I 5 migliori monopattini elettrici da comprare | Maggio 2020

10 Maggio 2020 552

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Negli ultimi anni i monopattini elettrici sono diventati uno dei mezzi di trasporto più amati da pendolari e non solo. Durante il 2019 sono state avviate le sperimentazioni su strada e da allora in tanti hanno abbracciato questo nuovo modello di mobilità sostenibile. Oggi mettiamo a confronto le migliori proposte presenti sul mercato italiano al fine di consigliarvi i migliori monopattini elettrici.

Con l'inizio della Fase 2 molti lavoratori torneranno negli uffici e i mezzi pubblici tradizionali non sono in grado di garantire una distanza di sicurezza adeguata. La Ministra dei Trasporti si è nuovamente espressa in merito agli incentivi per l'acquisto di biciclette tradizionali ed elettriche, monopattini, hoverboard, segway e monowheel e questa guida speriamo possa arrivare nel momento più opportuno per iniziare a farsi un'idea.

Nota Bene: in questa guida sono presenti prodotti che possono sembrare simili e comunque solo di due brand. Una scelta dettata da un'analisi accurata del mercato, da nostri test su molti prodotti che non vi abbiamo raccontato e da scelte legate principalmente a tre aspetti:

  • i monopattini hanno bisogno di cura e attenzione: alcune parti si deteriorano col tempo, si rompono con le vibrazioni e tutte le soluzioni che trovate di seguito hanno una quantità di pezzi acquistabili online enorme a pochi euro ed in grado di allungare la vita degli stessi per anni. Non solo parafanghi, viti e ruote, ma anche batterie e parti strutturali.
  • tutti i monopattini a seguire sono garantiti in Italia, anche da Amazon stessa, sono realmente i migliori e quelli con la maggiore solidità/autonomia e il miglior rapporto qualità/prezzo in generale.
  • i prodotti a seguire vantano tutti un'applicazione dedicata ottima ed sempre aggiornata. Inoltre anche i Monopattini possono essere aggiornati a differenza di altre soluzioni presenti sul mercato. La community potrebbe stupirvi.
INDICE

XIAOMI M365: L'ORIGINALE

Lo Xiaomi Mi Scooter M365 è stato uno dei primi monopattini elettrici diventare popolare in Italia. Nella sua recensione ufficiale avevamo apprezzato particolarmente la struttura robusta e la facilità di guida. Grazie al motore da 250 W è possibile raggiungere la velocità massima di 25 km/h. La autonomia è influenzata da diversi fattori, come la qualità dell'asfalto, il peso del guidatore e la sua modalità di guida, ma Xiaomi dichiara che di media è possibile percorrere 30 km con una sola carica. Anteriormente il motore genera energia durante le decelerazioni e il freno a disco posteriore è molto affidabile.

PRO E CONTRO

Disponibili online numerose parti di ricambioOttima gestione tramite applicazione smartphonePotente faro anteriore
Parafango delicato

XIAOMI M365 PRO: IL PIÙ EQUILIBRATO

M365 Pro è la rivisitazione del modello originale. Le differenze estetiche sono poche ma sotto la pedana è stato aggiornato il pacco batterie per un autonomia complessiva di 45 km. La velocità massima resta fissata sempre sui 25 km/h (limite di legge) ma l'accelerazione risulta più decisa rispetto al modello base. Tramite lo smartphone è possibile selezionare le diverse modalità di guida ed eventualmente attivare l'antifurto. A differenza del modello normala, è ora presente un display sul manubrio. Grazie a questo è possibile avere sempre sotto controllo la velocità e la percentuale di carica residua.

