Il Governo pensa ad incentivi anche per le auto non elettriche

03 Marzo 2020 137

Il Governo sta pensando anche ad incentivi non strettamente dedicati alle auto elettriche. (Qui la guida Ecobonus/Ecotassa) All'interno di un'intervista al Sole 24 Ore, il ministro dello Sviluppo Stefano Patuanelli ha sottolineato la volontà delle istituzioni italiane di voler agevolare il ricambio generazionale delle auto per eliminare dalla circolazione i modelli più inquinanti. Il ministro, infatti, ricorda come oggi il 62% delle auto in circolazione sia Euro 4 in giù, modelli che, dunque, hanno almeno 10 anni. Addirittura, il 30% è Euro 3.

Servono quindi misure che permettano di svecchiare il parco auto per abbassare le emissioni e, contestualmente, dare anche ossigeno al settore. E lo stesso discorso vale per il mercato delle due ruote. Una proposta che sicuramente farà discutere ma che è assolutamente logica. Anche se la tendenza dei costruttori è quella di spingere verso le auto elettrificate, oggi questa forma di mobilità non può andare bene ancora a tutti quanti per una serie di motivi tra cui i costi delle auto e le reti di ricarica ancora non capillari ed affidabili.

Ma come ha sottolineato il ministro, il parco auto italiano è molto vecchio, con ovvie ripercussioni per quanto riguarda le emissioni. Dunque, in attesa che il mondo elettrico cresca e maturi è corretto voler incentivare il rinnovo del parco circolate, una scelta che potrebbe favorire anche il mercato auto che sta vivendo un momento non troppo positivo.


137

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
DeeoK

No, no, ci ho avuto a che fare e per un uso ridotto ma prolungato nel tempo non c'è partita.
Spesso per le auto nuove se devi sostituire solo un pezzo ti tocca cambiare metà macchina.

Antsm90

Non passeremo certo tutti all'elettrico da un giorno all'altro. Man mano che aumenta il parco auto aumentano le centrali rinnovabili (e non) e l'efficienza dei pannelli solari

Adri949

É sempre meglio non essere il cagacazzi di turno fidati

Tony Musone

Sempre meglio essere il gatto piuttosto che il co glione ;)

Adri949

In effetti preferisco. Quando si tratta di elettrico sei come un gatto attaccato ai maroni

Lupo1

Vedo che tu non hai avuto a che fare con auto nuove!

DeeoK

Mi sa che non hai mai avuto a che fare con auto vecchie. È tutta meccanica e sono generalmente meno complesse sa smontare e rimontare. La scarsa presenza di parti elettroniche le rende resistenti al tempo ed i pezzi di ricambio usati abbondano.
Le auto degli anni '90 campano 30 anni, non metterei mai la mano sul fuoco che un'auto odierna possa riuscirci.

DeeoK

"Bisogna solo scoprire quali e come" è un discorso sul nulla. Tanto vale dire che in futuro sapremo tutti volare.

Per il resto, le auto inquinano anche solo frenando e la produzione di batterie è altamente inquinante. Le batterie esauste possono avere un allungamento della vita ridotto e dopo non sono praticamente riciclabili. Inoltre l'elettricità continua ad essere in gran parte prodotta da fonti inquinanti.

Tony Musone

Internal Combustion Engines

0KiNal0

E l'energia elettrica per alimentare tutto un potenziale parco auto nazionale come la produciamo?

0KiNal0

ICE sarebbero? Visto che nella legenda del documento non l'ho trovato.

Antsm90

Mai quanto quella del petrolio (senza contare che le elettriche sono a emissioni 0)
L'inquinamento principale delle elettriche deriva dalla creazione delle batterie al litio (che comunque a "fine vita" possono essere riutilizzate ad esempio per i powerwall), ma teoricamente è possibile creare batterie più ecologiche che utilizzino altri materiali, bisogna solo scoprire quali e come

Lupo1

È esattamente il contrario! Le auto vecchie hanno ALTI costi di manutenzione, una nuova se ci fai pochi km hai 0 costi di manutenzione per almeno 5 anni forse il tagliando olio.
Ma cavolo stai dicendo???

