Gazpromneft-Lubricants: dalle competizioni alla strada

11 Novembre 2018 0

Vi siete mai chiesti quali dinamiche si nascondano dietro alle strategie di comunicazione di una multinazionale?

Ci sono aziende che adottano strategie di comunicazione spesso distanti dal proprio campo d’azione e poi ci sono realtà che, invece, impiegano al meglio le risorse per esaltare i propri prodotti agendo attraverso una corrispondenza diretta tra i prodotti e i valori fondanti di tali aziende.

L’attenzione alle tematiche di inclusione sociale e sostenibilità ambientale, le prestazioni, la tenacia nel raggiungere un obiettivo: tutti valori su cui le grandi aziende costruiscono la propria comunicazione, con il proprio pubblico ma anche con altre realtà. Come vedremo in questo speciale, Gazpromneft-Lubricants, la società russa che ambisce a diventare uno dei 10 maggiori produttori di lubrificanti a livello globale, ha scelto di comunicare i propri valori non solo attraverso un’efficace campagna di branding, ma soprattutto attraverso un supporto diretto delle attività sportive, di cui gli oli lubrificanti costituiscono una componente fondamentale.

Due le strade percorse da Gazpromneft-Lubricants: da una parte un’attenta strategia di branding (con il contributo di un’importante firma del Design), dall’altra la ricerca della corrispondenza tra le caratteristiche del proprio prodotto e il target di riferimento (tramite la sponsorizzazione di manifestazioni sportive ma non solo). Il tutto tenendo in considerazione i valori fondanti dell’azienda.


Tutto ebbe inizio nel 2010 quando, in occasione del lancio del brand G-Energy - marchio con cui sarebbero stati commercializzati da quel momento in poi tutti gli oli lubrificanti per auto dell’azienda - venne chiesto a Giugiaro Design (l’ufficio industrial design di Italdesign) di progettare non solo la brand identity (logo e immagine coordinata) ma anche la forma delle nuove taniche per la vendita al pubblico degli oli lubrificanti premium.

I prodotti di Gazpromneft-Lubricants, con il marchio G-Energy, si rivolgono al segmento premium del mercato, attraverso oli lubrificanti in grado di massimizzare le prestazioni dei motori. La scelta di sponsorizzare e supportare le competizioni, secondo pilastro di questa strategia, rappresenta per l’azienda una mossa coerente con questo posizionamento.

Del resto, la mission aziendale recita “Evolve to develop the world. Create to be proud of the created". Ovvero, fornire ai clienti lubrificanti di alta qualità, guardando con attenzione alle esigenze dei propri lavoratori e assicurando al contempo una produzione efficiente e una crescita sostenibile.

A questo contribuisce l’impegno di Gazpromneft-Lubricants a partecipare attivamente nello sviluppo delle regioni in cui è l’azienda è operante, con un’importante responsabilità sociale e ambientale. Il principale valore dell’azienda, infatti, sono le persone che ogni giorno contribuiscono alla crescita sociale e tecnologica di Gazpromneft-Lubricants.

GAZPROMNEFT-LUBRICANTS E LE COMPETIZIONI

Attiva su molteplici fronti, l’attività di Gazpromneft-Lubricants si concentra anche nelle competizioni, più precisamente nei rally raid. Si tratta sostanzialmente di un rally sulle lunghe distanze che si disputa anche su terreni sconnessi e che può durare fino a un mese. La Dakar ne è un esempio. In questo ambito, l’azienda russa ha l’opportunità di testare sul campo le potenzialità dei propri prodotti e verificarne l’affidabilità al fine di accumulare esperienza.

Non a caso nel 2014 è avvenuto l’ingresso nella FIA World Cup for Cross Country Rallies attraverso il G-Energy Team come parte di un programma per lo sviluppo del motorsport in Russia, ricordando che dal 2013 Gazpromneft-Lubricants produce olio a marchio G-Energy progettato appositamente per tutti i motori da competizione ad alte prestazioni.

Le soddisfazioni non tardano ad arrivare: nell’anno dell’esordio, l’equipaggio formato da Vladimir Vasiliev e Konstantin Zhiltsov si è aggiudicato il titolo di campione della Russia, replicato nel 2016 insieme alla piazza d’onore conquistata nel Mondiale e all’ultimo gradino del podio al Silk Way Rally con la Mini. L’avventura alla Dakar per il G-Energy Team ha visto un quinto posto assoluto nell’edizione 2015 (con Mini) e un ottavo in quella del 2016 (con Toyota).