PRO E CONTRO

45 km di autonomiaStruttura robustaFreno a disco posteriore maggiorato
Parafango delicato

SEGWAY NINEBOT ES1: IL PIÙ ECONOMICO E LEGGERO

Segway Ninebot ES1 è il monopattino elettrico più economico capace di offrire il miglior rapporto qualità / prezzo. La batteria si trova sul manubrio ed è molto facile da trasportare grazie al peso ridotto di soli 11 kg. Nella ruota anteriore è presente un ammortizzatore e sul manubrio c'è una potente luce per illuminare la strada. L'autonomia dichiarata è di 25 km ma la velocità massima si ferma solo a 20 km/h.

PRO E CONTRO

Ottimo rapporto prezzo/qualitàAmmortizzatore Anteriore
Velocità massima limitata a 20 km/h

SEGWAY NINEBOT ES2: IL MIGLIORE AMMORTIZZATO

Segway Ninebot ES2 è il monopattino elettrico più comodo per essere usato in città. Rispetto all'ES1, l'ammortizzatore non si trova solo anteriormente, ma anche nella ruota posteriore. Questo garantisce una guida più confortevole anche sulle strade più dissestate o al passaggio sopra una buca. Le ruote sono piene (senza camera d'aria) e grazie a questo le forature sono meno frequenti. L'autonomia rimane uguale all'ES1 ma è ora possibile raggiungere i 25 km/h.

PRO E CONTRO

Ammortizzatore posteriore e anterioreRuote senza camera d'aria
Autonomia di solo 25 km

SEGWAY NINEBOT MAX G30: IL MIGLIORE DI TUTTI

Segway Ninebot Max G30 è il monopattino elettrico senza compromessi. A discapito di un peso elevato (18 kg) la struttura è molto più robusta con una pedana, larga e comoda per poggiare i piedi. Rispetto a tutti gli altri modelli selezionati, le ruote sono da 10 pollici e questa soluzione garantisce una guida ancora più confortevole su tutti i terreni. L'autonomia dichiarata è di 65 km e grazie al potente motore posteriore l'accelerazione è ancora più immediata.

PRO E CONTRO

65 km di autonomiaRapida accelerazioneRuote da 10 pollici
Molto pesante - 18 kg

Nel ricordarvi che tutti i prodotti di questa guida sono anche stati testati dalla redazione, vi lasciamo il video completo:

VIDEO

Fotocamera Wide al miglior prezzo? LG G7 ThinQ è in offerta oggi su a 356 euro.

552

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Alessandro Peter

Quindi sei anche ignorante oltre che arrogante,
Prima di tutto, possiedo il g30, quindi sono già “aggiornato” (manco parlassimo di smartphone..)
Secondo, rileggiti bene la legge.
Ti pubblico un estratto, così ti evito di googlare:
“ I monopattini potranno essere usati solo da chi ha più di 14 anni e solo sulle strade urbane dove è previsto il limite dei 50 km/h (dove non è vietata la circolazione dei velocipedi) e sulle strade extraurbane, ma solo sulle piste ciclabili.“
Tradotto: come le bici sì, ma solo in città.

Luca Bresciani

I monopattini possono girare ovunque girino le bici.
AGGIORNATI, sei rimasto indietro; ANCHE con la normativa.

Alessandro Peter

Ho citato la città per farti capire che vivo in una delle più grandi, e non ci sono problemi di autonomia. Vorrei farti presente che per legge i monopattini elettrici possono circolare solo su strade urbane, e vari altri limiti, quindi non è da prendere nemmeno in considerazione l’utilizzo per spostamenti tra comuni differenti, a meno che questi siano limitrofi e collegati da una ciclabile. Quindi di che parliamo?

Luca Bresciani

il 365 pro è superato, stacci

Luca Bresciani

Tu vivi a Milano, io no.

Alessandro Peter

Con il Pro salgo e scendo da cavalcavia "importanti" senza problemi, e peso 80Kg.
Possiedo m365,Pro e g30. Quest'ultimo è ingestibile per il peso che ha.

