Alfa Romeo, a Ginevra con un SUV compatto (anche ibrido) | Rumor

19 Febbraio 2019 19

Un nuovo rumor riaccende la curiosità (e le speranze) degli Alfisti, che dall'ormai lontano autunno del 2016 non assistono alla presentazione di un nuovo modello marchiato Alfa Romeo: secondo quanto riporta il sito greco Autoblog.gr, infatti, la Casa di Arese potrebbe portare una novità in occasione del prossimo Salone di Ginevra (5-17 marzo).

Il modello che porterebbe una ventata di aria fresca nella gamma del Biscione - oggi confinata alle sole Giulietta, Giulia, Stelvio e 4C - sarebbe, secondo la fonte, un SUV compatto di segmento C, destinato quindi a rimpiazzare la Giulietta, che sempre a Ginevra dovrebbe essere proposta con un ultimo aggiornamento di fine carriera che cambierà solo qualche piccolo dettaglio estetico.

Come sempre, quando si parla di Alfa Romeo, l'hype è alle stelle e il rischio di fare un buco nell'acqua - deludendo, di conseguenza, migliaia di appassionati - è dietro l'angolo. Prendiamo dunque con le pinze queste indiscrezioni, limitandoci a fare supposizioni in merito ai possibili sviluppi di un modello che, in questo momento storico, farebbe davvero comodo alla Casa del Biscione.


Per una mera questione di riduzione dei costi, il CUV (compact utility vehicle) di Alfa Romeo potrebbe essere realizzato sulla stessa piattaforma B-Wide che attualmente trova posto sotto i SUV Jeep Compass (QUI la nostra recensione), Jeep Renegade e Fiat 500X, un'architettura che verrebbe opportunamente modificata per rispettare le specifiche di guidabilità richieste da Alfa Romeo (e dai suoi clienti). Sembrerebbe accantonata, a quanto pare, l'ipotesi di un SUV compatto Alfa Romeo a trazione posteriore su base Giorgio (la piattaforma di Giulia e Stelvio).

Il CUV (a trazione anteriore o integrale) dovrebbe essere prodotto in Italia, costituendo uno dei punti cardine del piano di investimenti annunciato alla fine del 2018 e attualmente in fase di revisione | Ecotassa, FCA conferma: "il piano industriale per l'Italia va rivisto" |. Per quanto riguarda l'impianto candidato ad accogliere le linee produttive del crossover - che dovrebbe essere proposto anche in versione ibrida plug-in insieme ad altri 5 modelli, rispettando il piano industriale 2018/2022 Alfa Romeo - si parla di Pomigliano d'Arco.

Tre fotocamere per il massimo divertimento e un hardware eccellente? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Clicksmart a 619 euro oppure da ePrice a 793 euro.

19

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Nus

almeno questi producono ancora in italia, ma si prendiamo auto crucche e giapponesi e diamo il pane agli altri tanto l' economia nostra sta bene, però poi si piange ci si scandalizza e si vota i grillini submentali.

Mark984

Ormai credo non vedremo più nuove Lancia.

Aristarco

sicuramente più della 147, ma la filosofia di costruzione è differente, nel senso che la 147 uscì per essere il top nella guida e addirittura per poter impensierire la prima serie 1, ma ha pagato la scarsa qualità dei materiali, la giulietta è nata riutilizzando piattaforma e motori fiat e imbellendo una fiat bravo, per opinione personale bellissima, ma distante anni luce dal progetto 156/gt/147

met

Eppure la Giulietta viene tutt'ora considerata una delle berline più affidabili, non ho cmq mai potuto provarne una

Aristarco

sinceramente sarebbe andata bene anche una trazione anteriore come appunto la 147, ma non una bravo ricarrozzata, una signora auto come lo è la mia, che ha solo due difetti, la qualità delle plastiche e gli assemblaggi, ma che su di una strada di montagna anche innevata ti fa sorridere

met

Ah in quel senso..si allora hai anche ragione, la presunta erede della Giulietta doveva avere una meccanica premium e trazione posteriore ma penso non se ne faccia nulla per qualche anno

Aristarco

a livello di meccanica non è neanche paragonabile, e tra l'altro non è mai esistita 3 porte

met

E la Giulietta cosa sarebbe? A prescindere che sia già vecchia a sua volta

Aristarco

avessero fatto un'erede della mia 147...

steek

Che tipo di ibrido?? Quello con l'alternatore?? Quello che ti fa risparmiare 0,7 litri per 100 km?

Desmond Hume

Per fortuna che almeno hanno la Giulia...

sgarbateLLo

Presentazione modello != commercializzazione modello

Aristarco

anche alfa...

Desmond Hume

Si peccato che fanno anche altro non solo suv.

Che io sappia ormai, dopo il fallimento della strategia del rebranding Chrysler, vende solo la Y. Ma hai ragione da vendere. Aggiungerei anche Fiat che a mio modo di vedere sembra avere completamente abbandonato il settore utilitarie.

Aristarco

tutti fanno suv, anche lamborghini/bentley e rolls...

Desmond Hume

tristezza...

Aristarco

nell'ultima puntata di the grand tour è stata fatta vedere la classifica dei produttori d'auto mondiale del 2018 se non sbaglio, e la spagna ne ha prodotte oltre 2 milioni, l'italia ovviamente non era nemmeno in classifica, una tristezza immensa

Federico Dina

C'è n'è bisogno. Non solo per Alfa ma per tutta l'industria automobilistica italiana

Ford

Ford Focus 2019 ST-Line 1.5 EcoBlue: recensione e prova su strada | Video

Hyundai

Hyundai Kona Electric: prova consumi, autonomia reale e costi ricarica | Video

Auto elettriche: le ho provate tutte e vi racconto una storia | Video

Dacia

GPL auto: guida completa, caratteristiche, costi e manutenzione | Dacia Duster