ReachNow, BMW sfida Uber e Lyft nel car sharing e ride hailing

19 Luglio 2018 0

ReachNow, il car sharing gestito dal Gruppo BMW a Seattle, Portland e Brooklyn (interrotto di recente), ha lanciato un nuovo servizio che getta le basi per il futuro della mobilità urbana con l'obiettivo di sfidare Uber e Lyft. Attivo dall'aprile 2016, ReachNow è uno dei tre servizi proposti nella città di Seattle insieme a car2go e Zipcar, e da oggi offrirà agli utenti sia il car sharing che il ride hailing in un'unica app.

L'applicazione è stata rivista per soddisfare entrambi i tipi di servizio e, in generale, per migliorare la facilità di utilizzo. Grazie alle nuove funzionalità i clienti potranno confrontare i prezzi e il tempo stimato di arrivo, oltre a prenotare un servizio con un tempo minimo di 20 minuti fino a una settimana d'anticipo. Nella modalità ride hailing appare una schermata che mostra le auto in servizio simile a quella di Uber.

La flotta che sarà dispiegata a Seattle è composta da veicoli BMW e Mini, anche se per ragioni di spazio saranno impiegati solamente i modelli Serie 3 e X1. All'interno delle vetture i clienti potranno scegliere se comunicare o meno con il conducente, ma anche selezionare le stazioni radio e impostare la temperatura del mezzo. ReachNow addebita un costo minimo di 3,24 dollari per il viaggio di andata e ritorno; 2,40 dollari a chilometro, e 0,40 dollari al minuto.


0

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Audi

Audi Q5 40 TDI quattro 190 CV: recensione e prova su strada

HDBlog.it

OnePlus 6T McLaren Edition ufficiale: 10 GB di RAM a 709 euro | Anteprima

HDBlog.it

TIM e 5G: ho provato la prima auto elettrica guidata in remoto!

Bmw

BMW X4: prova in anteprima del SUV Coupè connesso, tecnologico e divertente