Opel Insignia, debutta il 1.6 turbo benzina da 200 CV Euro 6D TEMP

06 Agosto 2018 2

La gamma Opel Insignia aggiunge a listino il nuovo 1.6 turbo benzina a iniezione diretta disponibile sui modelli Grand Sport, Sports Tourer e Country Tourer. I consumi medi, convertiti in NEDC dopo i test WLTP per un confronto con i valori precedenti, variano da 6,3 a 6,7 l/100 km, mentre le emissioni di CO2 da 145 a 156 g/km.

Il quattro cilindri, che i clienti potranno ordinare nella versione con cambio manuale a 6 rapporti oppure con l'automatico a 6 velocità con assetto FlexRide a controllo elettronico di serie, è dotato di un filtro antiparticolato ed è in grado di rispettare le normative Euro 6D TEMP per quanto concerne le emissioni.

Il propulsore eroga 200 CV e 280 Nm di coppia da 1.650 a 4.500 rpm e permette di raggiungere una velocità massima di 235 km/h con scatto 0-100 in 7,7 secondi. Opel Insignia è disponibile con prezzi che in Germania partono da 35.195 euro. I potenziali acquirenti potranno interagire con i nuovi sistemi infotainment Multimedia e Multimedia Navi Pro.

Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Mobzilla a 419 euro oppure da ePrice a 479 euro.

2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Simone Biagini

Dubito, il benzina produce mooooolte meno scorie. Dubito che lo si riesca ad intasare.
Peccato per il cambio a 6 rapporti, e non l'8 come sul 2.0diesel.
Son curioso di provarlo.

Desmond Hume

Quindi con questi filtri antiparticolato sui benzina avremo lo stesso problema dei diesel per chi fa pochi chilometri?

Sony

Sony, ecco l'autoradio 1 DIN con CarPlay, Android Auto e display da 9"

Linate chiude per tre mesi e trasloca a Malpensa: ecco tutti i motivi | Video

Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti