IONITY, nuovo piano di crescita. 7.000 punti di ricarica entro il 2025

24 Novembre 2021 8

IONITY ha annunciato un nuovo investimento di 700 milioni di euro che permetterà nei prossimi anni di far crescere in maniera importante la sua rete di ricarica rapida in tutta Europa. L'obiettivo è quello di arrivare a disporre di circa 7.000 punti di ricarica da 350 kW entro il 2025. Il numero delle stazioni aumenterà in modo significativo, passando da circa 400 a oltre 1.000. Le nuove stazioni offriranno da sei a dodici punti di ricarica, riducendo i tempi di attesa, e potranno contare su servizi di ristoro e negozi dedicati, così da creare veri e propri “parchi di ricarica” in grado di garantire comfort e svago agli utenti.

La cosa più interessante e che le future stazioni per la ricarica delle auto elettriche non saranno costruite solo nelle vicinanze della rete autostradale o al suo interno, ma pure nelle grandi città e lungo le principali arterie viarie. All’ampliamento del network, IONITY abbinerà il potenziamento delle stazioni esistenti, adeguandone la capacità alla crescita del mercato delle auto elettriche.

Si tratta di una notizia molto importante. Da tempo si attendevano dettagli del nuovo piano di espansione di questa joint venture al cui interno ci sono diverse case automobilistiche tra cui Volkswagen, BMW e Hyundai. Nei prossimi anni, dunque, questo network diventerà molto più capillare per offrire a tutti i possessori di un'auto elettrica la possibilità di poter viaggiare senza problemi anche su lunghe distanze.

Una notizia che arriva in un momento in cui si continua a discutere molto sulla necessità di realizzare un'infrastrutture di ricarica molto più capillare se si vuole davvero spingere sulla diffusione delle auto elettriche all'interno del Vecchio Continente, soprattutto pensando alla proposta della Commissione Europea di voler mettere la parola fine alla vendita delle endotermiche per il 2035.

IONITY IN ITALIA

Attualmente, in Italia sono presenti 19 stazioni IONITY, tutte alimentate da energia rinnovabile. Prossimamente ne saranno aperte ulteriori tre. Visto il nuovo progetto di questa joint venture, la presenza di IONITY crescerà notevolmente nel nostro Paese nei prossimi anni.

Purtroppo, non è possibile sapere oggi dove saranno installate le nuove stazioni. Quelle già presenti, invece, saranno ampliate per poter gestire il maggiore afflusso di vetture elettriche.


8

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
roberto

Dovrebbero lavorare sull'efficienza degli attuali. .dai commenti degli utilizzatori molti sono guasti o con potenze ben inferiori di quelle promesse
Vedi Portogruaro per i guasti..

roberto

Cuneo è già pronto c:è Bardonecchia Bergamo ed Amaro in prov di Udine

Signor Rossi
R_mzz

Vero, però nel 2020 e 2021 per i supercharger italiani hanno rispettato tutte le date d’apertura previste.

Ora sono noti i cantieri di 6 nuove stazioni Supercharger italiane
https://uploads.disquscdn.c...
non sono stati avvistati i cantieri, ma dovrebbero aprire entro l’anno anche Torino e Roma Nord

MisterB
Oogway

Non è di certo l'unica ad essere in ritardo su quanto promesso.
Tesla ha più volte sostenuto di raggiungere certi traguardi entro tot tempo sulla copertura Supercharger e puntualmente non ha mantenuto quanto detto.

R_mzz

Si spera questa volta siano puntuali.
Avevano promesso 400 stazioni in Europa e una copertura di tutta l’Italia entro il 2020 https://uploads.disquscdn.c...
Ora sono attive 386 stazioni in Europa e in buona parte dell’Italia non sono presenti stazioni Ionity. https://uploads.disquscdn.c...

Fortunatamente ci sono anche altri gestori.

R4gerino

Son per caso quelli dove una carica costa quanto un pieno di benzina?

Audi Q3 Sportback 45 TFSI e S tronic, per chi la usa più in città | Recensione e Video

Nissan Ariya (63 kWh): ottima efficienza e autonomia nella prima prova | Video

Vita Vera con l'auto elettrica: ritorno al passato, in Umbria a Miataland con le MX-5

Stop endotermiche 2035: tra polemiche, dubbi e fazioni, facciamo il punto | Video