Alessandro Peter

Con il Pro faccio 30Km a 25Km/h. Vivo a Milano e uso il monopattino quotidianamente da due anni (prima il 365, poi il Pro) e non mi sono mai ritrovato a secco. Se il monopattino lo si usa come mezzo di trasporto in città non vedo come si possano superare i 30Km in una giornata, a meno che uno debba spostarsi in giro tutto il giorno per lavoro (tipo food delivery appunto).

Alessandro Peter

Quasi due anni fa ho portato l'auto dal meccanico e ancora non l'ho ritirata :| (Audi Q5 con S Tronic guasto)..L'attesa perché il meccanico ha cercato di fare il lavoro spendendo il meno possibile, aspettando pezzi dalla Cina, ecc..ecc.. Ma più di tutto, perché io non sollecitavo il lavoro, e non lo facevo perché in effetti l'auto non mi serviva, visto che contestualmente al guasto mi sono trasferito a Milano.
Avere l'auto qui è più una condanna che un utilità, perché se ci esci la sera puoi stare certo che impiegherai 15 minuti a raggiungere la tua destinazione, ma poi te ne serviranno 20 per trovare un posteggio (da 2 a 5€ l'ora).
Io e la mia compagna ci muoviamo in monopattino il 90% delle volte, il resto mezzi pubblici o car sharing.
Purtroppo perderai un po' di entusiasmo la prima volta che dovrai cambiare camera d'aria. Se non vuoi penare come un dannato, ti consiglio vivamente di comprarti subito due leve cacciagomme lunghe (quelle in acciaio di almeno 25cm), assolutamente evita quelle piccole da bici in plastica.
Riguardo ai monoruota: onestamente non mi piacciono nemmeno un po'. Mi sembrano più per fare sport che trasporto. La maggior parte delle persone che li usano li vedo sempre imbardati con casco, ginocchiere, gomitiere e guanti; sicuro non la scelta migliore se a lavoro devi andarci con un certo abbigliamento. Non avere poi un punto di scarico forza in frenata (il manubrio) costringe a mantenere un costante equilibrio che deve sempre anticipare rallentamenti, frenate e accelerate. Insomma, sarà sicuramente divertente da guidare, ma molto più impegnativo e intrinsecamente meno sicuro. Altro punto da non tralasciare è la sosta; esistono catene specifiche per il monopattino, ma un monoruota come lo leghi a un palo? Portarselo sempre appresso non è certo simpatico.
Ora come ora dovessi scegliere un altro mezzo elettrico punterei sugli scooter; lunghe distanze, velocità, seduta comoda anche per due.

Filippo Randi

Non uso la macchina da venerdì.
E' stato un attimo calarsi nella nuova realtà di trasporto: essere trasportati da una cosa che pesa 14,2 Kg, invece che pesarne quasi 1000. Ogni giorno 12,5 andata + 12,5 ritorno + qualche deviazione e/o commissioncina durante il ritorno. Si arriva a casa più o meno con il 45% di batteria.
Le cose, finchè non le hai, non puoi sapere se finiranno col prendere polvere (spesso accade, si sa...) oppure no. Per ora prende polvere l'auto, poi tutto può essere ma non vedo all'orizzonte possibili cali di entusiasmo. Soprannominato "e-lui-va", è piuttosto adorabile.
Ma l'appetito viene mang... elettrificando, e fra tutti i trabiccoli, leggere le potenzialità dei monoruota (pendenze superabili, autonomia, velocità... sono delle belve) non può che invitare ad affiancare alla... Golf (M365) una Spider (monoruota).
Sicuramente secondo me li hai già valutati i monoruota, che ne pensi?

DjMarvel

il g30 è anche uno dei pochi a fare salite con pendenze fino al 20%

Giovanni Metitieri

sai che amazon li paga in base alle vendite vero??? non avrai mai quello che chiedi, e soprattutto ti serve una fattura se vuoi il bonus, pensi che lo shop cinese te la possa fornire???

