Audi, 18 miliardi di euro per l'elettrificazione della sua gamma

17 Dicembre 2021 56

Audi ha un ambizioso progetto legato all'elettrificazione della sua gamma di vetture. Come già sappiamo, dal 2026 la casa dei 4 anelli lancerà sul mercato solamente nuove auto 100% elettriche. La produzione dei propulsori endotermici terminerà, invece, entro il 2033: Per portare avanti la sua strategia, il costruttore tedesco investirà dal 2022 al 2026 18 miliardi di euro per l’elettrificazione e l'ibridazione della sua gamma. Complessivamente, in questo periodo gli investimenti totali raggiungeranno i 37 miliardi di euro.

Rirorse che saranno utilizzate anche per la ricerca e sviluppo e per l'adeguamento degli stabilimenti. I primi frutti della nuova strategia di Audi si sono già visti nel 2021. Il marchio, infatti, ha raddoppiato il proprio portfolio di modelli puramente elettrici. Nel corso dell'anno, per esempio, sono state lanciate la e-tron GT che abbiamo avuto modo di provare e il SUV Q4 e-tron (qui la nostra prova). Entro il 2025, Audi potrà contare su più di 20 modelli puramente elettrici.

SERVIZI PER LA RICARICA

Ma per la diffusione dei veicoli a batteria è fondamentale la crescita dell'infrastruttura di ricarica. Audi ricorda che sta portando avanti un progetto pilota per delle stazioni di ricarica rapida in ambito urbano. Questi "Audi charging hub" sono pensati per tutti i clienti con limitate possibilità di rifornimento domestico e mirano a compensare i picchi nella domanda di energia, rendendo possibile la diffusione delle stazioni indipendentemente dalla portata della rete locale.

La prima di queste stazioni sarà inaugurata il 23 dicembre e permetterà di ricaricare le auto fino ad una potenza massima di 300 kW. Inoltre, disporrà di un’area lounge con possibilità di prenotazione della colonnina. Tali stazioni dispongono di sistemi di accumulo che sfruttano batterie di derivazione automotive e di pannelli fotovoltaici.

Gli Audi charging hub andranno ad ampliare il servizio di ricarica Audi e-tron Charging Service che garantisce la fruizione di una vasta rete di colonnine pubbliche (oltre 290.000) in 26 Paesi europei con un unico contratto e un’unica card. La rete dei quattro anelli include il network IONITY che da poco ha annunciato un importante piano di sviluppo.


56

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Nonno Simpson

tra 10 anni sarà probabile ci sarà l' equivalente di quello che è la panda oggi. E 12K non è un prezzo irreale se consideri che la filiera produttiva può ottimizzarsi e ridurre drasticamente i costi. Senza considerare che oggi i player che oggi fanno l' elettrico seriamente sono molto ristretti rispetto a tutti quelli che fanno l' endotermico. È irrealistico pensare che da qui a 10 anni i prezzi non si riducano drasticamente.

Mostra 1 nuova risposta

A parte che costa a partire da 20.000, e c'è da vedere se includono le ruote, ma poi seriamente secondo te uno si prende una macchina simile con 200km di autonomia?

Ha la carrozzeria di un fuori strada e lo spacciano come city car.

Onestamente una macchina con 200km di autonomia la considero un giocattolo, non un auto...

Mostra 1 nuova risposta

Si ma da qui a credere che fra 10 anni ci sarà la Panda elettrica a 12k euro con 600km di autonomia, a fare si che avvenga, ne passa. È stra ovvio che l'elettrico è il futuro, ma non è il presente.

Gianluigi

Ma chi ha mai detto che l'usato termico verrà vietato????
Semmai servono delle politiche snelle per implementare sempre più rinnovabil e accumuli. Ci permettono di svincolarsi sempre più da paesi esteri e lobby varie e diventare padroni dei nostri costi.
Ribadisco che terna stessa sostiene che elettrificare i trasporti non è un problema

NaXter24R

Però cambiare qualcosa che funziona è comunque uno spreco. Io dico che non bisognerebbe forzare la gente, ma portarla gradualmente al cambiamento. Vogliamo vietare la vendita del nuovo? Benissimo. Ma l'usato, finchè c'è e va non lo vieterei.
Oltretutto in Italia parliamo del 31% per essere precisi, e non stiamo comunque messi bene nel computo totale, e lo vedi oggi più che mai con le ipotesi di riaccensione di alcuni impianti a carbone.
Un domani, con del nucleare magari il discorso cambia, ma ad oggi forzare l'elettrificazione rischia solo di creare problemi

