Alfa Romeo a Ginevra: novità per Giulietta, Giulia e Stelvio (e una sorpresa in arrivo)

26 Febbraio 2019 14

Alfa Romeo annuncia le novità per il Salone di Ginevra: un'edizione speciale su base Giulia e Stelvio Quadrifoglio per celebrare il nuovo team di Formula 1 Alfa Romeo Racing, l'allestimento Ti per Stelvio e due nuove versioni per la gamma 2019 di Giulietta. Ma la vera novità è una sorpresa attesa per la mattina del 5 marzo, quando Alfa Romeo dovrebbe presentare un modello che anticipa il futuro del marchio. Sarà il tanto chiacchierato SUV compatto Alfa Romeo su base Jeep Compass/Renegade?

GIULIA E STELVIO QUADRIFOGLIO CELEBRANO LA FORMULA 1

Le serie speciali Giulia Quadrifoglio e Stelvio Quadrifoglio "Alfa Romeo Racing" celebrano la partecipazione e il sempre maggiore coinvolgimento di Alfa Romeo nel campionato mondiale di Formula 1 insieme a Sauber. Le due sportive del Biscione condivideranno il palcoscenico con la monoposto Alfa Romeo Racing C38, con una livrea molto simile che abbina il bianco al Rosso Alfa.

Oltre alla livrea esclusiva, questa versione propone per entrambe le vetture sedili sportivi Sparco con cuciture rosse e guscio in carbonio, il pomello del cambio automatico con inserto in carbonio firmato da Mopar, il volante in pelle e alcantara anche questo con inserti in carbonio. All'interno spicca poi un badge celebrativo dedicato con il logo Alfa Romeo Racing.


Su Giulia i cerchi sono da 19 pollici, su Stelvio da 20 pollici, con pinze freno rosse, mentre per entrambe spicca lo scarico in titanio firmato Akrapovic. Più cavalli per il 2.9 V6 Bi-Turbo (il valore non è stato specificato), e meno kg grazie all'adozione dei sedili Sparco con guscio in carbonio. A livello di tecnologia troviamo lAdaptive Cruise Control, il pacchetto audio premium Harman Kardon, il sistema infotainment Alfa Connect 3D Nav by Mopar con schermo da 8,8'', Apple CarPlay e Android Auto e radio DAB.

ANCHE STELVIO IN VERSIONE TI

Debutto a Ginevra anche per Alfa Romeo Stelvio Ti, la storica sigla Turismo Internazionale che identifica da sempre le Alfa "più accattivanti e tecnologiche". La vettura monta il 2.0 turbo benzina da 280 CV, abbinato al cambio automatico a 8 marce e alla trazione integrale.

L'esemplare vanta una livrea Blu Misano, i fanali posteriori bruniti e i dettagli in carbonio come la "V" del trilobo frontale e le calotte degli specchietti retrovisori. Ci sono poi i cerchi in lega da 20" in combinazione con le sportive pinze freno gialle, le cornici dei cristalli esterni in nero lucido così come i terminali di scarico, i badge "Stelvio" e "Q4" scuri e i vetri privacy.

ALFA ROMEO GIULIETTA 2019: VELOCE CON IL DIESEL

Novità, infine, per la gamma Giulietta 2019: esposta a Ginevra ci sarà la nuova Giulietta Executive nell'inedita livrea Verde Visconti con interni in pelle Chocolate che caratterizza selleria, pannelli porta e inserto sulla plancia. Un allestimento che si distingue per le finiture esclusive, come la "V" calandra satinata come l'alloggiamento dei fari, le calotte degli specchietti, le maniglie, la finitura del paraurti posteriore. Cromati sono invece la cornice dei finestrini e il badge Giulietta.

