Jeep Renegade ibrida plug-in annunciata per il 2020

08 Ottobre 2018 6

Il Gruppo FCA investe 200 milioni di euro per la produzione della versione ibrida plug-in della Jeep Renegade nello stabilimento di Melfi, in provincia di Potenza. Dopo il Capital Markets Day dello scorso giugno in cui si è delineato il piano industriale per il quinquennio 2018-2022, Renegade PHEV (plug-in hybrid electric vehicle) uscirà dalle catene di montaggio come pre-serie nel 2019 e arriverà sul mercato nella prima parte del 2020.

Il massiccio investimento da parte di FCA servirà a formare tutti i dipendenti sull'applicazione di questa nuova tecnologia e ammodernare l'impianto le cui attività propedeutiche per la produzione della nuova motorizzazione sono già iniziate al fianco delle versioni termiche del SUV compatto e della Fiat 500X, recentemente sottoposta al facelift.

Renegade PHEV rappresenta il nuovo passo verso l'elettrificazione del portafoglio prodotti del Gruppo FCA dopo il lancio della Chrysler Pacifica Minivan PHEV e della tecnologia e-Torque mild-hybrid lanciata sul Ram 1500 a inizio 2018. Ricordiamo che la gamma Jeep si amplierà notevolmente con l'arrivo di 14 nuovi modelli da qui al 2022, di cui 10 ibridi plug-in (PHEV) e 4 a propulsione 100% elettrica (EV). Sempre entro il 2022, FCA offrirà 12 sistemi di propulsione elettrica (BEV, PHEV, full-hybrid e mild-hybrid) nelle architetture globali, con 30 diversi modelli che monteranno uno o più di tali sistemi.

Pochi mesi fa il Gruppo FCA ha sottoscritto un nuovo finanziamento con la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) di 420 milioni di euro per i progetti di Ricerca e Sviluppo che saranno realizzati durante il periodo 2018-2020, con le risorse che saranno destinate principalmente su soluzioni tecnologiche, veicoli ibridi o elettrici e guida autonoma, che entro il 2021 sarà disponibile con il livello 3 su tutti i modelli eccetto la baby Renegade.

Il top gamma 2018 più completo sul mercato? Samsung Galaxy S9 Plus, in offerta oggi da Clicksmart a 509 euro oppure da Amazon a 554 euro.

6

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
steek

2019.

Desmond Hume

tutto quello che vuoi ma la VW non citarla proprio, è da anni che ci smaronano con i concept ID senza nessun prodotto concreto.

Fandrea

FCA è stata 10 anni avanti nel diesel, i MultiJet invidiati da tutte le case. Solo che tutto questo ha una giustificazione, gli altri (tedesche & Co.) si sono buttate sull'elettrico. Infatti gli ultimi diesel alla Mercedes li fornisce ad esempio la Renault.
Quindi FCA è rimasta indietro.. e ora deve rincorrere...
un po' come la Samsung per gli OLED.. si è intestardita con gli LCD.. e ora paga le conseguenze.

Anto71

edit. Se non hanno tirato via i cavi dei filobus, è l'occasione per far nascere la versione con kit autopista

Anto71

Se vogliono fare la differenza devono spremere un'autonomia da 100km.
In concomitanza, terminerò le infinite rate della 500xxxxxL, 1.6 diesel. Vedrò cosa disporrà la ztl di Torino.

steek

Come sono in ritardo questi.
Cioè nel 2019 le tedesche avranno elettriche, e vw con la id sarà una gran cosa, le inglesi ce l'hanno già, i francesi nel 2019 se non sbaglio, i Koreani ci sono già arrivati mentre fca nel 2020 tirerà fuori un ibrido che altri avevano già 3 anni fa.
Fca è destinata a scomparire.

Auto elettriche: le ho provate tutte e vi racconto una storia | Video

Dacia

GPL auto: guida completa, caratteristiche, costi e manutenzione | Dacia Duster

Jeep

Jeep Compass 1.6 Multijet 120 CV Limited: recensione e prova su strada | VIDEO

Audi

Audi Q5 40 TDI quattro 190 CV: recensione e prova su strada