Luca Bresciani

lasciate perdere tutti gli altri, comprate il G30
è l'unico che ha una autonomia accettabile (35 km alla velocità di 30 km/h, coi fari spenti)

Baronz

Vabbè due dritte nei commenti potevi darle... Io ho visto solo cinesate o cinesate rimarchiate...

Supremo Desslock

Certo, ma non faccio il giornalista, quindi ...

Baronz

Perché conosci qualche altro monopattino valido ? Io no...

Alessandro Peter

Lasciate perdere il g30 ragazzi.. a meno che non ci volevate fare food delivery, non ha senso il maxi peso rispetto a cosa offre il Pro

Alessandro Peter

Fai attenzione all’indicatore, perché ti segna la batteria residua (calcolata sul voltaggio) e non l’autonomia!
L’ultimo 20% dura quanto il primo 5%. Ma questo è un comportamento normale delle LiPo. Sopratutto ricordati che sotto il 30% il motore girerà molto più lentamente.
Gli scricchiolii arriveranno molto presto, non temere :) ti dico già dove; il punto di snodo centrale creerà un po’ di gioco e inizierai a sentire dei “tun-tuuun” ad ogni accelerata o frenata (senza menzionare sullo sconnesso). Esistono in commercio dei piccoli spessori di gomma, in varie misure, per ovviare al problema. Funzionano bene, ma hanno l’inconveniente di saltare via quando lo ripieghi, occorre quindi prestare attenzione a non perderli tutte le volte.
Per il resto, ottimo prodotto.
Grazie a questo attrezzo ho due ore in più libere al giorno.

Filippo Randi

Allora, come detto (ma dove è finito il mio commento? boh) ho fatto oggi la prova: tragitto fino al posto di lavoro. Tragitto di andata: 12,6 KM, 46 min., batteria residua... 79%.
A quel punto, pur con cielo che minacciava pioggia (ma se arrivava avevo un biglietto del bus) che fai... torni a casa?
Col 79% è come se lui ti dicesse: "Embè? Tutto qui?".
E qui se qualcuno aveva il dubbio di aver comprato un giocattolo, può cominciare a toglierselo.
Ho proseguito, sono quindi andato ben oltre, a fare due giretti, poi sono tornato, col 26% residuo.
Cosa non mi piace (per ora):
- adesivi catarifrangenti sulle viti (ma forse ho risolto con catarifrangenti appositi che si attaccano non con adesivo ma con due piccoli magneti proprio sulle due viti - ebay)
- il comportamento su sanpietrini e pavimento lastricato è peggio di come me lo aspettassi, come vibrazioni. Terrificante, ma anche perchè io, oltre al discorso confort, ci metto la sensazione fastidiosa di una "telaio/struttura sollecitata", snodo in primis, che mi da molto fastidio. Anche vero che io tengo le gomme a 50 PSI, che però è quanto prescritto, e io obbedisco.
- la App fa un po' pena. Ciò stupisce da parte di Xiaomi, quella che se vuoi ti rende connessa tutta la casa. Ad esempio, possibile che uno non sia in grado di sapere quanti km ha fatto ogni giro? Basta che lo spegni un attimo e perde il conto, devi farti uno screenshot del chilometraggio totale quando parti, e poi alla fine fare la differenza. La App è comunque generalmente smorta, non so. Sembra quasi lo abbiano fatto apposta.
Cosa mi piace (per ora):
- una cosa l'ho già detta, e non è affatto poco: dopo quasi 13 km attraversando la città, con anche tratti in pendenza, si era poco più che all'inizio.
- visibilità totale: vedi meglio che in auto, perchè sei molto più in alto come occhi, e vai più piano...: vero che i tombini e le buche su asfalto sono i tuoi nemici, ma hai davvero il tempo per notarli e scansarli, scegliendo se passarci a destra o sinistra. E quando non si può (zone malate troppo ampie), ginocchia flesse e prepararsi all'impatto.
PERO' ci vuole uno specchietto (per quando scegli di passare a sinistra del buco......).
- solidità generale: ok è nuovo, ma per ora non sento uno scricchiolìo, che sia uno. Fa rumore sui sanpietrini ma quello è un rumore chiaramente fisiologico.

