Ci sono 1.000 Hyundai NEXO ad idrogeno in giro per l'Europa

06 Ottobre 2021 25

NEXO è la seconda generazione di SUV Fuel Cell di Hyundai, dopo la ix35. La casa automobilistica coreana ha annunciato che in Europa questo modello ha raggiunto il traguardo delle 1.000 vendite nel terzo trimestre del 2021. La NEXO con cui abbiamo fatto anche un viaggio in Svizzera, è parte integrante dell'ambiziosa strategia di Hyundai sull'idrogeno. Al Salone di Monaco 2021, il costruttore ha già fatto sapere che nel 2023 arriverà una versione aggiornata di questo modello.


Successivamente, al Forum Hydrogen Wave, la casa automobilistica ha svelato la sua tabella di marcia per lo sviluppo della tecnologia Fuel Cell. Il costruttore sta sviluppando la sua pila di celle a combustibile di terza generazione che andrà a sostituire quella presente attualmente sulla NEXO. Parallelamente, sta lavorando su di un nuovo sistema di celle a combustibile "Full Flat System" che potrà trovare applicazione su autobus, tram ed altri mezzi di trasporto.

Non si può, poi, dimenticare il camion XCIENT Fuel Cell, già lanciato in Svizzera e che di recente è stato aggiornato con una serie di miglioramenti. Hyundai mira a fornire 1.600 unità di questo camion al mercato svizzero entro il 2025. Al Forum Hydrogen Wave, il costruttore ha mostrato anche una serie di concept per dimostrare le potenzialità della sua tecnologia, tra cui un Trailer Drone, un'auto sportiva ad alte prestazioni e veicoli equipaggiati con celle a combustibile per missioni di soccorso o salvataggio di emergenza.

Tornando alla NEXO, si ricorda che l'auto dispone di un'autonomia fino a 666 km secondo il ciclo WLTP. Un pieno di idrogeno si effettua mediamente in un tempo inferiore ai 5 minuti.

VIDEO


25

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Teomondo Scrofalo

Quindi non esiste soluzione alle carbone metano ecc. Meglio così.

Teomondo Scrofalo

Si certo ma la base come la produci, senza vento e di notte con i peti di unicorni???

Funz

Non esistono, economicamente parlando. Al massimo qualche prototipo. Ma già oggi FV ed eolico convengono rispetto al gas, se ci aggiungi anche i costi di cattura e immagazzinamento della CO2 il gas diventa orribilmente sconveniente.
Il futuro è nelle rinnovabili, gas e carbone entro un paio di decenni saranno scomparsi, il nucleare è un morto che cammina, l'idrogeno avrà un ruolo limitato come immagazzinamento di energia, ma sull'autotrazione non ha futuro.

Teomondo Scrofalo

Esistono le trappole di Co2, non stiamo a 30 anni fa, aggiornati!

PositiveVibes

Parrebbe che grazie a nuove tecnologie , si riuscirà a ridurre sensibilmente il costo di produzione.

axoduss

Il tempo di ricarica è proporzionale alla capacità della batteria e alla potenza di ricarica. Certo che una portacontainer o una nave da crociera dovrebbe ricevere una potenza di carica di qualche MW, sfidante ma fattibile. Il problema è il peso della batteria.
L’idrogeno può essere una via ma sulle grandi navi preferisco la propulsione nucleare

axoduss

Con la tecnologia attuale è impensabile avere batterie sugli aerei, sulle navi, sui treni e in qualche misura anche sui TIR quindi ben venga il pieno di idrogeno verde o viola.
Sulle automobili sarebbe sufficiente avere colonnine da 350kW ogni 15km per non avere nessun problema di autonomia già con le
batterie attuali

accakappa

Si, ma ci sono un sacco di fonti di scarto inutilizzate per crearlo.

Rick Deckard®

Forse però con la diffusione anche i costi si abbasseranno... Anche le batterie hanno un peso e rifornire una nave via cavo secondo me è un'operazione molto lunga

R_mzz

La densità energetica volumetrica dell’idrogeno è bassissima anche a 700 bar, sugli aerei (perlomeno i comuni aerei di linea) non c’è spazio per imbarcare idrogeno.
Ci sono dei concept di aerei blended wing, ma per ora è pura fantascienza che difficilmente diventerà realtà.
Questo per via degli enormi costi di progetto e produzione di un aereo del genere, ma anche per via del costo dell’idrogeno.

Su navi e camion resta l’enorme problema del costo.

Funz

No. Ma il metano produce CO2 e deve essere abolito per i motivi che sappiamo bene.

Teomondo Scrofalo

Usando il metano fare l'idrogeno non è costoso.

Manuel Mustacchios Guagnos

Puoi farlo: metti una batteria e fai l'elettrolisi, poi l'idrogeno lo butti in una cella a combustibile. Alla fine ti rimane un quarto dell'energia che avevo all'inizio nella batteria. Bravo!

Funz

e come? I rendimenti sono quelli (schifosi), e non c'è modo di migliorarli. L'idrogeno è spendere il quadruplo dell'energia per fare le stesse cose.

PositiveVibes

L'idrogeno potrebbe essere la vera soluzione. Deve solo migliorare il metodo di produzione

Rick Deckard®

Forse è più adeguato all'uso... Tuttavia dipende anche dalla percorrenza media...

Di certo su navi, aerei e mezzi pesanti in generale è più pratico che la batteria

T. P.

vabbeh ma vado a bolzano e torno...
ci farei solo quello però vuoi mettere averla aggratis??? :)
non ha prezzo proprio... ahahaha

Aristarco

Mai?

Aristarco

Tanto se non vivi a Bolzano ti tocca tenerla in garage

T. P.

se me regalano una, saranno 1.001!!!
forza non fate i timidi...

axoduss

Continuo a pensare che per le automobili sia meglio la batteria.

Watta

quando faranno le auto che scompongono l'acqua in idrogeno e ossigeno??

il futuro.

Kamehame

Il futuro è l'idrogen... Ahh ma è diventato mainstream, cambio battuta.
Il futuro è il teletrasporto.

Giulk since 71' Reload

Ottimo :)

Hyundai IONIQ 6: prova su strada. Ottimi consumi e tanto spazio | Video

Hyundai IONIQ 5 RWD: prova consumi reali, quanto costa la ricarica e costo per 100 km

Hyundai i30 N: perfettamente versatile. Alla prova l'educata e pepata hot hatch | Video

1200 km elettrici, presente contro futuro: da Milano a Monaco | Il ritorno