Sicurezza stradale, diventa operativo il Comitato per l'attuazione del Pnss 2030

05 Settembre 2022 105

Il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, ha firmato un decreto che costituisce e rende operativo il Comitato "per l’indirizzo e il coordinamento delle attività finalizzate ad aumentare nei prossimi anni la sicurezza stradale e ridurre drasticamente l’incidentalità".

Si tratta di un passo importante per portare a compimento il Piano Nazionale per la Sicurezza Stradale (Pnss) 2030 che si pone l'obiettivo di arrivare a ridurre del 50% entro il 2030 le vittime e i feriti gravi per incidenti stradali rispetto al 2019 e il loro azzeramento entro il 2050. Tale Comitato sarà composto da rappresentati di numerosi ministeri e degli enti territoriali. Per portare a compimento il Pnss 2030, sono state stimate risorse per 1,4 miliardi di euro, tra fondi nazionali e cofinanziamento degli enti locali.

I COMPITI DEL COMITATO

Entrando più nel dettaglio sulle funzioni del Comitato, il ministero spiega che il suo obiettivo è quello di coadiuvare il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili affrontando in modo coordinato tutte le tematiche della sicurezza stradale attraverso il coinvolgimento dei vari livelli di governo.

In particolare, il Comitato dovrà occuparsi di coordinare l’azione dello Stato con gli indirizzi dell’Unione europea, di individuare le linee prioritarie per la predisposizione e l’aggiornamento del Pnss, di coordinare gli interventi delle varie amministrazioni pubbliche e di soggetti privati, verificando l’impatto delle misure adottate e i risultati conseguiti, anche con riguardo agli interventi posti in essere dagli enti proprietari delle strade.

Oltre a tutto questo, il Comitato nasce per favorire e promuovere altre attività, tra cui la raccolta dei dati di incidentalità, la diffusione delle informazioni su traffico e mobilità, il miglioramento dell’efficienza degli interventi di emergenza e di soccorso e la formazione e l’aggiornamento degli operatori del settore.

Il Comitato, per le sue attività potrà avvalersi anche della collaborazione di ulteriori esperti in funzione delle necessità. Infine, ricordiamo che il ministro Giovannini ha creato l’Osservatorio nazionale per la sicurezza stradale che avrà anche il compito di collaborare con questo Comitato. In particolare, fornirà informazioni e dati sullo stato generale della sicurezza stradale, sullo stato di attuazione del Pnss e l’avanzamento verso gli obiettivi in esso previsti e sugli effetti degli interventi adottati per la riduzione delle vittime degli incidenti.


105

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Alberto

Per dire, io rispetto abbastanza i limiti, sono stato fregato 2 volte in punti dove il limite passava da 70 a 50 senza motivo apparente, e sono rimasto fregato...

Faina73

La quasi totalità degli incidenti in cui sono coinvolte autovetture di ogni tipo sono da attribuire ad errore umano quindi, indi ragion per qui, per ridurre il numero di incidenti bisogna ridurre l'incidenza umana:
1) Patenti rilasciate solo a seguito di test di guida di un certo livello in modo da scremare il parco guidatori;
2) Potenziamento delle infrastrutture pubbliche così da ridurre le necessità di vetture private;
3) Introduzione massiva di auto a guida autonoma.
Tutto questo porta ad un'unica e drammatica conclusione, come già suggerito da altri utenti, è impensabile raggiungere lo zero...

Domenico De Giorgio

E' una situazione "bastarda"... loro prendono la scusa che cmq era nel campo visivo... però il fatto che non erano sulla stessa stada mi mette dei dubbi ora che me lo hai fatto notare ...

massimo mondelli

Dovrebbe però restare la possibilità di superare il limite, a volte per sicurezza è necessario, ma con segnalazione automatica

Developer
Alex

Dovrebbe schermare i cellulari appena si entra in macchina e bloccare l'auto se c'è puzzo di alcool.

criticoMaNonTroppo

Il rilevatore, se segnalato, può essere posizionato dove si vuole dopo 500 metri dal cartello. E no nn c'è bisogno che la volante sia visibile xchè non è detto che la posizione del rilevatore sia accessibile in auto o sia possibile lasciare la volante in sicurezza.

criticoMaNonTroppo

Non esiste un limite di velocità di 86km/h sulle strade italiane. La tolleranza sotto i 100km/h è di 5km/h sopra diventa il 5% del limite di velocità.

criticoMaNonTroppo

5Km/h fino a 100km/h poi è il 5% del limite di velocità.