Ho rischiato due (due) volte l'incidente.
La prima volta un cane è sbucato dalle macchine posteggiate, velocissimo, ma ha avuto un riflesso INCREDIBILE nel tornarci quando era praticamente a dieci cm dalla mia ruota anteriore. Come gli umani, anche i cani evidentemente si sono abituati a sentire i veicoli arrivare quasi più con l'udito che con la vista: io sono silenzioso.
La seconda volta, un anziano mi ha aperto la portiera per scendere dall'auto mentre passavo... con la manopola destra ho sfiorato la portiera.
Oggi ho dimenticato il caschetto da bici: mai più.
Quindi lunedì si va al lavoro col monopattino, vediamo poi per quanto.
L'ho sempre pensato: c'è qualcosa che non va, e qualcosa di GROSSO, se per spostare una ottantina di kg devi usare una cosa che ne pesa quasi 1000 di kg, ed è pure considerata piccola.
Oggi ho fatto quel percorso con una ottantina di Kg trasportati da 14,2 Kg. Suona molto più logico, sano, giusto.

Walter Zappa

sul sito è a 799, su amazon pre bonus era 699.
Il problema è che è scomparso: non disponibile su amazon, sul sito segway, da mediaworld, da unieuro. Spariti tutti.

beacon

ma invece un monopattino valido sotto i 250?

PS. incredibile come spingete ancora su Amazon per l'acquisto, quando sappiamo tutti che il monopolio è una m*rda

Filippo Randi

Perfect, si, meglio non essere troppo pignoli. Già passo tempo a guardare che le ruote siano perfettamente centrate. Bah.
Come bagaglio, mi trovo bene con lo zaino (provato solo una volta con la spesa, andata ok). Ci sta anche l'antifurto.
Sabato provo a percorrere i 12 km casa/lavoro (24 totali), vediamo cosa esce fuori. Passo per tre quarti in quella che sarà una pista ciclabile (vabbè, la faranno facendo solo strisce per terra). Sono curiosissimo. Farò report.
Inoltre, un collega che abita vicino a me ha appena iniziato a farla in bici (muscolare). Nel caso sarei davvero curioso di vedere le diverse andature nei vari tratti di strada, tra monopattino e bici, nelle salite, discese, pianura... Se lui continua a prenderla, ovviamente...

Alessandro Peter

Lascia perdere gli adesivi, davvero. Altrimenti ci stai sempre dietro, e costano uno sproposito. Anche io ne avevo comprati subito al primo cambio camera d'aria, ma non l'ho mai rimessi poiché tanto al primo intervento saranno di nuovo da ricomprare.
La pressione dei pneumatici va dosata in base al tuo peso. Io le tengo belle rigide perché mi piace andare veloce (e comunque più autonomia), ma dipende anche dal tipo di manto stradale che hai sotto la gomma. In genere più è scarica più è prona a bucarsi, ma maggiore sarà il suo effetto ammortizzante (cosa da non sottovalutare visto che non ci sono ammortizzatori).
Ricambi originali li trovi un po' dappertutto, ma modifiche o accessori no, poiché non esistono.
Esempio: il gancio non è previsto dal produttore poiché non "sicuro" (aggiungere peso oscillante sulla barra ne compromette la guida, giustamente).

Andre Le Baron

https://www.lgdinformatica....

