri e 421 CV: Mercedes-AMG svela il 4 cilindri più potente al mondo

07 Giugno 2019 5

Mercedes-AMG svela i dettagli del nuovo motore M 139, il quattro cilindri più potente al mondo montato su una vettura di serie. L'atelier di Affalterbach non lo scrive esplicitamente, limitandosi a dire che "sarà montato sulle compatte di Mercedes-AMG". Ma basta fare 2+2 per capire che si tratta del motore che troverà posto sotto la nuova Mercedes-AMG A 45 (anticipata da un teaser natalizio lo scorso dicembre), oltre a tutte le sue derivate.


Due i livelli di potenza e coppia del quattro cilindri 2 litri di nuova generazione: 310 kW (421 CV) e 500 Nm nelle versioni AMG S, 285 kW (387 CV) e 480 Nm nelle versioni "base". Con una potenza specifica di 155 kW (211 CV), la versione più potente supera molti propulsori di famose supersportive. Rispetto al precedente M 133 montato sulla vecchia Classe A 45, l'M 139 sviluppa 30 kW (40 CV) e 25 Nm di coppia in più.

Particolare l'erogazione della coppia, ottenuta attraverso un procedimento definito "Torque shaping": il valore massimo di 500 Nm (480 Nm nella versione base) è ottenibile nell'intervallo tra 5.000 e 5.250 giri/min (4.750-5.000 giri/min nella versione base). Con questa taratura gli ingegneri AMG sono riusciti a ottenere un'erogazione di potenza simile a quella di un motore aspirato. Aumentato, inoltre, il regime massimo di rotazione (fino a 7.200 giri/min), a sottolineare il carattere sportivo del modello M 139.


M 139 viene assemblato rigorosamente a mano nella sede Mercedes-AMG di Affalterbach, su una linea di produzione di nuova concezione, che coniuga la filosofia artigianale dell'atelier (con il principio One Man, One Engine secondo cui ogni motore viene assemblato da un unico operatore specializzato, con tanto di firma sul coprimotore) alle innovazioni portate dall'industria 4.0: un modo di operare che mette al centro l'ergonomia, la sicurezza e l'efficienza, assicurando la qualità dei motori e dei processi produttivi. Come spiega Emmerich Schiller, Chief Operating Officer e membro del Consiglio di Amministrazione di Mercedes-AMG

Per il montaggio dell'M 139 abbiamo completamente rielaborato il concetto di “One Man, One Engine”. Ne è risultata una produzione molto moderna, che mette al centro la persona. Abbiamo infatti creato le condizioni di lavoro ottimali per i nostri addetti, offrendo un ambiente pulito, inondato di luce e organizzato in modo preciso. È il miglior presupposto per continuare a garantire il nostro elevato standard qualitativo anche con una tecnologia che diventa più complessa.


5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
luca bandini

ok però quella da 360cv immagino visto i km fatti quindi siamo a 180cv/l...molti ma non esagerati e superiori anche alla ferrari f8 tributo

IvoProtrkic

Mio amico ha fatto 190 mila km con la A45. Dipende sempre comea tratti e se fai la manutenzione!

luca bandini

perchè? perchè? 2.0l per 421cv sono 210cv per ogni litro! più di una ferrari! boh secondo me stiamo esagerando con i cv/l che tanto è maggiore tanto maggiori sono i problemi con possibilità far durare il motore meno. ok che i clienti di questo tipo di vetture fanno pochi km mediamente ma 180-200mila km deve pur durare

Desmond Hume

Ah com'è bello il superbollo per una classe A

rsMkII

Impressionante! All'epoca fece già scalpore la A45 con 360cv! Incredibile!

Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti

Jeep

Jeep Renegade: recensione e prova su strada del restyling 2019

Euro 6D vs TEMP, differenze RDE, WLTP, emissioni NOx e CO2: cosa cambia | Guida