Developer

entro i 10km mi sa che sono tipo 60€. la mia é entro i 20 e sono 139€ entro i 5giorni con 3 punti patente

Developer
Developer

almeno rientei nei 10km/h. ma il dubbio era riguardo alla posizione dell'autovelox mobile. non deve essere visibile? o basta solo l'insegna?

Apocalysse

Non diciamo boiate, ci sono 5Km/h di tolleranza, quindi potevi andare ai 95Km/h reali, mentre tu stavi andando oltre di 6 e con la tolleranza hai preso il minimo della multa che sono anche pochi euro.

Babi

https://uploads.disquscdn.c...

pinoc

Avrei detto: bene. Invece mi viene da piangere, dato che lo slogan è azzerare le vittime della strada nel 2050.
Ma che si bevono quando tirano fuori certe dichiarazioni?
Come si fa a dire questa bestiata? Si azzereranno quando saremo estinti.

uncletoma

Li metti a lavorare in zone meno pericolose, non è che il sessantenne di Milano non possa lavorare, come poliziotto, a Limone sul Garda. O no?

luca bandini

Non è cosi semplice, fanno pure blocchi stradali, controllano ricercati, non sai chi fermi, possono venire chiamati per emergenze…serve personale fresco insomma
Chiaro che oltre il 90% dei casi è un lavoro fattibile pure per un sessantenne ma in caso di emergenza?

virtual
virtual

Per questo forse tutti vogliono i SUV (non io)!

pollopopo

Ovunque vado vedo dossi di forme, dimensioni, materiali e colori diversi....... 0 direttive....

pollopopo
Antonio Adamo

A me l'hanno fatta a 96,1e dovevo andare massimo a 91!

Non solo in Italia, un mio amico in Inghilterra è rimasto bloccato su un dosso nel parcheggio di un centro commerciale

Tutto sta ad usare la testa, personalmente corro tanto in macchina quando le condizioni lo permettono e l’unico incidente che ho fatto in 6 anni di patente è stato causato da un’auto che da uno stop mi è partita nello sportello mentre “viaggiavo” nel traffico a 20/30 km/h massimo.

Roundup

Altra gentaglia da pagare profumatamente

Walter

Non solo in Italia anche all' estero non vedo rispettare limiti e ho guidato in diversi paesi.
L' unico forse l' Austria che in autostrada acceleravano e rallentavano a seconda del limite

Walter

prima andrebbero messi limiti di velocità corretti è assurdo che in extraurbane principali da 110 ci siano limiti a 70...
poi con quanto costa la benzina ormai vanno tutti piano :-) almeno io

Domenico De Giorgio

se era segnalato si...

uncletoma

io parlo di controllo del traffico, non di lotta alla criminalità organizzata :)
per il traffico anche un sessantasettenne va bene.

Developer

a me hanno fatto la multa con autovelox 103km su 90. che tristessa...ma le multe le possono fare anche dai ponti quando tu sei nella strada di sotto? mi sembra una vaccata ma la foto é dall'alto con autovelox mobile

Recario

Esatto, con la mia auto (neanche fosse chissà quale super car) tocca per forza fermarmi per evitare di spaccare tutto.

luca bandini

esattamente, certo abbiamo un età pensionabile tra le più alte ora e far girare 65enni a combattere il crimine anche no, serve tunrover per fare controlli seri, che "intimidiscono" e fanno desistere dal compiere trasgressioni.
almeno nella mia zona stanno aumentando gli incidenti per l'alcool, sopratutto tra i giovani che sanno bene essere una tragressione ma tanto non ci sono controlli se non telecamere per ricostruire fatti già avveuti e con esiti infausti...insomma vai piano ma "ciuco"

Sistox v2

Spessissimo Google segna un limite ed i cartelli uno diverso, neanche il GPS può nulla contro le strade italiane

uncletoma

al contrario di diversi stati europei dove fai l'agente finché non vai in pensione, in ufficio ci stanno gli impiegati amministrativi e basta

luca bandini

la gente, causa caro carburante e millemila velox, non va più così forte ma guida, auto scassate e mal mantenute, distratta dai telefoni. ultimamente sembra essere aumentato pure il consumo di alcol a sentire gli incidenti che succedono.

luca bandini

la patente non è troppo facile da prendere in realtà (anche se insegano uno stile di guida da rinco), la vera piaga sono i rinnovi abbinato alla mancanza di controlli fisici a mio parere.
negli ultimi anni sono sorti millemila radar per la sola velocità ma sono stato fermato pochissime volte causa mancanza di personale giovane (perchè di forze dell'ordine ne abbiamo comparato con molti stati europei ma sono vecchi e li spediscono negli uffici)

Alex

Tutti palliativi
È la preparazione di base che manca
Il percorso per acquisire la patente ,per la maggior parte delle persone, deve essere rapido e poco costoso
Invece la patente dovrebbero darla SOLO a gente in grado di passare test pratici di un certo livello

pollopopo

Ho ben detto 'rampe di lancio' non ci sono regole sulla forma dei dossi in quel caso li hanno fatti alti come il marciapiede a bordo strada che è molto alto per gli standard portando le macchine basse a strusciare in uscita dal dosso...

