Polestar 2, al Goodwood Festival of Speed presente una versione più "cattiva"

08 Luglio 2021 11

Polestar è presente al Goodwood Festival of Speed 2021 con una versione definita "sperimentale" della sua elettrica Polestar 2. Un modello che stando a quanto raccontato è stato realizzato partendo da precise richieste del CEO Thomas Ingenlath con l'obiettivo di "spingere i confini del design e del potenziale delle prestazioni" di questo modello. Una vettura molto più "cattiva" di quella di serie pensata appositamente per Goodwood, un evento che inizia oggi 8 luglio e termina il prossimo 11 luglio.

Per realizzarla, i tecnici sono partiti da un'altra Polestar 2 sperimentale soprannominata "Beast" (Bestia) che il CEO ha guidato presso il campus di Göteborg. Vediamo quindi le caratteristiche di questo speciale modello.

ANCORA PIÙ POTENTE

Partiamo dal powertrain che dispone sempre di uno schema con doppio motore elettrico. La potenza, in questo caso, sale a 350 kW (476 CV). La trazione è ovviamente integrale. Le modifiche, però, non riguardano solo il propulsore ma pure l'estetica e la meccanica. Polestar ha rivisto sia il paraurti frontale sia quello posteriore che sono stati resi più aggressivi. Presenti pure uno specifico kit aerodinamico e cerchi in lega da 21 pollici (pneumatici Pirelli P Zero Rosso) e specchietti di colore nero. La carrozzeria bianca è attraversata longitudinalmente da una banda grigia dove spicca anche il numero 2, un richiamo al nome del modello.

Il costruttore racconta poi che questa speciale versione della Polestar 2 presenta una carreggiata più ampia (+10 mm per lato) e un'altezza da terra più bassa di 30 mm. L'auto dispone di passaruota allargati che sono necessari per poter ospitare i cerchi di maggiori dimensioni. Le molle sono più rigide all'anteriore dell'80% e del 40% al posteriore. Troviamo anche nuovi ammortizzatori regolabili Ohlins più rigidi del 30%.

A tutto questo si aggiunge una barra duomi anteriore in carbonio di derivazione Volvo S60 Polestar Engineered. L'impianto frenante di Akebono all'anteriore presenta pinze a sei pistoncini che arrivano dalla Polestar 1. Un modello unico che, a quanto pare, non dovrebbe essere prodotto, nemmeno in piccola serie.


11

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
teo

Se la vogliono fare cattiva l'unica cosa da fare è togliere tutti i controlli elettronici e farla driftare da uno bravo .... Il pubblico apprezzerebbe

Johnny

Haha, ma no, ci può stare :)

Va bene, mi do della schiappa da solo.
:|

Johnny

Frontalmente con un pochino ricorda il muso della Mustang, con una griglia simile (ma capovolta) e i fari sottili.
Il resto però non c'entra veramente nulla, dai :)

Più cattiva = linea Mustang.
Non penso di essere così ipovedente.
;)

PositiveVibes

Non dire minkiate

Tango_TM

peccato che sia troppo cara

Chicco Bentivoglio

In che senso?

Infatti è una Mustang! ;)

Fabrizio

Bellissima, esteticamente le ultime Volvo sono dei capolavori

Oramyar (ex Ming-Hi-One)

La stella della morte!

Auto

Tesla Model Y: quella da battere, ma i difetti esistono | Recensione, video e VS Model 3

Auto

Citroen C3 Aircross 2021: piccola ma pratica, nuova ma sente il peso degli anni

Elettriche

Salone dell'Auto di Monaco: ecco 3 concept interessanti (+ 1) | Video

Auto

IAA Mobility 2021: tutte le novità su auto, tecnologia e non solo | Live Blog