Gianluigi

Ma quando mai. Terna ha già detto che puo gestire l'aumento di elettriche.
Riguardo al l'avere energie verdi, ne abbiamo il 40% del totale in Italia e in crescita. Molto meglio che il 100% di fossili di benza e diesel. Per non parlare degli nox e svariati composti tossici in uscita.
Il costo di produzione di auto è sempre scaricato sullacquirente. Il riciclo è in rampa in questo momento per le varie componenti preziose, cioè batterie, silicio e rame. Lo smaltimento della vecchia auto avverrebbe comunque al momento di cambiare, indipendentemente dal tipo di auto nuova.
Nota che l'elettrico diventa più pulito dopo l'acquisto, con l'installazione progressiva di rinnovabili. Ovviamente con le auto a combustione ciò non è possibile

NaXter24R

No, perdi comunque perchè sempre ad oggi, non hai abbastanza corrente per alimentare tutto il parco auto, e per produrla non hai ancora energie pulite sufficienti.
Devi pensare a tutto, cosa costa produrre una elettrica, smaltire la vecchia ed alimentare la nuova. Senza contare al portafogli.
La verità è che forse nel 2035 saremo pronti, ma 14 anni passano in fretta

Gianluigi

Per naso, gola, polmoni, orecchie, sicuramente elettrico è meglio. Per il portafoglio lo è sul lungo periodo, una volta rientrati dei costi. È ancora in difficoltà per qualcuno per via della nostra rete di ricarica non ben sviluppata. A me pare che naso, gola, polmoni e orecchie dovrebbero avere la meglio in questa disputa, ma capisco che non tutti vogliano cimentarsi

ACTARUS
Nonno Simpson
ACTARUS
Nonno Simpson

Io ti faccio una dichiarazione del genere e tu mi rispondi solo con due emoji? Non meriti i miei sentimenti, pensi solo alle tue cause inutili e alle tue posizioni controverse. Non mi meriti. Ti lascio essere il Mario Giordano della community disqus di HDBlog.

ACTARUS
ACTARUS
ACTARUS
Nonno Simpson

infatti era una parentesi uscita fuori così per caso, sei tu che hai chiesto :D

Nonno Simpson

se c'è da perorare una causa sc,e,ma o da sostenere tesi assurde siamo sempre sicuri di trovarti in prima linea. TI AMO

Nonno Simpson

non sarà così per sempre... fino a qualche anno sotto i 50K non si trovava assolutamente niente, oggi i prezzi sono alti ma la situazione non è assolutamente paragonabile rispetto, ad esempio, a 5 anni fa. Ora prova a fare un ragionamento da qui a 15 anni, visto che prima di allora nessuno ti verrà a mettere la pistola alla tempia e dirti " o elettrico o niente". Una tecnologia, qualsiasi essa sia, diventa economica e vantaggiosa nel tempo. Per farti un esempio stu,pi,do (anche se ora verrà qualcuno a dirmi " ma ke paragone è1!1!1!): Prova a pensare quanto costasse un SSD nei primi anni 2000, centinaia e centiania di euro per una manciata di GB, oggi costano quanto se non meno di un HD meccanico. È un esempio che, per ovvie ragioni, non calzerà al 100%, ma per dire che l' auto elettrica non costerà sempre minimo 40K. nel 2013 potevi comprare, se volevi elettrico, solo ( o comunque oltre a questa avevi pochissimi altre alternative) una Model S da 80K. Pensare che da qui a 10 anni i prezzi non si abbassino, anche di più rispetto a quanto fatto in questi anni, è da persona che o è ingenua o che sarebbe disposta ad affermare il contrario dell' ovvio pur di perorare la sua tesi che sostiene per mere ragioni ideologiche.

Nonno Simpson

vedremo quanto e chi sceglierà di commercializzare modelli fino al 2035. E soprattutto quanto quei modelli acquistate proprio poco prima del ban saranno evoluti visto che nessuno investirà in ulteriore ricerca e sviluppo su qualcosa che presto verrà messo al ban.
A dire il vero la gente si indigna per un ban che arriverà nel 2035, ma la verità è che il mercato già stava andando in quella direzione. La maggior parte dei top costruttori o smetterà prima di vendere endotermico o, comunque, se arriverà a scadenza lo farà piazzandoti veicoli con " vecchi"

Nonno Simpson

al mio conto in banca

ACTARUS

Non è che siete un po fuori tema ?

R_mzz

Semplice matematica.
Il riscaldamento a pompa di calore costa la metà rispetto al metano.

ACTARUS

In base a cosa ?

Nonno Simpson

danaro.

ACTARUS

Cosa stai risparmiando?

ACTARUS

Va bene solo come seconda auto per fare il giro dell' isolato

ACTARUS

Infatti stanno assemblando auto in fretta e furia lasciando tutti i test e i problemi ai consumatori finali...