Filippo Randi

Ciao, generalmente sono per l'"originalità", non penso farò mod dal punto di vista del software. Così sono anche più tranquillo nell'utilizzo: anche andandoci a manetta, qualsiasi pendenza, eccetera, so che comunque lui da quanto può dare senza rischiare di rovinarsi, ad esempio la batteria. Ho salite...
A proposito, di ricambi c'è il mondo, ok, ma quelli ORIGINALI???
Ieri ho ritenuto 'aggiustare' un poco la ruota posteriore, che mi sembrava andandoci un po' storta, e... ovviamente una delle due striscette catarinfrangenti si è rovinata (una cosa che odio, adesivi che coprono viti... bleah). Ne ho subito ordinati su Aliexp ress ma so già che sono normali adesivini sottili, non quelli spessi originali. Dove li trovo? Una birra a chi... tu puoi aiutarmi?

Da ultimo: le gomme. Sono assolutamente convinto che la moria di gomme di cui molti parlano dipenda molto dalla pressione. Appena arrivato il monopattino, sembravano dure, ma ho aspettato a fare il primo giro... Infatti appena le ho verificate, ho visto che erano poco più della metà del consigliato (che è 50 PSI).
Le gonfio con la pompa aria portatile Xiaomi, quella elettrica (fantastica). Tra l'altro, si riesce a gonfiare anche quella davanti senza usare la prolunga in dotazione col monopattino. Questa pompetta ha il vantaggio che, quando la sviti e stacchi, non lascia uscire aria. La pressione rimane quella ottenuta gonfiando. Ho provato ad usare la prolunga, sono arrivato a 50 PSI, ma nell'istante di togliere tutto c'è stato il classico "pssss" nell'istante che ho staccato dalla valvola. E subito ho rimisurato: la gomma è passata da 50 a 28 in un istante!!!! Ho letto che se la camera d'aria non è gonfia a dovere, striscia un po' contro il copertone, e rischia di usurarsi, così ho letto, e magari c'è anche qualche altra implicazione.

Andrea

Bello vedere il prezzo del MAX G30 sul sito a 699 e poi su amazon a 900.
Il bonus ha solo alzato i prezzi...

Massimo Carra

lo so

Alessandro Peter

Hai fatto la scelta migliore. E hai saputo spiegare meglio di me la questione "pesantezza" del g30, che per soli 4Kg in più lo rende mortale. In effetti non avevo badato attenzioni alla questione del ripartizionamento dei pesi.
Secondo me è un ottimo prodotto per chi vuole usarlo in sostituzione a uno scooter (quindi per i medesimi tragitti, che di sicuro non comprendono scalini o ascensori).
Il Pro è il miglior compromesso.
Acquista subito il gancio da installare sul tubo. Utile proprio per le piccole compere (non caricarci due casse d'acqua!)
Devi vari ganci, cerca quello di plastica in monoblocco, sagomato apposta per m365.
Se poi hai un telefono android, puoi scaricarti vari tool che ti permettono di sbloccare la velocità. Il mio fa 30Km/h, ma ti dico subito che usarlo a quella velocità riduce l'autonomia di almeno il 40% (pazzesco, per soli 5Km/h in più)

Cuj0

Tipica cosa italiana: viene emesso un decreto, tipicamente per indicare delle cose, stanziando soldi -> la palla passa in mano ai vari ministeri i quali devono attuare la cosa per il tramite dei fantasmagorici "decreti attuativi".
Penso sia un meccanismo tanto logico e certamente non solo "tipico italiano".

Cuj0

veramente a quel prezzo, se intendi il g30 max, c'è rimasto per molto meno di 1 mese. dapprima il prezzo era sempre stato quello attuale. poi se vogliamo raccontare le favole e credere alle minchiate, ognuno è libero di "indinniarsi" come preferisce :)

Ed_Randax

Come considerato sotto l'articolo sulle bici, ho la sensazione che questi fondi finiranno, ma guarda un po', in un amen, e che i consueti e prevedibili problemi di inserimento dei dati, a causa calca e forse furberie, riduranno ulteriormente la possibilità di ottenere il bonus, e dall'altra parte aumenteranno l'ansia (prima e durante la procedura). Vorrei quasi essere uno di quelli che hanno acquistato dopo il 04/05 ma prima dell'annuncio del bonus: se lo prendi il bonus va bene, altrimenti avresti comprato comunque :-/

