Leasys svela la sua strategia: sempre più elettriche e Plug-in

13 Ottobre 2021 13

Anche Leasys, società del Gruppo Stellantis specializzata nel noleggio, punterà sempre di più sull'elettrificazione, portando a compimento il progetto di "rivoluzione della mobilità elettrica", annunciato nel 2020. Leasys ha dunque illustrato il piano di sviluppo per i prossimi anni.

SEMPRE PIÙ ELETTRICHE E PLUG-IN

Secondo quanto raccontato da Leasys, entro il 2024 la flotta "short term" (per il noleggio a breve termine) sarà composta al 75% da vetture elettriche e Plug-in. Entro il 2027, sarà composta al 100% da queste vetture. Sempre entro questa ultima data, la società di noleggio potrà contare su una flotta tra "long, medium e short term" (noleggio a lungo, medio e breve termine) di oltre 500.000 vetture. Leasys continuerà pure ad investire sull'infrastruttura di ricarica. La società fa sapere che entro il 2024 triplicherà i circa 1.000 punti di ricarica fast charge presenti in Europa, nei 12 Paesi in cui è presente con i suoi servizi: Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Grecia, Italia, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito e Spagna.

Ma la strategia va oltre la flotta di vetture e l'infrastruttura di ricarica. Saranno proposte formule di mobilità definite dalla società "da un minuto a una vita intera", pensate esplicitamente per favorire la diffusione delle vetture a zero emissioni senza il vincolo della proprietà. Già oggi, Leasys propone, per esempio, CarCloud, un abbonamento mensile all’auto attivo in Francia, Italia e Spagna, Leasys Miles, noleggio a lungo termine pay per use, ideale per un uso discontinuo dell’auto, e Leasys Unlimited, che offre un pacchetto noleggio completo.

Attualmente, la società propone anche il servizio di car sharing elettrico LeasysGO! attivo a Torino, Milano e Roma. Servizio basato sulla 500 elettrica che si appresta a debuttare anche in Francia entro la fine del 2021 e in Spagna nel corso del 2022. Un piano, dunque, che punta sull'elettrificazione e sull'ampliamento della flotta e dei servizi di noleggio per permettere a Leasys di consolidare la sua posizione di leader del settore non solo in Italia ma pure in Europa.

Il progetto passa anche attraverso il collocamento di un Green Bond. Il ricavato sarà utilizzato da Leasys per finanziare la propria flotta di veicoli elettrici e Plug-in e la rete di punti di ricarica elettrica fast-charge.


13

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Simone

non capisco la differenza tra spendere in una giornata con contante, bancomat o carta. Se non hai grano sul conto non puoi fare nulla, se ne hai che ti frega?

mattbra

Difficile non avere il controllo della carta di credito.
Ormai ti arrivano SMS per qualsiasi transazione.
Basta semplicemente fare una somma o consultare la propria app che è aggiornata in tempo reale

L0RE15

Fate sempre prima bene i conti ed una simulazione di spesa mensile, annuale, ecc. Questi servizi in abbonamento sono sempre proposti come un risparmio ma spesso e volentieri non è così (anzi). E attenzione anche al car sharing a minutaggio.

L0RE15

Occhio a dire a voce alta che preferiace i contanti che la bollano subito come evasore e persona che non rispetta l'ambiente.

Galy

Se non hai un contratto a tempo indeterminato o un'azienda, non te la danno.

Ennio

Loro in qualche modo si devono tutelare…tutti i noleggi funzionano così, anzi loro non vogliono nemmeno anticipo se fai carcloud

Ennio

Cosa c’è da capire?

Andrea Munaretto

perfettamente d'accordo con te, il mio era solo un discorso di limitazione di un servizio che uso e reputo ottimo. anche io come te la carta di credito la ho e la uso lo stretto indispensabile, ma non tutti sono pagatori consapevoli.

R4gerino

Boh, basta avere della testa. Cioè, io la carta la ho e non la uso quasi mai, se non appunto per noleggi all'estero, hotel, e a volte qualche spesa grossa. Ma si, da questo punto di vista preferisco sempre i contanti o al massimo il bancomat, psicologicamente capisci meglio quello che spendi.

Andrea Munaretto

è un discorso generale, molti magari non la vogliono avere,non sempre si hanno tutte le spese sotto controllo, a volte si preferisce la carta di debito perchè almeno si spende quanto effettivamente uno ha, no nquando la banca gli fa credere di avere. (so che sembra un discorso da alternativo, ma ho visto spesso, a causa del mio lavoro, gente che si è fatta debiti perchè aveva la carta di credito e non riusciva a controllare le spese)
il classico noleggio a medio o lungo termine da la possibilità di pagamento anche in altre maniere, viene utilizzata la carta di credito perchè reputata più sicura, ma non sempre è così..

R4gerino

Che problema c'è nell'avere la carta di credito?

R4gerino

Quando finisci la batteria, abbandoni l'auto e te ne danno un'altra carica?

Andrea Munaretto

non fosse obbligatorio avere una carta di credito per car cloud sarebbe perfetto. io in città uso già Leasys go che è un ottimo car sharing con 500 e. ampliassero la possibilità di car cloud con carte di debito magari anche con maggiorazione di prezzo... diventerebbe ancora più appetibile

Dacia Spring: recensione, confronto consumi reali e test autonomia | Video

1200 km elettrici, presente contro futuro: da Milano a Monaco | Il ritorno

eRaid, un racconto di 1.000 chilometri in viaggio con (quasi) tutte le auto elettriche

Dacia Spring: come va l'elettrica economica da 9.460 euro (con incentivi) | Video