Lo scorso anno G-Energy Team ha vinto l’Africa Eco Race, una maratona transcontinentale da migliaia di chilometri che passa attraverso Marocco, Mauritania e Senegal. Un successo conseguito con la Mini che è valso alla squadra il secondo posto nell’edizione 2018. Da segnalare che nel motore della vettura è stato immesso l’olio G-Energy Racing 15W-50, con un campione prelevato e analizzato quotidianamente.

Parallelamente a G-Energy Team, Gazpromneft-Lubricants sponsorizza anche il team MAZ-SPORTavto che gareggia nelle corse dei camion, nonchè abituale partecipante alla Dakar, tanto che nell’ultima edizione il team bielorusso è riuscito a conquistare un secondo posto nella propria categoria grazie a Siarhei Viazovich, Pavel Haranin e Andrei Zhyhulin al volante del veicolo targato MAZ (Minsk Automobile Plant), costruttore di autoveicoli e filoveicoli con sede a Minsk, in Bielorussia.


Sempre alla ricerca del prodotto migliore da proporre sul mercato, lo scorso anno Gazpromneft-Lubricants ha svolto dei test all’Hungaroring, in Ungheria, con una monoposto di Formula Renault 2.0 del team Gender Racing. Così come in tutte le prove in cui vengono sottoposte le auto del G-Energy Team, i campioni di olio prelevati sono stati analizzati dal laboratorio mobile, una strumentazione compatta che consente di sottoporre l’olio ad un processo di controllo approfondito direttamente sul campo. Lo stesso che abbiamo avuto modo di vedere in occasione della 25esima edizione dell'Italian Baja a Pordenone lo scorso giugno, tappa italiana valida per la Coppa del Mondo Rally Raid. Ma di questo e di ulteriori dettagli parleremo in maniera approfondita nel capitolo successivo.

OLTRE LA SPONSORIZZAZIONE: IL LABORATORIO MOBILE

Anche le più piccole impurità all'interno del lubrificante possono compromettere l'esito di una gara. In Gazpromneft-Lubricants lo sanno bene e sanno anche che se si vuole dimostrare la qualità dei propri prodotti le competizioni rappresentano lo scenario ideale. Come ben ci insegna la storia, nelle competizioni tutto è amplificato (dalle prestazioni agli eventuali danni), dunque per G-Energy - marchio dedicato alla linea di lubrificanti premium, nonché sponsor dell'omonimo team che corre nel mondiale FIA Cross Country Rally World Cup e in altri eventi Rally Raid - la scelta di portare il proprio laboratorio mobile nei service park dimostra l’impegno dell’azienda stessa di voler accumulare quanta più esperienza possibile al fine di proporre il miglior prodotto sul mercato.

Grazie a degli speciali dispositivi (spettrometri a luci infrarosse e XRF) e ad un processo rigoroso, il laboratorio mobile consente di realizzare in modo veloce ed efficace l'analisi dei lubrificanti utilizzati dalle vetture in gara, fornendo di conseguenza una quadro esaustivo e preciso dello stato della vettura. Esattamente come il sangue fornisce importanti informazioni sulla salute degli esseri umani, l’analisi dell’olio lubrificanti permette ai tecnici di identificare le impurità, stimare la concentrazione dei metalli da usura e, eventualmente, agire in modo tempestivo nel caso in cui fossero necessari interventi tecnici per garantire la sicurezza ed affidabilità del motore.

Qui vi raccontiamo nel dettaglio la nostra esperienza con il G-Energy Team e il suo laboratorio mobile.

I NUMERI DI GAZPROMNEFT-LUBRICANTS

Intenzionata ad ambire all’ingresso nella top 10 tra i produttori di lubrificanti sul mercato mondiale, Gazpromneft-Lubricants ha venduto 143.000 tonnellate nella prima metà del 2018 (di cui 24.000 a marchio G-Energy), per un totale di quasi il 50% delle vendite complessive dell’azienda. Nello specifico, le vendite sono cresciute del 20%, con un totale di 319.000 tonnellate.

Significative le vendite al di fuori della Russia (110.000 tonnellate, +13% in più rispetto allo stesso periodo del 2017). Sul mercato domestico, l'azienda ha venduto circa 210 mila tonnellate di prodotti, ovvero il 23% in più rispetto al periodo scorso.

In collaborazione con Gazpromneft-Lubricants

Il top gamma 2018 più completo sul mercato? Samsung Galaxy S9 Plus, in offerta oggi da Phone Strike Shop a 525 euro oppure da Amazon a 570 euro.

0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
HDBlog.it

OnePlus 6T McLaren Edition ufficiale: 10 GB di RAM a 709 euro | Anteprima

HDBlog.it

TIM e 5G: ho provato la prima auto elettrica guidata in remoto!

Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente

Mercedes benz

Mercedes e Enel: smart EQ fortwo tra geotermico e idroelettrico | SPECIALE