DeeoK

Anche l'elettrico ha una filiera inquinante, eh.

Tony Musone

Evidentemente non riesco a spiegarmi. Non fa nulla, me ne farò una ragione. Salùt.

Anto71

Frequento enti pubblici, caserme per manutenzioni ecc... ebbene, dopo pochi minuti, sono sempre con t-shirt estive sulla pelle, tanto tengono il riscaldamento alto! Certi aprono le finestre, quando diventa insopportabile. Piemonte e Liguria.

Antsm90

Ma infatti il futuro rimane l'elettrico, investire oggi in ricerca (e infrastrutture) sul GPL non ha proprio senso (il discorso che facevo sul biodiesel era relativo al fatto che i motori e le pompe odierne sono già compatibili, va solo cambiato il metodo di produzione, ovvero partendo da olio esausto anzichè dal petrolio)

Adri949

E allora vedi che non ha senso criticare sempre il proprio paese?

0KiNal0

Si, ma il prezzo è più alto e a volte non di poco.

DeeoK

Ma anche chi è benestante non ti spende 10k per un'auto che fa pochi chilometri. Il vantaggio delle auto vecchie è che costano poco anche nella manutenzione.

teo

Se il grande problema è riscaldamento e industria perché cercare soluzioni solo per le auto che è il male minore ????

Lupo1

E perché mai uno deve spendere 20 k??
Se fai pochi km e uso urbano ne bastano la metà, poi ho parlato di gente benestante, mica del povero pensionato da 600€ mese

DeeoK

Il GPL inquina il 10% in meno solo se guari i PM 2.5. La CO2 emessa è del 15% inferiore e le emissioni di NOx lo sono del 55% (rispetto al benzina) e del 96% (rispetto al diesel).

Ad ogni nessuna alimentazione ha un ciclo totalmente green ed il problema del biodiesel è che non è minimamente detto che ci sia sufficiente olio esausto per una produzione massiva.

Tony Musone

Quindi gli incentivi alle auto elettriche non li danno solo "Gli stati con un abitante ogni 20 km quadrati". Di contro sono pochi quelli che incentivano gli ICE come vorrebbe fare Patuanelli.

DeeoK

Ma non stiamo parlando di cambiare telefono, stiamo parlando di spendere almeno 20k...

Teomondo Scrofalo

BMW E90 320D Euro 4 senza FAP.

Adri949

Per il futuro é tutto da vedere e ogni stato potrebbe cambiare le regole dall'oggi al domani

Adri949

Io sono terrone e ormai il GPL é ovunque. Il metano é più raro

Adri949

Embè? Pure qua danno gli incentivi, quindi ?

Lupo1

Anche se fai pochi km hai un auto di 20 anni o più, inquini, se sei benestante cambiala che fai girare l'economia, almeno chi può...

NaXter24R

Cosa di preciso? Io per farmi una focus accessoriata come era la mia nel 2009 non riesco a stare sotto i 30. Da 20 partono, ma qualcosa dentro va messa. Senza contare che le motorizzazioni sono piuttosto tristi o insensate.

Antsm90

Ma va, le segmento C le trovi tranquillamente a 20K se non ti butti sull'ibrido o non prendi auto da sempre più costose della media come ad esempio la Classe A, senza contare che i prezzi di listino sono una cosa, i prezzi finali dopo aver tirato il prezzo col concessionario e/o i km. 0 sono un'altra

Antsm90

I casi possibili sono:
1) La usi poco
2) È una tedesca (molte Audi/BMW/Mercedes sono ancora buone dopo 300.000Km, cosa che le altre auto son già fortunate se arrivano alla metà)

Antsm90

E le mild solitamente rientrano, ergo...