Filippo Randi

Ciao, spero che questo messaggio arrivi, perchè "spariscono".
Ho preso oggi un PRO. Ho trovato da Unieuro esposti entrambi, sia il 365 PRO che il G30. Li ho maneggiati, sollevati, eccetera. Sono stato li, e poi ci sono tornato... L'esperienza ha confermato al millimetro tutte le tue considerazioni.
Il G30 è poco più pesante nei kg, poco più grande nelle misure... Ma in realtà il PRO lo maneggi piuttosto agevolmente, il G30... rischi di lasciarlo a casa.
IL G30 preso "in mano" è fastidioso: provi a cercare il punto migliore dove mettere la mano lungo l'asta del manubrio, ma non lo trovi. Credo che non aiuti il gran peso (motore) sulla ruota posteriore (baricentro diverso rispetto allo Xiaomi). Se ti viene in mente di trascinarlo tenendo la ruota posteriore sul terreno... ecco ci ho provato ma la cosa non mi sembrava funzionare, pendeva di lato.
Si rischia di perdere lo spirito del monopattino, nel quale un eventuale frangente col monopattino caricato a mano (anche solo brevemente per superare due gradini) fa parte comunque della "esperienza monopattino", e non rischia invece di ostacolarla...
Mi piacerebbe infatti usarlo anche solo per andare a comprare il latte questo coso, deve essere insomma.... più "easy" possibile, come gli skateboard dei ragazzini che vanno a scuola (per quanto possibile).
Almeno io, che ad esempio ho un ascensore piccolo in cui metterlo e qualche gradino, sono arrivato a questa conclusione (poi ognuno valuta). Come sempre, si fa sempre bene a far tesoro delle esperienze e considerazioni altrui, grazie mille.

Vae Victis

Devi avere la fattura riportante il tuo codice fiscale, e le coordinate bancarie per farti fare il bonifico.
Caricherai il tutto su un portale che stanno creando, e che sarà accedibile tramite Spid.
Dopo aver verificato tramite codice fiscale che risiedi in un comune più grande di 50 mila abitanti, ti faranno il bonifico all'IBAN che gli hai comunicato.

Alessandro Peter

Considera che il monopattino lo ricarichi sempre ogni sera, anche perché farlo scaricare non ne giova assolutamente alla batteria.
Comunque ho scoperto che il g30 dovrebbe avere un centinaio di W in più di potenza, quindi se hai tante salite potrebbe essere il fattore decisivo.
Sarà scomodo da matti far quei gradini e il doverlo piegare tutte le volte per farlo entrare in ascensore, ma il risparmio di bestemmie (traffico) ed economico (benzina) compenseranno in abbondanza

Filippo Randi

Ciao, sempre gentilissimo. Non posso permettermi di attendere fino a Luglio (mese nel quale verrà anche lanciato lo Xiaomi Pro 2), poichè il plafond per i bonus mobilità potrebbe essersi esaurito. Ma soprattutto mi ê venuta voglia di monopattino :-)
E quindi:
Da misure prese nel piccolo ascensore di casa, la lunghezza del G30 non consente di farlo entrare a pedana orizzontale. Occorre inclinarla e tenerlo inclinato durante il tragitto dell'ascensore, quindi. Forse anche col Pro, lui è al limite conmcon questa misurazione. Come dicevo ci sono anche cinque gradini davanti l'ascensore.