Era stata giorni fa come notizia anche qui.
Niente di nuovo c'è chi pensa di risolverla con incentivi che drogano il mercato...

Giampiero Guarnerio

leggo su altro sito: "Poi, la Dacia Spring ha un prezzo di partenza di 17.890 euro, senza incentivi. Il prezzo, insomma, fa gola. E lo dimostrano i risultati ottenuti anche in altri Paesi Europei."

Mostra 1 nuova risposta

Non è difficile da capire, le macchine più schifose partono da 40k euro e la gente ne può spendere 10-15

Aster

Si nei condomini e più facile nelle nuove costruzioni anche se il costo ovviamente anche li te lo mettono quando compri

R_mzz

In genere una pömpa di calore geotermica costa meno rispetto ad un’equivalente ad aria, ma una geotermica garantisce rendimenti superiori (in climi estremamente rigidi è l’unica opzione)
Il costo è nello scambiatore di calore.
In ogni caso il risparmio sul gas è enorme.

Ginomoscerino

bella la geotermica ma costa molto di più di una p0mpa di calore normale.
bisogna vedere se vale la pena la maggiore spesa

tulipanonero1990

E' il mio piano a lungo termine, una volta che mi riprendo dai costi di acquisto, un paio di anni. Nel lungo termine mi piacerebbe usare il geotermico, ma non posso permettermelo al momento.

Nonno Simpson

anche io. E sto risparmiando. Posso capire di non essere un campione statisticamente rilevante, però vorrei capire gli indovini con le sfere di cristallo che mi dicono che sarà inattuabile su larga scala da ora fino alla fine dei secoli dei secoli amen :D

tulipanonero1990

Il problema mio è che lavoro da casa.... Hai ragionissima serve elettricità per la pompa, la stufa in inverno posso comunque accenderla e usare solo il calore irradiato. Sto ragionando sul prendere un grosso gruppo di continuità visto che nel 2021 si usano ancora cabine elettriche degli anni 80.

Nonno Simpson

Divino Otelma sei tu?

Aster

Ci sta,io sulle ultime case nuove neanche ho fatto il contratto per il contatore del gas

Aster

Ma guarda anche quella classica va bene, difficilmente si raggiunge meno nella maggior parte del paese.Noi con geotermico abbiamo anche l'acqua sanitaria volendo

R_mzz

Ma anche con la legna immagino sia necessaria elettricità per la pömpa di circolazione dell’acqua, per la ventola di aspirazione e scarico e per l’elettronica di controllo, o mi sbaglio?
In ogni caso una casa ben coibentata non ha problemi nel restare qualche ora senza riscaldamento.

tulipanonero1990

Non la uso. Ho una termostufa a legna con puffer di 800 litri per acqua sanitaria e per i radiatori. La accendo il pomeriggio fino a sera e il giorno dopo ho ancora 800 litri sui 70 gradi per scaldare i radiatori la mattina e per lavarsi.

R_mzz

Con pömpa di calore geotermica puoi scaldare in praticamente qualsiasi clima.
(basta avere un piccolo terreno dove installare lo scambiatore di calore)

R_mzz

Come fai ad usare la caldaia a gas senza energia elettrica?

tulipanonero1990

Purtroppo nel mio quartiere staccano la corrente per mezze giornate una volta al mese per interventi di manutenzione quindi non posso contare sull'energia elettrica.

Aster

dovrebbe essere obbligatoria da roma in giù almeno, ma anche al nord si sta benissimo

Aster

a si,in aggiunta abbiamo anche il teleriscaldamento.

R_mzz

Pömpa di calore immagino, fai bene, costa la metà rispetto al metano.
Con il fotovoltaico il risparmio è anche maggiore

Aster

Io cucino e mi riscaldo e rinfresco benissimo con l'elettrico:)

NaXter24R

Non è la soluzione migliore. Migliore vorrebbe dire senza contro, o comunque con una quantità di contro inferiore ai pro.
Ad oggi, le elettriche hanno più contro che pro.
Pure i motori termici hanno dei contro intendiamoci, ma ancora i pro sono maggiori. Un domani vedremo, ma ad oggi le cose stanno così

Giulk since 71' Reload

Fonte QR

https://uploads.disquscdn.c...

Auto

Stop endotermiche 2035: tra polemiche, dubbi e fazioni, facciamo il punto | Video

Auto

ABB E-mobility: in Italia il più grande impianto di stazioni di ricarica DC | Video

Auto

Lightyear 0, abbiamo guidato l'auto che si ricarica con il Sole | Video

Articolo

MiMo 2022: i numeri e le nostre interviste al pubblico | Video