Opel CAYU: a Brescia il concessionario con robot umanoide

10 Marzo 2018 20

Una delle figure che sicuramente manca di più nel passaggio da store fisico a negozio online è quella del commesso/consulente: alcuni clienti vedono in loro solo una scocciatura; altri, invece, non possono fare a meno del loro aiuto per poter completare i propri acquisti. Opel, con il suo nuovo CAYU (Car for You), cerca di combinare l'esperienza dello shopping on-line e off-line portando la vendita dell’auto direttamente nei luoghi di maggior afflusso, i centri commerciali.

Ha infatti aperto a Brescia, presso il centro commerciale Elnòs Shopping di Roncadelle, il primo CAYU d'Italia, il secondo nel mondo dopo quello aperto in Germania la scorsa estate. CAYU - gestito dal Gruppo Barchetti - rappresenta una sorta di concessionario virtuale, un nuovo modo di concepire l'auto.


Aperto 7 giorni su 7, 12 ore al giorno non-stop, CAYU permette di ottimizzare il tempo di chi non ha mai tempo, offrendo al contempo un'esperienza semplice e immediata come se si stesse acquistando online. L'idea è quella di riprodurre una sorta di configuratore online, ma fisico: è presente un grande schermo touch, in cui è possibile definire il preventivo e finalizzare l’acquisto. Il tutto avviene attraverso una piattaforma digitale online intuitiva, al pari di Amazon o e-Bay, che permette al cliente di scegliere e acquistare un’auto in pochi semplici passaggi, a partire dal budget ipotizzato.

Il supporto di sei assistenti in carne ed ossa - chiamati da Opel "Insider" - è fondamentale per tutti quei clienti che, quando si tratta di acquistare un'auto, non possono fare a meno di un interlocutore umano. Gli Insider sono a disposizione nello Store per accompagnare e assistere il cliente in tutte le fasi. E proprio perché l'auto è uno di quei pochi beni che ancora devono essere "toccati con mano" prima di essere acquistati, è possible effettuare un Test Drive direttamente nell’area esterna allestita appositamente e attrezzata per offrire, a breve, anche i servizi di manutenzione e riparazione.

Cayuki, il robot "intelligente" a disposizione per le richieste dei visitatori

Ad affiancare i consulenti, da Opel CAYU ci sarà anche Cayuki, un robot umanoide dotato di Intelligenza Artificiale, istruito per colloquiare con i visitatori fornendo informazioni sui prodotti e sui servizi Opel. Una volta presa la fatidica decisione, è possibile inoltrare l'ordine, e tutto avviene con velocità: l'auto viene consegnata in pochi giorni e il cliente ha tempo 20 giorni per restituirla nel caso in cui non fosse soddisfatto del suo acquisto, senza alcun onere.

CAYU, infine, permette di risparmiare: infatti, se nel periodo tra la firma del contratto e la consegna della vettura il cliente trova un’offerta migliorativa, a pari condizioni di prodotti e servizi, il concessionario digitale provvede a pareggiare l'offerta affinché risulti la migliore sul mercato.

Così Andrea Ciucci, Direttore Vendite Opel Italia, presente alla cerimonia di inaugurazione del nuovo store, ha descritto il nuovo servizio:

CAYU è un nuovo modo di concepire l’acquisto dell’auto andando incontro alle esigenze dei clienti che vogliono ottimizzare il proprio tempo e quindi desiderano un acquisto che sia veloce, semplice e sicuro. Insieme all’imprenditore Barchetti, che è anche nostro concessionario Autentika di Brescia, abbiamo elaborato un’esperienza di vendita innovativa, che non cambia la nostra strategia di distribuzione, ma che ha l’obiettivo di massimizzare ancor di più la soddisfazione del cliente.


20

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
fruccolo

buongirono, puoi contattarmi a a.germinario@madlab2.it

fruccolo

Buongiorno Cesare,
mi puoi contattare a a.germinario@madlab2.it

Cesare Laddaga

Salve, sto conducendo uno studio per l'Università di Napoli sull'utilizzo dei robot nel retail, sarebbe così gentile di fornirmi un suo riferimento per riconttattarLa?
Cesare

pisqua187

Così non tiri più sul prezzo!

Starnat

all'elnos al ga manca apena chel!

fruccolo

Lavoro tutti i giorni con quel robot! si chiama pepper e di intelligente non ha proprio nulla ahahhaha

Bestmark01

Comprare un Opel è una scommessa: se ti va bene ti trovi una macchina molto valida, se sei leggermente sfigato ti capita una macchina con qualche piccolo problemino, se ti va male (e non è molto raro) ti ritrovi con un catorcio che passerà i primi due anni in assistenza e i restanti allo sfascio

matteventu

Lo so, e la cosa che mi fa ridere è che comprando Vauxhall sono fieri di comprare "auto inglesi"

Gpat. (Android/macOS)

Vendono a marchio Vauxhall, radicato nella loro cultura un po' come Lancia per noi.

Desmond Hume

Beh tu scherzi ma ho visto più opel corsa in panne della precedente generazione che Nigeriane in tangenziale.

Desmond Hume

Tanto basta che sia in grado di elencare i finanziamenti con relativi tassi e ha gia ricoperto al 99% la "competenza" dei venditori da concessionaria.

mauro morichetta

Hahahaha

matteventu

Mel'ha strappato ora, siamo due idioti

mauro morichetta

anche la mia battuta non era chiara, voleva solo essere una assonanza fra burro di arachidi e grasso ma non è riuscita bene...hahahaha fai finta che ti abbia strappato un sorriso.

matteventu

Non ho capito lol il senso del mio commento era "vendono come il pane", ma non sarebbe stato adattato al luogo

mauro morichetta

perché il grasso non lo vendono in Inghilterra strani sti inglesi....hahahaha

Tech_maniaco_

Disse il possessore di una Fiat

matteventu

In Inghilterra vendono come il burro d'arachidi...

utente

Lo proverei per curiosità!

mauro morichetta

Basta un solo robot chi le compra le Opel...hahaha scherzo il mio rispetto a tutti i possessori del marchio.

Sony

Sony, ecco l'autoradio 1 DIN con CarPlay, Android Auto e display da 9"

Linate chiude per tre mesi e trasloca a Malpensa: ecco tutti i motivi | Video

Mazda

Mazda Skyactiv-X: come funziona il benzina che si crede un diesel

Recensione Xiaomi M365 Pro: anche il miglior monopattino elettrico ha dei difetti