Il motivo per cui "torno" sul G30, dopo che avevo deciso per il Pro, é questo: incredibilmente proprio in questi giorni il comune ha deliberato una pista ciclabile (in realtà, si tratta di piccole corsie dedicate sui manti stradali... Per la gioia degli automobilisti.) della lunghezza di vari km che porta dritto dritto al posto i cui vado ogni giorno...(lun-ven)!
Devo aggiungerci (prima) un tratto di circa 4 km solo stradale, senza pista insomma. Totale: 12 km esatti, con qualche salita (ma non salitona). 12 x 2 = 24 km al giorno. Il G30 dovrei caricarlo meno frequentemente.
Il G30 dovrebbe essere più confortevole sui tratti peggiori di quel percorso.

Certo, poi é tutto da vedere se sia con l'uno che con l'altro ti trovi bene a non usare più l'auto per quel percorso quotidiano. Ma finché non provi, non saprai mai. Idem per chi medita di andare al lavoro in bici, impossibile prevedere se lo farai una volta o spesso o sempre.

Dicono che a batteria un po' scarica il Pro diminuisce la spinta, più che altro in salita.
Fatti 24 km... ê ancora a potenza piena??
Quando inizia a calare di prestazioni perché la batteria si sta scaricando?

PS: oggi i negozi sono aperti e volendo li trovo entrambi....

Vae Victis

Non è vero.

Vae Victis

Se superi la potenza massima consentita il monopattino è illegale.
Devi usare uno scooter con targa.

Vae Victis

No. Sono equiparati solo sulle piste ciclabili e stradine urbane a bassa velocità. Nelle strade provinciali sono totalmente proibiti in quento le ruotine così piccole non garantiscono lo stesso livello di sicurezza di una bicicletta.

Vae Victis

Prezzo del 2019 + 60% di bonus = nuovo prezzo dei monopattini per tutto il 2020

MauRusso

ancor meglio lo hanno messo non disponibile

Aldo

Amazon è veramente rapida: hanno confermato il bonus mobilità e sabato mattina alla velocità della luce hanno alzato il prezzo di 100 euro da 699 a 799, venduto e spedito da Amazon. Complimenti!

Vae Victis

Wayel

Vae Victis

Però sono evasori fiscali.

Ha però dei difetti. Le ruote che si bucano, i fili in vista, quel parafango... Bastava poco per renderlo perfetto. E invece...

Garrett

Forse saranno CE: "Cina Export".
Marchio intenzionalmente molto simile

Garrett

Mi pare che lo Xiaomi Pro arrivi max. al 12%

vanexxo

Mi son sempre chiesto quanto sia indicativa la portata massima di 100 kg.
La quarantena ha fatto il suo corso e li ho abbondantemente superati (115 per la precisione e devo dare al colpa a qualcuno :D), sarebbe un acquisto azzardato, col rischio di romperlo ad ogni sollecitazione o posso andare "tranquillo"?

Alessandro Peter

Dovrebbero possedere lo stesso motore, e non va un granché in salita. Chiaro che si tratta di una questione tra tuo peso e pendenza. A questo punto fossi in te cercherei altre soluzioni. Su indiegogo c’è ne uno molto ma molto interessante, googla SPLACH, disponibile però da luglio

Filippo Randi

Ciao (ultima domanda, giuro). Dopo i gradini, ora l'argomento è: SALITE (dove abito io, ce ne sono parecchie, anche se sto al mare e non in montagna...città della Lanterna): mi sembra che sia per lo Xiaomi M365 Pro, che per il Ninebot G30, viene data 20% come "max gradient" o "hill grade".
Do' per scontata una capacità di arrampicata equivalente?

Filippo Randi

Ti ringrazio molto. nello specifico, "devo" scegliere tra Xiaomi M365 Pro e Ninebot G30.

Tecnologia

Recensione Segway Ninebot Max G30: il miglior monopattino elettrico su piazza

Speciale

Pronti a ripartire? Il punto sul presente e il futuro dei viaggi | Podcast

Elettriche

Le migliori biciclette elettriche pieghevoli da comprare | Maggio 2020

Auto

La differenza tra kW e kWh e perché è importante | Guida auto elettriche