Dentro, la dotazione comprende sistema UConnect Radio-Nav 6,5", bracciolo posteriore, sensori pioggia e crepuscolari, specchietto retrovisore interno elettrocromico, specchietti retrovisori elettrici, sensori di parcheggio anteriori e posteriori. E ancora, tetto panoramico e cerchi in lega da 18 pollici con finitura diamantata e brunita. Il motore è il 1.6 Multijet da 120 CV con cambio TCT, un'unità omologata Euro 6D TEMP.


Novità più sostanziose per la nuova Giulietta Veloce, oggi abbinata al motore diesel 2.0 JTDM da 170 CV (sempre Euro 6D TEMP) con cambio Alfa TCT a sei rapporti e paddle al volante. Fuori, la vettura si distingue per i nuovi paraurti sportivi e l'impianto frenante maggiorato Brembo color giallo, la finitura nera lucida micalizzata per le calotte degli specchietti retrovisori, maniglie, calandra, cornice dei fendinebbia, doppio terminale di scarico maggiorato. Completano le finiture esterne le minigonne, i cristalli privacy e i nuovi cerchi in lega leggera da 18" a 5 doppie razze color nero lucido.

Dentro, nuovi sedili in tessuto e Alcantara con cuciture a contrasto gialle e poggiatesta con logo Alfa Romeo, dalla pedaliera e batticalcagno in alluminio, dalle modanature antracite opaco, dal volante sportivo tagliato con cuciture gialle che caratterizzano anche il pomello del cambio e il freno a mano. L'infotainment è l'Alfa Connect radio 7 pollici by Alpine, che include Apple CarPlay e Android Auto, telecamera e sensori di parcheggio posteriori, ingresso USB-HDMI e Mopar®Connect.


14

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Desmond Hume

la stessa livrea delle monoposto cozza parecchio su Giulia e Stelvio.

Mattia C.

Infatti ho scritto "peccato per la qualità".

RavishedBoy

"non invecchia mai"?
E gli ADAS dove sono? Rispetto alle concorrenti sembra un'auto del neolitico.
Ah, già, l'unica cosa che conta è l'estetica...
Pardon.

Simone

Per ora poca roba di interessante, certo sicuramente più ricco e allestimenti curiosi ma... Alla fine di interessante ci so o solo le 2 sauber per via di una miglioria tecnica... Chissà se saranno limitate... Il refrash profondo della Giulietta non è stato fatto, peccato... Povera Giulietta merita tanto, a una FCA che ha sempre meno compatte. Poi per Alfa Romeo c'è bisogno di un bel nuovo prodotto.
Speriamo anche in una novità Fiat, ad esempio la 500 a 5 porte, oppure un po' di elettrico... Magari una compatta!mi basterebbe anche una Argo importata

AlbertoDR

E neanche stavolta hanno reso disponibili i fari full led come optional sulla Giulietta?

sgarbateLLo

A me quel frontale non è mai piaciuto, doveva essere come Giulia dall’inizio

vince

Sarebbe bello se cambiassero anche le maniglie.
Ad esempio mettere quelle della Velar / Tesla, che cioè scompaiono nella carrozzeria e vengono fuori quando servono.
Così la linea sarebbe ancora più "classica" e invecchierebbe ancora meno.

Mattia C.

Peccato per la qualità, ma la Giulietta non invecchia mai. Compasso d'oro meritatissimo. https://uploads.disquscdn.c...

L'unica cosa che stona è la griglia dello scudo frontale. Doveva differenziarsi dalle altre 2 laterali, con una molto più compatta.

makeka94

A benebene, dai sono contento

Aristarco

la sorpresa sarebbe una bella sw

Aristarco

da quello che so io solo mito

makeka94

Hanno ancora problemi sul servosterzo?

utente
Stefano

una SW proprio no eh...

Ford

Ford Focus 2019 ST-Line 1.5 EcoBlue: recensione e prova su strada | Video

Hyundai

Hyundai Kona Electric: prova consumi, autonomia reale e costi ricarica | Video

Auto elettriche: le ho provate tutte e vi racconto una storia | Video

Dacia

GPL auto: guida completa, caratteristiche, costi e manutenzione | Dacia Duster