Antsm90

Decisamente sì, il GPL inquina circa il 10% in meno rispetto a diesel e benzina, ma ciò non tiene conto dell'estrazione (senza contare che le riserve di gas naturale sono molto inferiori rispetto a quelle di petrolio).
Ora, se lo confrontiamo col diesel normale allora ok (anche quello inquina enormemente in estrazione e trasporto), ma rispetto al biodiesel la differenza è abissale, essendo quest'ultimo ottenuto dall'olio esausto paradossalmente la sua creazione riduce l'inquinamento anzichè aumentarlo, senza contare che è adattabile a qualsiasi pompa già esistente e virtualmente infinito. La fregatura è che al momento si punta pochissimo su questo tipo di carburante, per cui è difficile trovarlo in giro

Antsm90

Ho detto forse che la colpa è SOLO delle automobili?

teo

Le mezze misure per non risolvere niente .. ma se crolla il.mercato auto crolla una bella fetta di introiti per lo stato

Squak9000

vabbè... quindi 'sti incentivi per comprare nuove auto è un furto solo per far spendere soldi a poveri disgraziati...

effettivamente a questo punto i conti non tornano

teo

Ah non a me ... Ho letto c'entrano e pensavo rispondessi all'utente sopra

teo

Il blocco traffico si attiva dopo alcuni giorni di sforamento non in base alle settimane prima.... A Roma è successo a gennaio ... Ed erano fuori limite da ben 10 giorni ...

MatitaNera

Ti stavo solo segnalando "c'entrano" al posto di "centrano"

Squak9000

ma fa riferimento alle settimane prima

DeeoK

Se la usi poco l'impatto in quanto ad inquinamento è pressoché nullo. Sarebbe anche ora che le persone iniziassero a rendersi conto che le auto non sono centrali a carbone. Se poi consideri che il 15% (se ben ricordo) dell'inquinamento delle auto è causato dai pneumatici viene fuori che cambiare auto lasci il tempo che trovi se ci si fanno pochi km.

teo

Lo sforamento per più di 10 giorni e blocco traffico è stato a gennaio

Squak9000
teo

La 208 appena uscita si costa ma non fanno sconti. Quella appena uscita si trovano 1.5hdi Allure (top allestimento) a meno di 15k
Fiesta fanno sconti esagerati anche Clio ... Non guardare i listini ufficiali sono super gonfiati

ciro mito

Anche io odio la macchina , la considero simile ad una gabbia ,ma non significa che debba girare con uno scassone pericoloso

teo

Da il sole24ore "Le principali responsabili della presenza di Pm10 nell’aria delle città italiane sono gli impianti di riscaldamento. Esatto, caldaie, stufe e caminetti. Attive solo da metà ottobre a metà aprile, almeno in pianura, eppure responsabili di più del 60% delle polveri sottili."
Al 2 posto l industria

teo

Perché è l' unico mezzuccio che le loro menti bacate riescono a concepire. Il primo posto per pm10 è il riscaldamento poi le industrie. Dimmi tu come possono farti spegnere o abbassare il riscaldamento o come chiudere Le industrie. Le auto sono lì facili facili da colpire

teo

Da il sole24ore "Le principali responsabili della presenza di Pm10 nell’aria delle città italiane sono gli impianti di riscaldamento. Esatto, caldaie, stufe e caminetti. Attive solo da metà ottobre a metà aprile, almeno in pianura, eppure responsabili di più del 60% delle polveri sottili."
Al 2 posto l industria

Fiat 500e elettrica 2020: caratteristiche, prezzi e i preordini | Video

Toyota, il nuovo B-SUV ibrido in anteprima mondiale al Salone di Ginevra

Honda e: prova su strada, autonomia e prezzo dell'elettrica tecnologica | Video

Honda CR-V Hybrid AWD: prova, consumi reali e come funziona l'ibrido serie | Video