In francia invece di ste cacchiate usano il doppio dosso di plastica ravvicinato per portare la velocità a 30 o 1 per i 50..... noi italiani siamo artisti dell'amico cugino....

Giorgio

Lo stesso vale per gli svincoli col limite dei 40 che pure mio nonno farebbe tranquillamente ai 70 in tutta sicurezza pure sul bagnato.

Gark121

Io ho fatto circa 70000km in Francia, 50 in Svizzera e 30-40 in Germania. La situazione è assolutamente identica alla nostra in Francia, un po' meglio ma non perfetta in Germania e molto più ridicola in Svizzera, dove può capitare che l'autostrada abbia limiti più bassi della statale che passa sotto.

Gark121

Con grande sorpresa di assolutamente nessuno.

Gark121

Non solo: buona parte dei limiti sono volutamente fraudolenti o senza senso. Per dire, fai una autostrada considerata "di montagna" e troverai 90, 80, 70, 100km/h di limite, anche se è completamente dritta. Ancor meglio, la stessa autostrada, quando aggiungono una galleria, abbassano il limite di velocità in galleria anche se la galleria è perfettamente dritta e sicura. Ora fai una statale disastrata che passa sulla stessa montagna, e probabilmente troverai i 70. Dimmi che il problema sono i limiti "antiquati" e non una vera e propria cattiva fede.

Ansem The Seeker Of Lossless

Sì, le ho viste anche io. Alternarnavano da un lato della strada e l'altro i parcheggi delle auto

BMP

Sono d'accordo! Potrebbe essere un'opportunità per adeguare e riorganizzare in modo omogeneo i limiti che ora sono anacronistici o creano conflitto

Paul The Rock

E' una soluzione che ad esempio ho visto spessisimo in Francia questa estate nei piccoli contri abitati dove magari la strada principale passa lungo tutto il paese e lì si affacciata tutto (negozi, scuole, etc.). Addirittura lì in alcuni tratti quest chicane costringono proprio a cambiare corsia con l'obbligo di precedenza verso chi viene in senso opposto.

Nick126

Anche la mia lo ha. Il problema è che legge tutti i cartelli "50kmh in caso di nebbia in autostrada" e segna 50kmh sul cruscotto, come ogni tanto se si è fermi in coda legge i cartelli dietro i camion/autobus

Ansem The Seeker Of Lossless

C'è differenza tra fare i 140 su una strada con limite dei 70 e fare i 90.
I limiti sono pensati e studiati per auto di 30 anni fa almeno, sono anacronistici in praticamente tutte le strade della mia zona dove infatti non vengono mai rispettati. Rispettandoli semmai rischi l'effetto contrario di essere di intralcio al traffico e di farti tamponare/istigare sorpassi pericolosi.

Nick126

In una zona qui vicino hanno fatto delle chicane con i paletti al posto dei dossi, io li preferisco di gran lunga, rallenti per forza comunque ma senza il colpo del dosso (anche a bassa velocità). Certo è una soluzione non fattibile ovunque (serve lo spazio e dev'essere una strada in cui non passano camion)

Paul The Rock

Hanno già fatto qualcosa di simile (disattivabile) con alcune auto, tipo la nuova Megane elettrica ha una funzione simile che legge i cartelli e limita la velocità di conseguenza.
C'è da dire che se il concetto può avere senso, si deve però anche iniziare a mettere i cartelli coi limiti in maniera corretta. Spesso ad esempio si vedono limiti di cantieri dimenticati in strada a cantiere finito e l'auto li prende comunque per buoni.

Giorgio

Si in retromarcia uscendo dal garage :D sennò non compratela per piacere.

Citroen C5 Aircross Plug-in Hybrid alla prova del pendolare: consumi e comfort

Polestar 2: prova su strada, l'elettrica che copia Tesla (e non è un male) | Video

Euro 7 ufficiale: lo stringente standard in vigore per le auto da luglio 2025

Auto elettrica fa rima con casa e indipendenza energetica | Un caffè con Silla